Jump to Content

Collection Guide
Collection Title:
Collection Number:
Get Items:
Bourbon del Monte di San Faustino Family papers, 801 - ca. 1920
1868  
View entire collection guide What's This?
PDF (433.06 Kb) HTML
Search this collection
 
 
Table of contents What's This?

Container List

 

01. Memorie e Sommari Genealogici (Genealogical Histories and Briefs)

Scope and Content

Narrazioni di carattere genealogico e documenti legali relativi alla genealogia familiare e alle successioni.
Narrative genealogical texts, and legal documents regarding the family’s genealogy and issues of succession.
Box 1, Folder 1

"Memorie cronologiche della Famiglia" 1566 - 1682 (con copie 174-)

Physical Description:

Scope and Content

Documentazione relativa a cause legali inerenti la successione feudale. Il fasc. contiene 3 sottofasc. (e presenta, in f. sciolto all'interno del sottofasc. 1, un indice):
 

"Processo di successione nel do[mi]nio del Feudo fra [...] di Montino di Girolamo dal 1563 all'8 Feb[braio] 1567".

Si tratta di una "Copia di Processo d'atti fatti ad istanza del Sig[no]r Montino de' March[e]si del Monte contro il signor Giovanni Mattia M[arche]se di d[ett]o Monte in Fir[enz]e li 23 Ag[os]to 1566 avant'i Sig[no]ri Luogotenente e Consiglieri di S[ua] A[ltezza] S[erenissima] Giudici di Ruota Fiorentini Competenti a [detti] sig[no]ri per la succession al pred[ett]o feudo dovuto al d[ett]o sig[no]r Montino in Primogenitura". Atti giuridici, relazioni, attestazioni. 152 ff.

1566 agosto 23, con atto del 1532 in copia del 1682 settembre 8.
1.

 

"Atti del processo medesimo attore Ferrante di Montino dal 1571 al 1572".

Si tratta di una "Copia di Processo d'atti fatti ad istanza del Sig[no]r Ferrante figlio Primogenito del q[uondam] Sig[no]r Montino de' March[e]si del Monte contro il signor Bartolomeo M[arche]se di d[ett]o Monte in Fir[enz]e li 19 Giug[n]o 1586 avant'i Sig[no]ri Luogotenente e Consiglieri di S[ua] A[ltezza] S[erenissima] Giudici di Rota Fiorentini Competenti a [detti] sig[no]ri per la succession al pred[ett]o feudo dovuto al d[ett]o sig[no]r Ferrante in Primogenitura".

Atti giuridici, relazioni, attestazioni. 151 ff. Atti relativi agli anni 1571 - 1572 e al 1586, spesso in copia del 1746 di Giuseppe di Pierfrancesco de Nomi.
2.

 

"Atti d'un altro processo stesso attore Ferrante di Montino dal 1585 al 1589 imperfetti per morte nel 1589 di detto Ferrante attore".

Si tratta di una "Copia di Processo d'atti fatti ad istanza del Sig[no]r Montino de' March[e]si del Monte contro il signor Bartolomeo M[arche]se di d[ett]o Monte in Fir[enz]e li 7 Feb[brai]o 1571 avant'I Sig[no]ri Luogotenente e Consiglieri di S[ua] A[ltezza] S[erenissima] Giudici di Ruota Fiorentini Competenti a [detti] sig[no]ri per la succession al pred[ett]o feudo dovuto al d[ett]o sig[no]r Montino in Primogenitura". Atti giuridici, relazioni, attestazioni. 79 ff.

Atti relativi agli anni 1571 - 1572, con fedi relative ad anni precedenti, spesso in copia del 1746 di Giuseppe di Pierfrancesco de Nomi.
3.

Box 1, Folder 2

"Copia di diplomi di Berengario" e "Federico" e “Testes pro Montino anno 1566” 917-1566 (atti del 1566 e copie del 1747 di atti del 917 e 1162).

Physical Description: 97 ff. 1 fasc. Fasc. cartaceo.

Il fasc. reca anche la scritta “Copia dei diplomi di Berengario; [Copia dei diplomi di] Federico”.

Presente una cartulazione originale e una archivistica, parziali.

Scope and Content

Testimonianze relative a cause: “Testes pro Montino anno 1566” e copie, redatte da Giuseppe di Pierfrancesco Nomi (1747 gennaio 21), di diplomi di Berengario (917) e Federico (1162) che il notaio Nomi afferma di aver rinvenuto e collazionato (nonostante "carta pervetusta et antiquo carachtere") nell'archivio di Francesco di Cosimo dei Marchesi di Monte Santa Maria.
Box 2, Folder 1

Sommario Cronico Genealogico della Famiglia Bourbon del Monte. Prima Parte 1749 - 1829

Physical Description: 276 ff. e un albero genealogico. 1 registro cartaceo.Registro cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno".

Registro pergamenaceo con, in costa, etichetta con la scritta "Sommario Cronico Genealogico della Famiglia Bourbon del Monte. P[ar]te I".

Etichetta in alto: "Sommario cronico - genealogico. Ramo di Firenze. Vol. I"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "B". A matita, ulteriore scritta, di cui si legge solo "Lippiano".

Scope and Content

Studio genealogico e prosopografico relativo ai marchesi Bourbon del Monte, teso a illustrare la genealogia della famiglia e la vita di alcune delle sue figure eminenti.

Il testo si deve, come leggiamo nell'introduzione, al "sacerdote Luigi Bandini"; l'introduzione e' sottoscritta il "15 maggio 1749". E' presente, infine, un "Albero particolare de' Marchesi del Monte che abita in Firenze dal suo stipite fino a' M[arche]si viventi", con date conclusive del 1829: si deve dunque considerare che il registro sia andato soggetto a una revisione e a un completamento Ottocenteschi.

Poiche' questo saggio deve essere considerato fondamentale quanto alla ricostruzione della storia della famiglia, non solo si rimanda all'"Indice dei nomi, e castella (...)" e alle ricostruzioni biografiche che presenta, ma anche si riprendono qui i punti dell'indice delle sue parti:
 

1) "Lettera dedicatoria"

2) "Indice"

3) "Avertimenti al lettore"

4) "Prefazione dell'Origine della Famiglia de' M[arche]si del Monte Santa Maria, e della separazione di varie branche della med[esim]a"

5) "Dignita' Regale del Marchesato d[e]l Monte Santa Maria"

6) "Della natura, e Qualita' del Marchesato d[e]l Monte Santa Maria e di Sorbello, e del Sistema di quel governo";

7) "Delle terre, e Castella che hanno posseduto e posseggono I M[arche]si del Monte Santa Maria"

8) "Nota delle Castella Casali, e Fortilizi posseduti, e che si posseggono tuttavia dagl'antichi, e moderni M[arche]si del Monte S[anta] M[ari]a e di Sorbello indicando a ciascuno il documento ove si e' potuto trovare e l'alienazione o il modo col quale sono passati in altri, pure col documento, ove si e' trovato"

9) "Feudi e baronaggi appartenenti alle branche particolari di questi marchesi"

10) "Trattato della Reggenza, e Seniorato colla Serie dei M[arche]si Regnanti"

11) "Divisione in due parti di questo Sommario, e ordine di quelle diramazioni delle quali e' composto".
0.

 

Registro cartaceo: "Parte Ia del Som[ma]rio Cronico Genealogico delle Diramazioni della Famiglia de' M[arche]si Del Monte Santa Maria escluso il Ramo di Firenze (alla Ia Parte). Il testo non presenta indicazione d'autore; pare ragionevole pensare si debba almeno in parte al "sacerdote Luigi Bandini" cui si doveva il registro precedente di questi Sommari dedicati alla famiglia, il "Sommario Cronico Genealogico della Famiglia Bourbon del Monte. P[ar]te I" (in quel caso, la data apposta era "15 maggio 1749"). Sono presenti, in fine, alcuni alberi genealogici (alla luce delle date conclusive dei quali si deve considerare che il registro sia andato soggetto a una revisione e a un completamento Ottocenteschi): -un "Albero genealogico dalla sua diramazione nel grado 21 della Branca dei M[arche]si d[e]l Monte, che abita in Ancona", con data conclusiva del 1826. -un "Albero genealogico dalla sua Diramazione nel grado 21 della Branca dei M[arche]si del Monte, che abita nel Marchesato", con data conclusiva del 1824. - un "Albero genealogico dalla sua diramazione nel grad[o] 22 della Branca dei M[arche]si d[e]l Monte, che abita in Roma", con data conclusiva del 1829. - un "Albero genealogico dalla sua Diramaz[ion]e nel grado 12 della Branca dei M[arche]si di Colle, Petriolo, e Petrella e Marchesi di Civitella", con data conclusiva del 1745. Poiche' questo saggio deve essere considerato per ogni aspetto fondamentale, si rimanda alle ricostruzioni biografiche che presenta e si riprendono qui i punti dell'indice delle sue parti:

1) "Branca de' M[arche]si di Valliana"

2) ["Branca] de' M[arche]si di Petriolo e Petrella"

3) ["Branca] de' M[arche]si di Civitella"

4) ["Branca] de' M[arche]si di Sorbello"

5) ["Branca] de' M[arche]si domic[ilia]ti in Citta' di Castello"

6) ["Branca] de' M[arche]si domiciliati in Pesaro"

7) ["Branca] de' M[arche]si stabiliti in Ancona"

8) ["Branca] de' M[arche]si di gia' stabiliti in Orvieto"

9) "Reggenza e Seniorato della Famiglia"

10) "Reggenti del Feudo di Sorbello"; Si segnalano, lasciati al loro luogo, alcuni segnalibri novecenteschi
0.

 

Il sottofasc. (di 26 ff.) contiene I seguenti documenti

1) (num. Orig.: "II") "Memorie tratte dall'albero genealogico della Casa del Monte compilato dal Signor Conte Pompeo Litta di Milano, sull'Albero dell'Archivio di detta Casa, a cominciare dal grado settimo inclusivo, di esso", s. d.

2) (num. Orig.: "III") "Orazione funebre Per la morte di Sua Eccellenza Marchese Francesco Montino Borboni Ciamberlano Imperiale e Cavalier Commendatore del Sacro Ordine Equestre di San Stefano Papa. Recitata nella Chiesa di S. Sebastiano di Lippiano il di' 18 febb[raio] 1823 in occasione del solenne Uffizio celebrato per il Medesimo, Dal P. Carlo Maria Passini Minore Osservante"

3) (num. Orig.: "IV") "Diario di Roma", num. 13 del 1823 ("sabato 15 febbraio"), con annotazione: "Vedi pag.a 2 sulla morte del Caval[ier]e F[rancesc]o Montino Bourbon del Monte".
0.

Box 3, Folder 2

Note genealogiche s. d., alcuni post 1750

Physical Description: 29 ff. Fasc. cartaceo (8 ff.) e insieme di ff. sciolti.Fasc. cartaceo con acclusi ff. sciolti.

Scope and Content

Il fasc., che deve essere letto in relazione al fasc. 3.1, risulta di carattere miscellaneo ed e' composto di appunti di carattere genealogico e tentativi di ricostruzione di aspetti della genealogia di famiglia. Sono presenti anche note di lettura e segnalibri estrapolati da diverso insieme documentario. Questi abbozzi comprendono talvolta ricostruzioni in forma di albero genealogico.
Box 3, Folder 3

Ricostruzioni genealogiche e atti sul potere feudale 1615 - 1747 (ma numerosi atti s. d.)

Physical Description: 314 ff., 14 alberi genealogici. 1 fasc., 11 sottofasc. Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux.

Etichetta in alto: “Memorie del ramo di Ancona”

Etichetta in basso: “ Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “E”. A matita: “Lippiano. Marchesi Petrella”.

Il fasc. contiene 10 sottofasc., numerati e talvolta dotati di indice.

Nel sottofasc. 1 presente l'annotazione "Doc. N. 6 consegnati al sig. Conte Roberti 29 - 3 - [19]19".

Scope and Content

Documentazione relativa a ricostruzioni genealogiche inerenti i diversi rami della famiglia, le controversie per separazione del feudo e notizie su singoli esponenti di famiglia.
Frequenti sottoscrizioni di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi (1747), ad atti che attesta avergli sottoposto ("exibitis mihi") "Pier Francesco Maria Borbon dei Marchesi di Santa Maria di Lippiano").
Il fasc. contiene 11 sottofasc. e documenti, numerati e talvolta dotati di indice:
 

“Alberi genealogici” dei Marchesi dei diversi rami della famiglia:

(1747 gennaio 10 - 1747 giugno 18) (27 ff., 14 alberi genealogici, talvolta uniti alle relazioni genealogiche). Usualmente, sottoscrizione di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi. All'albero genealogico 4, "o furon figli del qui sotto Uguccione", a segno di ripensamenti e incertezze genealogiche):

1 ) [“Alberi genealogici”] “dei Marchesi di 1 ) Colle”. "Documenti levati dal libro del Processo di Malta. Montino".

2 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Vagliana”.

3 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Castiglione”.

4 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Civitella”.

5 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Petriolo”.

6 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Petrella”.

7 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Reschio”.

8 ) [“Alberi genealogici”] [“dei Marchesi”] “di 2 ) Rassina”.

9 ) “Provenienza del Castello di Rassina ai Conti della Staffa e di Carpegna”.

10) “Albero dei March[esi] Del Monte 1253 al 1500”
1.

 

“Fogli volanti”: note di lettura di documenti d'archivio e libri e tentativi di ricostruzioni genealogiche.

(9 ff.) (Atti per lo piu' non datati; presenti sottoscrizioni del 1747)

1 ) “Processo del Sig[nor] Cav[aliere] Pier Francesco Castelli di Terni 1624”.

2 ) “Processo (di nobilta’) Ripanti e Agli di Ancona 1615 – 1743”.

3 ) “Grado di Parentela tra il M[arche]se Francesco del Monte e la Signora Ginevra Ghilieri” (sic, probabilmente per Ghislieri).

4 ) “Estratto dell’Origine e de fatti delle Case Illustri d’Italia di M[?] Francesco Sansovino[.] Si parla dei March[esi] del Monte”.

5 ) “Fede di alcuni M[arche]si del Monte” “1747”.

6 ) “Foglio con alcuni nomi di Marchesi del Monte”.

7 ) “Alcune notizie intorno a Guidubaldo”.
2.

 

“Discussione intorno alla patria di Celestino II p[a]p[a]”.

Note di lettura di libri).

10 ff.)(s. d.)
3.

 

Lauterbach”:

1 ) “De legitimatione per sussequens matrimonium”. (6 ff.) (s. d.)

2 ) “Una lettera (senza data) intorno al medesimo argomento”: “Incipit

Illustre e Ecc[ellentissi]mo Marchese Signor Devot[issi]mo”, “finis E qui inchinandomi”. “Parla anche di matrimoni dissuguali”. (3 ff.) (s. d.).

3 ) “Sull’ascrizione alla nobilta’ veneta (condizioni)”. (2 ff.) (s. d.)

4 ) “Responsam Iosephi Aurelii Regi Siciliarum a Consiliis in Senatu S. Clarae et Professoris etc. 1759. Tratta di matrimoni inequali”. (4 ff.) (post 1759).
4.

 

“Notizie Storiche intorno ad alcuni Castelli del Marchesato del Monte S[anta] Maria dei Conti Sorbello”.

Si annota: “Furono presentate nel 1747 all’Imp[eratore] Francesco I per ottenere la separazione del Castello di Lippiano dagli altri del Feudo del Monte Santa Maria”.

(95 ff.) (1745 novembre 14 - 1747 luglio 1, arco di tempo in cui vengono sottoscritte trascrizioni di atti che si vogliono antichi)
5.

 

“Memorie di Famiglia consistenti in fogli volanti”. Note di lettura, appunti, relazioni.

Cassata, una prima stesura: “Memorie dal 1740 fino al 1760 circa relative alla lite di divisione del Feudo. Sono lettere, Memorie &, alla quale Lite il Marchese Pietro Francesco rinunzio’ formalmente con atto di renunzia presentato alla Cancell[eri]a Aulica Imp[eria]le di Vienna sotto li 28 gennaro 1779”. (50 ff.) (s.d.)
6.

 

“Carte riguardanti la Genealogia de’ M[arche]si Petrella di Cortona, e la Lite avuta coi Marchesi Del Monte S[an]ta Maria per la pretensione di essere li Petrella della Casa Del Monte, quale lite termino’ il 1651 con una definitiva Sentenza, contraria ai Petrella, della Corte di Toscana”.

Si segnala la seguente nota: “Visto per li alberi”. (1651 luglio 16 - 1712 agosto 27).
7.

 

“Carte per la discendenza del Ramo estinto, de’ Marchesi Del Monte, di Pesaro a cominciare da Ranieri di Girolamo”.

Si annota:

a ) Ranieri primo Conte di Monte Baroccio”

“b ) Card. Francesco del Monte

c ) attestati e prove di nobilta’”. Del cardinale, due estratti di testamento, non sottoscritti. (spesso s. d., sottosottoscrizione, in un caso, di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi (1747 luglio 10)
8.

 

“Memorie delli individui della famiglia Borbon del Monte e suo M[arche]sato”. (32 ff.) (1646 marzo 14 - post 1714. Numerosi atti non datati) 9.

 

Capitolo di un’opera.

Si tratta del testo manoscritto del “Cap. IV. Legge Salica sul principio del secolo VI promulgata in Alsazia anche per norma delle successioni nelle terre nomate Saliche ivi esistenti” di un’opera non riconosciuta. (4 ff.)
10.

 

Copia di un breve papale (1764 gennaio 18) con cui il pontefice “riceve sotto la divoz[ion]e del B[eatissim]o Pietro Apostolo” le persone e le cose del Marchesato, concedendo ai Del Monte privilegi conseguenti, che alla lettura risulta difficile determinare. (copia del 1745). 11.

Box 4, Folder 1

"Sommario cronico, e genealogico. Marchesi di Sorbello. Vol. IV" 1746 giugno 30 - 1748 gennaio 2

Physical Description: 228 ff. Registro pergamenaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: “Autuno”.

Etichetta in alto: “Sommario cronico, e genealogico. Marchesi di Sorbello. Vol. IV”.

Etichetta in basso: “ Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “D”. A matita: “Imp[ortante] per il [Marchesato?] di Sorbello.

Registro pergamenaceo con, in costa, etichetta con la scritta “Sommario Cronico Genealogico della Famiglia Bourbon del Monte di Sorbello. P[ar]te IV”.

Scope and Content

Studio genealogico e prosopografico (in registro pergamenaceo con, in costa, etichetta con la scritta "Sommario Cronico Genealogico della Famiglia Bourbon del Monte di Sorbello. P[ar]te IV") relativo ai marchesi Bourbon del Monte di Sorbello, teso a illustrare, come ricorda l'introduzione, "una delle Nobilissime Branche dell'Antica, ed illustre famiglia de' S[igno]ri Marchesi Bourbon del Monte Santa Maria". Sono presenti sia personaggi del ramo di Sorbello, sia riferimenti alla famiglia Bourbon del Monte Santa Maria complessivamente intesa. Interessante l'origine del testo: atti conservati, come dice l'introduzione, "nell'archivio di Sorbello", di cui si ricorda la particolare cura avuta dalla famiglia. Tale elaborato genealogico presenta, alla sua conclusione, una sottoscrizione, del 30 giugno 1746, di Gio[vanni] M[ari]a Ciapetti, "Segretario Pubblico dell'Ill[ustrissi]ma Comunita' di Citta' di Castello e Custode degl'Archivi Segreti della medesima". Tale sottoscrizione si vuole ulteriormente corroborata da sottoscrizioni notarili del primo luglio 1746 e sottoscrizione del Vicario del Marchesato del 2 gennaio 1748.
Box 10, Folder 2

"Carte di archivio dall'anno 800 al 1500" 800-1500 (copie ed originali)

Physical Description: Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un testo non identificato, relativo a "chimica". Sulla camicia che contiene il sottofascicolo, la scritta "Carte d'archivio dall'800 al 1500".

Etichetta in alto: "Carte di archivio dall'anno 800 al 1500".

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "M".

A matita: "Lippiano ()".

Scope and Content

Documentazione relativa soprattutto alle caratteristiche del potere feudale esercitato dalla famiglia. Si tratta per lo piu' di lettere, fedi, copie di documenti, atti originali.
Box 15, Folder 2

"Stemmi coloriti e autentici" ca. 1500 - ca. 1700

Physical Description: 242 ff. 1 fasc. comprendente 3 sottofasc. Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un libro (al riguardo, si riconoscono, in particolare, le parole "uscito il primo volume dell'Origine, e Progressi (...)"). La camicia che contiene il sottofasc. 1 reca in costa la scritta "Nobilta' To. I". Etichetta in alto: "Stemmi coloriti e autentici"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". A matita: "Armi dipinte".

Ulteriore etichetta: "Z". A matita: "[...]", "Ancona".

Scope and Content

Documentazione araldica: immagini degli stemmi e relazioni che li accompagnano, spesso munite di sottoscrizioni notarili. In questo caso, il notaio Giuseppe di Pierfrancesco Nomi e' solo uno dei notai (spesso per il 1747) attestati. Si tratta per molti versi di uno stemmario Settecentesco non compaginato.
Il fasc. contiene tre sottofasc.:
 

"In questo mazzo sono le Armi di molte case nobili che formano il Quarto Paterno Borbon del Monte" (" armi colorate autentiche, e loro copia semplice"). Stemmario con immagini e illustrazione del loro contenuto, relativa a famiglie con cui I Bourbon del Monte avevano parentela. In alcuni casi si ha una descrizione della storia della famiglia.

La camicia che contiene il sottofasc. Reca in costa la scritta "Nobilta' To. I".

Le famiglie sono: Manciforte di Ancona, Cesarei di Perugia, Ghisilieri di Iesi, Ferretti di Ancona, Marcolini di Fano, Parisani di Ascoli, Castracani di Gubbio, Fanelli di Ancona, Bufalini di Citta' di Castello, Migliani di Ascoli, Razzanti di Matelica, Parisani di Ascoli, Pellegrini di Matelica, Bonaccorsi di Macerata, Colonna di Roma, Massucci di Recanati, Gallo d'Osimo, Casanova di Montesanto. Presente un Avviso a stampa del Podesta' del Comune di Ancona (1810 novembre 22), relativo a un'asta, recante al verso la seguente scritta: "Vanno dentro il libro della storia domestica".

Si noti che in taluni casi gli stemmi sono stati ricevuti da membri di quelle famiglie, ad attestare rapporti ancora intercorrenti. Si segnala il rilievo delle carte descritte anche al fine degli studi araldici e di cose d'arte. Il sottofasc. va accompagnato dal testo relativo alla valutazione dell'archivio precedente il suo arrivo nell'attuale collocazione.
1.

 

Documenti di famiglia

Il sottofasc. reca, a matita, la scritta "1849", non corrispondente al suo contenuto e, all'interno, la scritta "Documenti relativi a titoli nobiliari" . Pare trattarsi di una scelta di lettere e documenti relativi ad affari di famiglia, settecenteschi, specie in ordine ai rapporti con Vienna. La documentazione risponde con evidenza al desiderio di informarsi sui rapporti tra i diversi rami della famiglia, i loro diritti e le loro prerogative reciprocamente e in relazione alle autorita' superiori. Sono quindi presenti, per quanto eterogenei, atti sulle proprieta', sul diritto di patronato, sulle vicende domestiche. E' forse per questo che vanno uniti alle riproduzioni degli stemmi, nel contiguo sottofasc.

Si segnalano una relazione (s. d.) e diversi atti inerente gli attriti tra Giambattista Del Monte (di cui si descrivono i problemi di salute) e il fratello Pietro, entrambi del ramo di Ancona (figli di Virginia Manciforte), uno spoglio delle lettere ricevute da Pietro Bourbon del Monte da Dominici, Segretario Imperiale per l'Italia (1743-1744) e dal "Conte di Konigsfech" Segretario Imperiale (1743-1744), spoglio di lettere scritte dal Cardinale Borghese al "Conte di Konigsfech" (Vice Cancelliere imperiale) riguardo a Pietro Bourbon del Monte (1744-1745), spoglio di lettere ricevute dal Cardinale Borghese da parte del "Conte di Konigsfech" riguardo a Pietro Bourbon del Monte (1744-1745), un "sunto di Concordato tra Pietro Bourbon del Monte e I Francescani Cappuccini (1743) per l'erezione di un loro convento nel Marchesato. Parte della documentazione contenuta nello spago, come da ordinamento precedente.
2.

 

Lettere e documentazione araldica.

Il fasc. contiene lettere ricevute da diversi esponenti della famiglia e una fede (1745 luglio 16) del "Cancelliere e Segretario dell'Illustrissima Comunita' di Ancona" relativa allo stemma con cui I Bourbon del Monte compaiono nel "Catalogo dell'armi di tutti, e singoli Consiglieri nobili ()" della citta', stemma che viene descritto. Presente un atto del 1833. Ancora, copie di atti cinquecenteschi autenticate nel 1745 e nel 1747 per lo piu' dal notaio Nomi.
3.

Box 26, Folder 1

"Indicazione di atti e contratti estratti da pubblici Archivi dall'anno 1000 al 1400" (atti genealogici) 1000-1400 (copie Seicentesche e Settecentesche di atti che si vogliono di eta' medioevale)

Physical Description: 258 ff. Fasc. cartaceo. Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux. Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Etichetta in alto: "Indicazione di atti e contratti estratti da pubblici Archivi dall'anno 1000 al 1400".

In camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un testo, di cui, ai fini dell'identificazione, si distinguono le parole "Rusconi" e "Isolani". All'interno, camicia piu' antica, recante la scritta "Indicazioni di Atti, Contratti, ed Istromenti estratti dalli Archivj pubblici, e Segreti di varie Citta', nominanti li Individui delli vari Rami della Famiglia Del Monte Santa Maria dal 1000 fino al 1400, cioe' fino ai tempi di Cerbone Io".

Il fasc. contiene documenti con una sequenza A N, parzialmente regolare, e alcuni documenti privi di indicazioni.

Scope and Content

Documentazione relativa alla genealogia e alla storia della famiglia. Si tratta di note di lettura, estratti di documenti, elaborati genealogici, fedi notarili, memorie tratte da manoscritti e annali, numerosi estratti dagli atti dell'archivio di Citta' di Castello e Perugia, talvolta non datati e accomunati dall'aver relazione con personaggi legati alla vita di famiglia. Tali insiemi documentari hanno una sequenza A N, parzialmente regolare, e in parte si compongono di ff. privi di indicazioni. Presenti rare rappresentazioni delle successioni genealogiche, a corredo dei testi. Si segnala una "Prefazione del Marchese Franc[es]co Maria del Monte a questo Suo volume indirizzato a Suoi Posteri" (1698 marzo 30). Si noti che diverse copie autentiche e numerose delle ricerche che conducono a questo insieme documentario sono riferibili a "Ioseph olim Petri Francisci de Nomis de Anglare" e agli anni Quaranta del Settecento.
 

02. Patti di Famiglia, Investiture, Accomandigie (Family Accords, Investitures, Accords with Tuscany, i.e., "Accomandigie")

Scope and Content

Narrazioni di carattere genealogico e documenti legali relativi alla genealogia familiare e alle successioni.
Narrative genealogical texts, and legal documents regarding the family’s genealogy and issues of succession.
Box 5, Folder 1

"Miscellanee, carte volanti, Alberi di Genealogia" 1540 - 1599

Physical Description: 290 ff. 1 fasc. e 7 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Miscellanee, carte volanti, Alberi di Genealogia" A matita: "Processo Rotale. Firenze"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "G". A matita: "Lippiano" Il fasc. contiene 7 sottofasc.

Scope and Content

Documentazione relativa alla vita della famiglia, alle cause che la coinvolsero, ai rapporti con la Toscana. Documentazione miscellanea, la si puo' ricondurre a questi ambiti: cause legali tra diversi rami della famiglia, atti relativi ad esponenti della famiglia, atti amministrativi, atti inerenti i rapporti con la Toscana.

Il fasc. contiene 7 sottofasc., numerati e talvolta dotati di indice:
 

"1566. Avanti la Rota Fiorentina. Causa di successione nel dominio del Marchesato del Monte fra il M[arche]se Montino di Girolamo, attore (del Ramo di Ancona) ed il Marchese Bartolomeo di Gio[vanni] Fran[ces]co R. C. (del Ramo di Firenze) (1566, con numerosi atti Settecenteschi) 1.

 

Miscellanea di atti familiari (30 ff.) (atti Cinquecenteschi ripresi in copie ed estratti Settecenteschi):

1) "Informazione pro veritate per I miglioramenti eseguiti dal M[arche]se Montino e fratelli nel loro Marchesato (copie 4) 10 ottobre 1569".

2) "17 maggio 1571. Testamento olografo (originale) del R. D. Simo da Prato".

3) "1511. Il March[ese] Carlo di Ugolino di Cerbone lascia il Dominio, lo stato, fortilizi e ragione del Marchesato del Monte S[anta] M[ari]a al Marchese Del Monte.

4) "M[arche]si che presero parte alla Convenzione fatta il 4 Settembre 1576".

5) "Memoriale del M[arche]se Montino presentato al Granduca per l'Assicurazione di sc[udi] diecimila presso il Monte di Genova 1550".

6) "Copia di bandi fatti in Lippiano dal Vicario".

7) "Testamento di Andrea di Filippo di Caselle, il quale lascia all'Ospedale di Santa Maria di Lippiano fiorine quattro. 4 febbraio 1563".

8) "Fabbrica del Palazzo, detto il Torrione, in Lippiano, compiuta dal M[arche]se Girolamo e figli 1557".

9) "Pace conclusa tra il M[arche]se Giovanni Mattia e suoi fratelli in Firenze il 5 settembre 1543"
2.

 

Dazi e atti amministrativi(32 ff.)(atti Cinquecenteschi ripresi in copie ed estratti Settecenteschi):

1) "24 giugno 1576. Nuovi dazi imposti dal Vicario nel Marchesato di Monte Santa Maria".

2) "Ricorso della M[arche]sa Pantasilea per I dazi imposti ai sudditi nel Marchesato, diretto al Granduca di Toscana".

3) "Ricorso del M[arche]se Bartolomeo al Granduca di Toscana per una fede coartata al suo Vicario dalla M[arche]sa Pantasilea. 17 maggio 1577".

4) "Visita di confini fatta dai Deputati di Monterchi e quelli del Marchesato".

5) "Proibizione del Granduca di Toscana di vendere ed asportare fuori del Marchesato il grano".

6) "11 dic[embre] 1564. Diritti di giurisdizione ed amministrazione concessi ai Vicari di Lippiano e del Monte S[anta] Maria".
3.

 

Miscellanea di atti relativi soprattutto al rapporto con la Toscana (31 ff.) (atti Cinquecenteschi in originale e ripresi in copie ed estratti, talvolta Settecenteschi):

1) "Copia di lettera del Reggente M[arche]se Bartolomeo e risposta del M[arche]se Montino di Girolamo intorno al pagamento dei Dazi. 3 marzo 1586".

2) "Decreto della Pratica segreta di Firenze, il quale stabilisce chi deve tenere le Chiavi della porta del Marchesato. 10 sett. 1578".

3) "Capitoli intorno la dote della signora Giulia sposa del sig[nor] Pierfrancesco. 12 gennaio 1590"

4) "Parere legale sopra una concessione fatta da P[a]p[a] Paolo [Terzo] a Giacoma della Cornia, sua sorella germana di salme 150 di grano. 1540".

5) "Pareri di tre legali in favore del M[arche]se Montino per l'esenzione di una posta nel territorio di Perugia. 1540".

6) "Ricorso del Marchese Montino del Monte al Granduca di Toscana per avergli il M[arche]se Reggente Alessandro fatto levare legname da Lippiano: procedimento contro il figlio di Montino e I contadini, che avevano tentato di riprenderli. 1575".

7) "Attestato di rispetto portato dai M[arche]si del Monte al Granduca di Toscana, rilasciato dal popolo di Cisterna. 13 luglio 1588"

8) "Fede (originale e copia) del Cap[itano] Federico Bracchini d'Urbino a favore del M[arche]se Montino. 9 nov. 1566"
4.

 

Convenzioni, Capitoli, Concordie(51 ff.) (atti Cinquecenteschi in originale e ripresi in copie ed estratti Settecenteschi):

"Convenzioni, Capitoli e concordie fatte dai M[arche]si del Monte per il buon governo del Marchesato dall'anno 1532 al 1576".
5.

 

Ricevute(35 ff.) (atti per lo piu' Cinquecenteschi in originale e ripresi in copie ed estratti successivi): "Ricevute varie n. 1-19 dall'anno 1564 al 1597" 6.

 

Lettere varie(11 ff.) (atti per lo piu' Cinquecenteschi in originale e ripresi in copie ed estratti successivi):

1) "23 agosto 1597. Matteo di Baschi alla Sign[or]a Giovanna Santoni M[arche]sa del Monte intorno alla malattia dell'abb[a]te Carlo Marchese del Monte (copia)".

2) "6 Giugno 1577. Il M[arche]se Giacomo del Monte all'abb[a]te Carlo di Marrana, suo figlio".

3) "6 Ottobre 1597. Giovanna Santoni al Marchese Guidobaldo del Monte di Pesaro".

4) "24 Nov[embre] 1599. Ascanio Bomp[] alla M[arche]sa Giovanna Santoni".

5) "Maggio 1548. A donna Faustina del Monte il Consorte".

6) "18 Ott[obre 1597. Autografo del Matematico Guidubaldo del Monte alla Marchesa Giovanna Santoni intorno al prestito di scudi 230"
7.

Box 5, Folder 2

“Capitolazioni e patti di Famiglia". Capitolazioni, accordi familiari, corrispondenza, atti miscellanei 1601 luglio 28 - 1740 gennaio 18

Physical Description: 295 ff. 1 fasc. comprendente 7 sottofasc.Fasc. cartaceo comprendente alcuni documenti . Camicia bordeaux, con all’interno la scritta “I” e la scritta “Altre 7 cartelle come questa. Altre 5 colla costa un’oncia piu’ larga”.

Etichetta in alto: “Capitolazioni e patti di Famiglia. Atti per investiture di Carlo VII e Francesco I”. Aggiunto a matita: “dal 1512 al 1765”.

Etichetta in basso: “ Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “I”. A matita: “Import.[ante] Lippiano con (…)”

Il fasc. contiene 7 sottofasc, tutti con il numero d’ordine indicato e alcuni con indice.

Scope and Content

Documentazione miscellanea relativa a: possesso del Marchesato, cause, corrispondenze, procure.
Il fasc. contiene 7 sottofasc., tutti con il numero d’ordine indicato e alcuni con indice:
 

"I 1" Accordi finanziari e conti di spese.

Il sottofasc. Contiene atti relativi per lo piu' a spese sostenute per l'elaborazione di copie di atti da parte di Montino Bourbon del Monte
1.

 

"I 2".

Il sottofasc. Contiene cedole relative a luoghi di monte in Roma, atti inerenti donazioni, un'inibizione per atti ipotecari, atti di cause (sequestro di grani, mandati per imporre la restituzione di somme di denaro)
2.

 

"I 3".

Il sottofasc. Contiene atti di ordine finanziario e giudiziario. Si tratta di un atto di richiesta di denaro da parte di un esponente della famiglia verso un altro, di una stima relativa a un fondo, di un contratto d'affitto, di dichiarazioni giurate a proposito di proprieta' di membri della famiglia specie in Lippiano, di quietanze di pagamento relative a membri della famiglia o figure a loro afferenti, di relazioni ("Scritture" o "Informationi"), conti, di un estratto di disposizioni testamentarie relative alla celebrazione di Messe, di un credito al Monte del Sale di Firenze
3.

 

"I 4" Atti di presa di possesso del Marchesato.

1) "Relazione della presa di possesso del Marchese Fran[ces]co di Montino d'Ancona. 17 luglio 1689".

2) "17 luglio 1689. Idem".

3) "Discorso fatto nella Pieve del Monte li 17 Luglio 1689 nella venuta dell'Ecc[ellentissi]mo Sig[nor] M[arche]se Fran[ces]co del Monte".

4) "1626. Possesso del Marchese Fabio del Monte. (Sonetto)".

5) "10 set[tembre] 1626. Presa di possesso del Marchese Curzio".

6) "4 luglio 1689. Copia di bando mandato dal Marchese Reggente Francesco di Montino per prender possesso del Marchesato"
4.

 

"I 5"

1) "31 agosto 1697. Copia della lettera di Giorgio Adamo Conte Martiniz alla M[aesta'] Cesarea, nella quale si parla che il Marchese del Monte aveva presentato domanda per ottenere l'investitura del Feudo".

2) "25 Ottobre 1697. Copia della risposta di Leopoldo I".

3) "1740. Copia pubblica d'Istrumento di Concordia fatta tra I Marchesi de Bourbon del Monte sopra il modo di prendersi l'Investitura in Vienna e sopra altri atti pubblici".

4) "27 sett[embre] 1699. Copia dell'investitura di Leopoldo I".

5) "Idem".

6) "1644. Maneggi del M[arche]se Giovanni Mattia del q[uondam] M[arche]se Orazio del Monte in occasione della investitura di Leopoldo I per escludere dal Condominio del Feudo li M[arche]si d'Ancona".

7) "22 marzo 1698. Rienfeutazione (sic) del Marchesato"
5.

 

"I 6".

1) "Nota dei medici e chirurghi del Marchesato 1678?".

2) "1689 al 1707. Arbitrii praticati dal M[arche]se Giovanni Mattia del Monte".

3) "1690. Minuta della lettera per I 9)".

4) "5 luglio 1690. Lettera del Card[inal] Ottoboni intorno alle precedenze in occasione di visite al Marcesato (sic)".

5) "19 settembre 1694. Maestro di scuola in Lippiano".

6) "1 gen[naio] 1693. Copia dell'Epigrafe posta nelle Loggie di Lippiano".

7) "1694. Replica del M[arche]se Reggente Francesco, di Montino di Guidascanio a diversi obietti fatti al suo reggimento".

8) "1694 1695 1699 Copia di tre sentenze sopra gli affari del Feudo".

9) "27 gennaio 1695? Legato lasciati (sic) dal Camiere (sic) del M[arche]se Francesco".

10) "15 ottobre 1695? Catasto del Marchesato".

11) "26 gennaio 1695. Statuti e regolamenti per il buon governo del Marchesato"
6.

 

"I 7"

Corrispondenza e procure. Si osservi che sono omessi, per errore, I riferimenti ai docc. 5 e 13. Si rispetta tale andamento dell'indice anche qui, per ragioni di chiarezza.

1) "Procura in favore del M[arche]se Giovanni Battista del Monte. 26 marzo 1615. Not[aio] Sebast[iano] q[uondam] Pauli [Nullius]". Il notaio cui ci si riferisce e' forse piuttosto chiamato De [Nulhis], ma la grafia e' di ardua lettura.

2) "18 febr[aro] 1611. Il M[arche]se Montino nomina suo Procuratore il M[arche]se Vincenzo. Notaio Bernardino Mondellio" (ma: Mondelini, piu' probabilmente).

3) "27 febb[raio] 1613. Lettera dell'avvocato Attilio Bencamati circa la causa del M[arche]se Montino con la Principessa Giovanna".

4) "20 maggio 1692. Procura in favore di Gio[vanni] Ferretti. Notaio Giovanni Bini".

6) "17 Sett[embre] 1614. Istrumento di vendita di un pezzo di terra e la Palazzina nell'Abbazia di Vigone alla Signora Ortensia. Not. Giov. Q. Simone".

7) "2 ottobre 1652. Contro I Camaldolesi di Cortona poi si () 10".

8) "17 agosto 1648. Compromesso e sentenza data dal Marchese Virginio sopra le divisioni con la casa del Monte d'Ancona".

9) "26 Gen[naio] 1655. Voto contro il Sig[nor] M[arche]se Guid'Ascanio del Monte datogli in contumacia in pena della vita per uccisione d'un Sacerdote".

10) "1699. Procura del M[arche]se Francesco in persona del M[arche]se Cerbone".

11) "28 aprile 1670. D. Ippolita del Monte al Marchese Francesco per affari di famiglia".

13) "10 febbr[aio] 1642. Lettera di Cerbone al M[arche]se Francesco del Monte per affari di famiglia".

14) "1696 al 1698. Ricevute per il Canone di Casa".

15) "15 gennaio 1657. Lettera di Don Ciriaco del Monte sopra il fidecommesso del fu Card[inal] Del Monte".

16) "1656. Ristretto di diverse pretensioni di eredita' fra il M[arche]se Fran[ces]co e Guid'Ascanio del Monte".

17) "17 Sett[embre] 1644. Procura in persona di Amanzio Guazzaroni".

18) "Nov[embre] 1643. Parere di Cristoforo Riviardeschi d'Anghiari nelle differenze fra il Marchese Borbone e Fabio del Monte"
7.

Box 7, Folder 1

"Carte d'archivio dal 1700 al 1740 Vol. I" 1705-1752

Physical Description: 277 ff. Fasc. cartaceo composto di 4 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un testo non identificato, relativo a "chimica".

Sulla camicia che contiene il sottofascicolo, la scritta "Carte d'archivio dal 1700 al 1740". I".

Etichetta in alto: "Carte di archivio dal 1700 al 1740 Vol. I"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "I". A matita:

"Imp[ortante] Lippiano Ancona".

Per ragioni di conservazione, i sottofasc. 3 e 4 sono conservati separatamente dal primo.

Scope and Content

Gli atti sono relativi ai rapporti con le autorita' Toscane e con quelle Imperiali, alla vita interna al Marchesato, a transazioni finanziarie, ad aspetti della vita sociale. Si tratta di atti spesso di carattere finanziario, di corrispondenza, atti legali, memorie.
Al fine di imprimere un ordine alla documentazione, la si e' distinta nei 4 sottofasc. che seguono. Si avverte il lettore della necessita' di tener conto dei labili confini che separano talvolta i diversi nuclei tematici. Il fasc. contiene 4 sottofasc.:
 

Atti relativi ai rapporti con le autorita' Toscane e con quelle Imperiali. (95 ff.) (atti, per lo piu' in copia sottoscritta per autenticazione, relativi al periodo 1700 gennaio 30 - 1739 dicembre 5, con sottoscrizioni, spesso di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi, risalenti al 1747, in particolare 1747 giugno 27). Contiene documentazione relativa ai rapporti con Firenze e Vienna: corrispondenza e relazioni variamente inerenti la vita del Marchesato. 1.

 

Atti relativi ai rapporti interni al Marchesato. (195 ff.) (atti relativi al periodo 1700 - 1752 marzo 24, ma per lo piu' fino al 1722 e con sottoscrizioni di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi del 1747). Si tratta di lettere, fedi, copie di documenti, atti originali, relativi soprattutto alle caratteristiche del potere feudale esercitato dalla famiglia e sui rapporti all'interno della famiglia. (195 ff.) Si segnala lo "Spoglio di Lettere del M[arche]se Gio[vanni] Mattia Del Monte al M[arche]se Fran[ces]co Maria di Francesco di Fabio" ("dal 1700 a tutto 16 marzo 1709") 2.

 

Questioni finanziarie. (57 ff.) (1705 agosto 10 - 1731 dicembre 16, con atti che si vogliono trascrizioni di documenti del XIII secolo, dal 1218). Per ragioni di conservazione, tale sottofasc. E' conservato separatamente dal precedente. Si tratta di conti di spese e atti relativi al sistema di tassazione in uso nel Marchesato. Si segnala che una parte dei conti inerisce la riproduzione di documenti a fini legali. 3.

 

Atti vari. (30 ff.) (1709 aprile 29 - 1747 marzo 29). Per ragioni di conservazione, tale sottofasc. E' conservato separatamente dal precedente. Si tratta di pochi documenti inerenti persone che non appartengono alla famiglia del Monte, procure, lettere. Numerose sottoscrizioni di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi degli anni Quaranta del Settecento). Si segnalano una missiva di "Lambertini" (probabilmente Prospero Lambertini, poi papa con il nome di Benedetto XIV), indirizzata a "Pietro Francesco del Borbon del Monte" (1731 giugno 2), un elenco di abitanti o contribuenti distinti per luoghi del Marchesato (s. d.) e la "Fundatio Capellaniae sub Tit[ul]o S[anctissim]ae Virginis del Carmine" (1713 giugno 9) da parte di Francesco Maria Bourbon del Monte, "al suo altare" nella chiesa di San Michele Arcangelo di Lippiano. 4.

Box 9, Folder 1

"Miscellanee sui rami di Ancona, e Pesaro per ordine di tempo dal 1600 al 1700" 1510 - 1865 (con copie di atti che si suppongono dei secoli XVI - XVIII)

Physical Description: 351 ff, 2 pp. a stampa. 1 fasc. comprendente 3 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta probabilmente relativa a un libro, di difficile leggibilita'.

Etichetta in alto: "Miscellanee sui rami di Ancona, e Pesaro per ordine di tempo dal 1600 al 1700".

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "K" e scritta a matita:

"Diplomi cavallereschi".

Il fasc. contiene due sottofasc.

Scope and Content

La documentazione, miscellanea, e' relativa ai rami di Ancona e Pesaro e ai rapporti con la Toscana (con accomandigie).
Il fasc. comprende tre sottofasc.:
 

Il sottofasc. contiene 3 incartamenti recanti un indice, che qui si riprende:

Incartamento 1 "K 1": (21 ff.) (Copie sottoscritte per lo piu' nel 1745 e nel 1747, usualmente da Giuseppe di Pierfrancesco Nomi, di atti che si vogliono Cinquecenteschi, Seicenteschi e Settecenteschi, con un atto 1865 giugno 10).

"Indice":

1) "Fede di matrimonio del M[arche]se Girolamo del Monte e d'Ippolita Sforza de' conti di S[anta] Fiora, vedova di Fed[] Farnese" (1510 ottobre 25).

2) "Fede di matrimonio del Sig. Francesco M[ari]a di Ranieri Conte di Monte Baroccio e di Ippolita Savelli" (1608 ottobre 18).

3) "Fede di matrimonio tra il M[arche]se Montino e la Contessa Vittoria [Mauruzi] dei Conti della Stracciola de Fanelli" (1630 luglio 13).

Ancora:

-"La Regina di Spagna Maria ha nominato la M[arche]sa del Monte Dama di Camera (1631 gennaio 22)

-La citta' d'Ancona assume a tutti i singoli gradi ed onori il M[arche]se Montino e i suoi discendenti" (1639 ottobre 13).

-"Decreto del Maggiordomo Giannetti con il quale si attesta che il Marchese Montino e' Cav[aliere] di spada e cappa" (1623 agosto 13).

4) "Fede di matrimonio tra Fabio Antonio di Fran[ces]co, M[arche]se Reggente e la figlia del M[arche]se Francesco del Monte (cugino)" (1671 dicembre 15).

5) "Fede di matrimonio tra Angelino [Alticosi] di Cortona e Giovanna del Monte" (1682 giugno 14)

6) "Fede di matrimonio tra la M[arche]sa Fran[ces]ca di Gio[vanni] Batt[ist]a del Monte e Pier Marino di Alessandro Barnabo' di Foligno" (1714 gennaio 20).

7) Contratto per stabilire la dote alla M[arche]sa Guinenova (?) di Fabio Camillo promessa a Girolamo Bosdari" (1712 gennaio 28).

8) "Contratto di matrimonio tra Montino di Fabio Camillo e Virginia Manciforti di Ancona" (1712 gennaio 28).

9) "Contratto di matrimonio tra Ranieri Bourbon del Monte e Fran[cesc]a Massimo" [1865 giugno 10].

Incartamento 2) "K 2" (44 ff.) (1629 - 1697 maggio 1):

"Indice"

1) "1699. Informazione de' giusti motivi di doglianza che ha il M[arche]se Francesco Maria del Monte contro il M[arche]se Gio[vanni] Maria e conte Federico Ubaldini tanto suo parziale (doppia copia)" (1699).

2) "Entrata e uscita del Marchesato. 1629".

3) "2 aprile 1633. Cassazione della querela contro il m[arche]se Pier Francesco del Monte accusato di omicidio in persona di Giovanni Batt[ist]a detto l'Horticiuolo di S. Martino in Colle. Not[aio] Vincenzo Tini" (1633 aprile 2).

4) "M[arche]se Don Ciriaco di Montino nominato Protonotario Ap[ostolic]o" (1664 marzo 20).

5) "14 luglio 1644. Copia del Breve Pontificio di legittimazione di Ciriaco di Montino" (1644 luglio 14).

6) "Bando per le fiere. 1 maggio 1697".

7) "Bando per i mercati di Lippiano: Editto per la salara. 1695".

Incartamento 3) "K 3":

"Accomandigie varie dall'anno 1510 all'anno 1752" (senza indice) e due bandi Granducali. (91 ff., 2 pp. a stampa).

1) "Novo Regolamento, o sia Capitolazione universale, da osservarsi nel Marchesato del Monte Santa Maria che si sottopone per l'approvazione della Cesarea Maesta' del'Augusto Sovrano questo di' 3 marzo 1752".

2) "Sunto d'Accomandigia rinovata li 17 Giug[n]o 1641 colla Rep[ubblic]a Fior[entin]a e per lei con l'A[ltezza] S[erenissi]ma di Ferdin[and]o II Gran Duca di Tosc[an]a V da Fabio del q[uonda]m Carlo di Montino de M[arche]si del M[on]te succeduto M[arche]se Reg[gen]te VIIII per morte di Curtio del q[uonda]m Pietro de M[arche]si di d[ett]o M[on]te coll[']istessi Patti, Capitoli che leggonsi nell'altre [&?] con una Lett[er]a responsiva di detto Principe al med[esim]o Marchese Fabio di congratul[azion]e per la sua successione in tal dignita' indi altra pure responsiva dello stesso Principe a Franc[esc]o del M[ont]e figlio di d[ett]o Fabio di condog[lian]za in morte del med[esim]o seguita in Lipiano li 9 Feb[bra]ro 1645".

3) "Accomandigia dell'anno 1731" (1731 marzo 24).

4) "Sunto d'Accomandigia rinovata li 27 novembre 1689 colla Rep[ubblic]a Fior[entin]a e per lei con l'A[ltezza] R[eale] di Cosimo III Gran Duca di Tosc[an]a VI da Fran[ces]co del q[uonda]m Montino del Cav[alie]re Guid'Ascanio de M[arche]si del M[on]te succeduto M[arche]se Reg[gen]te XII di esso per morte di Cerbone del q[uonda]m Ugolino coll[']istessi Patti Capitoli che leggonsi nell'altre [&?] con una Lett[er]a responsiva di detto Principe al med[esim]o Marchese Fran[ces]co di congratul[azion]e per la sua successione in tal Dignita' indi altra pure responsiva dello stesso Principe a Fabio Cam[ill]o del M[ont]e Genero di d[ett]o Marchese Fran[ces]co di condog[lian]za in morte del med[esim]o seguita nel Castello di Falconara Territorio d'Ancona li 14 Gen[nar]o 1710".

5) "Sunto d'accomandigia rinovata li 27 novembre 1689 colla Rep[ubblica] Fiorentina, e per lei con l'A. S. di Cosimo III Gran Duca di Toscana VI da Fran[ces]co del q. Montino, del Cav[alie]r Guid'Ascaniode Mar[che]si del Monte succeduto Mar[che]se Reg[gen]te XV di esso per morte di Cerbone del q. Ugolino dei M[arche]si de d[ett]o Monte coll'istessi Patti, Capitoli, che leggonsi nell'altre".

6) "Sunto d'Accomandigia rinovata li 10 settembre 1626 con la Rep[ubblic]a Fior[entin]a e per lei con l'A[ltezza] S[erenissi]ma di Ferdin[and]o II G[ran] Duca di Toscana V da Gio[vanni] Battista del q[uonda]m Montino di Girolamo Mons[ignor]e del Monte Abb[ate] di S[an] Bartolomeo d'Anghiari succeduto M[arche]se Regg[en]te VII di esso per morte del Card[inal]e del Monte suo Cugino con gl'istessi Patti e Capitoli che leggonsi nell'altre con una Lett[er]a Responsiva di d[ett]o Principe al med[esim]o Mons[igno]re di Congratul[ation]e per la sua Success[ion]e in tal dignita', indi altra pure responsiva dello stesso Princ[ip]e a Fabio del Monte Nep[ot]e di d[ett]o Mons[igno]re di condogl[ian]za in morte del med[esim]o seguita in Anghiari li 2 Aprile 1630".

7) "Nuovo Instr[ument]o di Concordia celebrato in Firenze fra' le quattro famiglie del Monte li 9 marzo 1739 con tutte le giustificazioni che s'accennano in essa ()".

8) "Accomandigia rinovata con il Ser[enissi]mo Gran Duca di Toscana VI da Fran[ces]co del q[uonda]m Montino de March[es]I del Monte coll'istessi patti, capitoli, che legonsi nell'altre &. Li 27 novembre 1689".

9) "Patti" relativi al 1576.

10) "12 gen[na]ro 1512. Accomandigia rinovata colla repub[li]ca di Firenze, e [Lei] con i Dieci Officiali di Balia di d[etta] Citta' da Girolamo del q[uonda]m Raniero di Cerbone de' Marchesi del M[on]te S[ant]a M[ari]a per mezzo di Fran[ces]co suo fr[at]ello, che considerando come la d[etta] Rep[ubblic]a con perpetuo affetto sempre abbia desiderato il stato tranquillo di detti Marchesi e quanti onori, e benefici abbin essi conseguito in passato mediante la di Lei amicizia e Protezzione, e sian vissuti quietam[ent]e e pacificam[ent]e col d[ett]o loro Stato, e com'altrimenti abbia ricevuto sotto la su Accom[andigi]a il M[arche]se Carlo per morte di cui senza figli essendo succeduto in d[ett]o March[esa]to del Monte il d[ett]o M[arche]se Girol[am]o che volendo seguir le vestigie de Suoi Maggiori chiese d'esser ammesso come fu' a viva voce con partito favorevole ricevuto in perpetuo sotto la d[ett]a Accomandigia con d[ett]o suo fr[at]ello, figli, Terre, e Sudditi Loro con gl'infr[ascritt]i Capitoli firmati fra' le parti ()".

11) Bando di Francesco III Granduca di Toscana (1737 gennaio 22) sull'uso delle armi, a stampa.

12) Ulteriore disposizione Toscana relativa all'uso delle armi (25 luglio 1743), a stampa.
1.

 

"K 4":

1) "Capitoli varii tra il Granduca di Toscana e i M[arche]si del Monte" (1619 - 1739). (36 ff.)

2) "Capitoli tra I M[arche]si del Monte circa l'amministrazione del feudo", in copia con autenticazione notarile (1354 - 1747), ordinariamente autenticati da Giuseppe di Pierfrancesco Nomi nel 1747, con "Amichevole composizione" tra I membri della famiglia (Bartolomeo Felice (?) da una parte e Andrea ed alcuni altri dall'altra) disposta dal Gran Duca di Toscana nel 1699. (153 ff.). Si segnala, in copia dei capitoli del 19 settembre 1694 autenticata dal Nomi il 26 giugno 1747, la seguente annotazione: "Che si faccia un Archivio solo, e questo al Monte dove sieno due Armarii, Uno, custodito da piu' chiavi da' tenersi una per ciasched[un]o de' Sig[no]ri Capi di Famig[li]a, nel qual Armario, si conservino la Bolla Aurea, con l'altr'Invest[itu]re, l'Accomandigie, il Libro del Battesimo, o della nascita de' Sig[no]ri Mar[che]si a' tenore delle Capitolazioni, e tutte l'altre Scritture concernenti il Feudo, e la Casa del Monte. E l'altr'Armario, Serrato con una chiave Sola, la qual stia appresso il Vic[a]rio di detta Terra del Monte, dove si custodischino tutt'I rogiti, e protocolli, delli Instrumenti, che si rogheranno in avvenire, o si trovassero rogati sin qui in detto Marchesato. E quant'agli'atti Civili, e Criminali, ciasch[edun]o de Vic[a]rii conservi i suoi, e de suoi Predecessori nel propio banco respettivam[ent]e con farne Inventario, che nel partirsi sia obbligato a' consegnar al Successore assieme cogl'atti in detto Inv[enta]rio descritti, e da' descriversi".
2.

 

"K 5":

"19 novembre 1854. Il Marchese Carlo insignito dall'Imperatore d'Austria della corona di ferro di II classe". (1854 - 1855). (6 ff.).
3.

 

“Dal 1293 al 1683. Investiture, accomandigie, patti di famiglia, convenzioni, statuto civile e criminale del Marchesato” 1293-1702 (copie)

Physical Description: 157 pp., 3 ff. Un fasc. contenente due sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: “Autuno” [1871?].

Etichetta in alto: “Dal 1293 al 1683. Investiture, accomandigie, patti di famiglia, convenzioni, statuto civile e criminale del Marchesato”.

Etichetta in basso: “Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”

Ulteriore etichetta: “K” e, a matita, “Lippiano”.

Il fasc. contiene 2 registri, uno pergamenaceo e uno cartaceo (1 e 2).

Scope and Content

Stampe di atti inerenti la famiglia e la sua storia.
Il fasc. contiene 2 registri, uno pergamenaceo e uno cartaceo (1 e 2):
 

“Scritture autentiche della famiglia de’ S[ignori] Marchesi del Monte Santa Maria raccolte fino a questo di’ primo dicembre 1683 cominciando dalle piu’ moderne e proseguendo alle piu’ antiche”. A stampa, Firenze, “Alla Condotta MDCLXXXIII”, con “Indice cronologico” manoscritto e I f. incollato con ulteriori note relative ai contenuti. A stampa. (pp. numerate 1 - 74, Indice cronologico di 4 ff., 1 f. incollato, 2 ff. sciolti).

Vanno uniti un f. sciolto che rappresenta un f. di una sorta di libro di famiglia per gli anni 1693 – 1702, di Giovanni Battista del Monte e un f. sciolto (in pag. 9) con note genealogiche e abbozzo di albero genealogico.
1.

 

Atti a stampa relativi alla famiglia. (83 pp. a stampa prive di numerazione originale)

Raccolta di atti a stampa relativi alla famiglia. Stampa non datata.
2.

Box 10, Folder 1

"Investiture ed altri atti diversi dal 1355 al 1699" 1355 - 1699

Physical Description: 173 pp., 19 f. Un fasc. contenente 3 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Investiture ed altri atti diversi dal 1355 al 1699".

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "L". A matita: "Lippiano. Imp[ortante]. Lavori stampati. Genealogia".

Scope and Content

Documentazione relativa ad "Investiture ed altri atti diversi dal 1355 al 1699". Si tratta della stampa di documenti piu' antichi.
Il fasc. contiene tre sottofasc.:
 

"Del Monte. Genealogia dal 1673 cioe' dai tempi di Fabio Camillo" (16 ff.) (1673 giugno 10 - 1740 marzo 16). 1.

 

"Libretto" di atti spettanti alla famiglia, a stampa, con "Nota dei documenti stampati" (2 ff.) ed "Elenco" (1 f.) (pp. numerate 1 - 173) 2.

 

"2bis" Altra copia del "Libretto" di atti spettanti alla famiglia, a stampa 3.

Box 46, Folder 1

"Patti di Famiglia de' M[arches]i Del Monte Santa Maria. Tomo I" 1564 - 1663

Physical Description: 49 ff., con num. 1 - 45.Registro pergamenaceo.

Scope and Content

Registro pergamenaceo in cui sono riprodotte le Capitolazioni degli anni 1564, 1576, 1608, 1663 (con relativo indice). Ai ff. 44v-45r “Numero delli fuochi, che si trovano in tutto il Marchesato di Castelli, Fortezze e Cure”. Si segnalano decorazione del titolo del “Libretto” a f. 1r, iniziale decorata a c. 2r, emblema genealogico in costa del volumetto.
s. d., da esaminare congiuntamente al registro pergamenaceo a 46, 2, cui e’ simile quanto a struttura materiale e logicamente connesso.
Box 52, Folder 1

Fascicolo di presunte trascrizioni di atti concessi ai Bourbon. 1559 ottobre 29

Physical Description: 6 ff. 1 fasc.Testo manoscritto, decorazioni alle prime lettere dei testi. "b b" sulla copertina del documento.

Scope and Content

Fasc. cartaceo (6 ff.) di quelle che si vogliono trascrizioni di atti concessi ai Bourbon, a partire da quello dato ad Arimberto, capostipite della famiglia ("Transumptum Privilegii Caroli Magni Rom. Imp. Quod concessit Ill. D. Arimberto Principi Baroniae Borboniae, creando ipsum Marchionem Tusciae, et Vicarium Imperialem Civit. Aretii, et Tiferni").
 

03. Privilegi e Diplomi (Priveleges, Certificates)

Scope and Content

Concessione di titoli e privilegi ad esponenti della famiglia (in genere da parte dei sovrani toscani), atti relativi alla condizione nobiliare (fedi di nascita, atti legali).
Concession of titles and privileges to members of the family (generally granted by the rulers of Tuscany), legal documents regarding nobility (birth certificates, deeds).
Box 4, Folder 2

Concessioni e privilegi 1098 - 1823 (copie)

Physical Description: 232 ff. e 31 pp. 1 fasc. comprendente 10 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un testo non identificato.

Etichetta in alto: "Copie pubbliche di concessioni e privilegj"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "G". A matita: "Lippiano".

Scope and Content

La documentazione e' relativa ad accomandigie, capitoli, convenzioni, atti familiari (cause legali, accordi matrimoniali, costituzione di primogenitura, investiture, nomine, prove di nobilta', fedi di nascita...). Talvolta la documentazione e' relativa a famiglie imparentate con i Bourbon del Monte Santa Maria.
Il fasc. contiene 10 sottofasc.:
 

"1" (46 ff.). Contiene, elencati, i seguenti documenti:

1) "29 nov[embre] 1671: sunto di una accomandigia con il Granduca di Toscana".

2) "5 aprile 1673: Dispensa matrimoniale di quarto grado tra il M[arche]se Fabio Antonio Camillo del Monte e la M[arche]sa Maria Contessa del Monte".

3) "29 settembre 1679. Matrimonio del M[arche]se Camillo con la C[onte]ssa Maria".

4) "16 dic. 1698. Gio[vanni] [Ada Martiniz], ambasciatore di Leopoldo I presso la S[anta] Sede tratta gli affari del M[arche]se Francesco del Monte e del Marchesato".

5) "10 Settembre 1699. Istrumento atti Rampacci rogato durante la Reggenza del M[arche]se Francesco del Monte".

6) "22 gennaio 1712. Capitoli e Convenzioni con Cosimo III di Toscana".

7) "11 genn[aio] 1710. Costituzione di primogenitura a favore di Montino. La possessione di Saletti passa alla Cont[essa] Maria per testamento del M[arche]se Francesco del Monte ()".

8) "15 genn[aio] 1710. Pubblicazione della Vice Reggenza fatta dal M[arche]se Fabio Camillo in Persona del fratello Francesco".

9) "27 maggio 1726: Testamento di Fabio Camillo del Monte ()".

10) "24 marzo 1731. Accomandigia fatta con il Gran Duca Gio[vanni] Gastone di Toscana dal M[arche]se Fr[ances]co di Cosimo del Monte".

11) "6 agosto 1746. Il Marchese Pietro del Monte viene nominato Gentiluomo di Corte presso l'Imperatore Carlo VII con la precedenza su tutti gli altri".

12) "1751. Minuta d'investitura proposta dal M[arche]se Pierfrancesco di Ancona, del separato Castello di Lippiano".

13) "2 maggio 1752. Prove di nobilta' delle famiglie Cedronio dei M[arche]si della Rocca d'Evandro: Recco dei Duchi d'Arcadia: Caraffa M[arche]si di Tortorella della piazza di Nido (Napoli) con descrizione di stemmi".

14) "23 marzo 1717. Indicazione di Reggenza in persona di Camillo di Francesco del Monte di S[anta] Maria"
1.

 

"2" (15 ff.). Contiene, elencati, i seguenti documenti:

1) "Brevi di Giovanni XXII 6 maggio 1373: di Gregorio" (cassato: "13") "1373: di Gregorio XIII del 2 maggio 1582, con I quali ricevono sotto la loro protezione I M[arche]si e il Marchesato del Monte: 1566 17 luglio".

2) "Pio V prendendo sotto la sua protezione I M[arche]si del Monte in perpetuo li dichiara Conti Palatini e Milites et Equites deaurati: 20 giugno 1566".

3) "Clemente XI concede ai Marchesi del Monte, in perpetuum, l'altare portatile e l'oratorio domestico. 30 agosto 1715".

4) "25 luglio 1732. I Marchesi di Petrella chiedono ed ottengono di poter tenere la fiera nel loro marchesato di Petrella"
2.

 

"3" (12 ff.). Contiene, elencati, I seguenti documenti:

1) "Memorie del card[inal] del Monte".

2) "Copia del Privilegio di Gregorio XI maggio 1373".

3) "Lettera del Card[inale] Paulucci con la quale si annunzia la nomina del M[arche]se Francesco a Cameriere di Spada e Cappa 1707".

4) "Il Municipio di Ancona il 7 maggio 1743 attesta che la Famiglia del Monte e' una delle piu' precipue della citta' e fu inscritta nel Patriziato Anconitano ed ebbe cariche pubb[liche]".

5) "Origine della famiglia Del Monte e notizie chieste dalla Regina Anna di Orle'ans moglie di Vittorio Amedeo di Sardegna".

6) "1627. Processo ed ammissione all'Ordine di Santo Stefano di Camillo di Fabio".

7) "1663-1752. Attestato di nobilta' in favore della famiglia Ferretti in Ancona".

8) "12 Sett[embre] 1608. Capitoli in favore dei Banditi". Presenti
3.

 

"4" (60 ff.). Contiene, elencati, i seguenti documenti:

1) "30 agosto 1393. Istrumenti di vendita del M[arche]se Giacomo".

2) "1 giugno 1322. Testamento del M[arche]se Ranieri di Petrella".

3) "17 sett[embre] 1407. La Rep[ubblica] di Firenze invia ambasciatori a Cerbone del Monte".

4) "9 maggio 1417. Testamento di Gio. Corazza di Pietro M[arche]se del Monte".

5) "24 giugno 1420. Istrumento di vendita dei M[arche]si Cerbone e Ludovico".

6) "Papa Nicola V esenta da gabelle e dazi Ugolino di Ranieri di Petriolo, M[arche]se di Petrella. 16 Sett[embre] 1450".

7) "15 marzo 1453. Sunto d'un Istrumento in favore di Gio[vanni] M[arche]se di Gioiello".

8) "11 dic[embre] 1564. I M[arche]si del Monte si adunano alla presenza di Aurelio Fregoso Delegato e Commissario del Principe di Firenze e di Siena".

9) "11 dic[embre] 1564. Capitoli per la reggenza del M[arche]sato in tempo di guerra, o carestia". 9 bis) "11 dic[embre] 1564. 1576. Montino, Antonio Ranieri sottoscrivono un atto".

10) "15 apr[ile] 1574. Vendita fatta dal M[arche]se Montino in favore di Valentino Neri di [Beciliano]".

11) "1575. Atto di nascita dei M[arche]si Carlo, Guidascanio e Giovanni Battista del Monte".

12) "24 giugno 1589. Rodolfo II ascrive I M[arche]si del Monte tra I suoi nobili e ne conferma lo stemma".

13) "16 giugno 1589. Romolo Cecchi vende al M[arche]se Carlo Reggente una selva. Notaio Cristoforo Bandigiati".

14) "1 giugno 1596. Copia del Testamento del M[arche]se Carlo del Monte".

15) "Il cardinale Fran[ces]co M[aria] del Monte prende possesso della Reggenza del Marchesato Monte S[anta] Maria. 14 giugno 1615".

16) "22 Giugno 1615: Il March[ese] Vincenzo del Monte vende una casa al March[ese] Lorenzo. Notaio Giov[anni] Battista de Giolli".

17) "Fabio e Borbonio concedono e vendono al loro Zio March[ese] Gio[vanni] Battista alcuni beni. Notaio Giov[anni] Battista Giolli. 25 agosto 1605".

18) "2 Settembre 1577. Il March[ese] Montino vende al March[ese] Ranieri meta' di un Palazzo in Lippiano. Notaio Cristoforo Bandigiati".

19) "1515 1760. Alcuni Reggenti del Marchesato".

20) "25 giugno 1635. Sunto del Testamento del M[arche]se Montino a favore del suo figlio Francesco. Notaio Giov[anni] Battista Giolli".

21) "Sunto di vari Istrumenti in cui risulta che il Marchese Fabio di Carlo Montino fu Reggente del Marchesato".

22) "2 luglio 1705. Francesco di Fabio del Monte Reggente".

23) "25 maggio 1743. Francesco Andrea di Fabio Camillo rinunzia alla Reggenza del Marchesato. Notaio Giacomo Lampugnani".

24) "5 Settembre 1225. Patto di alleanza tra Cortona e il Castello di [Pierle]. Potesta' Alberto di Monteaguto.

25) "14 aprile 1746: fede di buoni costumi in favore del M[arche]se Francesco Maria del Monte
4.

 

"5" (42 ff., 8 pp. a stampa). Contiene, elencati, i seguenti documenti:

1) "Attestati di nascita con I nomi dei presenti al battesimo. 1575".

2) "Investitura del Feudo: Copia di Procura dei M[arche]si Giov[anni] Batt[ist]a e Francesco Maria".

3) "5 febbr[aio] 1823. Necrologio del M[arche]se Francesco Montino".

4) "Due numeri della Gazzetta di Foligno. 1745 n. 41 42.

5) "29 marzo 1819. Lo scrittore Albertini [ritorno'] al M[arche]se Carlo l'accomandigia di Cerbone del 1495".

6) "Albero genealogico (a colori) dal 1627 al 1796 della famiglia del Monte".

7) "Elogio del M[arche]se Fabio Camillo del Monte in occasione del matrimonio del Granduca di Toscana e della Principessa di Baviera".

8) "Ottobre 1098. Copia del testamento di Enrico figlio d'Uguccione con il quale lascia al prete Raniero tutte le cose ingiustamente prese".

9) "Prima scrittura col suo Sommario fatta per ottenere la separazione del Castello di Lippiano dagli altri del Feudo del Monte S[anta] Maria dal regnante Imperatore Francesco I".

10) "Idem".

11) "1784. Lite per la Reggenza del Marchesato"
5.

 

6) "1705. Alcune Lettere, del Reggente il Marchesato del Monte S[anta] Maria al M[arche]se Francesco Maria, intorno al sale e alle diverse questioni del Marchesato" (23 ff.).

Le lettere riguardano i rapporti familiari. In una di queste si segnala un'osservazione sulla richiesta, di altri, di poter celebrare Messa in casa in quanto famiglia "Borbone", alla quale ci si oppone (1705)
6.

 

"Fogli volanti spettanti all'amministrazione finanziaria del Marchesato" (senza data) (15 ff.). Sembra trattarsi per lo piu' di spogli di documenti d'archivio 7.

 

"8" (14 ff.): Contiene, elencati, I seguenti documenti:

1) "Lettere tre intorno ai fratelli Vincenzo e Giuseppe, figli del M[arche]se Luigi, incarcerati al tempo della Repubblica romana in Citta' di Castello per calun[n]ie".

2) "1596. Montino del Monte lascia sc[udi] 100 al convento di S[an] Sebastiano di Lippiano".

3) "Copia di testamento del M[arche]se Fabio in favore dei suoi figli Carlo e Francesco. 26 agosto 1640".

4) "Il M[arche]se Vincenzo del Monte Reggente elegge suo procuratore [legale?] il Marchese Virgilio. 21 marzo 1649".

5) "Copia d'istrumento di vendita in cui appare il nome del Reggente M[arche]se Fabio. 14 gennaio 1642".

6) "30 Ott[obre] 1663. Il M[arche]se Francesco nomina suoi eredi I M[arche]si Fabio, Antonio, Camillo"
8.

 

"9" "Editti de' Reggenti" (23 ff., 5 mss.).

Insieme di bandi e notificazioni, di particolare interesse, relativi alla vita politica e sociale del Marchesato: dalla delega di autorita' in assenza del Reggente, alla sospensione delle fiere; dall'amministrazione del commercio del bestiame in caso di epidemie, alle misure prese per la validita' dei contratti
9.

Box 23, Folder 1

"Copie autentiche di Lettere di Principi per ordine di cronologia" 1393 (copia), la maggior parte 1558 - 1815

Physical Description: Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a Sonetto dedicato a un "Mauro Trebbi" per la sua Laurea in Medicina (Bologna, [1831?]). In costa del sottofasc. 1, ("Concessioni, cioe' Investiture, Bolle, Privilegi, Patenti, Diplomi &") la scritta "Tom. II Par. IV Qui si ritrovane le Scritture dal numero 8 in sino a 20".

Etichetta in alto: "Copie autentiche di Lettere di Principi per ordine di cronologia"

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Scope and Content

Atti (fedi, patenti) per lo piu' concessi da autorita' superiori (da cio' la denominazione in costa: "Copie autentiche di Lettere di Principi per ordine di cronologia") ad esponenti della famiglia.
"Concessioni, cioe' Investiture, Bolle, Privilegi, Patenti, Diplomi &". (63 ff., 4 pp.).
In costa: "Tom. II Par. IV Qui si ritrovano le Scritture dal numero 8 in sino a 20".
Il sottofasc. Contiene i seguenti documenti:
 

"Lista delle spese fatte per l'espedizione delle patenti di Gentilhuomo della Camera di S[ua] M[aes]ta' Sarda, a favore del M[arche]se Franc[esc]o Maria di Franc[esc]o di Fabio Del Monte" (s. d.) 1.

 

Copia s. d. di un documento del 1393 dicembre 1, Breve di Bonifacio IX ad Uguccio de' Casali (e ai suoi successori) di essere "Vicario Pontificio nel Temporale" di alcuni territori in diocesi di Perugia. Si osservi a f. [5r] la descrizione della provenienza della copia, "ex libro Bullarum Bonifacii Noni n.o 24 fol. 325" 2.

 

Patente del Duca Guidobaldo d'Urbino a Montino di Girolamo Bourbon del Monte quale Governatore della citta' di "Sinigaglia" (Senigaglia) (1558 maggio 22) 3.

 

"Esenzione dalle Gravezze data dal Gran Duca al S[ignor] M[arche]se Montino per avere doddici figlioli" (1561 settembre 9) (copia) 4.

 

Patente di nomina di Francesco di Montino di Guidascanio Bourbon del Monte a "Notificatore de' Legati Pii in Ancona" da parte del cardinale Antonio Barberini, Vescovo di Frascati e Camerlengo, Protettore della Santa Casa di Loreto (1655 novembre 1) 5.

 

"Patente della Comunita' di Ancona o sia Certificato di Dottorato dell'una e l'altra legge a favore di Ciriaco di Montino del Monte" (1663 aprile 16) 6.

 

"Copia della Bolla d'oro di Carlo Quarto Imperatore" (copia s. d. di un atto del 1355). Si osservi a f. [1r] la descrizione della provenienza della copia, da un testo conservato "() inter alia in libro quarto folii, coperto carta pecudina, existens, ad presens penes Ill.um et Excell[entissim]um D[omin]um Virginium Borbonium Marchionem Montis S. Mariae Regentem ()". Copia estratta da "Oliverius Scalamontius", notaio (1663 novembre 21) 7.

 

Patente concessa a Ciriaco di Montino, per essere Vicario generale del Vescovo di Loreto e Recanati, Guarniero Guarnieri, concessa dal Vescovo stesso (1688 marzo 25); 8.

 

Patente di Antonio Ottoboni ("Otthoboni") al Marchese "Montino Borbone del Monte" ("Montino di Fabio Camillo di Francesco") di portare armi (1691 gennaio 4); 9.

 

"Collazione del beneficio di San Biagio di Recanati che fa' il Vescovo Raimondo de' Conti Ferretti" a favore di Ciriaco di Montino del Monte" (1691 dicembre 13) 10.

 

"Patente dell'arcivescovo di Ravenna Raimondo de' Conti Ferretti, a favore di Ciriaco di Montino del Monte di costituzione di questo in suo Vicario per le cose temporali" (1692 novembre 1) 11.

 

"Patente del Principe Carlo di Lorena () al March[es]e Montino come Suo Sopraintendente delle Possessioni di detto Principe Carlo nel Territorio di Falconara, e circondario" (1695 settembre 11) 12.

 

Patente di soldato a cavallo concessa a Montino Bourbon del Monte da Pietro degl'Annibali della Molara, Commissario Generale delle armi pontificie (1721 maggio 20) 13.

 

Fede di "Nicolo' Giudice", Protonotario Apostolico e Maggiordomo di Innocenzo XIII concessa a Francesco Maria Bourbon del Monte ("Francesco Maria di Francesco di Fabio"), quale "Camerier d'onore di spada e cappa di Nostro Signore (1722 gennaio 15) 14.

 

Fede di "Nicolo' Giudice", Protonotario Apostolico e Maggiordomo di Innocenzo XIII concessa a Montino Bourbon del Monte (Montino di Fabio Camillo di Francesco), quale "Camerier d'onore di spada e cappa di Nostro Signore" (1723 marzo 18) 15.

 

Riconoscimento di nobilta' da parte della comunita' di Pesaro alla famiglia Bourbon del Monte di Santa Maria (in particolare Pietro, Giovanni Battista, Francesco Maria ([1723 o 1743] giugno 23) 16.

 

Patente di alfiere concessa a Francesco Maria di Montino del Monte, al servizio di Ottaviano Ferretti (1744 marzo 14) 17.

 

Patente di giubilazione concessa a Francesco Bourbon del Monte "castellano giubilato della Fortezza" di Ferrara (Francesco Andrea di Fabio Camillo Del Monte) da parte del Commissario delle Armi pontificie (1747 maggio 10) 18.

 

"Patente di Capitano di Bombardieri di Monsig[nor] Comm[issa]rio dell'Armi Pontificie a favore del Cav[aliere] Francesco Maria di Montino del Monte" ("Francesco Borbon del Monte capitano della Compagnia, e Scuola de' Bombardieri di Ancona") (1753 febbraio 3) 19.

 

Facolta' di lettura di libri proibiti a "Pier Francesco Maria de' Borbon del Monte" (concessione del 1771 gennaio 14) 20.

 

Privilegio concesso a Montino Bourbon del Monte da Pio VI a succedere al fratello malato nella primogenitura familiare (richiesta a nome del marchese Pietro di Ancona, che ha per moglie Teresa Castiglione di Penne) (1780) (copertina) 21.

 

"Originale Chirografo di Papa Pio VI a favore del Cav[aliere] Francesco Montino di Pierfrancesco del Monte, di abilitazione di detto Cav[aliere] Montino a succedere al suo Fratello, infermo di mente, nella primogenitura della Famiglia" (1780 giugno 30) (con descrizione del sistema delle successioni familiari) 22.

 

Permessi di lettura di libri proibiti domandato da Francesco Montino Bourbon del Monte di Ancona (1782 giugno 26) 23.

 

"Patente data da monsignor Commissario delle armi Pontificie di giubilazione con onori, e () di Capitano de' Bombardieri al Cav[aliere] Franc[esc]o Maria di Montino del Monte" (1782 febbraio 13); il Commissario delle armi Pontificie e' Paolo Girolamo Massei. Per ragioni di conservazione l'atto e' conservato nel box 50 24.

 

"Chirografo di Papa Pio VI per la bandita di caccia in Falconara a favore del () Montino del Monte di Pierfrancesco" (1785 gennaio 19) (3 copie) 25.

 

Nomina a Francesco Montino del Monte Santa Maria Ciambellano dell'Imperatore d'Austria a socio dell'Accademia Orcianese di scienze, belle lettere, e arti quale "uno de' XL" (1815 gennaio 1) (con lettera di accompagnamento, 26 bis (1815 gennaio 10) 26.

Box 42, Folder 1

"Documenti e nomine dell'Epoca Napoleonica" 1704 - 1875

Physical Description: 1 fasc.1 fascicolo. Presente la seguente scritta: "Documenti e nomine dell'Epoca Napoleonica". Cassata, la scritta: "Liti economiche ed interessi economici". In costa, presente la scritta "Testamenti, ed Istrum[enti] Tom. VII P. II".

All'interno, ulteriore camicia: "22. 1893. G[iovanni] Battista Piersanti C.o Gioacchino Orazi per &. 100 pascolo abusivo. 29 maggio 1893(). Studio legale dell'avv. Raffaele Patriarca".

Scope and Content

La documentazione e' costituita da onorificenze ottenute specie in relazione ad ordini cavallereschi da parte di membri della famiglia, nomine ad incarichi, attestazioni di fedelta' alle autorita', attestazioni utili quanto a prove di nobilta', quietanze di pagamenti legati all'ottenimento di onorificenze, corrispondenza, nomina di aggregazione ad accademia, con diplomi originali o in copia. Sono coinvolti soprattutto la Toscana, lo Stato Pontificio, le autorita' Imperiali, la Baviera Palatinato e il Regno d'Italia. Presente raffigurazione ed elenco forse delle dame insignite dell'Ordine della Croce Stellata al 1787, tra le quali Volunnia Palmucci; analoga del "3 Maj 1829" comprendente Virginia Guglielmi Balleani, una terza (1829) comprendente la stessa, breve di Gregorio XVI a Carlo Bourbon del Monte (1834) di nomina a Cavaliere dell'Ordine di san Gregorio Magno, diploma (1829) a Virginia Bourbon del Monte Santa Maria nata Guglielmi Balleani, atto di aggregazione di Virginia Bourbon del Monte nata Guglielmi Balleani all'Accademia de' Catenati di Macerata (1822).
Box 52, Folder 3

Attestazione della Curia Vescovile di Ancona a proposito del titolo principesco concesso a Pietro Bourbon del Monte S[anta] Maria 1862 marzo 18

Physical Description: 2 ff."d d".

Scope and Content

Ancona.
Atto con cui la Curia Vescovile di Ancona certifica che "il N[obil] U[omo] Sig[nor] Commendatore Pietro Marchese Bourbon del Monte S[anta] Maria" aveva pochi giorni prima presso quella Curia Vescovile fatto rilasciare copia dell'atto con cui lo si insigniva del titolo principesco, che sarebbe stato trasmesso dopo di lui "al figlio Primogenito del di lui Nipote N[obil] U[omo] Sig[no]r Marchese Francesco e a tutti i legittimi posteri, e discendenti primogeniti restando pero' in linea mascolina".
 

04. Ordini Cavallereschi e Prove di Nobilta' (Chivalric Orders and Proofs of Nobility)

Scope and Content

Prove di nobiltà, corrispondenza e atti relativi ai processi di esponenti della famiglia, di ammissione agli ordini cavallereschi.
Proofs of nobility, correspondence and legal documents produced for lawsuits involving members of the family, regarding admission to chivalric orders.
Box 3, Folder 1

Prove di nobilta' di Francesco Maria di Montino per l'Ordine di Malta ca. 1500 - ca. 1600 (copie del secolo XVIII)

Physical Description: 318 ff. e 4 alberi genealogici. Un fasc. 1 4 alberi genealogici.Registro pergamenaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno". Registro pergamenaceo con, in costa, etichetta con la scritta "Processo di Prove di Nobilta' per la Croce di Malta per giustizia del M[arche]se Fran[ces]co Maria Bourbon del Monte S[an]ta Maria". Etichetta in alto: "Prove di Nobilta' Generosa per l'Ordine di Malta di Fran[ces]co Maria di Montino" Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "C". Presente una cartulazione originale parziale.

Scope and Content

Documentazione relativa alle prove di nobilta' di Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria" in registro pergamenaceo: "Processo di Prove di Nobilta' per la Croce di Malta per giustizia del M[arche]se. Il registro si compone di atti e copie di documenti prodotti per il riconoscimento della nobilta' familiare, nella persona del marchese Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria, uniti ad alberi genealogici e parzialmente commentati.
Si segnalano una narrazione introduttiva ("De' Marchesi Bourbon del Monte S[ant]a Maria") ai ff.[1r-16v], s. d., e i numerosi alberi genealogici:

1) "Sommario pel discorso generale".

2) "Quarto Avo Paterno Del Monte".

3) "Quarto Ava Paterna Mancinforte".

4) "Quarto Avo Materno Del Monte".

5) "Quarto Ava Materna Buonacorsi".
Box 20, Folder 1

"Processo per l'Ordine S[tella] di Malta di Pier Francesco, e Francesco Maria, figli di Montino di Fabio Camillo" [17--]

Physical Description: 186 ff. 1 fasc. cartaceo con 13 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un volume, di cui si distinguono, per quel che riguarda l'identificazione, le parole "Dizionario universale di arti e mestieri e della economia industriale e commerciante", (...) "Prima Traduzione Italiana". All'interno, camicia piu' antica, recante la scritta "Per le Prove di Malta, Italiche e Germaniche delli Fratelli Pierfran[ces]co, e Fran[ces]co Maria figli di Montino di Fabio Camillo. Duplicati del processo di Fran[ces]co Maria". Cassata, invece, la scritta: "Processi, Carte, Discendenza, e Notizie de' M[arche]si Del Monte dei Rami di Ancona; dal Marchese Cerbone, del 1416, in poi".

All'interno, la scritta "Tom. IV P. IV. Qui si conservano le scritte dal n.o 17 in sino al num.o 29" e la scritta "Nobilta', e notizie Genealogiche, e cronologiche".

Etichetta in alto: "Processo per l'Ordine S[tella] di Malta di Pier Francesco, e Francesco Maria, figli di Montino di Fabio Camillo".

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "FF". A matita: "Import[ante]".

Scope and Content

Documentazione costituita da "Prove di discendenza, e di nobilta', del Quarto dell'Avo, ed Ava Paterni cioe' del Padre, e Madre di Montino che fu Padre del Cav[alier] Fran[ces]co Maria Pretendente all'Ordine di Malta. Brutta, e buona copia complete con copie di Sommari". Si tratta di copie di atti ed elaborati, parzialmente numerati. Si segnala l'"Informazione veridica", non numerata, sulla genealogia di famiglia. Cosi' li descriveva gia' la scritta: "Per le Prove di Malta, Italiche e Germaniche delli Fratelli Pierfran[ces]co, e Fran[ces]co Maria figli di Montino di Fabio Camillo. Duplicati del processo di Fran[ces]co Maria". Per ragioni di conservazione la documentazione non e' conservata unitariamente.
 

“Processi di nobilta’ per gl’Ordini della Croce Stellata, di Malta, e S[anto] Stefano” [15--] - 1841

Physical Description: 358 ff. 1 fasc. comprendente 9 sottofasc. Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: “Autuno” [1871?]. All’interno, camicia piu’ antica, recante la scritta “Processi di nobilta’ della Sig[nor]a Volu[n]nia Palmucci per li Ordini di S. Stefano, Malta, e la Croce Stellata”.

Etichetta in basso: “Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “GG”. A matita: “Ancona. Marchese (…)”.

Scope and Content

Documentazione rappresentata da prove di nobilta' di membri della famiglia, fedi di nascita, di nobilta' e di matrimonio di membri della famiglia e di famiglie con cui i Bourbon del Monte si erano imparentati, alberi genealogici e ricostruzioni di stemmi.
Il fasc. contiene 9 sottofasc.:
 

"Prove di nobilta' della signora Volunnia Palmucci ne' Borbon del Monte, di Ancona per li Ordini di Malta, e Santo Stefano. Originali". (s. d., ma XVIII s.)(11 ff., presenti una rappresentazione genealogica e una raffigurazione dello stemma di famiglia). (s. d., ma XVIII secolo). 1.

 

"Prove di nobilta' della signora Volunnia Palmucci Borbon del Monte per li Ordini di Malta, e Santo Stefano. Quarti, Paterno, e Materno. Copia pub[lica]". (34 ff., presenti una rappresentazione genealogica e una raffigurazione dello stemma di famiglia). (relazioni e atti spesso s. d., con sottoscrizione ultima al 1784 agosto 6) 2.

 

"Fedi di nascite". Atti originali in ff. sciolti, parzialmente numerati, relativi a membri della famiglia. Si segnala un albero genealogico relativo alla famiglia Guglielmi. (52 ff.) (Copie settecentesche di atti dal Cinquecento in poi; atti Settecenteschi fino a 1785 giugno 9). 3.

 

"Fedi di matrimonj". Atti originali in ff. sciolti, parzialmente numerati, relativi a membri della famiglia. Si segnala un'attestazione notarile relativa allo stemma della famiglia [Accorretti Gentiloni]. (24 ff.) (1692 agosto 21 - 1785 ottobre 23, con numerose sottoscrizioni Settecentesche di atti che si vogliono Cinquecenteschi e Seicenteschi). 4.

 

"Fedi di nobilta', e di stemmi". Si segnala un'attestazione notarile relativa allo stemma delle famiglie Pellicani e Compagnoni, Guglielmi, De Patianis, Brunori e [Allevoli]. (27 ff. con 6 raffigurazioni di stemmi di famiglia) (Atti Settecenteschi spesso corroborati da sottoscrizioni queste pure Settecentesche). 5.

 

"Aggiunta di notizie, ed atti, per il Processo del Quarto Palmucci. Documenti originali nuovi; detti Duplicati; notizie manoscritte; alberi abbozzati dal fu signor Pierfran[ces]co Palmucci. Presente un albero genealogico della famiglia Pellicani di Macerata e (1726 giugno 1), uno della famiglia Guglielmi (s. d.), un atto relativo all'ascrizione di Pierfrancesco Palmucci alla "Letteraria Societa' Universale Albriziana" (1731 luglio 14), patente del cardinale Fabrizio Paolucci a Pier Francesco Palmucci di "Praetor" della terra di Monte Casciano (1729 gennaio 13), Sonetto in occasione della laurea di Francesco Palmucci (1719), patente francese (1797) non completata, patente "[Advocati Reorum pro Sancto Officio in Civitate Maceratae" a Pietro Palmucci (1753 agosto 22), testo a stampa del Console francese a Nizza sulle modalita' di concessione dei passaporti (1798 giugno 20), attestazione di ammissione della Contessa Costanza Palmucci "fra le Mensuali Benefattrici" dell'Archiconfraternita del Santissimo Nome di Maria presso la Chiesa del Santissimo Nome di Maria in San Bernardo alla Colonna Traiana (1807 giugno 1). (84 ff. con 2 raffigurazioni di stemmi familiari). (Atti Cinquecenteschi e Seicenteschi in copia con sottoscrizione Settecentesca. Diversi atti Settecenteschi, fino a 1849 ottobre 12). 6.

 

"Prove del Quarto Lavini ed altri Duplicati[.] Miscellanee di Famiglie per detto Quarto". (37 ff., con 7 rappresentazioni genealogiche) (s. d.).

Presente un albero genealogico "degli otto Quarti Materni" di Volumnia Palmucci e alberi genealogici delle famiglie Talpa e Lazzarelli uniti a relazioni sulle vicende di queste famiglie.
7.

 

"Per il Quarto Guglielmi nel Processo Palmucci[.] Atti per le famiglie Alevoli, e Brunori, spettanti a detto Quarto". (31 ff., con 1 rappresentazione genealogica) (parti di atti dei secoli XV - XVII in trascrizioni sottoscritte nel XVIII secolo, fino a 1786 aprile 5).

Presente un albero genealogico della famiglia Alevoli (altrove, Allevoli) e uno dei Guglielmi di Jesi, quest'ultimo in una lettera di Giovanni Guglielmi a (1784 giugno 27).
8.

 

"1841. Elenco di atti e produzioni per le prove di nobilta' generosa di Pier Francesco Bourbon de' Marchesi del Monte, figlio di Francesco Montino pretendente l'ammissione a Cavaliere per giustizia nel Sacro Militare Ordine Gerosolimitano. La copia pubblica del Processo fu' legittimata dalla Curia Vescovile di Ancona in data 28 luglio 1841". (58 ff., con 2 rappresentazioni genealogiche) (insieme documentario datato al 1841, con un atto del 1827 giugno 24. Presente un atto del 1694 giugno 10). Presente un albero genealogico relativo alla "Genealogia discendentale di Francesco Camillo Bourbon de' Marchesi Del Monte, di Ancona pretendente l'abito di Cavaliere per giustizia nell'ordine equestre di S[anto] Stefano Papa e Martire". Si segnala, nelle "Memorie contro il Clavari fatte da me" un'interessante forma grafica ibrida tra scrittura e albero genealogico. Per ragioni di conservazione l'ultimo fasc. e' conservato separatamente. 9.

Box 37, Folder 2

"Corrispondenza coll'Ordine di S[anto] Stefano di Toscana" 1746 - 1832

Physical Description: 328 ff. e 70 pp. 1 fasc. comprendente 4 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno". Ulteriore camicia all'interno, recante un'etichetta con la scritta "Corrispondenza coll'Ordine di S[anto] Stefano di Toscana" e che riprende le insegne dell'ordine. Perduta ulteriore etichetta di cui rimane traccia nella parte esterna della camicia. Il sottofasc. 3 contiene un plico di documenti (3 a) avvolto in una busta esterna. Il sottofasc. 4 si presenta originariamente come fascicolo chiuso da un laccio. Il fasc. contiene 4 sottofasc.

Scope and Content

Corrispondenza tenuta da Francesco Montino Bourbon del Monte, residente in Ancona, nella sua qualita' di "Cavaliere Anziano di S[anto] Stefano", "Anziano dell'Assemblea dei Cav[alieri] di S[anto] Stefano Papa, e Martire". Il fasc. contiene 4 sottofasc., gli ultimi dei quali conservata a parte:
 

"Ord[ine] di S[anto] Stefano. Carte concernenti varj Processi per l'ammissione all'Ordine":

1 a) Insieme di atti relativi al processo istruito per l'ammissione di Gabriele Pellicani all'Ordine di Santo Stefano: corrispondenza inviata a Francesco Montino Bourbon del Monte "Cavaliere Anziano di S[anto] Stefano" (Ancona), "Istruzioni" a stampa relative alle "Fondazioni di commende, o () assegnazione della Congrua Statutaria ()", "Difetti ritrovati nel Processo Pellicani", conseguenti "Supplementi" al processo formato nel 1820 e "Specifica" (da 1819 settembre 1 a 1822 giugno 7).

1 b) Insieme di atti relativi al processo istruito per l'ammissione di Vincenzo Amadio all'Ordine di Santo Stefano: corrispondenza inviata a Francesco Montino Bourbon del Monte Cavaliere Anziano di Santo Stefano (in Ancona) e relazioni sulla nobilta' della famiglia dell'aspirante cavaliere con rappresentazione delle successioni familiari degli Amadio di Tolentino e delle famiglie Tosi e Monti (da 1801 luglio 6 a 1820 maggio 2).

1 c) Corrispondenza inviata a Francesco Montino Bourbon del Monte Cavaliere Anziano di Santo Stefano (in Ancona), inerente assunti diversi: dalla comunicazione in morte a singole lettere su processi in corso, a inviti a riunioni per valutazioni processuali, a inviti personali (per Battesimo), infine ad elenco di atti allegati a una causa. Si segnala che taluni dei documenti si presentano gia' ordinati e incollati gli uni agli altri (da 1819 dicembre 1 a 1822 gennaio 8).
1.

 

2) "Leggi, Regolamenti, atti, e memorie concernenti d'Ord[ine] di S[anto] Stefano compreso l'Uniforme dell'Ordine".

Insieme di svariati atti, spesso non datati, relativi all'Ordine di Santo Stefano.

Si tratta di:

- Frammento di un'ulteriore camicia, con la scritta "1816. 1817.1818. Religione di S[an]to Stefano di Toscana. Carteggio relativo" (con note tratte dal Libro degli Statuti) (s. d.)

- "Editto dell'Ord[ine] di Santo Stefano" relativo al ripristino dell'Ordine (1817 dicembre 22)

- "Supplemento al n. 59 della Gazzetta di Bologna", contenente avviso del "ripristinamento" dell'Ordine (1818 luglio 24)

- Disposizione di "Sua Maesta' Imperiale" sulle commende dell'Ordine (1753 maggio 3)

- Stampa relativa a S. Stefano papa e martire, dedicata "al nobil uomo () Pietro Ugo Marchese delle Favare", che "si vende da P. Meucci in Livorno", che riproduce scultura di Giovanni Battista Foggini presente "nella Chiesa de' Cav[alie]ri di Pisa", con lettera allegata (1820)

- Breve di Benedetto XIV ai Cavalieri di Santo Stefano (1748 giugno 1)

- Copia di disposizioni della Sovrana Reggente sulla riforma dell'abito dei Cavalieri, trasmessa da Flaminio dal Borgo Vice Cancelliere dell'Ordine a Mario Tancredi, con relative immagini (1805 dicembre 31)

- Corrispondenza di Andrea della Stufa (Pisa) con Montino Bourbon del Monte (Ancona) per avere informazioni sulla "commenda Ferretti"(1816 aprile 17 1816 maggio 4)

- "Prammatiche sulla divisa di S[anto] Stefano", con Indice, che si riprende:

- "1795. 29 settembre. Reg[olamen]to a Stampa del G[ran] Maestro G[ran] D[uca] Ferdinando sulla divisa col Galloncino"

- "1800 19 settembre. Il G[ran] D[uca] Ferdinando richiama l'art[ico]lo 12 del suo motuproprio 29 settembre 1795 qui sopra"

- "1801 29 dicembre. Il nuovo Re' (sic) di Toscana accorda sottovesta, e calzon bianco per la divisa"

- "1805. 31 dicembre. La Regina d'Etruria prescrive riforme di divise" (atti mss. E a stampa)

- Disposizioni a stampa di Ferdinando Terzo Granduca di Toscana per il ripristinato Ordine di Santo Stefano (1817 dicembre 22)

- Disposizioni a stampa di Ferdinando Terzo sulle vesti e le insegne da riprendere da parte dei Cavalieri (1815 agosto 15)

- Corrispondenza relativa alla richiesta di Pacifico Passionei Camerata Mazzoleni di divenire Cavaliere (1806 gennaio 19)

- Lettera a Montino Bourbon del Monte (Ancona) da parte di Flaminio dal Borgo (Pisa) sulle "riforme" cui l'Ordine potrebbe andare soggetto in caso di ripristino (1814 giugno 27)

- Istruzione sulle procedure da osservare sui processi di nobilta' (a stampa), (s. d., ma post 1817)

- Minuta di lettera per il processo di Girolamo Bosdari (1816 giugno)

- Lettera di Andrea della [Stufa] a Montino Bourbon del Monte sul processo per Girolamo Bosdari (1816 maggio 22)

- Lettera di Andrea della Stufa (Pisa) a G[iovanni] B[attist]a Andrea Bourbon del Monte (Firenze) sul carattere di corrispondente e anziano che Francesco Montino Bourbon del Monte detiene in Ancona (1818 gennaio 21)

- "Lettera formolare per la riferma (?) della Patente d'armi solita accordarsi ad istanza de' Cavalieri di S[an]to Stefano di Toscana" (1781 dicembre), in f. con note su lasciti pii e sugli obblighi di legge relativo alle armi, recante al verso immagini tratteggiate a mano; lettera di Francesco Maria Bourbon del Monte verosimilmente a Montino Bourbon del Monte sul processo Bosdari (1818 [gennaio] 19)

- Lettera di Andrea della Studa (Pisa) a Montino Bourbon del Monte sul processo di nobilta' al Bosdari e sui Cavalieri del territorio Anconetano (1818 gennaio 23)

- Lettera a Montino Francesco Bourbon del Monte affinche' con altri Cavalieri anconetani riceva le prove di nobilta' di Orazio Corraducci Mazzagalli (1822 gennaio 24) e minuta di risposta (1823 gennaio 3)

- Lettera a Francesco Bourbon del Monte S[anta] Maria (Firenze, ma Ancona) da parte del Vice Cancelliere dell'Ordine Francesco [del Rosso] sulla sua ammissione all'Ordine di Santo Stefano (1818 agosto 28) e atti conseguenti relativi a tale ammissione (fino al 28 settembre 1818)

- Lettera a Montino del Monte da parte di Antonio [Pronzetti] (Osimo) su Gaetano Sinibaldi e I membri della sua famiglia appartenenti all'Ordine di Santo Stefano (1818 febbraio 21)

- Lettera di Francesco [Montino] del Monte (Ancona) a Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte (Firenze) sulle aspirazioni di suo figlio Giovanni riguardo all'Ordine (1818 settembre 16), lettera di Francesco Montino del Monte (Ancona) a Francesco del Rosso (Pisa) sulla domanda di ascrizione di Francesco Bourbon del Monte Santa Maria figlio del mittente, frattanto accolto nell'Ordine di Malta (1818 settembre 16), elenco dei Cavalieri viventi in Ancona (1818)

- Lettera di Andrea della Stufa a Montino Bourbon del Monte sull'elenco di cavalieri anconetani provveduto (1818 aprile 22), elenco di Cavalieri anconetani (s. d.)

- Nota sull'appartenenza all'Ordine di Mario Fatati, nota su esponenti della famiglia Ferretti e della famiglia Tancredi (con calcoli e disegni) (1818)lettera a stampa di Francesco del Rosso inviata a Marco Tancredi "ed in difetto" a Montino Bourbon del Monte con richiesta di aggiornamento delle informazioni sui Cavalieri della loro citta', essendo stato ricostituito l'Ordine, con minute di risposte anche in passato (1812) fornite (1818 settembre 28)

- Lettera a stampa di Francesco del Rosso a Montino Bourbon del Monte (Ancona) sulle ragioni di vigilanza e decoro per il ripristinato Ordine (1819 febbraio 3), con minuta di risposta (1819 febbraio 22)

- "Corrispondenza Col Consiglio dell'Ord[ine] di S[anto] Stefano" sul processo Pellicani (1822 agosto 12).
2.

 

"Ammissione nell'Ordine Equestre di S[anto] Stefano di Toscana per giustizia del Marchese Francesco Camillo di Carlo" del ramo di Ancona.

Si tratta di due plichi di documenti originariamente avvolti da spago:

3 a) Si annota: "Esiste qui entro l'originale dispaccio di ammissione del Consiglio dell'Ordine dell'anno 1832". Egli avrebbe ottenuto nel 1833, altrove si legge, tale ammissione. Contiene corrispondenza della Cancelleria dell'Ordine di Santo Stefano (in persona di Marco Casali) con il Conte Raimondo Ferretti "Anziano fra I [Signori Cav[alier]I di Santo Stefano dell'Assemblea di Ancona" relativa alle prove di nobilta' per il processo di "Francesco Cammillo Bourbon del Monte", atto relativo alle rendite di cui l'aspirante dispone, relazioni, supplica a Leopoldo II "Arciduca d'Austria e Granduca di Toscana" per ottenere il titolo domandato, nota a stampa di "tasse e spese del Cavalierato", lettere di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze, note sulla storia familiare dei Marcolini (Tecla Marcolini era nonna materna dell'aspirante) - tra le quali lettera di un Salvetti di Fano - , genealogie di Francesco Camillo dei Bourbon del Monte di Ancona (con 2 alberi genealogici), istruzione a stampa per la redazione delle memorie genealogiche, documenti prodotti e relativi elenchi. Plico con busta esterna.

3 b) Note estratte apparentemente da documenti d'archivio. Se compare il riferimento alle carte esistenti presso Pier Francesco Maria Bourbon del Monte in Lippiano, meno usuale la segnalazione, in un f. di "Ricordi", di un "Archivio dal Monte Santa Maria trasportato a Firenze dai Toscani nel 1815", copia di iscrizione, immagine di moneta "ex archetypo numismatum vaticano excerptum anno 1844" dal marchese Andrea, elenco di nobili romani (a stampa) (1801), costituzione di Benedetto XIV sulla nobilta' romana (1746), lettera apostolica di Gregorio XVI sull'Ordine di San Gregorio Magno (a stampa) (1831), supplica ("Memoria") al Granduca di Toscana del 1815 domandante per I Del Monte "compenso per il feudo loro tolto", "Sentenze politiche di Borbone Bourbon de' Marchesi del Monte Santa Maria" (si annota: "Questo manoscritto () esiste nella biblioteca della Minerva di Roma, Raccolta inedita di sentenze politiche, e fu copiato da me Tito Barbieri oggi 9 ottobre 1847 ()". L'uomo, come si ricorda, fu sacerdote presso la corte di Ascanio Colonna), infine "Dilucidazioni individuali dell'Albero Genealogico de' Marchesi di Bourbon gia' di Toscana poi di Colle, e di Monte Santa Maria" (1816), con ambizione di ripercorrere la storia familiare dai tempi di Carlo Magno a quelli piu' recenti.
3.

 

"Carteggio per la collazione della Commenda di S[anto] Stefano a me Carlo domandata dalla bo. Mem. Di mio padre", richiesta di Carlo Bourbon del Monte Santa Maria del Ramo di Ancona, "Ciamberlano Cesareo", di conferirla "ancora a lui come fu' praticato agl'altri Capi di Ramo della famiglia de' Marchesi del Monte".

La premessa della pratica, che la documentazione segue dal 1824 al 1828, e' l'unione dei territori del Feudo, perduto dalla famiglia nel 1815, alla Toscana. Si osservi che si parla ormai, complessivamente, di quattro rami. Nel 1820 (2 febbraio 1820), si ricorda, la famiglia ottenne risposta negativa alla domanda di ricevere "compensi" dalla "Corona di Toscana" per I territori perduti; in segno, tuttavia, di "sovrana grazia" venne concessa una commenda personale di Santo Stefano al padre di Carlo Bourbon del Monte Santa Maria (Francesco Montino). Nel 1822 il padre di Carlo domando' la trasmissione della commenda al figlio, con relativa pensione, cosa gia' concessa ai rami "abitanti in Citta' di Castello e () Perugia". Si ricorda il lungo servizio all'"Augustissima Casa d'Austria" da parte dei Bourbon del Monte di Santa Maria.

Minute di supplica a Leopoldo II di Toscana; minute di supplica, per la stessa questione, a Neri Corsini "Ministro di Stato", per mezzo del quale si vuole la supplica sia inoltrata al sovrano; lettere di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze che, par di capire, ebbe qualche parte nella trasmissione della supplica; minute di lettere indirizzate a "Sua Eccellenza D[on] Neri de' Principi Corsini, Cavaliere Gran - Croce e Gran Cancelliere dell'Ordine di S[an] Giuseppe, Officiale dell'Ordine Reale della Legione d'Onore, Consigliere Intimo attuale di Stato Finanze e Guerra, Direttore della R[egia] Segreteria di Stato" in "Firenze" e per suo mezzo al sovrano; lettera (in copia) di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze a Neri Corsini. Nel 1823 quest'ultimo suggerisce si domandi non la "continuazione d'una commenda gia' estinta", bensi' una nuova commenda (una "commenda ex integro"). Si rammenti che il cognato Tolomei di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze sposo', come si ricorda, una figlia di Neri Corsini. Per quanto nel 1823 fosse stata presentata una supplica di questo genere, ancora al 1829 (1829 ottobre 30) si rinnova a Neri Corsini la richiesta di seguire l'iter della prima domanda di commenda (da Ancona 1824 luglio 24 a 1829 ottobre 30).
4.

Box 52, Folder 6

Ammissione di Pier Francesco Bourbon del Monte Santa Maria all'Ordine del Santo Sepolcro 1842 maggio 21

Physical Description: 1 f.Atto in carta. Presente sigillo. "t" e "Bulla receptionis in gradum fratris Militis de Iustitia pro Nob. Petro francisco Bourbon del Monte Santa Maria", al verso del documento.

Scope and Content

Roma.
Atto con cui a nome di "Frater Carolus Candida", Maestro dell'Ordine del Santo Sepolcro, Pier Francesco Bourbon del Monte viene ricevuto in detto ordine.
 

04. Ordini Cavallereschi e Prove di Nobiltà (Chivalric Orders and Proofs of Nobility)

Scope and Content

Prove di nobiltà, corrispondenza e atti relativi ai processi di esponenti della famiglia, di ammissione agli ordini cavallereschi.
Proofs of nobility, correspondence and legal documents produced for lawsuits involving members of the family, regarding admission to chivalric orders.
Box 3, Folder 1

Prove di nobilta’ di Francesco Maria di Montino per l’Ordine di Malta ca. 1500 - ca. 1600 (copie del secolo XVIII)

Physical Description:

318 ff. e 4 alberi genealogici.

Un fasc. 1 4 alberi genealogici.

Registro pergamenaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: “Autuno”.

Registro pergamenaceo con, in costa, etichetta con la scritta “Processo di Prove di Nobilta’ per la Croce di Malta per giustizia del M[arche]se Fran[ces]co Maria Bourbon del Monte S[an]ta Maria”.

Etichetta in alto: “Prove di Nobilta’ Generosa per l’Ordine di Malta di Fran[ces]co Maria di Montino”

Etichetta in basso: “ Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “C”.

Presente una cartulazione originale parziale.

Scope and Content

Documentazione relativa alle prove di nobilta' di Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria” in registro pergamenaceo: “Processo di Prove di Nobilta’ per la Croce di Malta per giustizia del M[arche]se. Il registro si compone di atti e copie di documenti prodotti per il riconoscimento della nobilta’ familiare, nella persona del marchese Francesco Maria Bourbon del Monte Santa Maria, uniti ad alberi genealogici e parzialmente commentati.
Si segnalano una narrazione introduttiva (“De’ Marchesi Bourbon del Monte S[ant]a Maria”) ai ff.[1r-16v], s. d., e i numerosi alberi genealogici:

1 ) “Sommario pel discorso generale”.

2 ) “Quarto Avo Paterno Del Monte”.

3 ) “Quarto Ava Paterna Mancinforte”.

4 ) “Quarto Avo Materno Del Monte”.

5 ) “Quarto Ava Materna Buonacorsi”.
Box 20, Folder 1

“Processo per l’Ordine S[tella] di Malta di Pier Francesco, e Francesco Maria, figli di Montino di Fabio Camillo” [17--]

Physical Description: 186 ff.

1 fasc. cartaceo con 13 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un volume, di cui si distinguono, per quel che riguarda l’identificazione, le parole “Dizionario universale di arti e mestieri e della economia industriale e commerciante”, (...) “Prima Traduzione Italiana”. All’interno, camicia piu’ antica, recante la scritta “Per le Prove di Malta, Italiche e Germaniche delli Fratelli Pierfran[ces]co, e Fran[ces]co Maria figli di Montino di Fabio Camillo. Duplicati del processo di Fran[ces]co Maria”. Cassata, invece, la scritta: “Processi, Carte, Discendenza, e Notizie de’ M[arche]si Del Monte dei Rami di Ancona; dal Marchese Cerbone, del 1416, in poi”.

All’interno, la scritta “Tom. IV P. IV. Qui si conservano le scritte dal n.o 17 in sino al num.o 29” e la scritta “Nobilta’, e notizie Genealogiche, e cronologiche”.

Etichetta in alto: “Processo per l’Ordine S[tella] di Malta di Pier Francesco, e Francesco Maria, figli di Montino di Fabio Camillo”.

Etichetta in basso: “ Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “FF”. A matita: “Import[ante]”.

Scope and Content

Documentazione costituita da “Prove di discendenza, e di nobilta’, del Quarto dell’Avo, ed Ava Paterni cioe’ del Padre, e Madre di Montino che fu Padre del Cav[alier] Fran[ces]co Maria Pretendente all’Ordine di Malta. Brutta, e buona copia complete con copie di Sommari”. Si tratta di copie di atti ed elaborati, parzialmente numerati. Si segnala l’“Informazione veridica”, non numerata, sulla genealogia di famiglia. Cosi' li descriveva gia' la scritta: “Per le Prove di Malta, Italiche e Germaniche delli Fratelli Pierfran[ces]co, e Fran[ces]co Maria figli di Montino di Fabio Camillo. Duplicati del processo di Fran[ces]co Maria”. Per ragioni di conservazione la documentazione non e' conservata unitariamente.
Box 20, Folder 2

“Processi di nobilta’ per gl’Ordini della Croce Stellata, di Malta, e S[anto] Stefano” [15--] - 1841

General Physical Description note:

358 ff.

1 fasc. comprendente 9 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

“Autuno” [1871?]. All’interno, camicia piu’ antica, recante la scritta “Processi di nobilta’ della Sig[nor]a Volu[n]nia Palmucci per li Ordini di S. Stefano, Malta, e la Croce Stellata”.

Etichetta in basso: “Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Ulteriore etichetta: “GG”. A matita: “Ancona. Marchese (…)”.

Scope and Contents note

Documentazione rappresentata da prove di nobilta' di membri della famiglia, fedi di nascita, di nobilta' e di matrimonio di membri della famiglia e di famiglie con cui i Bourbon del Monte si erano imparentati, alberi genealogici e ricostruzioni di stemmi. Il fasc. contiene 9 sottofasc.:
 

“Prove di nobilta’ della signora Volunnia Palmucci ne’ Borbon del Monte, di Ancona per li Ordini di Malta, e Santo Stefano. Originali”. (s. d., ma XVIII s.)(11 ff., presenti una rappresentazione genealogica e una raffigurazione dello stemma di famiglia). (s. d., ma XVIII secolo).

 

“Prove di nobilta’ della signora Volunnia Palmucci Borbon del Monte per li Ordini di Malta, e Santo Stefano. Quarti, Paterno, e Materno. Copia pub[lica]”. (34 ff., presenti una rappresentazione genealogica e una raffigurazione dello stemma di famiglia). (relazioni e atti spesso s. d., con sottoscrizione ultima al 1784 agosto 6)

 

“Fedi di nascite”. Atti originali in ff. sciolti, parzialmente numerati, relativi a membri della famiglia. Si segnala un albero genealogico relativo alla famiglia Guglielmi. (52 ff.) (Copie settecentesche di atti dal Cinquecento in poi; atti Settecenteschi fino a 1785 giugno 9).

 

“Fedi di matrimonj”. Atti originali in ff. sciolti, parzialmente numerati, relativi a membri della famiglia. Si segnala un’attestazione notarile relativa allo stemma della famiglia [Accorretti Gentiloni]. (24 ff.) (1692 agosto 21 - 1785 ottobre 23, con numerose sottoscrizioni Settecentesche di atti che si vogliono Cinquecenteschi e Seicenteschi).

 

“Fedi di nobilta’, e di stemmi”. Si segnala un’attestazione notarile relativa allo stemma delle famiglie Pellicani e Compagnoni, Guglielmi, De Patianis, Brunori e [Allevoli]. (27 ff. con 6 raffigurazioni di stemmi di famiglia) (Atti Settecenteschi spesso corroborati da sottoscrizioni queste pure Settecentesche).

 

“Aggiunta di notizie, ed atti, per il Processo del Quarto Palmucci. Documenti originali nuovi; detti Duplicati; notizie manoscritte; alberi abbozzati dal fu signor Pierfran[ces]co Palmucci. Presente un albero genealogico della famiglia Pellicani di Macerata e (1726 giugno 1), uno della famiglia Guglielmi (s. d.), un atto relativo all’ascrizione di Pierfrancesco Palmucci alla “Letteraria Societa’ Universale Albriziana” (1731 luglio 14), patente del cardinale Fabrizio Paolucci a Pier Francesco Palmucci di “Praetor” della terra di Monte Casciano (1729 gennaio 13), Sonetto in occasione della laurea di Francesco Palmucci (1719), patente francese (1797) non completata, patente “[Advocati Reorum pro Sancto Officio in Civitate Maceratae” a Pietro Palmucci (1753 agosto 22), testo a stampa del Console francese a Nizza sulle modalita’ di concessione dei passaporti (1798 giugno 20), attestazione di ammissione della Contessa Costanza Palmucci “fra le Mensuali Benefattrici” dell’Archiconfraternita del Santissimo Nome di Maria presso la Chiesa del Santissimo Nome di Maria in San Bernardo alla Colonna Traiana (1807 giugno 1). (84 ff. con 2 raffigurazioni di stemmi familiari). (Atti Cinquecenteschi e Seicenteschi in copia con sottoscrizione Settecentesca. Diversi atti Settecenteschi, fino a 1849 ottobre 12).

 

"Prove del Quarto Lavini ed altri Duplicati[.] Miscellanee di Famiglie per detto Quarto”. (37 ff., con 7 rappresentazioni genealogiche) (s. d.).

Presente un albero genealogico “degli otto Quarti Materni” di Volumnia Palmucci e alberi genealogici delle famiglie Talpa e Lazzarelli uniti a relazioni sulle vicende di queste famiglie.

 

“Per il Quarto Guglielmi nel Processo Palmucci[.] Atti per le famiglie Alevoli, e Brunori, spettanti a detto Quarto”. (31 ff., con 1 rappresentazione genealogica) (parti di atti dei secoli XV - XVII in trascrizioni sottoscritte nel XVIII secolo, fino a 1786 aprile 5).

Presente un albero genealogico della famiglia Alevoli (altrove, Allevoli) e uno dei Guglielmi di Jesi, quest’ultimo in una lettera di Giovanni Guglielmi a (1784 giugno 27).

 

“1841. Elenco di atti e produzioni per le prove di nobilta’ generosa di Pier Francesco Bourbon de’ Marchesi del Monte, figlio di Francesco Montino pretendente l’ammissione a Cavaliere per giustizia nel Sacro Militare Ordine Gerosolimitano. La copia pubblica del Processo fu’ legittimata dalla Curia Vescovile di Ancona in data 28 luglio 1841”. (58 ff., con 2 rappresentazioni genealogiche) (insieme documentario datato al 1841, con un atto del 1827 giugno 24. Presente un atto del 1694 giugno 10).

Presente un albero genealogico relativo alla “Genealogia discendentale di Francesco Camillo Bourbon de’ Marchesi Del Monte, di Ancona pretendente l’abito di Cavaliere per giustizia nell’ordine equestre di S[anto] Stefano Papa e Martire”. Si segnala, nelle “Memorie contro il Clavari fatte da me” un’interessante forma grafica ibrida tra scrittura e albero genealogico. Per ragioni di conservazione l'ultimo fasc. e' conservato separatamente.

Box 37, Folder 2

“Corrispondenza coll’Ordine di S[anto] Stefano di Toscana” 1746 - 1832

General Physical Description note:

328 ff. e 70 pp.

1 fasc. comprendente 4 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

“Autuno”. Ulteriore camicia all’interno, recante un’etichetta con la scritta “Corrispondenza coll’Ordine di S[anto] Stefano di Toscana” e che riprende le insegne dell’ordine. Perduta ulteriore etichetta di cui rimane traccia nella parte esterna della camicia.

Il sottofasc. 3 contiene un plico di documenti (3 a) avvolto in una busta esterna.

Il sottofasc. 4 si presenta originariamente come fascicolo chiuso da un laccio.

Il fasc. contiene 4 sottofasc.

Scope and Contents note

Corrispondenza tenuta da Francesco Montino Bourbon del Monte, residente in Ancona, nella sua qualita’ di “Cavaliere Anziano di S[anto] Stefano”, “Anziano dell’Assemblea dei Cav[alieri] di S[anto] Stefano Papa, e Martire”.
Il fasc. contiene 4 sottofasc., gli ultimi dei quali conservata a parte:
 

“Ord[ine] di S[anto] Stefano. Carte concernenti varj Processi per l’ammissione all’Ordine”:

1 a ) Insieme di atti relativi al processo istruito per l’ammissione di Gabriele Pellicani all’Ordine di Santo Stefano: corrispondenza inviata a Francesco Montino Bourbon del Monte “Cavaliere Anziano di S[anto] Stefano” (Ancona), “Istruzioni” a stampa relative alle “Fondazioni di commende, o (…) assegnazione della Congrua Statutaria (…)”, “Difetti ritrovati nel Processo Pellicani”, conseguenti “Supplementi” al processo formato nel 1820 e “Specifica” (da 1819 settembre 1 a 1822 giugno 7).

1 b ) Insieme di atti relativi al processo istruito per l’ammissione di Vincenzo Amadio all’Ordine di Santo Stefano: corrispondenza inviata a Francesco Montino Bourbon del Monte Cavaliere Anziano di Santo Stefano (in Ancona) e relazioni sulla nobilta’ della famiglia dell’aspirante cavaliere con rappresentazione delle successioni familiari degli Amadio di Tolentino e delle famiglie Tosi e Monti (da 1801 luglio 6 a 1820 maggio 2).

1 c ) Corrispondenza inviata a Francesco Montino Bourbon del Monte Cavaliere Anziano di Santo Stefano (in Ancona), inerente assunti diversi: dalla comunicazione in morte a singole lettere su processi in corso, a inviti a riunioni per valutazioni processuali, a inviti personali (per Battesimo), infine ad elenco di atti allegati a una causa. Si segnala che taluni dei documenti si presentano gia’ ordinati e incollati gli uni agli altri (da 1819 dicembre 1 a 1822 gennaio 8).

 

2 ) “Leggi, Regolamenti, atti, e memorie concernenti d’Ord[ine] di S[anto] Stefano compreso l’Uniforme dell’Ordine”. Insieme di svariati atti, spesso non datati, relativi all’Ordine di Santo Stefano.

Si tratta di:

- Frammento di un’ulteriore camicia, con la scritta “1816. 1817.1818. Religione di S[an]to Stefano di Toscana. Carteggio relativo” (con note tratte dal Libro degli Statuti) (s. d.)

- “Editto dell’Ord[ine] di Santo Stefano” relativo al ripristino dell’Ordine (1817 dicembre 22)

- “Supplemento al n. 59 della Gazzetta di Bologna”, contenente avviso del “ripristinamento” dell’Ordine (1818 luglio 24)

- Disposizione di “Sua Maesta’ Imperiale” sulle commende dell’Ordine (1753 maggio 3)

- Stampa relativa a S. Stefano papa e martire, dedicata “al nobil uomo (…) Pietro Ugo Marchese delle Favare”, che “si vende da P. Meucci in Livorno”, che riproduce scultura di Giovanni Battista Foggini presente “nella Chiesa de’ Cav[alie]ri di Pisa”, con lettera allegata (1820)

- Breve di Benedetto XIV ai Cavalieri di Santo Stefano (1748 giugno 1)

- Copia di disposizioni della Sovrana Reggente sulla riforma dell’abito dei Cavalieri, trasmessa da Flaminio dal Borgo Vice Cancelliere dell’Ordine a Mario Tancredi, con relative immagini (1805 dicembre 31)

- Corrispondenza di Andrea della Stufa (Pisa) con Montino Bourbon del Monte (Ancona) per avere informazioni sulla “commenda Ferretti”(1816 aprile 17 – 1816 maggio 4)

- “Prammatiche sulla divisa di S[anto] Stefano”, con Indice, che si riprende:

- “1795. 29 settembre. Reg[olamen]to a Stampa del G[ran] Maestro G[ran] D[uca] Ferdinando sulla divisa col Galloncino”

- “1800 19 settembre. Il G[ran] D[uca] Ferdinando richiama l’art[ico]lo 12 del suo motuproprio 29 settembre 1795 qui sopra”

- “1801 29 dicembre. Il nuovo Re’ (sic) di Toscana accorda sottovesta, e calzon bianco per la divisa”

- “1805. 31 dicembre. La Regina d’Etruria prescrive riforme di divise” (atti mss. E a stampa)

- Disposizioni a stampa di Ferdinando Terzo Granduca di Toscana per il ripristinato Ordine di Santo Stefano (1817 dicembre 22)

- Disposizioni a stampa di Ferdinando Terzo sulle vesti e le insegne da riprendere da parte dei Cavalieri (1815 agosto 15)

- Corrispondenza relativa alla richiesta di Pacifico Passionei Camerata Mazzoleni di divenire Cavaliere (1806 gennaio 19)

- Lettera a Montino Bourbon del Monte (Ancona) da parte di Flaminio dal Borgo (Pisa) sulle “riforme” cui l’Ordine potrebbe andare soggetto in caso di ripristino (1814 giugno 27)

- Istruzione sulle procedure da osservare sui processi di nobilta’ (a stampa), (s. d., ma post 1817)

- Minuta di lettera per il processo di Girolamo Bosdari (1816 giugno)

- Lettera di Andrea della [Stufa] a Montino Bourbon del Monte sul processo per Girolamo Bosdari (1816 maggio 22)

- Lettera di Andrea della Stufa (Pisa) a G[iovanni] B[attist]a Andrea Bourbon del Monte (Firenze) sul carattere di corrispondente e anziano che Francesco Montino Bourbon del Monte detiene in Ancona (1818 gennaio 21)

- “Lettera formolare per la riferma (?) della Patente d’armi solita accordarsi ad istanza de’ Cavalieri di S[an]to Stefano di Toscana” (1781 dicembre), in f. con note su lasciti pii e sugli obblighi di legge relativo alle armi, recante al verso immagini tratteggiate a mano; lettera di Francesco Maria Bourbon del Monte verosimilmente a Montino Bourbon del Monte sul processo Bosdari (1818 [gennaio] 19)

- Lettera di Andrea della Studa (Pisa) a Montino Bourbon del Monte sul processo di nobilta’ al Bosdari e sui Cavalieri del territorio Anconetano (1818 gennaio 23)

- Lettera a Montino Francesco Bourbon del Monte affinche’ con altri Cavalieri anconetani riceva le prove di nobilta’ di Orazio Corraducci Mazzagalli (1822 gennaio 24) e minuta di risposta (1823 gennaio 3)

- Lettera a Francesco Bourbon del Monte S[anta] Maria (Firenze, ma Ancona) da parte del Vice Cancelliere dell’Ordine Francesco [del Rosso] sulla sua ammissione all’Ordine di Santo Stefano (1818 agosto 28) e atti conseguenti relativi a tale ammissione (fino al 28 settembre 1818)

- Lettera a Montino del Monte da parte di Antonio [Pronzetti] (Osimo) su Gaetano Sinibaldi e I membri della sua famiglia appartenenti all’Ordine di Santo Stefano (1818 febbraio 21)

- Lettera di Francesco [Montino] del Monte (Ancona) a Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte (Firenze) sulle aspirazioni di suo figlio Giovanni riguardo all’Ordine (1818 settembre 16), lettera di Francesco Montino del Monte (Ancona) a Francesco del Rosso (Pisa) sulla domanda di ascrizione di Francesco Bourbon del Monte Santa Maria figlio del mittente, frattanto accolto nell’Ordine di Malta (1818 settembre 16), elenco dei Cavalieri viventi in Ancona (1818)

- Lettera di Andrea della Stufa a Montino Bourbon del Monte sull’elenco di cavalieri anconetani provveduto (1818 aprile 22), elenco di Cavalieri anconetani (s. d.)

- Nota sull’appartenenza all’Ordine di Mario Fatati, nota su esponenti della famiglia Ferretti e della famiglia Tancredi (con calcoli e disegni) (1818)lettera a stampa di Francesco del Rosso inviata a Marco Tancredi “ed in difetto” a Montino Bourbon del Monte con richiesta di aggiornamento delle informazioni sui Cavalieri della loro citta’, essendo stato ricostituito l’Ordine, con minute di risposte anche in passato (1812) fornite (1818 settembre 28)

- Lettera a stampa di Francesco del Rosso a Montino Bourbon del Monte (Ancona) sulle ragioni di vigilanza e decoro per il ripristinato Ordine (1819 febbraio 3), con minuta di risposta (1819 febbraio 22)

- “Corrispondenza Col Consiglio dell’Ord[ine] di S[anto] Stefano” sul processo Pellicani (1822 agosto 12).

 

“Ammissione nell’Ordine Equestre di S[anto] Stefano di Toscana per giustizia del Marchese Francesco Camillo di Carlo” del ramo di Ancona.

Si tratta di due plichi di documenti originariamente avvolti da spago:

3 a ) Si annota: “Esiste qui entro l’originale dispaccio di ammissione del Consiglio dell’Ordine dell’anno 1832”. Egli avrebbe ottenuto nel 1833, altrove si legge, tale ammissione. Contiene corrispondenza della Cancelleria dell’Ordine di Santo Stefano (in persona di Marco Casali) con il Conte Raimondo Ferretti “Anziano fra I [Signori Cav[alier]I di Santo Stefano dell’Assemblea di Ancona” relativa alle prove di nobilta’ per il processo di “Francesco Cammillo Bourbon del Monte”, atto relativo alle rendite di cui l'aspirante dispone, relazioni, supplica a Leopoldo II “Arciduca d’Austria e Granduca di Toscana” per ottenere il titolo domandato, nota a stampa di “tasse e spese del Cavalierato”, lettere di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze, note sulla storia familiare dei Marcolini (Tecla Marcolini era nonna materna dell'aspirante) - tra le quali lettera di un Salvetti di Fano - , genealogie di Francesco Camillo dei Bourbon del Monte di Ancona (con 2 alberi genealogici), istruzione a stampa per la redazione delle memorie genealogiche, documenti prodotti e relativi elenchi. Plico con busta esterna.

3 b ) Note estratte apparentemente da documenti d’archivio. Se compare il riferimento alle carte esistenti presso Pier Francesco Maria Bourbon del Monte in Lippiano, meno usuale la segnalazione, in un f. di “Ricordi”, di un “Archivio dal Monte Santa Maria trasportato a Firenze dai Toscani nel 1815”, copia di iscrizione, immagine di moneta “ex archetypo numismatum vaticano excerptum anno 1844” dal marchese Andrea, elenco di nobili romani (a stampa) (1801), costituzione di Benedetto XIV sulla nobilta’ romana (1746), lettera apostolica di Gregorio XVI sull’Ordine di San Gregorio Magno (a stampa) (1831), supplica (“Memoria”) al Granduca di Toscana del 1815 domandante per I Del Monte “compenso per il feudo loro tolto”, “Sentenze politiche di Borbone Bourbon de’ Marchesi del Monte Santa Maria” (si annota: “Questo manoscritto (…) esiste nella biblioteca della Minerva di Roma, Raccolta inedita di sentenze politiche, e fu copiato da me Tito Barbieri oggi 9 ottobre 1847 (…)”. L’uomo, come si ricorda, fu sacerdote presso la corte di Ascanio Colonna), infine “Dilucidazioni individuali dell’Albero Genealogico de’ Marchesi di Bourbon gia’ di Toscana poi di Colle, e di Monte Santa Maria” (1816), con ambizione di ripercorrere la storia familiare dai tempi di Carlo Magno a quelli piu’ recenti.

 

“Carteggio per la collazione della Commenda di S[anto] Stefano a me Carlo domandata dalla bo. Mem. Di mio padre”, richiesta di Carlo Bourbon del Monte Santa Maria del Ramo di Ancona, “Ciamberlano Cesareo”, di conferirla “ancora a lui come fu’ praticato agl’altri Capi di Ramo della famiglia de’ Marchesi del Monte”.

La premessa della pratica, che la documentazione segue dal 1824 al 1828, e’ l’unione dei territori del Feudo, perduto dalla famiglia nel 1815, alla Toscana. Si osservi che si parla ormai, complessivamente, di quattro rami. Nel 1820 (2 febbraio 1820), si ricorda, la famiglia ottenne risposta negativa alla domanda di ricevere “compensi” dalla “Corona di Toscana” per I territori perduti; in segno, tuttavia, di “sovrana grazia” venne concessa una commenda personale di Santo Stefano al padre di Carlo Bourbon del Monte Santa Maria (Francesco Montino). Nel 1822 il padre di Carlo domando’ la trasmissione della commenda al figlio, con relativa pensione, cosa gia’ concessa ai rami “abitanti in Citta’ di Castello e (…) Perugia”. Si ricorda il lungo servizio all’“Augustissima Casa d’Austria” da parte dei Bourbon del Monte di Santa Maria.

Minute di supplica a Leopoldo II di Toscana; minute di supplica, per la stessa questione, a Neri Corsini “Ministro di Stato”, per mezzo del quale si vuole la supplica sia inoltrata al sovrano; lettere di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze che, par di capire, ebbe qualche parte nella trasmissione della supplica; minute di lettere indirizzate a “Sua Eccellenza D[on] Neri de’ Principi Corsini, Cavaliere Gran - Croce e Gran Cancelliere dell’Ordine di S[an] Giuseppe, Officiale dell’Ordine Reale della Legione d’Onore, Consigliere Intimo attuale di Stato Finanze e Guerra, Direttore della R[egia] Segreteria di Stato” in “Firenze” e per suo mezzo al sovrano; lettera (in copia) di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze a Neri Corsini. Nel 1823 quest’ultimo suggerisce si domandi non la “continuazione d’una commenda gia’ estinta”, bensi’ una nuova commenda (una “commenda ex integro”). Si rammenti che il cognato Tolomei di Giovanni Battista Andrea Bourbon del Monte del ramo di Firenze sposo’, come si ricorda, una figlia di Neri Corsini. Per quanto nel 1823 fosse stata presentata una supplica di questo genere, ancora al 1829 (1829 ottobre 30) si rinnova a Neri Corsini la richiesta di seguire l’iter della prima domanda di commenda (da Ancona 1824 luglio 24 a 1829 ottobre 30).

Box 52, Folder 6

Ammissione di Pier Francesco Bourbon del Monte Santa Maria all'Ordine del Santo Sepolcro 1842 maggio 21

General Physical Description note:

328 ff. e 70 pp.

1 fasc. comprendente 4 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

“Autuno”. Ulteriore camicia all’interno, recante un’etichetta con la scritta “Corrispondenza coll’Ordine di S[anto] Stefano di Toscana” e che riprende le insegne dell’ordine. Perduta ulteriore etichetta di cui rimane traccia nella parte esterna della camicia.

Il sottofasc. 3 contiene un plico di documenti (3 a) avvolto in una busta esterna.

Il sottofasc. 4 si presenta originariamente come fascicolo chiuso da un laccio.

Il fasc. contiene 4 sottofasc.

Scope and Contents note

Roma.
Atto con cui a nome di “Frater Carolus Candida”, Maestro dell’Ordine del Santo Sepolcro, Pier Francesco Bourbon del Monte viene ricevuto in detto ordine.
 

05. Protocolli e Statuti (Record books and Statutes)05. Protocolli e Statuti (Record books and Statutes)

Scope and Content

Atti notarili, genealogie, atti ereditari, statuti civili e criminali del Marchesato.
Notarial acts, genealogies, legal documents regarding inheritance, civil and criminal statutes of the Marquisate.
Box 18, Folder 1

"Protocollo antico del Marchesato dall'anno 1390 al 1488" 1390 - 1478

Physical Description: ff. con numerazione 1 - 395. 1 reg. cartaceo In camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno" [1871?], registro cartaceo (1). Etichetta in alto: "Protocollo antico del Marchesato dall'anno 1390 al 1488. Simile dal 14 genn[aio] 1570 al 2 decemb[r]e 1586". Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "D D". A matita: "Import[an]ti Lippiano"

Scope and Content

Atti notarili e, in modesta misura, genealogici.Questo registro presenta in costa la scritta "Rogiti antichi" e tre strisce pergamenacee incollate, rispettivamente, quanto al contenuto, con la scritta "Ab Anno 1390 Ad Annum 1478" (da "pag[in]a 2a" a "pag[in]a 339", per atti del notaio "Ser Antonius ol[im] Blaxioli"); con la scritta "Ab Anno 1411 Ad Annum 1444" (da "pag[in]a 340" a "pag[in]a 379", per atti del notaio "Ser Benedictus ol[im] Ioannis"); infine con la scritta "De Anno 1488 a "pag[in]a 380 ad 395 Ser Franciscus of Angeli".
Oltre ad annotazioni a matita relative alle date, a segno di una revisione recente, si segnala una piu' antica annotazione di "Notabilia pro Genealogia DD. Marchionum". Si tratta di carte inerenti I diritti feudali, I vicari, la Comunita' di Monte Santa Maria, gli arcipreti di detta Comunita', gli Ospedali del Marchesato e la Confraternita della Santa Croce. Annotazioni a matita relative alle date, a segno di una revisione recente. E' possibile che tale registro rappresenti una delle parti piu' antiche di una sorta di nucleo relativo al Marchesato complessivamente inteso, forse trasmesso da un ramo a un altro in virtu' delle successioni nel ruolo di Reggente, dato il valore che eccede di molto le caratteristiche del solo ramo di Ancona. Ancora, si ricordi che talvolta I Vicari dei Marchesi erano notai.
 

06. Testamenti e Atti Ereditari (Wills and Inheritances)

Scope and Content

Inventari di beni legati alla trasmissione ereditaria e testamenti di esponenti della famiglia.
Inventories of hereditary properties and wills of family members.
Box 22, Folder 1

"Casa del Monte. Inventario dell'eredita' del fu Com[mendatore] M[arche]se Montino. 1823" 1823 - 1881

Physical Description: 58 ff. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc. Fasc. cartaceo contenente 2 sottofasc. Camicia verde oliva. Etichetta in alto: "Casa del Monte. Inventario dell'eredita' del fu Com[mendatore] M[arche]se Montino. 1823" Etichetta in basso priva di scritture. Presente un'ulteriore etichetta, con la scritta "HH" e, a matita, "Ancona".

Scope and Content

Inventario dei beni ereditari di Montino Bourbon del Monte e documentazione di vertenza legale legata a tale eredita'. Il fasc. si compone di 2 sottofasc.:
 

"Spoglio dell'Inventario dell'Eredita' del fu M[arche]se Francesco Bourbon del Monte compilato per gl'Atti del Notaro Sig[no]r Gio[vanni] de Rendi Anconitano li () 1823, classificato in Monti diversi, per la formazione dello Stato, e per la divisione tra gli aventi Interesse".

Si segnala il presente documento per il particolare valore che riveste per la considerazione delle cose d'arte appartenute alla famiglia e per l'insieme dei beni mobili descritti. Sono ricordati il "Casino di Bompiano", il "Casino di Falconara", il "Palazzo Vecchio" di Lippiano e il "Palazzo di Citta'" (con, tra le altre cose, gli spazi adibiti ad archivio).
1.

 

Atto redatto "ad istanza della () Principessa Francesca Massimo moglie del signor marchese Ranieri Montino Bourbon del Monte Santa Maria Principe di San Faustino quale tutrice dell'interdetto suo marito" in cui la donna questiona, quale erede presunta, pagamenti compiuti intaccando I beni ereditari del defunto marchese Francesco Bourbon del Monte Santa Maria, da parte di "Rodolfo, Guglielmo, Ugo e Maria figli del fu m[arche]se Francesco Bourbon del Monte Santa Maria residenti in Ancona", essendo I beni ereditari al momento sottoposti ad amministrazione giudiziaria. Si tratta di pagamenti alla "ditta Almagia'" di Ancona. Presente la nota di notifica conseguente, compiuta dal Tribunale civile di Ancona (1881 agosto 2). (2 copie). 2.

Box 24, Folder 1

"Testamenti. Copie autentiche" 1585 - 1863

Physical Description: 265 1 fasc. Fasc. cartaceo. Camicia verde. Etichetta in alto: "Testamenti. Copie autentiche. Marchesi del Monte". Scritta a matita, forse "Ancona, e Lippiano". Si riproduca: Testamento di Francesco Montino Bourbon del Monte, coservato in carpetta in chiusura del fasc.

Scope and Content

Fasc. cartaceo contenente documentazione relativa a testamenti (in originale e in copia), inventari di beni, note, ‘ristretti’ di testamenti e donazioni, elenchi di capitali disposti per rendite (in ragione di prelatura). Gli atti sono relativi a personaggi della famiglia e, talvolta, a figure legate da legami di parentela ai Bourbon del Monte.
Box 18, Folder 2

“Rogiti antichi” “Dalli 14 Gennaro 1570 fino al di’ 20 Decembre 1586” 1570-1586

Physical Description: Numerazione 1 - 347, con alcuni ff. non num. 1 reg. cartaceo. Registro cartaceo.

Scope and Content

Atti notarili. Questo registro cartaceo presenta in costa le scritte “Rogiti antichi” e “1586” e due strisce pergamenacee incollate, rispettivamente, quanto al contenuto,con la scritta “Dalli 14 Gennaro 1570 fino al di’ 20 Decembre 1586” e con la scritta “Ser Io[annes] Maria Ser Nardi ex pag[in]a 317 at 275” (sic).
Si segnala, in chiusura del registro, la nota “Genealogia et res DD. Marchionum” e dei “Vicari” di Lippiano e di Monte Santa Maria. A f. [1r], osservazione sull’origine del notaio, che era di Prato o di Sansepolcro (aveva proprieta’ in Prato).
E’ possibile che tale registro rappresenti una delle parti piu' antiche di una sorta di nucleo relativo al Marchesato complessivamente inteso, forse trasmesso da un ramo ad un altro in virtu’ delle successioni nel ruolo di Reggente, dato il valore che eccede di molto le caratteristiche del solo ramo di Ancona. Ancora, si ricordi che talvolta I Vicari dei Marchesi erano notai.
Box 19, Folder 1

"Protocollo antico del Marchesato dall'anno 1335 al 1419" 1335 - 1419

Physical Description: Num. originale 1 - 369. Registro cartaceo (1). Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno" [1871?]. Etichetta in alto: "Protocollo antico del Marchesato dall'anno 1335 al 1419". Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "E E". A matita: "Lippiano".

Scope and Content

Atti notarili e, in modesta misura, genealogici. Questo registro presenta in costa la scritta "Rogiti antichi" e, quanto al contenuto, le seguenti annotazioni: "Ser Antonius ol[im] Blasioli [] Ab An[n]o 1350 Ad An[num] []"; "Ser Bernardus Ab An[n]o 1345 Ad An[num] 1[4]49, "P. II"; "Ser Antonius ol[im] Biasioli Ab An[n]o 1383 Ad An[num] 1424" []; "Ser Galassus Luce Ab An[n]o [1343] Ad An[num] [1376] Item Ab An[n]o 1335 Ad An[num] 1336 []";"Ser Antonius ol[im] Biasioli Ab An[n]o 1372 Ad An[num] 1419 p. 247"; "Ser Franciscus Andreae Ab An[n]o 1340 Ad An[num] 1343 p. 340"; "Cartae scriptae n. 369".
Si segnala, in fine di registro, l'annotazione di cose rilevanti "Pro Genealogia DD. Marchionum", con note inerenti i vicari, la Comunita' di Monte Santa Maria, le Comunita' di religiosi e religiose del Marchesato, gli Ospedali del Marchesato, la Confraternita della Santa Croce, le paci e le guerre. E' possibile che tale registro rappresenti una delle parti piu' antiche di una sorta di nucleo relativo al Marchesato complessivamente inteso, forse trasmesso da un ramo ad un altro in virtu' delle successioni nel ruolo di Reggente, dato il valore che eccede di molto le caratteristiche del solo ramo di Ancona. Ancora, si ricordi che talvolta I Vicari dei Marchesi erano notai.
Box 41, Folder 1

"Statuto Civile e Criminale del Marchesato del Monte S[an]ta Maria" 1722

Physical Description: 116 ff., di cui cartulati ff. 1 - 74. Registro pergamenaceo.

Scope and Content

Registro pergamenace. All'interno, f. [1r]: "Statuti Civili, e Criminali del Marchesato del Monte S[an]ta Maria, Lipiano, et Annessi"; a f. [2r] annotazione: "redatto nel 1722", con indici e ulteriore indice in f. sciolto.
 

06. Testamenti e Atti Ereditari (Wills and Inheritances)

Scope and Content

Inventari di beni legati alla trasmissione ereditaria e testamenti di esponenti della famiglia.
Inventories of hereditary properties and wills of family members.
Box 22, Folder 1

“Casa del Monte. Inventario dell’eredita’ del fu Com[mendatore] M[arche]se Montino. 1823” 1823-1881

General Physical Description note:

58 ff.

1 fasc. comprendente 2 sottofasc.

Fasc. cartaceo contenente 2 sottofasc. Camicia verde oliva.

Etichetta in alto: “Casa del Monte. Inventario dell’eredita’ del fu Com[mendatore] M[arche]se Montino. 1823”

Etichetta in basso priva di scritture.

Presente un’ulteriore etichetta, con la scritta “HH” e, a matita, “Ancona”.

Scope and Contents note

Inventario dei beni ereditari di Montino Bourbon del Monte e documentazione di vertenza legale legata a tale eredita'. Il fasc. si compone di 2 sottofasc.:
 

“Spoglio dell’Inventario dell’Eredita’ del fu M[arche]se Francesco Bourbon del Monte compilato per gl’Atti del Notaro Sig[no]r Gio[vanni] de Rendi Anconitano li (…) 1823, classificato in Monti diversi, per la formazione dello Stato, e per la divisione tra gli aventi Interesse”. Si segnala il presente documento per il particolare valore che riveste per la considerazione delle cose d’arte appartenute alla famiglia e per l’insieme dei beni mobili descritti. Sono ricordati il

“Casino di Bompiano”, il “Casino di Falconara”, il “Palazzo Vecchio” di Lippiano e il “Palazzo di Citta’” (con, tra le altre cose, gli spazi adibiti ad archivio).

 

Atto redatto “ad istanza della (…) Principessa Francesca Massimo moglie del signor marchese Ranieri Montino Bourbon del Monte Santa Maria Principe di San Faustino quale tutrice dell’interdetto suo marito” in cui la donna questiona, quale erede presunta, pagamenti compiuti intaccando I beni ereditari del defunto marchese Francesco Bourbon del Monte Santa Maria, da parte di “Rodolfo, Guglielmo, Ugo e Maria figli del fu m[arche]se Francesco Bourbon del Monte Santa Maria residenti in Ancona”, essendo I beni ereditari al momento sottoposti ad amministrazione giudiziaria. Si tratta di pagamenti alla “ditta Almagia’” di Ancona. Presente la nota di notifica conseguente, compiuta dal Tribunale civile di Ancona (1881 agosto 2). (2 copie).

Box 24, Folder 1

"Testamenti. Copie autentiche" 1585-1863

General Physical Description note:

265 ff.

1 fasc.

Fasc. cartaceo. Camicia verde.

Etichetta in alto: “Testamenti. Copie autentiche. Marchesi del Monte”. Scritta a matita, forse "Ancona, e Lippiano".

Si riproduca: Testamento di Francesco Montino Bourbon del Monte, coservato in carpetta in chiusura del fasc.

Scope and Contents note

Fasc. cartaceo contenente documentazione relativa a testamenti (in originale e in copia), inventari di beni, note, ‘ristretti’ di testamenti e donazioni, elenchi di capitali disposti per rendite (in ragione di prelatura). Gli atti sono relativi a personaggi della famiglia e, talvolta, a figure legate da legami di parentela ai Bourbon del Monte.
Sono presenti i seguenti documenti:
- “Copia semplice del Testamento del q[uonda]m S[igno]r Barone Niccol’Ant[oni]o Castiglione fatto l’anno 1769” (1769 dicembre 15)
- “Inventario de’ beni mobili e stabili del fu’ Castellano di Ferrara” Francesco Bourbon del Monte (1759 aprile 18) (con inventario di beni, 1759 aprile 23. Nell’inventario si segnala indicazione, f. 31v, relativa a “altri tre piccoli quadretti con cornici d’oro velato rap[presentan]te uno li disegni della citta’, e cittadella di Ferrara fatti dal padre Coronelli (...)”
- “Copia pubblica del Testam[en]to del S[igno]re M[arche]se Montino del Monte”, Montino di Guidascanio di Giacomo (1641 settembre 1)
- “Testamento di Mons[ignor]e Gio[vanni] B[attist]a del Monte” (Giambatt[ist]a di Giacomo di Girolamo” (1629 marzo 11)
- “Testamento dell’Ill[ustrissi]mo Sig[nor]e M[arche]se Francesco Borbon del Monte” (1665 ottobre 30) con “professione della fede” (s. d.) e “Codicillo” (1679 settembre 29)
- “Copia pub[blic]a del “Testam[en]to del Sig[nor]e Camillo Borbon del Monte”, Camillo di Giacomo di Girolamo (1595 giugno 19)” (1740 gennaio 9)
- “Testamento di Carlo del q[uonda]m Sig[nor]e Giacomo Montino de’ Marchesi del Monte”, “Carlo di Giacomo o sia Montino” di Girolamo” (1596 giugno 1) (copia del 1746 aprile 10)
- “Testamento e codicillo li 3 genn[ai]o 1602 fatto da monsignor Girolamo Borbon del Monte abbate d’Anghiari”, “Girolamo di Giacomo o sia Montino di Girolamo” (1601 novembre 24)
- “Copia privata del Testamento di Uguccione Borbon del Monte del Ramo di Pesaro, estinto”, Uguccione di Guidobaldo di Ranieri (1626 settembre 4)
- “Testamento dell’Ill[ustrissi]mo Sig[nor]e Montino Borbon del Monte”
- “Giacomo (detto Montino) di Girolamo di Ranieri” (1585)
-“Copia pub[lic]a” (1747 febbraio 11) del Testamento del S[igno]re Marchese Ferrante Borbon del Monte”, Ferrante di Giacomo di Girolamo (1589 dicembre 24)
- “Aperizione” (1736 settembre 19) del testamento (1726 maggio 27) di Fabio Camillo del Monte (“Fabio Camillo di Francesco di Fabio), con copia parziale (sottoscrizione: 1749 gennaio 28)
- “Copia pub[lic]a” (1736 dicembre 28) del Testam[ent]o del S[igno]re Abb[at]e Carlo M[arche]se del Monte”, “Carlo di Fabio Camillo di Francesco”, “Copia semplice del testam[en]to fatto dalla fu’ M[arche]sa Ippolita del Monte Becchetti”, “Ippolita di Fabio Camillo di Francesco” (1737 aprile 2)
- “Copia del Testam[en]to fatto dal Sig[nor]e M[arche]se Fran[ces]co Maria [del Monte]”, Francesco Maria di Francesco di Fabio (1722 giugno 17)
- “Copia del Testam[en]to della Sig[no]ra M[arche]sa D[onna] Elisabetta del Monte”, “Elisabetta Fanelli vedova di Vincenzo di Guidascanio di Giacomo denominato Montino” (1671 novembre 17)
- “Legato della Sig[no]ra M[arche]sa Ginevra Ghisilieri ne’ Marchesi del Monte”, “Ginevra Ghisiglieri in Francesco di Montino di Guidascanio” (1689 settembre 24)
- “Stato dell’eredita’” di Francesco Bourbon del Monte (1759 aprile 18) unito a “Ristretto” inerente la stessa eredita’ (1791 maggio 26) e a “Calcolazione” relativa all’eredita’ lasciata da Andrea del Monte (1791 maggio 26)
- “Conteggi” sulla “secondogenitura” lasciata da Francesco Maria del Monte (1789 gennaio 12), a copia (1789 gennaio 15) di consegna di testamento (1789 gennaio 11) di Francesco Bourbon del Monte (2 copie), testimonianze (1789 febbraio 6) relative alle circostanze di stesura di disposizioni testamentarie di Francesco Maria Bourbon del Monte, indicato anche come Montino Bourbon del Monte o Francesco Maria di Montino di Fabio Camillo
- “Copia” (1710 gennaio 16) del Testamento fatto dal Sig[nor]e M[arche]se Francesco del Monte”, Francesco di Montino di Guidascanio (1710 gennaio 11)
- “Copia del Testamento” (1804 dicembre 12) “della fu’ M[arche]sa Teresa Castiglioni del Monte” (1806 agosto 26), con albero genealogico relativo alla donna e ai sui immediati eredi, con copie parziali
- “Testamento” (1823 febbraio 1) di “Francesco Montino Bourbon del Monte
- “Copia” (1840 marzo 16) del “Testamento” (1840 marzo 20) di “Volunnia Borbon del Monte nata Palmucci”
- Testamento di “Pietro Borbone Marchese del Monte Santa Maria del S. M. O. Gerosolimitano, Commendatore Gran Croce dell’Ordine di S[an] Gregorio Magno, Cav[aliere] dell’Ordine di Cristo, Commend[ator]e dell’Ordine di Carlo III Cav[aliere] dell’Ordine dei [Santi] Maurizio e Lazzaro, Cav[aliere] della Legion d’Onore, dell’Ordine di San Lazzaro, e dell’Ord[in]e Reale di Leopoldo del (…) Belgio, Console Gen[era]le del Belgio e Gentiluomo di Camera di S[ua] A[ltezza] I[mperiale] e R[eale] il Granduca di Toscana” (1860 marzo 5) (con, in estratto, disposizioni testamentarie di sua madre Volunnia Palmucci, in cui si istituisce erede del fedecommesso “Montino Borbone del Monte di Filottrano”, ulteriore disposizione dello stesso (1863 ottobre 24), ora “Principe Pietro Bourbon dei M[arche]si del Monte”, a variazione di un testamento che si dice datato 1861 ottobre 1 - si ricorda il suo acquisto della tenuta di San Faustino nel 1854 da Aurelio Mancini, tenuta elevata da Pio IX a titolo principesco - , con disposizioni sulla prelatura da istituire, sulla cappellania di San Faustino, su una lapide da porre in ricordo di lui, sul modo in cui operare “anche in vista del Principato da me ottenuto” per agire qualora le leggi vigenti impedissero la trasmissione ereditaria per via di fedecommesso, con ricordo di un’aggressione da lui subita nel 1859, atto sulla “Prelatura” istituita dal Marchese Pietro (s. d.) con due estratti delle sue disposizioni testamentarie, una e un’altra “Fiducia” di Volunnia Bourbon del Monte (1855 dicembre 1 e s. d.)
- “Originale fiducia” della stessa (1840 febbraio 5)
- “Ristretto del testamento” di Francesco di Fabio (1665 ottobre 30”, si afferma, del “ramo primogenito gia’ in Lippiano ed ora (1824) in Ancona”, copie (1786 marzo 9 e 1786 agosto 11) del testamento di Giovanni di Montino di Fabio Camillo (1786 febbraio 15)
- “Ristretto della donazione del M[arche]se Franc[esc]o” (1706 dicembre 13) e Ristretto del Testamento del M[arche]se Franc[esc]o (1710 gennaio 11)
- Testamento del conte Giangastone Guglielmi Balleani (1834 dicembre 28) - “Ristretto” predisposto nel 1641 del testamento di Montino di Guidascanio (1635 giugno 25)
- “Ristretto” predisposto nel 1726 (maggio 27) del testamento di Fabio Camillo Bourbon del Monte (1635 giugno 25), si afferma, del “ramo primogenito gia’ in Lippiano ed ora (1824) in Ancona”
- “Testamento di Giovanna Santoni moglie del Cav[aliere] Guid’Ascanio di Montino del Monte” (1618 maggio 7)
- “Copia” di legato disposto da Giovanna Santoni (1618 maggio 7) per sua figlia “sor Girolama” del Monastero di Anghiari, nota di spese sostenute per il funerale di Virginia Manciforte Borbon del Monte (1767 marzo 1).
Box 24, Folder 2

“Testamenti. Copie duplicate” 1596 - 1853 (copie sottoscritte spesso settecentesche)

General Physical Description note:

162 ff.

1 fasc.

Fasc. cartaceo. Camicia verde. All’interno, striscia di carta recante l’indicazione “Copie duplicate di testamenti”.

Etichetta in alto: “Testamenti. Copie duplicate. Marchesi del Monte”.

Scope and Contents note

Fasc. cartaceo contenente testamenti (in originale e in copia) relativi a personaggi della famiglia. In f. sciolto, la seguente indicazione: “Testamenti, e minute di Testamenti, e Codicilli parte semplici, parte in forma pubblica da tenersi fralle memorie di Casa perche’ non ebbero effetto”. Si osservi che la complessiva sistemazione delle carte e, spesso, i commenti agli atti sembrano doversi a Giuseppe Maria Nomi, notaio e vicario in Lippiano, che spesso precisa in calce all’atto il nome del notaio che ha rogato l’atto che egli sta esaminando e compendiando, e di diversi atti commenta che si trovano “in Archivio Montis Sanctae Mariae”.
Sono presenti i seguenti documenti:
- “Minute di testamento del Sig[nor]e M[arche]se Francesco Maria del Monte, e Minuta di Supplica per l’erezione della Cappellania nell’altare della B[eata] V[ergine] del Carmine in Lippiano diretta a Monsignor Eustachi Vescovo di Citta’ di Castello” (che, si annota, “va’ fra le memorie di Casa”; ) (copia del 1713 giugno 9), modificato in morte del nipote ed erede Onofrio nel testamento del 1722 giugno 17
- “Copia del testamento di Mons[igno]r Gio[vanni] B[attist]a del Monte” (1629 marzo 11) - “Copia del testamento di Mons[igno]r Girolamo Borbon del Monte” (1601 novembre 24)
- “Copia pub[lic]a del Testamento del Sig[nor]e Marchese Carlo Borbon del Monte (1596 giugno 1)
- “Estratto di particola di testamento di Carlo di Montino in cop[i]a pub[li]ca” (1596 giugno 1)
- “Transunto del Testam[en]to di Mons[igno]r Gio[vanni] B[attista] del Monte (1629 marzo 11, copia del 1747 febbraio 19) (con annotazione: “Questo e’ un estratto, o sia una compilazione, e non copia estesa” e “Duplicata”, in calce ad un primo commento: “Transunto del testamento di Gio[vanni] B[attista] del Monte in copia pub[lic]a per gli atti di Giuseppe Nomi, li 19 Feb[brai]o 1747”; si osservi ancora l’annotazione testamentaria, forse indicativa di una pratica piu’ diffusa: “(...) che delle Scritture di Casa anzi che si trovano, si vedino e assegnino a chi piu’ si aspetta” e, tra i lasciti, il seguente (ma si veda qui il richiamo agli aspetti interessanti quanto a cose d’arte): “(...) lassa alli signori Montino e Vincenzo suoi Nipoti un quadro d’Apollo, et il quadro dell’Oraz[ion]e nell[’]Orto di No[ostro] S[ignore], e il ritratto del Sig[nor]e Montino Padre del Sig[no]r Testatore di mano di Titiano), Disposizioni testamentarie di Montino di Guid’Ascanio del Monte (s. d.)
- “Ristretti di testamenti”: “Altra copia di testam[ent]o” (1635 giugno 25) “di Montino di Guidascanio Bourbon Marchese del Monte. Ramo estinto in Ancona, ed ora passato al primogenito attualmente (1824) dimorante in Ancona” (sic) e, nello stesso insieme documentario
- “Ristretto del testamento fatto dal Sig[no]r M[arche]se Fran[ces]co M[ari]a de Bourbon del Monte l’anno 1721 (...)”
- “Ristretto della Donazione fatta dal S[igno]r e Mar[che]se Fran[ces]co de Bourbon del Monte (...) al S[igno]r e Mar[che]seMontino del Monte suo Nipote”
- “Ristretto del test[ament]o fatto dal S[igno]r Mar[che]se Fran[ces]co de Bourbon del Monte Reggente li 11 gennaro 1710 per gl’atti del s[igno]r Giovanni Bernardino Morganti da Morro archivista della Badia di Chiaravalle”
- “Ristretto del testamento del q[uonda]m S[igno]r M[arche]se Francesco di Fabio Bourbon del Monte fatto l’anno 1665 li 30 Ott[obr]e per rogito del signor Gregorio Rampaci di Citerna”
- “Ristretto del codicillo del q[uonda]m S[igno]r M[arche]se Franc[esc]o di Fabio de Bourbon del Monte fatto l’anno 1682 li 29 Mag[gi]o per rogito del S[igno]r Gregorio Rampaci di Citerna” (di cui si segnala la disposizione seguente: “che non si possa vendere, ne barattare un [cagnolo?] di oro con Rubini stimato [scudi] 300, un libro intitolato Theatrum Urbis, et Orbis, et un quadro della Madonna, il Signore, e S[an] Giuseppe, un Bacile, Boccale con due piatti figurati stimati di pittura di Raffaele di Urbino, ed un paro di piccole pistole a [ruote] alla Tedesca venute dalla Gallaria di Toscana. Il [Cagnolo] e’in Ancona, il Libro con i due piatti, e quadro in Lippiano, il Bacile, e Boccale il Mar[che]se Franc[esc]o M[ari]a lo dono’ al signor Principe Ruspoli, e le pistole non ci sono (...)”, quest’ultimo verosimilmente inciso del notaio)
- “Ristretto del Testamento del q[uonda]m S[igno]r M[arche]se Fabio Camillo dei Bourbon del Monte fatto l’anno 1726 li 27 e Maggio, ed aperto l’anno 1729 per rog[i]to del s[igno]r Filippo Bonvini not[ai]o di Ancona li 6 agosto”.
- “Ristretto del Codicillo fatto dal S[igno]r M[arche]se Fabio Camillo de Bourbon del Monte l’anno 1726 li 27 Mag[gi]o, ed aperto l’anno 1730 li 21 Ott[obr]e per rogito del S[igno]r Filippo Bonvini Not[ai]o di Ancona”
- “Ristretto del Test[ament]o fatto dal S[igno]r Mar[che]se Abb[at]e Carlo de Bourbon del Monte li 28 D[icem]bre 1735 per rog[it]o del s[igno]r Dom[eni]co Dreaghi di Ancona”
- “Estratti di Primogenitura e Testam[en]ti della Casa del Monte” (s. d.). (f. sciolto).
- “Copia del Testamento del fu’ M[arches]e Francesco del Monte del 30 ottobre del 1663” (“tutti i quadri” a Francesco di Montino, cugino del testatore)
- “Ristretti di testamenti. Ristretto di testamento del March[es]e Montino di Guidascanio Bourbon del Monte. Ramo di Ancona, estinto, e passato nel primogenito gia’ abitante in Lippiano, ed ora (1824) in Ancona. Contiene: - “Ristretto del Testamento fatto dal S[igno]r Mar[che]se Montino di Guid’Ascanio de BourboRegistro cartaceo.n del Monte li 25 Giugno 1635 in Roma, e consegnato al sig[no]r Francesco Brancadori e Not[ai]o et Archivista di Ancona del 1641 li 14 e Agosto (…)” - “Ristretto del Testamento fatto dal S[igno]r Marchese Franc[esc]o M[ari]a de Bourbon del Monte l’anno 1721 l’…, e aperto l’anno 1722” - “Ristretto della Donazione fatta dal S[igno]r Marchese Franc[esc]o de Bourbon del Monte Reggente al S[igno]r Marchese Montino del Monte suo nipote li 13 De[cem]bre 1706 per rogito del signor Filippo Bonvini notaro Anconitano” - “Ristretto del Testamento fatto dal S[igno]r Marchese Franc[esc]o de Bourbon Reggente del Monte li 11 Genn[ai]o 1710 per gli atti del S[igno]r Giovanni Bernardino Morgenti da Morro Archivista della Badia di Chiaravalle” - “Ristretto del codicillo del q[uonda]m S[igno]r Marchese Franc[esc]o di Fabio de Bourbon del Monte fatto l’anno 1682 li 29 maggio per rogito del S[igno]r Gregorio Rampacci di Citerna - “Ristretto del Testamento del q[uonda]m S[igno]r Marchese Fabio Camillo dei Bourbon del Monte fatto l’anno 1726 li 27 maggio, ed aperto l’anno 1729 per rogito del s[igno]r Filippo Bonvini not[ai]o di Ancona li 6 agosto”.
- “Copia del Testam[en]to del fu’ M[arche]se Fran[ces]co del M[on]te 30 ottobre 1665” (1782 giugno 27)
- “Copia semplice del Testamento fatto dal S[igno]r M[arche]se Fran[ces]co lasciando Erede il S[igno]re M[arche]se Montino, (…) con alcune condizioni. Rog[it]o S[igno]r Orazio Ottaviani [Canc[ellie]r] dell’Abbadia di Chiaravalle li 16 gen[nai]o 1710” (1710 gennaio 16)
- “Copia pub[lic]a del Capitolo aggiunto al Codicillo del Testamento del S[igno]re M[arche]se Franc[esc]o di Fabio del Monte [rog[it]o] S[igno]re Gregorio Rampacci Not[ai]o pub[lic]o di Citerna (…)” (1682 maggio 20)
- “Estratto semplice di particola di Testamento di Uguccione del M[on]te, Conte di Monte Baroccio” (“Estratto” o “Ristretto”) (s. d.),
- “Testamento del Sig[nor]e M[arche]se Franc[es]co M[ari]a Borbon del M[on]te Rog[at]o dal S[igno]re Franc[esc]o Massani Not[ai]o di Citta’ di Castello, del qual Test[ament]o se n’e’ fatta copia semplice da Franc[es]co M[ari]a Cerboni li 14 Ottobre 1722 in Lipiano” (1722 giugno 17)
- “Estratto autentico di particola di Testam[en]to del M[arche]se Franc[es]co di Montino” (1710 gennaio 11) (con sottoscrizione del 1745 settembre 5 del cardinale Nereo Corsini)
- “Particola del Testamento del fu M[arches]e Franc[es]co M[ari]a del Monte” (1722 giugno 17)
- “Copia semplice del Testamento del S[igno]r Mar[che]se Ab[at]e Carlo Borbon del Monte Rog[it]o Dom[eni]co Draghi Not[ai]o Anconitano” (1736 dicembre 28)
- “Copia semplice del Testam[en]to del Castellano di Ferrara” Francesco di Camillo Bourbon del Monte “[Ap[ri]le] 1759” (1759 marzo 8)
- “Autografo del testamento […?] del M[arches]e Franc[es]co M[ari]a del 8 settembre 1717” (“consegnato li 17 Luglio 1722 al Notaro […]”, “an[n]ullato”)
- “Testamento del S[igno]r M[arche]se Fabio Camillo del Monte in forma pub[lic]a per gli atti di Gregorio Rampacchi Not[ai]o di Citerna (…)” del 1682 novembre 14 (1684 novembre 24) (“an[n]ullato”)
- “Testamento del Sig[nor]e M[arche]se Fabio Camillo del Monte” (1718 ottobre 28) (“an[n]ullato”), “Testamento del Sig[nor]e M[arche]se Fabio Camillo Borbon del Monte (1723 agosto 9) (“an[n]ullato”)
- “Testamento del Sig[nor]e M[arche]se Fabio Camillo Borbon del Monte” (1723 agosto 9)
- “Testamento del Sig[nor]e M[arche]se Fabio Camillo del Monte in forma pub[lic]a per gli atti del Sig[nor]e Giuseppe Nomi li 12 ag[ost]o 1747” (“an[n]ullato”) (1747 agosto 12 per la copia, ma 1720 settembre 12 per il testamento) (Giuseppe di Pierfrancesco Nomi, indicato anche come Giuseppe Maria Nomi), lettera al “Generale Maggiore De Geppert Comandante le truppe austriache” da parte del “Governo provvisorio. Dipartimento del Metauro, Municipalita’ di Ancona”, a firma di “Girolamo de’ Bosdari” (1815 giugno 1), minuta di lettera al Conte Maurizio Esterhazy, Inviato straordinario e Ministro plenipotenziario di S[ua] M[aesta’] Imperiale Apostolica presso la S[anta] Sede. Roma” sulla decorazione ricevuta, dell’appartenenza all’ordine della Corona di Ferro (febbraio 1853).
 

07. Atti di Nascita, Matrimonio, Morte (Birth, Marriage, and Death Certificates)

Scope and Content

Atti di nascita o di matrimonio (“Fedi”) e attestazioni di morte, scritture genealogiche, composizioni poetiche d’occasione per matrimoni e morti.
Certificates of birth, marriage and death, genealogical texts, poetry composed for weddings and deaths.
Box 16, Folder 1

"Fedi e memorie di nascite e morti non duplicate" 1629 - 1831

Physical Description: 493 ff. e 2 pp. 6 sottofasc. Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux. Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "A A".

Scope and Content

Documentazione relativa all'attestazione di nascite, matrimoni e morti di membri della famiglia; tentativi di rappresentazioni grafiche di legami familiari mediante alberi genealogici, notizie inerenti altre famiglie. Il fasc. contiene 6 sottofasc., separatamente conservati:
 

"Fedi di Battesimo de'M[arche]si Del Monte, di Ancona. Prima copia completa". (135 ff., 2 pp. a stampa).

Contiene le fedi indicate dal titolo. Presente una copia della "Gazzetta universale di Foligno" del 22 agosto 1806.
1.

 

"Certificati autentici, e privati di nascita, matrimonj, ed altro di individui non di Casa Del Monte ma di altre case parenti, si' per prove Cavalleresche, come per notizia istorica de' sudetti". (167 ff.).

Contiene dissertazioni di carattere genealogico relative alle seguenti famiglie: Mancinforte (altrove: Manciforti), Bonaccorsi, Mancini di Montepulciano, Ferretti di Ancona e Barnabo' di Foligno. Contiene inoltre fedi di nozze tra Guglielmo Guglielmi Balleani di Jesi e Tecla Marcolini di Fano (1786 giugno 12) ed altra di Angelo Ghsilieri e Lionora Ferretti (1636 dicembre 10), altra di Francesca "Ballanti" e Fabio "de Pellegrinis" (1632 maggio 2), Simone Bonaccorsi e Caterina Parisani (1657 febbraio 13), ["Giccione de Garisanis"] e Felicita Emiliani (1629 marzo 20), Pietro Paolo Marcolini e Francesca Ferretti (1719 settembre 26). Contiene poi fedi di battesimo di membri delle seguenti famiglie: Legnani, "Ghisiglieri" (per Ghislieri), Mancinforti, Pellegrini, Razzanti, Mancini, "Legnani" (sic, forse per Lignani), Pellegrini, Parisiani, Bonaccorsi, Migliani, Ferretti. Presenti ancora: fede di morte di Guglielmo Guglielmi Balleani (1831 agosto 11); strumento dotale di Maria Manciforte (1677, in copia), fede relativa alla considerazione inerente lo stato nobiliare prestata a Francesco Maria Bourbon del Monte, figlio di Montino Bourbon del Monte, in Citta' di Castello (1752 marzo 29); fede relativa alla considerazione inerente lo stato nobiliare prestata ai coniugi Virginio Bourbon del Monte e Virginia Mancinforti, in Citta' di Castello (1752 marzo 29); fede relativa alla considerazione inerente lo stato nobiliare prestata alla famiglia Marcolini in Fano (1752 marzo 29).

Si segnala che una delle fedi di battesino, quella di Angelo "Ghisglieri" (sic, per Ghislieri) reca la scritta "Fedi di nascita, e di matrimoni di parenti di Casa, le quali poco servono", cosa che probabilmente restituisce il criterio con il quale la documentazione e' stata qui raccolta.
2.

 

Scritture genealogiche (66 ff., una camicia, 1 albero genealogico conservato a parte).

Contiene la "Dissertazione critica del Sacerdote Domenico de' Pazzi di Citta' di Castello, tendente a dimostrare la discendenza delli Cerbone e Ludovico Capi delle due Branche de' Marchesi Del Monte S[an]ta Maria, e di Sorbello, da Ranieri Marchese di Montemiggiano. Fatta li 28 marzo 1745. Con Sommario di documenti" e la "Verifica dell'albero genealogico di Casa del Monte, compilato dal Sacerdote Dom[eni]co Pazzi di C[itta'] di Castello, per il tempo dal principio del secolo XIV fino al principio del secolo XVI".

Presente un albero genealogico: "Parte d'Albero Genealogico di Casa Del Monte, del Critico Dom[eni]co Pazzi, di C[it]ta' di Castello
3.

 

"Fedi, e memorie di nascite, e morti n[on] duplicate". (115 ff.)

All'interno della camicia che contiene il sottofasc., la scritta "Tom. III Qui si trovano lett[ere] diverse dal n.o 1 insino al n.o 4" e la scritta " Fedi di nascite, morti, Apoche matrim[onia]li e altre antiche notizie Genealogiche e nobilta'".

Contiene, in due distinti raggruppamenti, (a) "Duplicati di Fedi di Battesimo de' M[arche]si Del Monte di Ancona" (65 ff.) e (b) "Fedi di morte di parecchi M[arche]si Del Monte del ramo di Ancona". (50 ff.)
4.

 

"Fedi di morte, e di nascita di parecchi individui, M[arche]si Del Monte, de' Rami di Firenze, Orvieto, e Citta' di Castello con qualche fede di matrimonio di essi". (23 ff.). Usualmente, sottoscrizione di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi (1747). 5.

 

Notizie genealogiche. (9 ff.).

Contiene poche annotazioni, spesso non datate, relative a dati biografici di membri della famiglia e brevissimi dati estratti da documenti. Si segnala, per il rilievo che ha per la ricostruzione delle vicende della memoria archivistica inerente la famiglia, lo "Spoglio dell'Archivio della Pieve del Monte Santa Maria" (1807)", contenente date di morte di membri della famiglia Del Monte, dal 1638 al 1752.

All'interno della camicia che contiene il sottofasc. 4 ("Fedi e memorie di nascite, e morti n[on] duplicate"), la scritta "Tom. III Qui si trovano lett[ere] diverse dal n.o 1 insino al n.o 4" e la scritta " Fedi di nascite, morti, Apoche matrim[onia]li e altre antiche notizie Genealogiche e nobilta'".
6.

 

Si segnala che una delle fedi di battesimo, quella di Angelo "Ghisglieri" (sic, per Ghislieri) reca la scritta "Fedi di nascita, e di matrimoni di parenti di Casa, le quali poco servono", cosa che probabilmente restituisce il criterio con il quale la documentazione e' stata qui raccolta. .

Box 43, Folder 1

“Fedi e memorie di matrimonj, doti, quietanze dotali. Con duplicati” 1491 giugno 21 - 1748 giugno 13

Physical Description:

Scope and Content

La documentazione, in originale e in copia, e' relativa ad atti matrimoniali e dotali. Presenti brevi regesti al verso.
Box 43, Folder 2

“Fedi di nascita, matrimoni e morti di individui parenti della Famiglia” 1491 giugno 21 - 1748 giugno 13

Physical Description: 583 pp. e 47 ff. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: “Autuno” [1871?].

Etichetta in alto: “Fedi di nascita, matrimoni e morti di individui parenti della Famiglia”

Etichetta in basso: “ Marchesi del Monte. Archivio gentilizio”.

Scope and Content

Il fasc. contiene numerosi opuscoli a stampa e taluni ff. sciolti, sia a stampa che ms. Si tratta di pubblicazioni d’occasione (per nozze, in morte, in occasioni di rilievo politico, per riunioni accademiche). Si tratta di:
 

"La vera idea d'un grande riconosciuta nell'Eminentissimo, e Reverendissimo signor Cardinale Gio. Battista Bussi Vescovo beneficentissimo d'Ancona Accademia tributata al medesimo dagl'Accademici Caliginosi nella sala del Palazzo Pubblico (...)". "In Ancona, per Nicola Belelli MDCCXXIV" (Ancona, 1724). (pp. 1 - 58). 1.

 

"Visione sull'Italia. Capitolo di Michele Mallio Gia' pubblico Professore di Eloquenza nell'Universita' di Modena fra gli Arcadi Silveno Meliaco membro della Reale Accademia Fiorentina dei Forti di Roma ec.". "In Ancona presso Nicola Baluffi 1808". (10 pp.). 2.

 

"Nelle lodi di s. Ciriaco martire e vescovo d'Ancona Orazione del canonico Agostino Peruzzi". "Bologna per le stampe di Annesio Nobili MDCCCXVIII" (Bologna, 1818). (pp. 1 - 44). 3.

 

"A Sua Maesta' Imperiale Giuseppe II re de' Romani", insieme di sonetti. "Impressit Fulginiae Franciscus Fofus A. R. S. MDCCLXIX". (Foligno, 1769). (20 pp.). 4.

 

"Alla principessa D. Antonietta Corsini Sestine di Andrea Malacari di Ancona 1 ottobre 1807". (Ancona, 1807). (pp. 3 - 14).

Si tratta di sestine "richieste dalla medesima pe'l suo libro di memorie".
5.

 

"Raccolta di rime per le felicissime nozze del signor Marchese Alfonso Ignazio Bevilacqua colla signora Marchesa Maria Maddalena Trotti Dama della Chiave d'Oro della Serenissima Elettrice Vedova Palatina dedicate alli stessi nobilissimi sposi". "In Ferrara MDCCXL per Girolamo Filoni". (Ferrara, 1740). (123 pp.). 6.

 

"A Sua Eccellenza il Signor Commendatore Giuseppe Casati Prefetto del Dipartimento del Metauro. Versi sciolti di Michele Mallio", Ancona dai Torchj della Stamperia Dipartimentale di Arcangelo, e figlio Sartori" (s. d.). (8). 7.

 

"Ai nobili gentili sposi la signora Volumnia Palmucci de Pellicani patrizia maceratese ed il cavaliere Montino Bourbon del Monte de Marchesi di S. Maria in attestazione di Stima e Parentela Palmuccio Palmucci offre la seguente raccolta". "Macerata 1782". "dalle stampe di Luigi Chiappini, ed Antonio Cortesi". (Macerata, 1782). (8 pp.). Presente una seconda copia, 8 bis. 8.

 

Insieme di componimenti relativi a "La Pescara", vicino a Foligno, luogo di villeggiatura dell'abate Antonio Baldelli segretario del cardinale Ranuzzi, vescovo di Ancona. (Assisi, 1791). (pp. III - 29). (pp. 3 - 27). 9.

 

"Orazione funebre nell'esequie dell'Illustrissimo, e Reverendissimo Monsignore Giosafat Battistelli Vescovo di Foligno Detta nella catedrale dell'istessa citta' dal Padre Maestro Filippo Ippolito Fanti dell'Ordine de' Servi di Maria il di' 3 giugno 1735" "Per Pompeo Campana Stamp. Camerale, e Pubblico". (Foligno, 1735) (27 pp.) 10.

 

"In occasione del felicissimo giorno natalizio di Ferdinando IV Re delle Due Sicilie. Canzone 1760", "Vienna d'Austria, nella Stamperia di Giovanni Leopoldo Nobile di Ghelen" (Vienna, 1760). (8 pp.). 11.

 

"Alle faustissime nozze del nobil uomo cavalier Francesco Montino Bourbon del Monte de' Marchesi di Santa Maria con la nobil donna Volunnia Palmucci de' Pellicani patrizia maceratese sinceramente applaude il marchese Valerio Ciccolini dedicando il presente Capitolo al signor Marchese Luigi Trionfi". "Macerata MDCCLXXXII presso Bartolommeo Capitani Stampator del Publico, dell'Universita' degli studj, e dell'Accademia de' Catenati" (Macerata, 1782). (pp. III - VIII). 12.

 

"Solennizzandosi con pompa solenne nella Chiesa Cattedrale di Ancona il faustissimo giorno 15 agosto dell'Assunzione in cielo della Gran Madre di Dio Maria SS. Plenipotenziaria delle monarchie giorno anniversario in cui nacque non senza sovrumano mistero Napoleone Il Grande Imperatore di Francia e Re d'Italia Funzione chiamata per render grazie all'Altissimo di questo beneficio accordato alla Umanita' e per raddoppiare a Maria I piu' fervidi voti, onde implorare la costante conservazione di so' misterioso Eroe. Il Giudice Bonavia Uno de' Colleghi nella Corte di Giustizia civile, e criminale del Dipartimento del Metauro, da' sfogo al suo trasporto coi due seguenti umilissimi Encomj". "Presso Niccola Baluffi 1808" ([Ancona], 1808). (6 pp.). 13.

 

"Alla gentile e nobil signora Volunnia Palmucci de' Pellicani Patrizia Maceratese in occasione delle sue faustissime nozze col gentile e nobil signore Cavalier Francesco Montino Bourbon Del Monte de' Marchesi di Santa Maria Francesco Amici in verace dimostrazione di allegrezza di stima e di amicizia fra gli applausi comuni questo poetico componimento offre dona e consacra". "Macerata MDCCLXXXII presso Bartolommeo Capitani Stampator del Publico, dell'Universita' degli studj, e dell'Accademia de' Catenati" (Macerata, 1782). (16 pp.). 14.

 

"Ai nobili gentili sposi la signora Volunnia Palmucci de' Pellicani Patrizia Maceratese ed il cavaliere Montino Bourbon Del Monte de Marchesi di Santa Maria in attestato di vera stima, e sincera allegrezza il conte Domenico Torri offre la seguente raccolta" "Macerata MDCCLXXXII dalle stampe di Luigi Chiappini, ed Antonio Cortesi". (Macerata, 1782). (pp. III - XII). Seconda copia, non rilegata, 15 bis. 15.

 

"Alle faustissime nozze del nobil uomo cavalier Francesco Montino Bourbon Del Monte de' Marchesi di Santa Maria colla nobil donna Volunnia Palmucci de' Pellicani Patrizia Maceratese li cugini De Vico Ubaldini ossequiosamente con queste rime applaudiscono". "Macerata MDCCLXXXII presso Bartolommeo Capitani Stampator del Publico, dell'Universita' degli studj, e dell'Accademia de' Catenati" (Macerata, 1782). (pp. III - X). 16.

 

"Delle lodi di Monsignor Pompeo Compagnoni Vescovo di Osimo e di Cingoli orazione funerale detta da pellegrino Roni modenese professore di umane lettere nel collegio di Osimo nelle solenni esequie e presente essendo il cadavere dello stesso prelato dedicata al nobil uomo il signor Conte Aurelio Guarnieri Ottoni patrizio osimano" "appresso Domenicantonio Quercetti", "Osimo MDCCLXXIV" (Osimo, 1774). (pp. III - XX). 17.

 

"Orazione recitata nel di' natale di Sua Sacra Real Maesta' ai XXVII d'aprile dell'anno MDCCXLVII da Giuseppe Bartoli", "In Torino, nella Stamperia Reale" (Torino, 1747). Con immagine a chiusa del testo. (pp. IV - LXXXVI). 18.

 

"Argene in Leche per consultare I sette savj della Grecia adunati nel Convito di Periandro Principe di Corinto. Poesie in occasione delle faustissime nozze del nobil' uomo Curzio degli Onofri e della nobil donna Maddalena Barnabo' dalla citta' di Foligno". "In Foligno, per Pompeo Campana Stamp. Vesc., e Pubbl. 1750". (30 pp.). 19.

 

"Applauso nuziale dedicato a S. E. Il signor Conte di Mystiolo e Mappello Antonio Passionei Camerata de' Mazzoleni" () "per gli sponsali degli Eccellentissimi Signori il Conte Pacifico Camerata anconitano suo figlio colla contessa Benedetta Savorgnan di Venezia. Raccolta dedicata dal abbate d. Niccola Foschi". "Ancona dalle stampe Sartoriane 1802" (Ancona, 1802). (pp. V - XV). 20.

 

"De Francisco Musca Pisaurensi Laudatio Funebris. Aloisius Restius Ferrarius Mantuanus Pisaurensibus pro Praefecto Italiae scripsit Habuitque pro rostris Pisauri in templo Fani X. Kal. Ianuarii anno MDCCCXI IX() post laudati decessum. Theophilus Aemilius Boethius a Secretis Pisauriensis Athenaei latine vertit". (Pesaro, [1811]). Ms. (22 ff.). 21.

 

"Discorso sopra la politica", di anonimo, "Vienna, aprile 1763". Ms. (16 ff.). 22.

 

Sonetti e componimenti.

Si riuniscono in questo sottofasc. Diversi sonetti a stampa:

-uno "Al Sommo Pontefice Benedetto XIV per l'acclamata creazione fatta dalla Santita' Sua di ventisette degnissimi cardinali", di "G. Santorio", (Roma, 1743);

-uno "Per le faustissime nozze del nobi uomo signor Michele Cadolini con la nobile donzella contessa Francesca Toriglioni ambidue patrizi anconitani", che "il conte Giulio Bonarelli della Colonna cugino dello sposo unitamente alla sua famiglia in attestato di parentela e sincero attaccamento applaude col seguente Sonetto", "Ancona, dalla Stamperia Sartorj", 1818 (Ancona, 1818). Si noti che al verso reca la scritta "Diploma di Ces[are]o Ciamberlano a fav[o]re di Carlo di Franc[es]co - Montino Del Monte", a segno di un riuso: il sonetto fu usato verosimilmente per rivestire gli atti di cui si dice in questa annotazione e piu' tardi sottratto a quell'uso per essere portato nella presente collocazione, che lo unisce ad altre composizioni poetiche d'occasione;

-uno "Alla gentile e nobil signora Volunnia Palmucci de' Pellicani Patrizia Maceratese in occasione di sue faustissime nozze col gentile e nobil signore Cavalier Francesco Montino Bourbon Del Monte de' Marchesi di Santa Maria Lodovico Nelli in segno di verace stima ed amicizia offre il seguente sonetto". "Macerata 1782 Presso Bartolommeo Capitani Stampator del Pubblico, dell'Univ[ersita'] degli studj, e dell'Acc[ademia] de' Catenati" (Macerata, 1782);

-uno "Alla nobil donna Volunnia Palmucci de' Pellicani Patrizia Maceratese nelle sue faustissime nozze col nobil uomo Cavalier Montino Bourbon Del Monte de' Marchesi di Santa Maria il Canonico Ignazio Illuminati in contrassegno di ossequiosa stima, e sincera allegrezza". "Macerata 1782 Dalle stampe di Luigi Chiappini, ed Antonio Cortesi" (Macerata, 1782);

-uno "Per le felicissime nozze del nobil uomo Cavalier Francesco Montino Bourbon Del Monte de' Marchesi di Santa Maria con la nobil donna Volunnia Palmucci de' Pellicani Patrizia Maceratese Barone Giuseppe Narducci Boccaccio in segno di vera stima ed ossequio applaude col seguente Sonetto". "Macerata 1782 Presso Bartolommeo Capitani Stampator del Pubblico, dell'Univ[ersita'] degli Studj, e dell'Acc[ademia] de' Catenati" (Macerata, 1782);

-uno "Al merito sublime dell'eccelsa dama signora Volunnia Palmucci de' Pellicani Marchesa Bourbon del Monte S. Maria dama dell'insigne ordine della croce stellata di S[ua] M[aesta'] I[mperiale] e R[eale] in occasione delle faustissime nozze del suo primogenito Carlo Arimberto con la contessa Virginia Guglielmi Balleani", in cui "Pier Francesco e Giovan Francesco Bourbon Marchesi Del Monte figlj amatissimi della medesima offrono e consacrano il seguente sonetto", "Ancona dalla Stamperia Sartorj 1814";

-uno "Per le faustissime nozze del signor Marchese Carlo Bourbon del Monte S[anta] Maria colla signora Contessa Virginia Guglielmi Balleani Raimondo Ferretti in attestato di parziale sincera gioja di verace distinta stima e parentela offre I seguenti Sonetti", "Ancona dalla Stamperia Sartorj 1814";

-tre partecipazioni di nozze, a stampa, relative alle nozze tra Enrico Scalamonti di Ancona e Adele Guglielmi di Jesi (s. d.) (una per parte della famiglia dello sposo, due per parte della famiglia della sposa);

-"Notizie del giorno" di "Roma martedi' 22 agosto 1815", conservate probabilmente per il riferimento all'ingresso in Ancona dei Delegati per il "solenne possesso delle Marche" per Pio VII, presente Carlo Bourbon del Monte tra I Consiglieri Municipali.

-uno "alla nobil signora la signora Caterina Mozzi patrizia maceratese" in occasione della sua monacazione nel monastero di S. Caterina, da parte dello zio Domenico Lazzarini (testo di Gian Antonio Volpi), Padova, 1724 agosto 16;

-una partecipazione della morte del conte Raimondo Zauli da parte del nipote conte Rodolfo Zauli Naldi (Faenza, 1840 ottobre 24), a stampa con appunti mss.relativi alle famiglie cui la nota sia stata inviata;

-Note mss., di difficile comprensione, relative a "Francesco", nato nel 1756. (13 pp., 9 ff.)
23.

 

08. Parentadi (Kinships)

Scope and Content

Documenti genealogici, atti legali e inventari relativi a successioni ereditarie e a cause legate ai rapporti con le famiglie con cui la famiglia dei marchesi di volta in volta s’imparentava. Genealogical documents, legal acts and inventories regarding successions and bequests, and law-suits with families to whom the Marquises were connected by marriage.
Box 41, Folder 2

"Eredi Palmucci. Inventario del Patrimonio gia' Palmucci" [ca. 17--] - 1804

Physical Description: Camicia bordeaux. All'interno, scritta "A".

Etichetta in alto: "Eredi Palmucci. Inventario del Patrimonio gia' Palmucci".

Etichetta in basso: a matita, "Test[ament]I di Anton Francesco Palmucci. Macerata".

Il fasc. contiene 2 registri cartacei (1 e 2) e un sottofasc. (3)

Scope and Content

Il fasc. contiene 2 registri cartacei (1 e 2) e un sottofasc. (3):
 

Eredita' Palmucci. 1804. Inventario", con indici. Si segnala il riferimento alle cose d'arte possedute nelle proprieta' di famiglia. (268 ff., con num. orig. 1 - 261). 1.

 

"Catalogo della Libreria Palmucci" (40 ff. sciolti, catalogo con num. orig. ff. 3- 139), s. d., ma probabilmente ante 13 aprile 1813, cui si riferisce il testo di una progettata "Iscrizione". Ci si riferisce a Pier Francesco Palmucci de' Pellicani. Presenti alcuni ff. sciolti, con annotazioni e descrizioni del contenuto della biblioteca, distinto per materie (e unita una tavola per materie). Presente un'attestazione a stampa, predisposta e non utilizzata, di visita al Santuario di Loreto e di confessione, per esponenti della "nazione ispanica)(XVIII s.). Ancora, si segnala: "Testimonio di Gio[vanni] Giacomo Rousseau sulle Sante Scritture nel suo Emilio Tomo Terzo". 2.

 

Carte Palmucci (59 ff.).

Il sottofasc. raccoglie, per mera prossimita' tematica ai registri che lo precedono, materiale variamente inerente la famiglia Palmucci: descrizioni di proprieta', note, appunti estratti all'apparenza da inventari, per lo piu' non cartulati e s. d., ma del Settecento e dell'Ottocento.

Si segnalano per il particolare valore in ordine a cose d'arte:

a) un elenco (2 ff.) di "II. Pitture, e quadri. [Scudi] 205.70. [Seconda] parte. Duplicato", s. d. (ma, riferendosi alla "S[anta] M[emoria] di Pio VI"', l'atto deve considerarsi posteriore al 29 agosto 1799, data della morte di questo pontefice). All'interno, "Rata dei quadri in pittura, [estame?] come appresso". In particolare, in esso si riferisce di un quadro "orig[inal]e del Zuccari", di un "San Francesco del [Muziani], di una "mez[z]a fig[ur]a di un san Fran[ces]co abbozzo d'Anibale Caracci con cornice rustica", di "un Sant'Antonio Abate originale di Salvator Rosa", di "una devota espressiva fig[ur]a di donna intenta alla lettura originale del Subleras", di "due quadri teste di vecchioni orig[inal]e d'Andrea Sacchi", "due quadri con cornice [vedute?] del Pomaranci", "due con mez[z]e fig[ur]e d'angioli del sudetto" (sc. "Pomaranci"), "stampe nel Casino di S[an] Giuliano in Filottrano.

b) L'atto appena sopra descritto va unito ad un secondo atto (3 ff.), maggiormente discorsivo, di cui pare una sorta di compendio. Questo secondo atto ha la seguente indicazione: "Quadri. Pitture e stampe. 2a parte. Duplicato", s. d.".

c) "Nota dell'Intrata de' terreni di Corinaldo ritrovata il di' 11 Ottobre 1734" (2 ff.) con, a f. 2rv, una "Nota de' Quadri, che si portano in Macerata, esistenti in una Cassetta rustica di Abete".
3.

Box 42, Folder 2

"Palmucci Volun[ni]a M[arche]sa del Monte. Causa per la sua legittima, e carte relative" 1755 - post 1815

Physical Description: 389 ff. 1 fasc.1 fasc. "Palmucci Volun[ni]a M[arche]sa del Monte. Causa per la sua legittima, e carte relative".

Scope and Content

La documentazione e' relativa alla definizione dell'eredita' di Volunnia Palmucci sposata del Monte, in relazione all'asse paterno. Sono dunque censiti debiti e crediti, con inventari delle proprieta' e dei beni domestici, conti relativi alla confezione degli inventari stessi, rendiconti degli amministratori (in particolare, Giuseppe Mando' - per Montino del Monte - e Francesco Patriossi), amministrazione di censi, conti di spese, note dei lavori compiuti nelle proprieta', note delle collette annue e delle gabelle. Presenti inoltre gli "Atti di causa in Rota maceratese tra Costanza e Volunnia", madre e figlia Palmucci, per "la stipolazione dell'istromento di quietanza della legittima paterna di Volunnia, da questa negato, e da quella voluto" (1805).
Box 44, Folder 1

"Sciamanna. Parentado con la S[ignor]a Virginia M[arche]sa del Monte. Liti e pretese di con (sic) successioni" 1808 - 1851

Physical Description: 601 ff. e 1 p. a stampa. 1 fasc. comprendente 8 sottofasc.Camicia bordeaux. All'interno, scritta "A".

Etichetta in alto: "Sciamanna. Parentado con la S[ignor]a Virginia M[arche]sa del Monte . Liti e pretese di con (sic) successioni".

Etichetta in basso: a matita, "Sciamanna".

Scope and Content

Il fasc. contiene 8 sottofasc.:
 

"Cessione della marchesa Virginia Sciamanna alla S[acra] Congregazione di Propaganda di Roma di parte della sua legittima materna in totale di [...] 2.418, e carte relative", atti del 1844-1845. (24 ff.).

Si ricordi che la Marchesa Virginia Bourbon del Monte era vedova di Lodovico Sciamanna.
1.

 

"Cessione Sciamanna in Iacovossi di [scudi] 1.250 porzione di parte della sua legittima materna", atti dal 1843 al 1851. (34 ff.).

In questione aspetti dell'eredita' di Volumnia Palmucci vedova del Monte.
2.

 

"Sciamanna. Pretesa di Virginia di consuccedere all'eredita' del suo padre Commend[ator]e Marchese del Monte", atti dal 1823 al 1825. (255 ff.) 3.

 

Atti relativi alla causa del Monte Sciamanna (1811 - 1820).

(75 ff.). Nota: "Carte da ritenere".
4.

 

"Matrimonio Virginia del Monte con Lod[ovico] Sciamanna. Informazioni sulla condizione e stato patrimoniale Sciamanna ()". (47 ff.)(1808 1811).

Si segnala uno "spoglio () Sciamanna" relativo , tra le altre cose, a proprieta' in Roma. Virginia era figlia di Montino del Monte del ramo di Ancona. Si tratta di note sul patrimonio familiare e sulle caratteristiche delle persone.
5.

 

"Matrimonio [di] Virginia del Monte con Lod[ovico] Sciamanna. Carteggio con l'Ufficio di Registro di Ancona per supposto aggravio di tassa sulla dote, e carte relative". (18 ff.).

Atti del 1810, ma numerosi atti s. d.
6.

 

"Accasamento Sciamanna". Accordi nuziali, valutazioni di beni, capitoli matrimoniali. Presente un indice degli atti. (132 ff.).

1808 1810, con atti del 1816, del 1817 e del 1821.
7.

 

"Sciamanna. Stato di iscrizioni a carico delli Sig[no]ri M[arche]si Virginia Bourbon Del Monte, e Lodovico Sciamanna di lei consorte, desunto dallo estratto rilasciato dal Conservat. dell'Ipoteche di Spoleto li 19 dicembre 1836 e prodotto dal Creditore Tranquillino Mieli nel giud[izio] di vendita della tenuta in vocabolo Palma". Con tabelle relative al periodo 1817 1834, copie di documenti e corrispondenza relativa agli anni 1809 - 1840. (36 ff.). 8.

Box 48, Folder 2

Cause e Parentele 1732 - 1861

Physical Description: 210 ff. 1 fasc. comprendente 4 sottofasc.Fasc. contenente, senza indicazioni di sorta, I 4 sottofasc.

Scope and Content

Il fascicolo contiene, entro camicia, 4 sottofascicoli:
 

Atti relativi al tentativo di frazionamento del Marchesato degli anni Quaranta del Settecento.

La causa, giunta all'Imperatore, opponeva Pietro Bourbon del Monte Santa Maria e Monaldo Bourbon del Monte.

Presenti descrizioni dello stato del Marchesato, copie di lettere, relazioni. Interessanti atti relativi alla vita sociale del Marchesato e alla presenza ebraica e documenti inerenti i feudi marchionali, la loro investitura e la relativa giurisdizione.

Presente un albero genealogico ante 1755.

1756, febbraio (e con atti del 1732, 1742, 1752, 1753, 1754 e 1755)

109 ff. Cartulazione originale
1.

 

"Manciforte"

Sulla camicia che contiene il sottofascicolo, oltre al testo dal quale questo prende il nome presente anche la scritta "Giurisdizione. Patenti e della Casa, e del Trib[unal]e di Firenze" e, in costa, la scritta "Tom. IV Par. VI. Qui si conservano le scritture da n.o 33 insino al num.o 39".

All'interno della camicia, la scritta: "Documenti antichi, parte in originale e parte in copia per ordine cronologico".

Atti relativi al Patrimonio Manciforte Sperelli: prospetti contabili, relazioni, calcoli di rendite, definizioni di doti. Francesco Bourbon Santa Maria era procuratore di Giulio Manciforte, cose che spiega la presenza degli atti nell'archivio di famiglia.

Si segnala la presenza di un albero genealogico relativo, da una parte, agli "Sperelli di Assisi", e dall'altra ai "Manciforte d'Ancona", e di un altro, abbozzato, relativo ai Manciforte.

66 ff.

1816 - 1818
2.

 

"Parenti di casa"

La camicia contiene ff. sciolti relativi al parentado del casato Del Monte: elenchi distinti per citta' e per famiglia, relazioni, lettere, involucri relativi a stemmi (non presenti), lettere di partecipazioni di nozze.

Si segnala l'indicazione del cardinale Giovanni Maria Mastai [Ferretti] (Imola), il futuro Pio IX, e (Sinigaglia) "Mastai conte Gabrielle", a riprova di legami familiari e amicali risalenti rispetto alla concessione (1861) del titolo principesco.

18 ff.

Numerosi atti sono s. d.; gli atti datati risalgono al 1818 e al 1822.

Tre rappresentazioni grafiche, rispettivamente relative a: Grado di parentela fra la Casa del M[ont]e d'Ancona, e la casa Torres di Citta' di Penne" (per via della marchesa Teresa Castiglione), "Grado di parentela fra Casa Borbon del M[ont]e d'Ancona, e Casa Castiglione di Penne e le Case Valignani, e del Giudice di Chieti" e "Grado di parentela fra la Casa del M[ont]e, d'Ancona, e la casa Castiglione di Penne, e la Casa Sterlicht di Chieti".
3.

 

"Libro de Parenti di Casa Borbon del Monte d'Ancona fuori di essa citta' domiciliati co' quali si sogliono praticare le convenienze di parentela, aggiunti li nuovi acquistati col Matrimonio Palmucci. 1784 e avanti". Il sottofasc. si compagina con un "Indice" delle persone, distinto per citta'. Presente nota del parentado della famiglia Sciamanna e un incartamento che costituisce una "Nota dei Parenti Della Casa Guglielmi Balleani di Iesi. Ancona" (1814). Presente rappresentazione grafica della "Famiglia Aliprandi di Citta' di Penne" (1819).

17 ff.

Numerosi documenti non datati. Atti datati del 1814 e del 1819.
4.

 

09. Materie Ecclesiastiche (Ecclesiastical Matters)

Scope and Content

Atti assai eterogenei relativi per lo più a rapporti della famiglia con le autorità ecclesiastiche quanto all’amministrazione materiale e spirituale del Marchesato, documenti relativi all’amministrazione di beni della famiglia, atti relativi a benefici ecclesiastici, inventari di beni di Cappelle e Confraternite.
Heterogeneous documents, mostly connected to the family’s relationships with ecclesiastical authorities, regarding the material and spiritual administration of the Marquisate; documents on the administration of the family’s property, documents regarding ecclesiastical benefices, inventories of properties belonging to Chapels and Confraternities.
Box 25, Folder 2

Sessennio e diritti ecclesiastici relativi a Lippiano ca. 1700 - ca. 1800

Physical Description: 406 ff. 1 fasc.Camicia verde oliva.

Scope and Content

Per quanto il contenuto sia relativo a quanto indicato nel titolo, gli atti dovranno considerarsi distinti essenzialmente per essere latamente relativi a questioni di ordine beneficiario o di ordine economico. All'interno di questa partizione risulteranno maggiormente comprensibili le distinzioni, di ordine generale, relative ai diversi materiali, di carattere ampiamente miscellaneo.
Il fasc. contiene due sottofasc.:
 

Atti relativi al Sessennio ed economici:

-"Sessennio de' prodotti dell'amministrazione di Lippiano dal 1808 al 1814", contenente documenti relativi all'"Azienda di Lippiano. Prodotto netto di anni sei dal 1 aprile 1808 a t[u]tto aprile dell'anno 1814 piu' per altri anni due, dal 1 Magg[i]o 1814 a t[u]tto Ap[ri]le 1816": la "Liquidazione del netto prodotto dalle Possidenze in quel Territorio spettanti al Sig[nor] Cavaliere Montino del Monte, per il corso di anni sei dal 1 aprile 1808 , a tutto aprile 1814", prodotto dall'"Azienda di Lippiano" (con bilanci e prospetti contabili), la "Liquidazione del netto prodotto dalle Possidenze in quel Territorio spettanti al Sig[nor] Cavaliere Montino del Monte, per il corso di anni Due, e mesi Otto, dal 1 Maggio 1814, a tutto Decembre 1816", prodotto dall'"Azienda di Lippiano" (con bilanci e prospetti contabili), ma anche prospetti relativi al "Sessennio incompleto dell'azienda di Lippiano dal 1817 a tutto aprile 1822".

-"Collette sui beni di Casa Del Monte di Ancona posti al Marchesato, e contorni" per il "1811" (prospetto contabile relativo alle imposte pagate da Francesco Montino Bourbon del Monte nei Comuni di Citta' di Castello, Monte Santa Maria e Citerna).

-Atti relativi a cause legali imperniate sui possedimenti familiari: "Lettere del Avv. Buratti di Citta' di Castello al Cav. Montino del Monte sopra la lite coi fratelli Franchi" e "Copie pubbliche di atti e memorie da servire alla lite che si volesse fare per ricupera del terreno vocabolo Via erbosa in territorio Citerna Diocesi di Citta' di Castello ritenuto indoversosamente dal Santuario di Loreto".

Nel primo caso, si ricorre all'avvocato Niccolo' Buratti per questioni di affitti e, in generale, di amministrazione delle proprieta' di Montino Bourbon del Monte (designate come "affari feudali"), cui l'avvocato indirizza le proprie relazioni (e si notera' il riferimento, e il ricorso, all'"agente di Vienna" della famiglia e quello, riferendosi a Montino Bourbon del Monte, al "di lei Curiale di Roma").

Nel secondo caso, le "Copie pubbliche di atti e ememorie da servire alla lite che si volesse fare per ricupera del terreno vocabolo Via erbosa in territorio Citerna Diocesi di Citta' di castello ritenuto indoversosamente dal Santuario di Loreto" (con indice iniziale) (si noti il riferimento a "un certificato del vicario che nel Marchesato non vi sono beni signorili per appannaggio al Reggente". Gli atti comprendono descrizioni di beni e dei contrasti legali che opponevano la famiglia, in particolare, al Vescovo di Loreto e Recanati, Amministratore del Santuario della Santa Casa di Loreto. I contrasti originano da rilievi catastali diversamente interpretati e vertono, in particolare, sulla tassazione pagata, quale segno di proprieta'. Si osservera' il riferimento ai Libri di entrate e uscite della Comunita' di Citerna. Presente una pianta: "Copia di una parte della Pianta del Territorio della Villa di Petriolo estratta dalla Mappa e sia Gabreo Recente che si conserva nella Segretaria della Terra di Citerna di pertinenza di Sua Eccellenza il signor Marchese Montino Figlio della Ch[iar]a Mem[ori]a del fu Marchese Pietro del Monte Santa Maria".

-"Marzo 1816. Lippiano. Relazione specifica di Pietro Mando' sopra singoli Poderi di detta Azienda Collo stato in fine delle Famiglie coloniche" (con numerose piante).

Presente separatamente una pianta, "del Podere e Mulino di Garavella a Citta' di Castello".
1.

 

"Cose ecclesiastiche nel Marchesato" (per ragioni di conservazione, conservato a parte). (178 ff.)

-Corrispondenza di Montino Bourbon del Monte (indicato anche come Francesco; lettere indirizzate ad Ancona) con il Vescovo di Citta' di Castello (lettere del Vescovo) in relazione alla scelta del Predicatore Quaresimale per Lippiano, alla Cappella della Chiesa delle Monache dello Spirito Santo, alle Confraternite di Lippiano (specie la Confraternita del Santissimo Sacramento) e alle relative pratiche devozionali, all'invio di un vicario e complessivamente all'amministrazione delle questioni ecclesiastiche nei territori di pertinenza della famiglia Bourbon del Monte, note estratte da testamenti di membri della famiglia a proposito di lasciti ad enti ecclesiastici. Si osservi che alcune carte presentano l'annotazione "rivedute".

-Carte inerenti " Diritti attivi e passivi de' [Signori] Marchesi Borbon del Monte della Branca d'Ancona in alcune Chiese di Citta' di Castello e sua Diocesi".

-"1849. Lippiano. Sul ristauro della Chiesa di San Sebastiano", al tempo chiusa, che l'"Arciprete di Lippiano" vorrebbe restaurata e riaperta al culto, perfino ad uso parrocchiale " in luogo e vece della Chiesa arcipretale di S. Michele Arcangelo". Il Marchese Carlo Bourbon del Monte viene indicato quale titolare della Cappellania eretta nella Chiesa di San Sebastiano di Lippiano per diritto di giuspatronato, dunque la questione consiste nel determinare se, e in quale misura, egli sia tenuto a provvedere finanziariamente al restauro e al successivo mantenimento della Chiesa, e cio' in virtu' degli stessi ordinamenti feudali (specie riguardo ai benefici) che reggono la famiglia e che vengono in diverse parti richiamati e dati in estratto. Si rimarchi che il Ramo di Ancona nega l'esistenza di tali obblighi. Si osservino I riferimenti a un convento presente in prossimita' della Chiesa ("Convento di San Sebastiano di Lipiano") e, contestualmente, all'"Arciprete che vive nel Castello" e alle "molte famiglie d'ebrei" abitanti nella Comunita'. Si trattava di un convento Francescano, al quale si riferiscono le "Memorie appartenenti alla Chiesa, e Con[ven]to di San Sebastiano di Lippiano" (con indice) che vanno unite. La questione della Chiesa di San Sebastiano e del Monastero ad essa vicino hanno generato Memorie e relazioni, che accompagnano questi documenti e sono relative ai diritti e agli obblighi dei Bourbon del Monte o dell'Ordinario della Diocesi in cui Chiesa e Monastero si trovano, pratiche pie celebrate in detti luoghi, accordi finanziari.

Si notino, quanto a cose d'arte, le relazioni di carattere tecnico, relative ai lavori nella Chiesa in questione: la "Perizia fatta in Lippiano de' risarcimenti da farsi nella Chiesa di San Sebastiano in sequela dell'obbligo contrattone dal Cav. Montino coll'Istrom[en]to de' 10 aprile 1795 rog[a]to di Cancelleria Vescovile e di Citta' di Castello", il prospetto, con indicazione delle persone impiegate, delle "Spese fatte per la Chiesa di San Sebastiano per Riattarla, e Ripulirla, a dovere per ordine di Sua E[ccellenz]a M[arches]e Montino Bourbon del Monte & fu principiato d[ett]o lavoro Il di 19 maggio 1794" e la relazione (1702 ottobre 6) che cosi' si annuncia: "In questi fogli si sono puntualmente notate tutte le spese, che alla giornata sono state fatte per la Pieve di Lippiano, e per la Chiesa di San Sebastiano, si' di falegname, come di muratore et ogn'altro, che possa esser occorso ()", tre prospetti (due in copia) di iscrizioni relativi a costruzioni (ma, probabilmente, ricostruzioni) di edifici sacri da parte del Marchese Francesco Maria Bourbon del Monte nel 1717.

-Decreti vescovili relativi allo "Spedale" di Lippiano (1815 luglio 14), per il quale si richiama la generosita' del benefattore, Marchese Montino Bourbon del Monte di Ancona.

-"Cappellania di S[anta] Caterina in S[an] Sebastiano di Lippiano": "iuspatronato de' primogeniti della famiglia Del Monte" (1843 aprile 30, con atti dal 1822 al 1844 e presunte trascrizioni di atti Seicenteschi): relazioni e due inventari. Si osservi, per lo studio di cose d'arte, l'esistenza dei due predetti inventari, utili per determinare sia le risorse economiche afferenti la Cappellania, sia gli oggetti cuspincotoditi negli edifici.
2.

Box 38, Folder 1

"Cose ecclesiastiche nel Feudo per ordine cronologico Vol. I" 1530 febbraio 14 - 1807 agosto 18.

Physical Description: 343 ff. e 1 p. a stampa.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux internamente rinforzata con carta relativa forse a un volume, per l'identificazione del quale si distinguono le parole "Elementi di chimica teorica e pratica" e "Desprel". All'interno, camicia piu' antica, recante la scritta "Cose Ecclesiastiche nel M[arche]sato del Monte S[anta] M[aria] per ordine Cronologico. Tomo I".

Etichetta in alto: "Cose ecclesiastiche nel Feudo per ordine cronologico Vol. I". Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio Gentilizio".

Scope and Content

Documentazione relativa a materie ecclesiastiche inerenti il territorio del Marchesato. Si tratta dei seguenti documenti:
 

"Mandato di Procura fatto dal S[igno]r Abb[at]e Carlo a prendere il Possesso della Chiesa di S[an] Geminiano d'Arezzo in persona di Matteo (...) di Arezzo" (1530 febbraio 14). 1.

 

"Notizie diverse sulle Cappellanie delle Chiese di Lippiano Scritte di proprio pugno Dal Sig[nor] Dott[o]r Fran[ces]co Maria Cerboni Not[ai]o e Vicario in Lippiano dall'anno 1603 in poi" (indicato anche come "Memorie. Lippiano. Cappellanie, Legati pii". ("1547" (?); ma: post 1703). Presente un albero genealogico dei Nisi. Presente un sonetto a stampa ("In Citta' di Castello per Nicola Brizi"), s. d., dedicato a "Verginio Bourbon del Monte Vice Reggente" in occasione dell'"annua festiva memoria di Maria Vergine protettrice benefica di detta terra, e feudo" (Post 1703). 2.

 

"Aggiustam[en]to fra' li S[igno]ri Mar[che]si Anton Maria e Montino del Monte" (1545 marzo 2) sull'istituzione e la trasmissione di una pensione. Coinvolta l'Abbazia di san [Crespolto] di Bettona nella persona del "Cardinala di S[an]ta Fiora. 3.

 

"1547. Elenco de' Patronati del Marchese Montino del Monte" (Post 1717). 4.

 

"Varie notizie sopra il ius patronato" (e, piu' precisamente, "Notizie sul Iuspatronato di Chiese" (s. d.). 5.

 

e 6bis - Notizia relativa all'abbazia di san Giovanni Evangelista di Marzana (s. d., nonostante il riferimento al 1559) (2 copie). La seconda copia, "scritto di pugno della Marchesa Teresa Castiglione". 6.

 

"Copia della Bolla di Gregorio XIII in cui ad instanza del Sig[no]r March[es]e Girolamo del Monte S[anta] Maria Abb[at]e d'Anghiari, erige' nella med[esim]a per la Cura dell'Anime il Vicario perpetuo", "1576 13 dicembre" (s. d.). 7.

 

Note e calcoli, relativi a fondazioni di carattere religioso (Cappellanie, Collegiate, erezione di altari, Compagnie...) (s. d. ma post 1689). 8.

 

"Copia dell'istr[ument]o di Fondazione di un Convento al Monte per li [Padri] di s[an] Francesco di Pavola fatto dal Sig[no]r Giambatt[ist]a dei Marchesi del Monte del Ramo di Fierenze (sic) del 1579 Li 18 del mese di Marzo per gli atti di Zelio Bossi Notaro Mercatello" (s. d.). 9.

 

"Copia dell'istrume[n]to della Concessione del luoco di San Sebastiano alla Religione di San Fran[ces]co concessi dalli Ill[ustrissi]mi Sig[no]ri Sig[no]r Montino e signora Faustina sua Consorte dell'anno 1581", avendo peraltro gia' "dato principio alla Compagnia o Confraternita [,] che dir vogliamo [,] del Rosario", con "Capitoli e Conventioni" stabiliti con i Francescani (s. d.).

Vanno unite note sulla fondazione (-10 bis, s. d., in f. relativo anche alla "campana ed orologio" e ad una "strada"), sugli "Obblighi de' Frati di San Bastiano" (-10 ter, s. d.) e sulla soppressione (1652) dello stesso Convento (-10 quater, s. d.).
10.

 

Nota relativa alle Confraternite presenti nel Marchesato e al "conventino" di san Sebastiano (s. d., ma databile almeno al pontificato di "Papa Conti", che viene ricordato al verso del doc.: Michelangelo Conti, pontefice dal 1721 al 1724).

Si segnala, al v. del doc., indicazione dei luoghi in cui gli atti ricordati si trovano o si ritiene che si possano trovare.
11.

 

"Copie d'Istrumenti di Fondazione e altre notizie" (s. d., ma post 1739). 12.

 

"Copia publica del Breve di Sisto V in data del di' 29 Mag[gi]o 1586, e Sentenza emanata in Curia vescovile di Citta' di Castello per la permuta de Beni tra il Mon[aste]ro di S[ant]a Maria Madalena del Monte S[ant]a Maria, et il Sig[no]r Mar[che]se Carlo del Monte (s. d.). 13.

 

Elenco di estratti di documenti (s. d., ma post 1710). 14.

 

"Bolle staccate dal Vicario Generale Aretino nelle quali da l'investitura della Vicaria dell'Abba[zi]a di S[an] Bartol[ome]o d'Anghiari al [signor] Fran[ces]co di Alessandro [Bigliaffi] di d[ett]o luogo" (s. d., ma riferito a un atto indicato come "1613 31 luglio in Arezzo"). 15.

 

"Approvazione del Vescovo d'Arezzo con cui permette al Vicario della Badia d'Anghiari di poter tenere due sostituti" (s. d., ma riferito a un atto indicato come "1621 4 Ottobre"). 16.

 

"Coauditoria dell'Abbazia d' Anghiari. Coauditoria della Vicaria della Badia di Anghiari 1622" (s. d., ma riferito a un atto indicato come "1622 1 genn[ai]o"). 17.

 

"Transazione del S[igno]re M[arche]se Fabio Borbon del Monte col Convento di S[an] Sebastiano di Lippiano (1622 gennaio 21). 18.

 

Elenco sottoscritto da Giuseppe di Pier Francesco de Nomis di atti relativi ad elargizioni per cause pie da parte di esponenti della famiglia del Monte a partire da Montino di Girolamo (1542), contenuti nell'archivio di Pietro Bourbon del Monte (1748 aprile 14). 19.

 

"Comissione de la causa con il C[onte] Carlo Gabrielli sia vista quibuscumque non ostantibus". Seguono queste annotazioni: "nelle cose d'Ugubbio" e " fra' il 1600, ed il 1630". Causa relativa all'abbazia di Marzana (s. d.). 20.

 

"Renuntia che fa' Mons[ignor]e Tesoriere d'ord[in]e di Papa Urb[an]o [Ottavo] alli [Signori] () e Camillo del Monte de beni di Mons[igno]re Gio[vanni] B[attist]a del Monte incorporati per lo spoglio, mediante lo sborzo fatto da [detti Signori] () trecento" (1630 luglio 23). 21.

 

"Inibizione del Tesoriere Generale Apostolico di non molestarsi li m[arche]si Fran[ces]co e Camillo (di Fabio) Del Monte per li Beni ereditarii del Loro Prozio Monsig[nor] Giambatt[ist]a, attesa la composizione da questi fatta con la R[everenda] C[amera] A[postolica] Contro la Compagnia del Sacco di Anghiari, per un preteso Legato di Monsig[nor] Giambatt[ist]a sudd[etto]" (1635 ottobre 5) 22.

 

"Inventario della Pieve di Lippiano fatto l'anno 1728 16 ()", con descrizione dei beni mobili e immobili pertinenti appunto la Pieve di San Michele Arcangelo. Si ricordano la "Compagnia de' Centurati, e Centurate" (?), fondata, si afferma, nel 1724, e la "Compag[ni]a del S[anti]s[sim]o Sagramento". Presente l'annotazione "nell'archivio". Presente poi inventario della Chiesa parrocchiale di S[an] Martino di Trubiale, annessa alla Pieve di Lippiano.

Si segnala un elenco di poderi annessi all'abbazia, un altro "Delle chiese soggette alla Pieve". L'inventario e' sottoscritto da don Carlo Camillo Cerboni. Si segnala il documento per l'interesse che riveste per gli studi relativi alle cose d'arte.
23.

 

"Posizion[i]" (1682-1722) relative all'"erezione da farsi della Capellania della S[antissi]ma Concezzione, in Chiesa di S[an] Sebastiano di Lippiano, all'altare ivi di S[ant'] Antonio di Padova colli beni di Pistrino ceduti dalli fratelli Giolli di Lippiano al M[arche]se Fran[ces]co Maria di Fran[ces]co Del Monte" (1722 febbraio 11 per l'atto piu' recente). 24.

 

Atti relativi alla Cappella della Madonna del Carmine nella Pieve di Lippiano: beni, terreni, censi, obblighi del Cappellano (atti dal 1675 al 1713 e annotazione relativa al 1715). 25.

 

"Inhibitione contro la Compag[ni]a del Sacco d'Anghiari spedita dall'A[uditor] C[amerae] l'anno 1635 5 ottobre ad instanza delli S[igno]ri March[e]si Fran[ces]co e Camillo del Monte Cessionarii della R[everenda] C[amera] A[postolica], per un preteso Legato fatto dal S[ignor] Abb[at]e Gio[vanni] Batt[ist]a March[es]e del Monte" (1635 ottobre 5). 26.

 

"Rog[ito]" di "Bernardino Cristiani Canc[ellie]re Vesc[ovi]le di Citta' di Castello" riguardo ad "Erezione e dotazione della Cappella sotto titolo di S[an] Francesco, nel territorio di Citerna, in Luogo detto il Perugino, fatta dalla M[arche]sa Camilla Bufalini moglie del M[arche]se Fabio Del Monte in una Chiesetta dalla medesima eretta in detto luogo, e terreno di Sua proprieta', con dote di annui scudi 12" (1637 settembre 1) (2 copie). 27.

 

"Dotazione di Capellania della B[eata] V[ergine] in Pieve di Lippiano", di San Michele Arcangelo, "fatta dalla Spagnuola Maria de Ligos, moglie di Andrea Pierabolini di M[on]te S[ant]a M[ari]a" (copia del 1744 dell'atto datato al 1637 dicembre 12, con attestazione notarile del 1808). 28.

 

Nota relativa a disposizioni pie di "Fabio di Carlo di Montino" e "Francesco di Fabio di Carlo seniore assieme con Carlo suo fratello" (1640 marzo 2) (nota di mano ottocentesca, probabilmente per lettura degli atti presenti in questo fasc.). 29.

 

"Copia pub[lic]a d'istr[oment]o di cessione del Sig[no]r M[arche]se Carlo, e Fran[cesc]o fratelli Del Monte al Convento di San Sebastiano di Lipiano di un Censo di [scudi] 300 contro I Gerboni (copia del 1750 ottobre 29 di atto del 1640 maggio 2).

(1640 maggio 2)
30.

 

"1640. Essame de Test[imon]ij sopra le rendite dell'Abb[azi]a d'Ang[hia]ri del tempo che ne fu' Abb[at]e Mons[igno]r Gio[vanni] Ba[ttist]a Del Monte" (atti relativi al periodo 1640 novembre 21 1640 dicembre 13). 31.

 

Copia del De Nomis di lettera risalente al 1642 relativa alla Predica Quaresimale in Citta' di Castello, che il Guardiano del locale Convento di San Francesco desiderava gli venisse affidata, lettera conservata nell'archivio di Pier Francesco Maria Bourbon del Monte di Santa Maria, di Lippiano (1745 novembre 8). 32.

 

"Orsino Donati dona alla Comp[agni]a del S[antis]s[im]o Sag[ra]m[en]to di Lippiano l'altare da lui eretto in Pieve alla Beata Vergine del Carmine, colle masserizie, e piu' fiorini 50 Monteschi" (1644 luglio 27). 33.

 

"Copia dell'istrumento della dotazione della Cappella della Spagnola, ritrovato 1643" tratta dal Protocollo notarile di Armando Gazzeroni, Vicario di Lippiano (1763 settembre 28, copia di atti del 1648 luglio 9, 1649 gennaio 7 e 1649 giugno 6). Copia redatta da notaio e vicario del Marchesato di atti conservati "nel Palazzo di Sua Ecc[ellen]za il Marchese Andrea Regg[en]te" 34.

 

"1650 circa. Memorie sul gia' Convento di S[an] Sebastiano in Lippiano". Relazione redatta in applicazione del dettato di una bolla di Innocenzo X (si tratta verosimilmente di un atto relativo alla soppressione dei "conventini") per essere sottoposta ad una Congregazione romana che non viene precisata. Sono ricordate la "Compagnia del [Santis]s[im] Rosario", la "Compagnia del Sacro Cordone", la "Compagnia dell'Immacolata Concezzione di M[aria] V[ergine]" incardinate in detta Chiesa, nelle Cappelle che vengono indicate. Si menzionano anche la "Compagnia del [Santis]s[im]o Sagramento de Lippiano" e la "Compagnia della Frusta de Lippiano".

Si segnalano il fatto che la Chiesa del Monastero viene indicata quale luogo di abituale sepoltura dei Marchesi del Monte e il riferimento alla comunita' ebraica di Lippiano.
35.

 

Lettera inerente I beni del Convento di San Sebastiano (1718 gennaio, con copia di atto del 1653 maggio 14 relativo ai beni del convento) in relazione alla disposizione pontificia del 1652 concernente la soppressione dei conventi. 36.

 

Copia sottoscritta da Giuseppe di Pier Francesco de Nomis di lettera di "Il Cardinale de Medici" (1663 gennaio 20) a Francesco Maria del Monte, di raccomandazione di un "Giuseppe fratello del Curato di Morra", contenuta nell'archivio di Pietro Bourbon del Monte (1745 novembre 11). 37.

 

"Inventario della Venerabile Capella di Santa Catarina" della Chiesa di San Sebastiano di Lippiano, eretta da Giacomo ("Iacomo") Nisi "gia' Rettor di Piantrano", con elenco di terreni, censi e obblighi relativi alla cappella. Presente un albero genealogico della famiglia Nisi. (1680 agosto 5, con atti che giungono al 1728). 38.

 

Capitoli relativi alla Compagnia del Santissimo Sacramento ("Compagnia del Corpus Domini") e ai benefici derivanti a quanti ne fanno parte, "come in Roma" (s. d., con atti del 1692. Presente una nota relativa al fatto che anche il testo dal quale son stati copiati era s. d.) 39.

 

"Capitulo 29 delle Confraternita['] de laici di Monsig[no]re Codebo' Vescovo di Citta' di Castello" (s. d.) 40.

 

"Capitoli della Ven[erabile] Compagnia" (1802 novembre 9): "Capitolo 7 del secondo Sinodo di Monsig[no]re Sebastiani d'operarsi da ciascuna Compagnia di Citta' di Castello, e da ogni altra, per tutta la nostra Diocesi". 41.

 

Fede di Giuseppe Nomi d'Anghiari ("Ioseph olim Petri Fran[cis]ci de Nomis de Anglare", notaio imperiale) relativa ai "libri mastri dell'entrate, ed uscite della Casa in Lippiano" di Pietro Bourbon del Monte, "che si conservano nella computisteria del Palazzo della Torre di sua residenza", inerente soprattutto impegni di carattere edilizio della famiglia. Il documento e' conservato qui probabilmente per la specificazione inerente una "chiesina di Sant'Antonio Abbate" demolita per la costruzione, in suo luogo, della "Chiesa della B[eata] V[ergine] delle Grazie" nel 1717 e per la descrizione delle spese sostenute riguardo alla "chiesetta di Sant'Antonio da Padova" nel 1693 e al "resarcimento della Chiesa della Pieve e di San Sebastiano" nel 1702 e negli anni successivi. La fede e' relativa ad atti che coprono il periodo 1693 1747 (1747 luglio 10). 42.

 

"Memoria Sul benefizio di S[an] Biagio goduto dall'Abb[a]te Carlo di Fabio Camillo di Francesco Del Monte S[anta] M[ari]a", nella "Collegiata di S[anta] Maria di Castel Novo", "(1694. 1726. 1735. 1762)" (s. d. , ma post 1762). 43.

 

"Fundatio Capellae Sancti Ioannis Baptistae, facta a Ioanne q[uondam] Aemilis et eius Uxore de []arzano. 1696" da parte di Giovanni di Emilio Cristofori ed Elisabetta figlia del fu Paolo, di Marzana, nella Chiesa di Sant'Antonio di Lippiano, con indicazione delle rendite derivanti da terreni assegnate a questo fine (1696 marzo 13). 44.

 

"P[ri]mo Instrum[en]to di Compra de' Beni di Pistrino () fatta a favore del s[igno]r Marchese Francesco Maria del Monte per rogito del s[igno]r Gio[vanni] Fran[]chi 16 aprile 1698" in relazione alla Cappellania della Beata Vergine del Rosario da eriggersi dal Corsi" (s. d.). 45.

 

"Quietanza che fanno alla Loro Madre li due Figli Gio[vanni] Batt[is]ta, e Guidobaldo Giogli" (1621 marzo 25, con riferimenti al 24 aprile 1647). 46.

 

Elenco di cappelle e cappellani del Marchesato, con indicazione di "Obblighi" relativi, probabilmente almeno in parte ricadenti sulla famiglia Del Monte (1703 gennaio 11). 47.

 

Testamento di Giovanni Maria Cerboni, Priore di S[anta] Maria Nova di Citta' di Castello (1705 gennaio 12). 48.

 

"Ricordo" relativo all'"erezione della Cappellania della S[antissi]ma Trinita' nella Chiesa di S[an] Bastiano, e Lipiano", "dotata" da Giovanni Battista Mattei, con elenco di "giustificazioni" di "beni assegnati per dote" (1710 dicembre 11). 49.

 

Lettera del Cardinale di Santa Prisca al Marchese Fabio Camillo del Monte sugli obblighi finanziari relativi al mantenimento dell'"Abbadia di Marzano" (1712 agosto 17). 50.

 

Copia dell'atto vescovile di "Erezzione della Capella della Madonna del Carmine nella Pieve di Lipiano" del 21 giugno 1713 (s. d.). 51.

 

"Consenso del M[arche]se Fabio Camillo di Francesco del Monte, perche' il M[arche]se Franc[es]co M[ari]a suo Fratello possa assegnare in dote alla Ebrea fatta Cristiana, Maria Fran[ces]ca, il Podere dell'Ercolano; e poi, dopo la morte dell'Ebrea, assegnarlo in dote di una Capellania". Si tratta della monacazione di una convertita, indicata anche come "Maria Contessa del Monte", nel Monastero dello Spirito Santo in Diocesi appunto di Citta' di Castello. Il marchese e' indicato come "Francesco Maria de Borbon del Monte di Santa Maria"; l'"elemosina dotale" dei terreni, come detto, e' previsto passi in eredita' ad una cappella laicale (1714 ottobre 3). 52.

 

"Copia Publica del Stromento di Fondazione della Capella laicale fatta dal gia' Mar[ches]e Fra[nces]co M[ari]a del Monte per l'anima di () M[ari]a Fran[ces]ca del Monte sua Figlia Spirituale nel podere in vocabolo Ercolano nel territorio di Citerna Diocesi di Citta' di Castello li 19 O[tto]bre 1715". Si ricorda qui come Francesca Teresa la monaca di cui all'atto precedente. Si indica la "Cap[p]ella sotto il titolo di S[anta] Teresa all'altare di San Teodoro" nella Chiesa del Monasteo dello Spirito Santo come beneficiaria, dopo la morte della donna, delle rendite derivanti dal podere (1782 agosto 29, copia di atto del 1715 ottobre 15 e atto del 1714 novembre 8). 53.

 

Assegnazione di beni per il mantenimento della "Cap[p]ella sotto il titolo della S[anti]s[si]ma Vergine del Carmine, posta nella Pieve di S[an] Michel'Arcangelo di Lipiano", da parte di Francesco Maria Bourbon del Monte, in persona di Camillo Cerboni cappellano della stessa cappella (1713 aprile 13). 54.

 

"Obbligo del M[arche]se Fran[ces]co Maria di Francesco di Fabio Del Monte, di fabbricare ornare, e fornire dentro un'anno la Chiesa della B[eata] Vergine delle Grazie in Lippiano, e costituzione di dote in un podere, detto il Casalino nella Cura di S[an] Michelarcangelo di Lippiano del valore di [scudi? ] 270" (1717 giugno 28). 55.

 

Elenco di cifre relative a debiti di diversi esponenti della famiglia (s. d.). 56.

 

Atto della Cancelleria Vescovile di Citta' di Castello: "Comparsa dell'Abb[at]e Giovanni Battista Giogli per il M[arche]se Fran[ces]co Maria di Francesco Del Monte, avanti il Vescovo di C[itta'] di Castello, ed [esibita] (sic) della S[anta] Reliquia con autentica del Capo di S[an] Clemente colla facolta' di Roma di esporsi a pub[lic]a venerazione, conforme resta confermato dal sud[et]to Vescovo, dando le facolta'". Si annota come l'originale sia esposto in Lippiano, nella Madonna delle Grazie (1718 luglio 4, con annotazione del 1807 agosto 18 e un riferimento all'ottobre 1818). 57.

 

"Tabella delli obblighi del Cap[p]ellano di S[an] Sebastiano di Lippiano", "rinnovati l'anno 1720" (copia del 1802). 58.

 

Elenco di beni pertinenti la chiesa della Madonna delle Grazie di Lippiano "posti nella cura di San Michele Arcangelo di Lippiano, in oggi riportati nella parochia di S[anto] Stefano a Pezzano" (s. d.). 59.

 

"Rog[ito] della Curia Vescovile di Citta' di Castello. Il M[arche]se Fabio Camillo di Fran[ces]co, ed il suo figlio Montino Domenico, Del Monte ratificano l'istromento di erezione, e dotazione fatta dal M[arche]se Fran[ces]co Maria li 28 giugno 1717 della Chiesa della B[eata] V[ergine] delle Grazie in Lippiano, e si obbligano di ulteriormente supplire del proprio, occorrendo, alla manutenzione della Chiesa, e sue suppellettili, con che non debbano servire, ne soministrarsi alli Capellani delle Capellanie perpetue erette, e da eriggersi forse in detta Chiesa, inclusivamente nemmeno per quella del Carmine, traslatavi dalla Cura di S[an] Michel Arcangelo, dove era prima" (1723 agosto 11). 60.

 

"Lettera dell'Em[inentissi]mo Ottoboni all'ill[ustre] M[arche]se Fabio Camillo sopra la Via Crucis" (1723 ottobre 21). In cui si afferma che non pare possibile introdurre l'"indulgenza della Via Crucis" secondo l'uso Francescano nella Chiesa fondata dal Marchese Francesco Maria. 61.

 

Inventario dei beni mobili e immobili relativi alla Cappella della Santa Croce posta nella Pieve di Lippiano all'altare di S[ant]a Croce" ed eretta da camillo e Giovanni Battista Cerboni nel 1669 (1728 febbraio 16). 62.

 

"Inventario della Cappella di S[an] Sebastiano di Lippiano". Si ricordano la "partenza de Padri minori conventuali" del 1652 e diverse cappelle (1728 settembre 16). 63.

 

"Inventario della Cap[p]ella di S[an] Gio[vanni] decollato, fatto l'anno 1728" riguardo alla cappella posta nella Chiesa di Sant'Antonio Abate "detta in oggi la Madonna S[anti]s[si]ma delle Grazie di Lippiano". Con annotazione "Nell'Archivio" (1728 febbraio 16). 64.

 

"Inventario della Comp[agni]a del S[anti]s[si]mo Sagram[en]to", che aveva sede "nella chiesa Archipresbiterale di Lippiano". Con annotazione "All'Archivio" (1728 febbraio 16). 65.

 

"Inventario della Venerabil'Confra[terni]ta dell'Ospedale" che aveva sede "nell'Ospedale di S[ant]a M[ari]a di Lippiano" (1728 febbraio 20). 66.

 

"Inventario della Cappella di S[an] Carlo in Pieve di Lippiano", nella Chiesa, dunque, di San Michele Arcangelo (1728 febbraio 20). 67.

 

"Inventario della Cappella di S[an] Michel'Arcangiolo di Lippiano", nella Pieve (1728 marzo 4). 68.

 

"Inventarii de Beni stabili e mobili": elenco delle Cappelle e Chiese di cui si ha l'inventario (il riferimento e' agli atti sopra elencati) (s. d.) 69.

 

"Memorie sulle cose Ecclesiastiche, e Luoghi pii del M[arche]sato Del Monte": corrispondenza relativa a chiese e cappelle del Marchesato (1794 1807, 1800,), elenchi di copie di documenti "da estrarsi" o che, in seguito a ricerche, non e' stato possibile rinvenire, "Ricord[i]", spogli, "Stato delle anime" relativo alla Chiesa di San Michele Arcangelo e rendite, copie di atti relativi alla Badia di Anghiari, nota sul "Beneficio di San Simone" (1815). 70.

 

"Tabella de' Predicatori": "Catalogo dei soggetti che hanno predicato in Lippiano dall'anno avanti la venuta da Ancona in d[etta] terra di S[ua] Ec[cellen]za il S[igno]r M[arche]se Pietro Borbon del Monte" (1730). 1.

 

Lettera dell'Elettrice Anna Maria al marchese abate Carlo del Monte riguardo ad una "lettera commendatizia per il signor cardinale Cibo", in copia di Giuseppe Nomi d'Anghiari ("Ioseph olim Petri Fran[cis]ci de Nomis de Anglare", notaio imperiale (copia del 1745 aprile 20 dell'atto del 1730 gennaio 8). 2.

 

"Istituzione in Cap[p]ellano della Cappella di S[an] Francesco, detta del Perugino, fatta dal Vescovo Codebo' di Citta' di Castello a favore ed in persona di D[on] Clemente Cerboni di Lippiano, nominato dal M[arche]se Pier Fran[ces]co di Montino del Monte" (1733 marzo 13). 3.

 

"Scritture appartenenti alla Cappella del Carm[in]e di Lippiano" (1733 novembre 14). 4.

 

"1737 e 1740. Ricorsi del M[arche]se Pierfranc[esc]o di Montino Del Monte contro la riduzione fattasi delli obblighi della Capellania della Madonna del Carmine nella Chiesa della Beata Vergine delle Grazie di Lippiano; ed atti relativi", inerenti anche le relazioni con la Congregazione dei (copia di atti del 1737 novembre 23 e 1740 aprile 22). 5.

 

"Lippiano. Copia di Testamento di Giulio Saccardi di Lippiano col quale dopo la morte della moglie Maria Angela, vuole che con tutta la sua eredita' si istituisca una Cappella all'altare della Beata Vergine del Rosario, all'altar maggiore della Chiesa di San Sebastiano di Lippiano; col ius nominandi il Cappellano" a sacerdoti della famiglia. Si indica come esecutore testametnario il marchese Pierfrancesco di Montino del Monte". "1739 gosto 28". 6.

 

Copia di lettera del vescovo di Citta' di Castello al Marchese Pier Francesco Maria Bourbon del Monte riguardo ad alcune proposte da lui formulate sull'ordinamento delle due Congregazioni laicali di Lippiano (del Santissimo Sacramento e di Santa Maria dell'Ospedale), testimonianze relative allo stato delle Confraternite (1739 ottobre 10 e 1740 gennaio 21). 7.

 

"1740 e 1741. Suppliche del Marchese Pierfrancesco di Montino Del Monte per l'erezione della Cappellania all'Altare di S[ant'] Antonio, nella Chiesa di S[an] Sebastiano di Lippiano; ordinata, e dotata fin dal 1703 11 Gennaro () dal fu Marchese Francesco Maria di Francesco Del Monte con [scudi] 724 de' beni di Pistrino" (atti del 1740 e del 1741, ante 1741 luglio 22). 8.

 

Testimonianze di coloni dei poderi detti rispettivamente "del Perugino", "La Casaccia" in Celle e [le Bugne di ragni], afferenti alla Cappellania della Beata Vergine del Carmine di Lippiano, riguardo nel primo caso ai frutti del podere, alle inondazioni subite e ai rapporti tra coloni e cappellani, nel secondo e nel terzo caso il raccolto ottenuto (1741 novembre 9). 9.

 

Testimonianza di un colono del podere di Celle afferente alla Cappellania della Beata Vergine del Carmine di Lippiano (1741 novembre 7). 10.

 

Stime di periti mandati da Pietro Bourbon del Monte a valutare diversi terreni in Lippiano, tra I quali quello detto "del Perugino" " (1741 dicembre 18). 11.

 

Lettera del marchese abate Anton Maria Del Monte di raccomandazione del Predicatore quaresimale in Lippiano per l'anno a venire (1743 maggio 28) 12.

 

Lettera, di mittente non identificato, relativa a disposizioni della Congregazione del Concilio, che fa seguito alla lettera, unita in copia, del marchese Pietro Bourbon del Monte inerente la Cappellania "sotto il titolo di santa Teresa all'altare di san Teodoro" cui dovrebbero andare I beni dati inizialmente in dote alla monaca Maria Francesca Teresa del Monte, di origine ebraiche. Si domanda di poter istituire la Cappellania pur essendo ancora viva la monaca (1744 luglio 18). 13.

 

"Per il trasporto dell'uffiziatura da Gubbio in Lippiano", "offiziatura" che "proviene da Ippolita del Monte ne' Becchetti", che aveva disposto per testamento un legato ai Padri Serviti per una Messa a settimana da celebrarsi dai Padri stessi nella loro Chiesa di Gubbio. Il marchese Pietro Bourbon del Monte ne domanda il trasferimento ai Padri Cappuccini in Lippiano (2 copie); presente risposta della Congregazione del Concilio (1744 luglio 18). 14.

 

"Procura del M[arche]se Pietro Borbon de[l] M[on]te d'Ancona al Ministro Luca Pieralli a potere costituire un Patrim[oni]o Sagro a favore d[e]l Chier[i]co Michele Gioacchini" al fine di sostenerne la promozione agli ordini sacri (1760 "circa"). 15.

 

"Copia di lett[er]a di Mons[igno]re Vesc[ovo] di Citta' di Castello in replica ad una di S[ua] E[ccellenza] S[ignor] Governatore ()" Filippo del Monte, indicato come Governatore di Livorno (1772 maggio 12). 16.

 

"Costituzione di Patrimonio Sagro che fa il M[arche]se Pietro del Monte a favore del Chierico D[on] Gio[vanni] Batt[ist]a Isabetti di Lippiano sopra un tenimento di terre nel podere di Roncione, distretto di Citerna, Cura S[anta] Maria di Petriolo () ed altro tenimento di Terre nel Podere del Paradiso, territ[ori]o di Citerna, parrocchia S[anta] Croce", con perizia allegata. Si tratta di Pier Francesco Bourbon del Monte (1765 febbraio 16). 17.

 

"Copia di lett[er]a scritta da S[ua] E[ccellen]za Il Sig[nore] M[arche]se Gio[vanni] Batt[ist]a Filippo Bourbon del Monte Gen[era]le Comand[ant]e delle Truppe di S. A. R., Gov[ernator]e di Liv[orn]o", del ramo di Ancona, "come Regg[en]te del M[arche]sato a Mons[igno]r Vesc[ov]o di Citta' di Cast[ell]o", riguardo alla scelta del Predicatore Quaresimale per Lippiano, con copia della risposta del Vescovo (1772 aprile 10 e 1722 aprile 20) 18.

 

"Procura fatta dal M[arche]se Cav[aliere] Fran[ces]co Montino Del Monte in persona del signor avvocato Nicolo' Buratti di Citta' di Castello a nominare e presentare il Capellano della Cappella di S[an]ta Teresa, all'altrare di S[an] Teodoro della Chiesa dello Spirito Santo di Citta' di Castello, in persona di Don Gio[vanni] Isabetti di Lippiano" (1784 luglio 20). 19.

 

"Copia di Mandato di Procura mand[at]a al s[igno]re D[on] Federico Nomi li 14 ottobre 1785 per la nomina del Beneficio semplice della Madonna delle Grazie in persona del med[esim]o" presso appunto la Chiesa della Madonna delle Grazie, per il beneficio "sotto il titolo di san Francesco" (1785 ottobre 14). 20.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello sulla scelta del Cappellano per la Chiesa della Madonna delle Grazie (1785 ottobre 23). 21.

 

"Copia pubblica d'apoca privata" di "Comparsa fatta dal Cavalier Montino nel Tribunale del Vescovo di Citta' di Castelloper la manutenzione del diritto della nomina del Predicatore di Lippiano in caso di morte del Predicator nominato" (1786 marzo 16, di atto del 1786 marzo 6). 22.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla mortificazione data all'arciprete Giannini di Lippiano conformemente ai desideri del marchese e a quelli del Reggente (1786 aprile 19). 23.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla considerazione che verra' prestata ai due candidati proposti dal marchese per la "vacante capellania delle Grazie in Lippiano (1786 ottobre 26). 24.

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Montino Bourbon del Monte sulle circostanze della scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 2). 25.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla considerazione che verra' prestata a quanto riferito in udienza dal "ministro" del marchese, Luca Pieralli (1786 dicembre 10). 26.

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Montino Bourbon del Monte sulle circostanze della scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano, a favore del chierico Cerboni (1786 dicembre 13). 27.

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Montino Bourbon del Monte che introduce un atto relativo alla risposta del Vescovo di Citta' di castello, verosimilmente a proposito delle circostanze della scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 16). 28.

 

Copia di lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini al Cardinale De Zelada sulla nomina del Cappellano [Giovanni] per la Cappellania di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre). 28 bis

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Francesco Montino Bourbon del Monte sulle circostanze della scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 16). 29.

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Francesco Montino Bourbon del Monte sulle circostanze della scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 23). 30.

 

Atto del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini con cui concede a Montino Bourbon del Monte la scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 23). 31.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 22) e minuta di risposta di Montino Bourbon del Monte (1787 gennaio 1). 32.

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Francesco Montino Bourbon del Monte sulle circostanze della scelta del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano (1786 dicembre 30). 33.

 

"Nomina fatta dal Cav[alier] Fran[ces]co Montino alla Cappellania della Beata Vergine delle Grazie in Lippiano" (1786 dicembre 31). 34.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano in persona del "chierico Cerboni" (1787 gennaio 6). 35.

 

Lettera del Cardinale De Zelada a Francesco Montino Bourbon del Monte sulla nomina del cappellano della chiesa di Santa Maria delle Grazie di Lippiano in persona del "chierico Cerboni" (1787 gennaio 6). 36.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del Predicatore per Lippiano per l'anno a venire, con minuta di risposta (1787 maggio 4). 37.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del Predicatore per Lippiano, in ringraziamento per l'attenzione prestata alla raccomandazione precedentemente presentata (1787 maggio 27). 38.

 

Lettera del Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del Predicatore quaresimale per Lippiano, un "Padre Fran[cesco] Minore Osservante", per l'anno a venire (1787 agosto 12). 39.

 

Supplica de "Li sudditi di V[ostr]a Ecc[ellen]za", si legge, a Montino Bourbon del Monte sulla scelta del Predicatore Quaresimale per il 1789 (1788 ottobre 26) 40.

 

"Lettera di D[on] Gio[vanni] Batt[ist]a Isabetti" a Montino Bourbon del Monte, "colla quale rinunzia la Cappella d'Ercolano" (altrove: Arcolano) "posta nella Chiesa delle monache dello Spirito Santo in Citta' di Castello; di nomina del Cav[alier] Montino, e suoi, e domanda la nomina per il Chierico Arcangelo Carboni suo Nepote" (1791 aprile 27). 41.

 

Lettera del Guardiano dei Cappuccini di Citerna, p. Benedetto da Perugia, a Montino Bourbon del Monte, in cui domanda la possibilita' di predicare in Lippiano (1792 luglio 9). 42.

 

"Inventario de' beni della Chiesa della Beata Vergine delle Grazie in Lippiano" (1793). 43.

 

Relazione (s. d.) relativa alla "Capellania di San Sebastiano" e alla "Chiesa dello Spedale" di Lippiano, quest'ultima con relativa stima, unite a una "Memoria per Monsig[no]r Ill[ustrissi]mo e Rev[erendissi]mo Vescovo di Citta' di Castello Sopra la Capellania di San Sebastiano in Lippiano" (1793). 44.

 

"Memoria" delle "Cappellanie esistenti in Lippiano" (1793 marzo 3). 45.

 

"Legati pii de' Marchesi del ramo di Ancona a favore della chiesa di San Sebastiano" (s. d.) 46.

 

Elenco di lasciti pii disposti da membri della famiglia del Monte (s. d.) 47.

 

"Notizie e qualche interesse delle Cappellanie, e Compagnie di Lippiano. 1795" (1795) 48.

 

Breve relazione sulle entrate e le uscite relative alla "Cappella di Ercolano" (s. d.) 49.

 

Impegno ad onorare, nelle mani di Francesco Montino Bourbon del Monte, un debito contratto da Giulio [Nisi], in favore della "Compagnia della Vergine Santissima dell'Ospedale di Lipiano" (1793 marzo 12). 50.

 

"Ricevuta di Luca Pieralli per conto della Comp[agnia] del Sagramento di Lippiano di [scudi] 8.51 riscossi, e depositati da D[on] Francesco Nisi debitore" (1793 marzo 16). 51.

 

Lettera di Pietro [Boscarini] vescovo di Citta' di Castello a Montino Bourbon del Monte sulla Cappella di San Sebastiano e la sua dotazione finanziaria, che il marchese intende accrescere (1793 maggio 30). 52.

 

Copia di supplica del vescovo di Citta' di Castello ad una Congregazione romana, probabilmente la Congregazione del Concilio, circa la Cappella di San Sebastiano e la sua dotazione finanziaria, che il marchese Montino Bourbon del Monte intende accrescere (1793 giugno 19). 53.

 

Lettera del Cardinale Gallotta, per la Congregazione del Concilio, al vescovo di Citta' di Castello circa la Cappella di San Sebastiano e la sua dotazione finanziaria (1793 giugno 15). 54.

 

Lettera del vescovo di Citta' di Castello a Montino Bourbon del Monte, di accompagnamento della risposta della Congregazione del Concilio (1793 luglio 7). 55.

 

Lettera del vescovo di Citta' di Castello Pietro [Boscarini] a Montino Bourbon del Monte circa il cappellano Belei (1793 giugno 16). 56.

 

Lettera di Luigi Maria Nomi a Montino Bourbon del Monte, di verifica di conti dei priori della Compagnia della S[antissi]ma Vergine dell'Ospedale del S[antissi]mo Sagramento (1793 luglio 20). 57.

 

Lettera del vescovo di Citta' di Castello a Montino Bourbon del Monte circa la Cappella di San Sebastiano e la sua dotazione finanziaria (1793 settembre 1), con (-58 bis) testo dell'impegno assunto dal marchese (s. d.). 58.

 

Lettera del vescovo di Citta' di Castello a Montino Bourbon del Monte circa gli esiti della visita pastorale in Lippiano (1792 settembre 23). 59.

 

Lettera di Domenico Belei, forse a Montino Bourbon del Monte, di cui l'uomo era cappellano, per ragioni finanziarie (1793 ottobre 6). 60.

 

Lettera di Domenico Belei, forse a Montino Bourbon del Monte, apparentemente per ragioni finanziarie, con elenco di cose fatte e da farsi e con particolare riguardo alle Cappellanie di Lippiano (1794 [gennaio] 6). 61.

 

Lettera del vescovo di Citta' di Castello Pietro [Boscarini] a Montino Bourbon del Monte circa il "consaputo affar di Lippiano", verosimilmente circa la Cappella di San Sebastiano e la sua dotazione finanziaria, che il Marchese intendeva accrescere (1794 settembre 11). 62.

 

"1792 1793". Testo di due "Lettere di monsig[nor] Vescovo di Citta' di Castello Pietro Boscarini sull'affare della nomina da stipularsi per la Casa, del Capellano pro tempore si S[an] Sebastiano di Lippiano" (1794 settembre 28 e 1794 ottobre 6). 63.

 

"Copia degl'Atti della Curia Vescovile rog[at]o il di' 10 aprile 1795, ricavato da me Dom[eni]co Belei Capp[ellan]o di S[an] Sebastiano", con cui il Vescovo concede, per se' e per I succeddori, a Montino Bourbon del Monte e ai suoi discendenti nel fedecommesso per il ramo di Ancona il diritto di presentare una terna di candidati a "Capp[ellano] della Cappella e Chiesa del soppresso Convento di S[ant'] Agostino esistente nella terra di Lippiano" (1795 aprile 10). 64.

 

Lettera del Ministro Provinciale dei Cappuccini a Montino Bourbon del Monte circa la nomina del Predicatore Quaresimale per l'anno a venire e copia della lettera di risposta del Marchese (1795 novembre 24). 65.

 

"Nomina che fa il Cav[aliere] Montino al Benefizio semplice o sia Capellania all'Altare e nella Chiesa di S[an] Fran[ces]co di Assisi, detta Del Perugino, Diocesi di Citta' di Castello, eretta il p[ri]mo settembre 1637 dalla M[arche]sa Camilla Bufalini moglie del M[arche]se Fabio Del Monte; in persona, di Don Domenico Belei per morte di D[on] Federigo Nomi nominato nell'anno 1785" (1796 settembre 19). 66.

 

Atto di nomina del futuro predicatore quaresimale da parte di Montino Bourbon del Monte (1796 ottobre 20). 67.

 

"Lettere toccanti la predica di Lippiano per il 1801 e altre su questo": ma, solo, lettera del p. Francesco di Citerna a Montino Bourbon del Monte (1800 marzo 14). 68.

 

Lettera del p. Fortunato di Bibbiena Guardiano del Santuario della Verna a Montino Bourbon del Monte sulla "questua del filato", con richiesta di sostegno ai Padri che in Lippiano vi si dedicheranno (1800 aprile 21). 69.

 

Lettera del Padre Provinciale dei Francescani Osservanti dell'Umbria, p. Carlo M[aria] di Perugia, a Montino Bourbon del Monte, circa il "pulpito di Lipiano" e minuta di risposta (1800 ottobre 24). 70.

 

Lettera di Fr. Fran[ces]co Maria di Lucca M. O. a Montino Bourbon del Monte, circa il predicare in Lippiano durante la Quaresima a venire (1800 novembre 23). 71.

 

Lettera di Gio[vanni] Batt[ista] [Zucconi] verosimilmente a Montino Bourbon del Monte, circa il Predicatore di Lippiano (1800 [] 25), con acclusa 72.

 

Minuta di lettera allo stesso Gio[vanni] Batt[ista] [Zucconi] probabilmente di Montino Bourbon del Monte (s. d.). 72 bis

 

Lettera di Gio[vanni] Batt[ista] [Zucconi] verosimilmente a Montino Bourbon del Monte, circa il Predicatore di Lippiano (1800 dicembre 28), con acclusa (-73 bis) minuta di lettera allo stesso Giovanni Battista Zucconi probabilmente di Montino Bourbon del Monte (s. d.) 73.

 

Lettera di Gio[vanni] Batt[ista] [Zucconi] verosimilmente a Montino Bourbon del Monte, circa il Predicatore di Lippiano (1801 gennaio 15). 74.

 

Lettera di Gio[vanni] Batt[ista] [Zucconi] verosimilmente a Montino Bourbon del Monte, circa la predica in Lippiano (1801 aprile 9). 75.

 

Lettera di Gio[vanni] Batt[ista] [Zucconi] verosimilmente a Montino Bourbon del Monte, circa la predica in Lippiano (1801 maggio 3). 76.

 

Lettera di Carlo [Mansi] a Luca Pieralli, procuratore di Montino Bourbon del Monte, circa la nomina del Predicatore per Lippiano (1801 settembre 2). 77.

 

Lettera di Fr. Giacinto di S[an] Sepolcro a "Francesco Montino Bourbon del Monte", circa la nomina del Predicatore per Lippiano (1801 dicembre 17). 78.

 

"1802. Memorie sulla Compagnia dello Spedale di Lippiano" (1802). 79.

 

Supplica della "Compania di Maria S[antissima] del Ospedale di Lipiano" sulla recente amministrazione dei beni, probabilmente a Montino Bourbon del Monte (1802). 80.

 

Revisione della relazione sullo stato della "Confraternita della B[eata] V[ergine] dello Spedale", da parte del suo "Protettore", probabilmente Montino Bourbon del Monte (1802 marzo 22). 81.

 

Lettera del p. Bartolomeo di Monte[] a "Francesco Montino Bourbon del Monte, circa il suo venire a predicare a Lippiano nella Quaresima a venire (1802 gennaio 7). 82.

 

Lettera del p. Pierantonio da Strada, Guardiano del Santuario de La Verna, sulla "questua del filato" nel Marchesato (1802 aprile 17). 83.

 

"D[on] Pietro Nisi da Ranzola Capellano della Capellania S[an]ta Caterina in S[an] Sebastiano, di nomina della Casa del Monte di Ancona, domanda al Cav[alier] Montino di poter permutare alcui Beni di detta Capellania", lettera con rescritto (1800 novembre 7). 84.

 

Lettera del p. Vin[cenzo] Ant[oni]o Biagini M. C. probabilmente a Montino Bourbon del Monte sulla sua ottenuta nomina a Predicatore in Lippiano (1802 [novembre?]). 85.

 

Lettera di P. Carlo M[aria] da Perugia verosimilmente a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del Predicatore di Lippiano (1803 gennaio 4) e (-86 bis) minuta di lettera di risposta (1803 gennaio). 86.

 

Lettera di P. Felice Mancini a Montino Bourbon del Monte sulla sua avvenuta nomina a Predicatore di Lippiano (1803 gennaio 30). 87.

 

Sei lettere di P. Concordio Sartini a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del Predicatore di Lippiano (1803 novembre 27), altra (-88 bis) dello stesso allo stesso (1803 dicembre 27), altra (-88 ter) dello stesso allo stesso (1803 ottobre 4), altra (-88 quarter) dello stesso allo stesso (1803 dicembre 12), altra (-88 quinquies) dello stesso allo stesso (1803 ottobre 8), altra (-88 sexies) dello stesso allo stesso (1803 novembre 12), altra (-88 septies) dello stesso allo stesso (1803 dicembre 2) e "Copia di lettera scritta sotto li 17 novembre 803" da Montino Bourbon del Monte "al Provinciale di Perugia in risposta alla Sua de' 12 detto" (1803 novembre 17). 88.

 

Lettera di P. Concordio Sartini a Montino Bourbon del Monte sulla nomina del Predicatore di Lippiano in persona del "sac[erdote] Francesco M[ari]a di Lucca" (1804 gennaio 14), lettera di "Fra Fran[ces]co M[ari]a di Lucca M. O." a Montino Bourbon del Monte, di ringraziamento per la patente di predicatore ottenuta (1804 gennaio 19), nota di estratti di lettere sottoscritta da p. Francesco Maria [Solerio], segretario del Padre Provinciale, sulla base dei documenti conservati nell'archivio della Provincia e relativi agli anni 1793 e 1795 (1804 gennaio 10). 89.

 

Lettera di P. Giangrisostomo M. O. a Montino Bourbon del Monte ("Il Signor Marchese Montini", sic), di supplica ad esser nominato predicatore quaresimale per Lippiano (1804 luglio 26). 90.

 

Ricevuta per il dono di una "lampada innargentata" alla "B[eatissim]a Ver[gine] delle Grazie" di Lippiano da parte del marchese Montino Bourbon del Monte, redatta dal cappellano Luigi Bajardi Cerboni (1804 ottobre 15). 91.

 

Lettera di Fr. Fran[ces]co M[ari]a di Lucca M. O. a Montino Bourbon del Monte, circa il predicare in Lippiano durante la Quaresima a venire (1805 gennaio 28). 92.

 

Lettera di Fr. Fran[ces]co M[ari]a di Lucca M. O. a Montino Bourbon del Monte, circa il predicare in Lippiano durante la Quaresima a venire e il ritornare poi al proprio convento superando I "cordoni" e affrontando un'eventuale "quarantana" (1805 febbraio 3). 93.

 

Lettera di P. Giangrisostomo di Castellazzo M. O. a Montino Bourbon del Monte ("Il Signor Marchese Montini", sic), di supplica ad esser nominato predicatore quaresimale per Lippiano (1805 marzo 21). 94.

 

Lettera di Fr. Fran[ces]co M[ari]a di Lucca M. O. a Montino Bourbon del Monte, di ringraziamento per aver potuto predicare in Lippiano durante la trascorsa Quaresima (1805 maggio 5). 95.

 

Lettera di P. Giangrisostomo di Castellazzo M. O. a Montino Bourbon del Monte ("Il Signor Marchesse Montini del Monte Santa Maria", sic), di ringraziamento per esser stato nominato predicatore quaresimale per Lippiano (1805 giugno 25). 96.

 

Lettera di P. Cristofano da Tribbiana verosimilmente a Montino Bourbon del Monte sulla "questua del filato" (1805 aprile 26) 97.

 

Lettera di P. Giangrisostomo di Castellazzo M. O. a Montino Bourbon del Monte ("Il Signor Marchese Montini", sic), di ringraziamento per esser stato nominato predicatore per Lippiano e per l'accoglienza ivi ricevuta (1806 aprile 20). 98.

 

Lettera di P. Giangrisostomo di Castellazzo M. O. a Montino Bourbon del Monte ("Il Signor Marchese Montini", sic), in cui egli domanda la patente di Predicatore per Lippiano (1806 maggio 16), con nota dell'anno seguente sulla nomina in questione (1807 aprile 3). 99.

 

Insieme di lettere e relazioni relative alla riforma della giurisdizione marchionale specie riguardo alla soluzione dei contrasti familiari. Si tratta di "Lettera del Marchese Montino al Reggente" (1807 febbraio 17) costituita dal "parere del vicario marchesale" (1807 febbraio 16) sulla nomina di avvocati per una causa in corso a Firenze, unita al "parere del Vicario Feudale" sui giudici d'appello delle cause ecclesiastiche nel Marchesato (1807 giugno 5), con approvazione, quest'ultimo, di Montino del Monte; lettera di Arimberto del Monte a Montino Bourbon del Monte (1807 giugno 20) con "Memoria per I [Signori] Capi di Ramo della Famiglia Bourbon del Monte" su modifiche relative al sistema giudiziario del Marchesato e con riferimento all'"Assessore del Feudo" in Firenze (s. d.), inoltre con "Riflessioni sul Promemoria del Marchese Arimberto e sulla Lettera del Marchese Montino al Reggente" (s. d.), con ulteriore lettera di Arimberto del Monte a Francesco Montino Bourbon del Monte (1807 luglio 11), nota di Arimberto del Monte (1807 agosto 11), probabilmente a Montino Bourbon del Monte e "Riflessioni sulla lettera B del Marchese Arimberto" (s. d.). 100.

 

Lettera di fra Felice Cuccioli Ministro Provinciale dei Minori Osservanti verosimilmente a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore in Lippiano (1807 aprile 23). 101.

 

Lettera del p. Pellegrino da Panicale Vicario Cappuccino a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina a predicatore in Lippiano (1807 maggio 27). 102.

 

Copia di verbali di riunione della Compagnia del Santissimo Sacramento di Lippiano (1807 giugno 4) e (-103 bis) "transunto delle risoluzioni prese dai Fr[at]elli della Ven[erabi]le Compagnia del S[antis]s[imo] Sagramento di Lippiano" redatto nell'ambito della Visita Episcopale (1807 settembre 17). 103.

 

Lettera di fra Felice Cuccioli Ministro Provinciale dei Minori Osservanti verosimilmente a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore quaresimale in Lippiano (1807 giugno 12). 104.

 

Lettera del p. Francesco Maria di Lucca Minore Osservante a Montino Bourbon del Monte riguardo alla sua nomina a predicatore in Lippiano, per ringraziamento (1807 maggio 27). 105.

 

Lettera del p. Pellegrino da Panicale Vicario Cappuccino a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore in Lippiano (1807 luglio 2). 106.

 

Lettera del p. Pellegrino da Panicale Vicario Cappuccino a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore in Lippiano (1807 giugno 11). 107.

 

"Duplicato" del "Decreto Vescovile di incorporazione e riunione della Compagnia dell'Ospedale di Lippiano a quella del S[antis]s[i]mo Sagram[en]to di detto luogo; e Donazione a questa fatta dal Cav[aliere] Francesco Montino de' M[arche]si Del Monte S[anta] M[ari]a" (1807 settembre 20). 108.

 

Lettera del p. Francesco Maria di Lucca Minore Osservante a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore in Lippiano per l'anno a venire (1807 settembre 3). 109.

 

Copia del "Decreto Vescovile in Visita" relativo al Priore di una delle Confraternite ("Compagnie") di Lippiano (1807 settembre 17). 110.

 

Lettera del p. Innocenzo da Capo[] a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore in Lippiano per l'anno a venire (1808 febbraio 6). 111.

 

Lettera del p. Domenico Chiesa Minore Osservante a Montino Bourbon del Monte riguardo alla nomina del predicatore in Lippiano per l'anno a venire (s. d.). 112.

 

"Ricevuta di D[on] Dom[eni]co Belei Capellano di S[an] Sebastiano, di un Quinternetto di memorie della Chiesa, gia' Convento, di S[an] Sebastiano" (1808 marzo 30). 113.

 

Lettera del p. Domenico Chiesa di [Bistagno] Minore Osservante a Montino Bourbon del Monte ("Francesco Montini", sic) di ringraziamento riguardo alla sua nomina a predicatore in Lippiano (1808 febbraio 28). 114.

 

Esempi di testi di patenti per il predicatore di Lippiano: "Formula della Patente per il Predicator di Lippiano" (testo italiano e testo latino) per il 1796, "Modula della Patente per il Predicatore di Lippiano" (1800) (-115 bis), patente in latino per l'anno 1804 (-115 ter), patente in latino senza indicazione dell'anno (-115 quarter), "Minuta della patente per il Predicatore di Lippiano" (-115 quinquies), "Modula della Patente per il Predicatore di Lippiano per la Quaresima del 1801) (-115 sexies). 115.

 

Patente concessa a Pietro Paolo Carleschi "ex capuccino" da Gio[vanni] Paolo Giannini, sottoscritta da Domenico Belei, in attestazione dell'avvenuta predicazione quaresimale (1811 aprile 21). 116.

 

Copia della patente di nomina a predicatore quaresimale concessa da Montino del Monte a don Paolo Paolo Battistelli "Arciprete della Terra del Monte S[anta] Maria" (1816 dicembre 23). 117.

 

Lettera del p. Leonardo da Strada, Guardiano del Santuario de La Verna, a Montino Bourbon del Monte ("Montino Borboni", sic) sulla "questua del filato" nel Marchesato (1817 aprile 22). 118.

 

"Oblighi di Varie Messe per I miei Antenati di S[an] Bastiano di Lipiano" (s. d.), con nota di lettura, probabilmente di un documento dell'archivio, relativa a un'azione di "Vitellozzo Vitelli a favore di Antonio Maria abbate ()" (-119 bis) e nota relativa obblighi di Messe e beni posseduti da enti ecclesiastici del Marchesato (s. d.). 119.

 

Nomina del Cappellano della "Venerabile Cappella sotto il titolo di San Francesco di Assisi nell'Oratorio ed Altare detto del Perugino in Parrocchia di Citerna" da parte di Carlo del Monte (1845 novembre 8), con nota relativa a un'ulteriore nomina nello stesso ruolo, del 1851. 120.

 

Minuta di atto di presentazione al Vescovo di Citta' di Castello di un sacerdote per l'incarico di Cappellano della Chiesa di San Sebastiano, da prte di un membro della famiglia del Monte il cui nome non compare (1846 ottobre 8). 121.

 

"Misure prese della Chiesa e Cura", Chiesa che non viene indicata (s. d.). 122.

 

"Perizie per riattare le Pieve di S[an] Michele Arcangelo di Lipiano" (s. d.). 123.

 

"Nomina di D[on] Ottavio Pieralli a Rettore della Cappellania di S[anta] Teresa nella Chiesa delle Monache dello Spirito Santo di Citta' di Castello" (1824 giugno). 124.

 

"Nomina di D[on] Valente Nisi a Rettore del beneficio si S[anta] Caterina in S[an] Sebastiano di Lippiano" (1844 gennaio 9). 125.

 

Presentazione al Vescovo di Citta' di Castello di una terna di nomi nell'ambito dei quali scegliere il Cappellano della "Cappellania della Beata Vergine del Carmine" nella "Chiesa patronale di mia Famiglia della S[antis]s[i]ma Vergine delle Grazie di Lippiano" da parte di Carlo del Monte (1845 novembre 8). 126.

Box 39, Folder 2

"Scritture relative alla Badia di Marzana" e beni ecclesiastici 1467 (copia), 1559 ottobre 29 - 1756 marzo 18

Physical Description: 304 ff. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.Fasc. cartaceo contenente 2 sottofasc. Camicia bordeaux internamente rinforzata con carta relativa forse a un volume, non riconosciuto. All'interno, camicia piu' antica, recante la scritta "Scritture relative alla Badia di Marzana". La documentazione presenta indicazioni di una revisione, per diverse scritte apposte sui documenti.

Scope and Content

Detailed description of item: (Detailed description of what is contained in the folder):
"Scritture relative alla Badia di Marzana" e a beni ecclesiastici all'amministrazione dei quali la famiglia del Monte era legata per ragioni di patronato o per il fatto che membri della famiglia fossero, o fossero stati, esponenti degli Ordini religiosi cui tali beni afferivano. Fasc. cartaceo contenente 2 sottofasc.:
 

Atti relativi all'abbazia di Marzana (indicata anche come Monastero di san Giovanni Evangelista), situata in Diocesi di Citta' di Castello (e con beni annessi quali, per un certo tempo, la Chiesa rurale di San Donato in territorio di Citerna o Cisterna "Citernae seu Cisternae" - , in questo caso fino al 1590): atti papali (specie per concessione di privilegi; usualmente in copia), atti relativi a cause, relazioni, corrispondenza. Alla famiglia Del Monte appartennero infatti alcuni abati commendatari. In particolare (atto del cardinale Vitellozzo Vitelli, 1559 ottobre 29), l'abbazia aveva avuto per abate Antonio Maria Del Monte ed era stata data in commenda al marchese Giovanni Battista di Montino nel 1588. Per ragioni che non e' stato possibile chiarire ulteriormente, probabilmente legate a ragioni di patronato laicale e senz'altro al fatto che l'abbazia si trovava nel territorio del Marchesato, i Del Monte risultano coinvolti in cause legali relative all'abbazia (definite come "lite di Citerna").

Si segnala una lettera di Scipione Ammirato (Fiesole, 1589 marzo 27) a "Gio[vanni] Bat[t]ista Del Monte", "per rag[g]uaglio della Badia".
1.

 

Atti relativi a beni ecclesiastici cui la famiglia del Monte era legata:

1) una "Fede fatta dal sig[no]r Giuseppe Nomi d'Anghiari notaro fiorentino" (1745 luglio 1) che "l'unica, e Maggior Porta della Chiesa Archipresbiterale di S[an] Mich[el]e Archang[el]o di Lippiano e' dentro l'ingresso del Palazzo de' Marchesi di d[etto] luogo, da una delle cui camere s'entra nel coro (...) e sovra la predetta Porta interiormente si vede l'Arme di d[etti] Signori, che fa' creder per indubitato esser stata costituita da' loro antenati.

2) Una fede di Giuseppe Nomi d'Anghiari ("Ioseph olim Petri Fran[cis]ci de Nomis de Anglare", notaio imperiale) (1746 marzo 18): "Fede come nella somita' della facciata del Palazzo detto della Torre in Lippiano, e' un piccol Campanile con Campane per dar all'armi a' sudditi da' Marchesi di d[ett]o loco nella quale e' inciso Ave Maria 1575".

3) "Sunto" di uno "istromento fatto li 29 Ottobre 1581 di consegna del Convento e Chiesa di S[an] Sebast[ian]o alli [Padri] Min[ori] Conv[entuali] di San Fran[ces]co, e per essi accettante il lor Padre Provinciale dalli sig[no]r Giacomo detto Montino de' M[arche]si del Monte, e Faustina della Cervara Coniugi, quali avendo erretta fin dal 1542 la Confra[ternita] della B[eata] V[ergine] M[ari]a del Rosario nella Cappella di d[ett]a Chiesa continuata fin dal sud[ett]o giorno, con augumento di divoti, Fr[ate]lli, e Sorelle, e Quotidiane Elemos[ine], accio' fosse ben officiata, di consenso di detta Comp[agni]a, e Suoi Officiali, la diedero in cura a' sud[ett]i [Padri]" secondo "patti, e capitoli" indicati. Si indica, quale Economo desiderato, il "M[arche]se Abb[at]e Girol[am]o fig[li]o d[el] S[igno]r Montino, e sempr'il piu' vecchio de' suoi Discen[den]ti, preferitogli pero' il Prete se ci sara'".

4) "Nota di varij denari e terreni lasciati al Convento di S[an] Sebast[ian]o de' P[adri] Conventuali di S[an] Fran[ces]co di Lippiano da alcuni Marchesi di d[etto] Luogo fedelm[en]te estratta da loro respettivi testamenti che in copia Legale si ritrovano appresso l'Ill[ustrissi]mo et Ecc[ellentissi]mo Sig[no]re M[arche]se Pietro del Monte di Lippiano" dal notaio Giuseppe Nomi di Anghiari.
2.

Box 46, Folder 2

"Methodus Ceremoniarum, quae passim servari debent a Clero Montis S[anct]ae Mariae ()" dell'arciprete Guid'Ascanio Lolli s. d.

Physical Description: 32 ff.

Scope and Content

"Methodus Ceremoniarum, quae passim servari debent a Clero Montis S[anct]ae Mariae in solemni processione facienda in festo Ascensionis D[omi]ni ad circumferendum simulacrum Beat[issi]mae Virginis Mariae intra, ed extra Oppidum".
Testo dell'arciprete Guid'Ascanio Lolli indirizzato al marchese Curzio Bourbon Del Monte.
S. d., da esaminare congiuntamente al registro pergamenaceo a 46, 1, cui e' simile quanto a struttura materiale e logicamente connesso.
 

10. Corrispondenza (Correspondence)

Scope and Content

Corrispondenza di diversi esponenti della famiglia, specie con esponenti di altri rami della famiglia stessa.
Correspondence of various family members, especially with members of other branches of the family.
Box 33, Folder 2

Corrispondenza. "Tomo P[ri]mo. 1700" 1700 agosto 25 - 1700 dicembre 28

Physical Description: 81 ff. 1 registro.Registro pergamenaceo. Presente una cartulazione ff. 1 - 80, sostanzialmente corrispondente alla consistenza attuale, ad eccezione di alcune lettere non num.

Scope and Content

Registro pergamenaceo di corrispondenza. Lettere ricevute da Francesco Maria del Monte (Lippiano) da parte di Giovanni [Maria? Mattia?] del Monte (Citta' di Castello) su questioni e interessi di famiglia, fatte rilegare, come le lettere degli altri volumi di corrispondenza a lui pertinenti (da 1700 agosto 25 a 1700 dicembre 28).
Temi affrontati: i rapporti con il Marchese Uguccione di Sorbello, coinvolgenti "tutti noi altri Marchesi del Monte", le fiere, i prestiti di attrezzi di stalla, la tutela della dote delle serve, i temi fiscali, l'"indoratura" della carta, I rapporti con il Vicario di Monte Santa Maria, realizzazione di strade nel territorio del Marchesato, elaborazione delle Tabelle "dell'entrate Marchesali", sostegno agli eredi mandati a studiare a Roma, il commercio del sale, il contrabbando, i contatti con persone viventi nel Marchesato, la presenza della "soldatesca", i giudici del Marchesato, l'"Abbondanza del grano", l'archivio della famiglia, la casa per il Vicario, i rapporti con il cardinale Albani assurto al Pontificato, la caccia, l'appalto del tabacco, il trasferimento di una persona della comunita' ebraica.
La documentazione risulta particolarmente utile per comprendere la circolazione delle lettere, in originale e soprattutto in copia, tra I diversi esponenti della famiglia, e la delega di redazione di lettere di risposta ad uno solo dei membri della famiglia (specie ff. 44r - 45 r, lettera del 5 novembre 1700, e 51r - 52r, lettera del 15 novembre 1700 a lui indirizzata "come quello, che soperintendete per il Sig[nor]e March[es]e Regg[en]te)", cosi' come la trasmissione di "avvisi" e "recapiti", il tutto nell'ambito di "tutte la famiglie della Nostra Casa" (lettera del 19 novembre 1700, f. 56 rv, qui f. 56v).
Si segnala la lettera del 26 novembre 1700 (ff. 60r - 61v), in cui il mittente chiede di poter dilazionare la propria risposta "() per essere applicato in questi giorni a scrivere di molto per Roma, stante, come suppongo, che saprete, l'Assunzione al Pontificato del Sig[nor]e Card[inal]e Albani, col quale passavo una strettissima servitu' ()", a testimonianza di rapporti di almeno parte della famiglia con Roma. Per lo stesso, fondamentale tema, si veda anche la lettera dello stesso allo stesso del 2 dicembre 1700 (ff. 62r - 63v): "Godo che ancor Voi [havessi?] servitu' coll'E.mo Albani, hoggi Papa, che ancor io q[ues]ta sera, per dimostrazione del Mio Ossequio, do' principio a' qualche allegrezza, qual seguitaro' per tre sere, particolarmente per la considerazione, che ha' sempre havuta per la Nostra Famiglia". Ancora riguardo a questo aspetto si legga la missiva dello stesso allo stesso in data 2 dicembre 1700 (ff. 62r - 63v): "Vi ritorno acclusa la relazione delle funzioni del Nuovo Papa, con il di lui Ritratto, che havete favorito mandarmi, quali ancor io havevo havuto da Roma"(f. 63 v). Infine, in lettera dell'8 dicembre 1700 (ff. 66r - 67r), la seguente annotazione (ff. 66v - 67r): "Vi ritorno la lettera, che mi scrisse il gia' Card[inal]e Albani oggi Papa, et io ve ne potrei mandare di molte scritte di suo proprio carattere, e di particolar' confidenza; Onde voglio sperare, che possa havere bo / na considerazione per tutta la N[ost]ra Casa, benche' q[ua]ndo diventano Papa, uno non si puol ripromettere di cio' che possa essere".
Si segnala, a f. 61rv (lettera del 26 novembre 1700, ff. 60r - 61v), un'annotazione relativa all'archivio di famiglia: "In tanto e' necessario di stabilire l'entrata per li / Provisionati, come anche per la Residenza del Vicario al Monte, essendo un'indecenza, che debba stare all'Osteria, dove ancora potrebbesi fermare il luogo per l'Archivio, essendo tanto necessario per il ben pubblico si' di tutti Noi, che de N[ostr]I sudditi, onde bisogna andare divisando il Modo, e fermare per venire alla Conclusione". Sullo stesso tema si legga la missiva dello stesso allo stesso in data 2 dicembre 1700 (ff. 62r - 63v): "Sta' benissimo, che habbiate proveduto il Vicario del Monte d'un poco do commodo di Casa, a' cui a' suo / tempo bisogna vedere di fermarli la sua Residenza, et insieme far' l'Archivio, essendo cosa tanto necessaria, et io pure concorrero' con Voi nel rimettervi quei pochi Protocolli, che posso trovarmi, come sento, che sete per far Voi per l'utile commune de' Nostri Sudditi" (f. 63 rv). Al riguardo, infine, si veda la lettera (f. 76r - 78v) del 23 dicembre 1700 di eguali mittente e destinatario: "E scrivendomi il sig[no]r M[arche]se Andrea [Nostro], che pensa esser qua' dentro il mese futuro, si potra' sentire anche il suo sentimento, mentr'io mi riportaro' sempre a' tutto cio' che sara' di maggior vostra sodisfattione, et a' quello, che concorreranno gl'altri Marchesi; bensi' crederei, che nell'istesso tempo, fosse necessario di stabilire anco il Modo da mettere in piedi l'Archivio, e la Casa per il Vicario, e li necessarii risarcim[en]ti che occorrono nelli N[ostr]I luoghi sottoponendomi anche in q[ues]to a tutto che sara' stimato piu' proprio, e di sodisfazzione commune, et imparticolare la Vostra" (ff. 77v - 78r).
Box 33, Folder 3

“Corrispondenza. Tomo II” 1700 gennaio 4 - 1701 dicembre 21

Physical Description:

Scope and Content

Registro pergamenaceo di corrispondenza (211 ff. e 5 ff. sciolti. Presente una cartulazione ff. 1 - 208; lettere ai ff. 1 - 204). Lettere ricevute da Francesco Maria del Monte (Lippiano) da parte di Giovanni [Maria? Mattia?] del Monte (Citta’ di Castello) e talvolta da Pompeo del Monte su questioni e interessi di famiglia, fatte rilegare, come le lettere degli altri volumi di corrispondenza a lui pertinenti (da 1700 gennaio 4 a 1701 dicembre 21). Presenti, in ff. sciolti conservati a parte, indici in forma di note di lettura di alcune lettere.
L'appalto del tabacco, il funzionamento della Camera Marchesale, i mercati nei diversi luoghi del Marchesato, la "comedia a Citerna" durante il Carnevale, il contrabbando del tabacco, la realizzazione di strade, il "privilegio per la dilazione dell'Armi" (?) rispetto alla Toscana, una lapide da porre presso le monache di Santa Cecilia, la vita di esponenti della comunita' ebraica. Il "Barigello" di Citerna e la sua attivita', I rapporti con I marchesi Bufalini (specie Filippo), I rapporti con gli Albani.
Box 33, Folder 4

“Corrispondenza. Tomo III” 1702 gennaio 6 - 1702 dicembre 30

Physical Description: 288 ff. 1 registro.Registro pergamenaceo.

Scope and Content

Registro pergamenaceo di corrispondenza (288 ff; presente una cartulazione ff. 1 - 282). Lettere ricevute da Francesco Maria del Monte (Lippiano) da parte di Giovanni [Maria? Mattia?] del Monte (Citta’ di Castello) su questioni e interessi di famiglia, fatte rilegare, come le lettere degli altri volumi di corrispondenza a lui pertinenti (da 1702 gennaio 6 a 1702 dicembre 30).
Si segnalano i temi del "privilegio dell'armi" (?) in rapporto a Firenze, del commercio del bestiame, del sistema fiscale, del rapporto con l'abate di Selci, la realizzazione di una nuova "Tabella" per la Camera Marchesale, le questioni di giustizia, il Balio del Marchesato, la Cappellania di Lippiano, la casa da stabilire per il Vicario, la Fiera di Senigaglia, l'acquisto di tessuti, la presenza ebraica, l'attivita' del "Barigello del Monte".
Box 35, Folder 1

"Corrispondenza". Tomo IV 1702 dicembre 2 - 1703 dicembre 29

Physical Description: 295 ff. 1 registro.Registro pergamenaceo. Tomo "IIII"

Scope and Content

Registro pergamenaceo di corrispondenza (272 ff., con numerazione 1 - 275, e 23 ff. sciolti conservati separatamente). Lettere intercorse tra Giovanni [Maria? Mattia?] del Monte (Citta' di Castello) e Francesco Maria del Monte (Lippiano) su questioni e interessi di famiglia, fatte rilegare, come le lettere degli altri volumi di corrispondenza a lui pertinenti (da 1702 dicembre 2 a 1703 dicembre 29). Presenti alcuni ff. sciolti, conservati separatamente. Tra i temi affrontati: il cambiamento del Vice Reggente, la presenza ebraica, i matrimoni tra esponenti di diverse famiglie del Marchesato, gli acquisti da fare in Roma, l'esercizio della giurisdizione (specie in rapporto alla condizione delle monache e ai loro rapporti con il Sant'Uffizio), i rapporti con la famiglia Gualtieri, gli acquisti di tessuti, I rapporti con il Vicario.
Box 35, Folder 2

“Corrispondenza. Tomo V” 1704 gennaio 5 - 1704 dicembre 27

Physical Description: 221 ff. 1 registro. Registro pergamenaceo.

Scope and Content

Registro pergamenaceo di corrispondenza (213 ff., presente numerazione originale 1 - 211; presenti 8 ff. sciolti con note di lettura e una sorta di "indice" di lettere). Lettere intercorse tra Giovanni [Maria? Mattia?] del Monte (Citta’ di Castello) e Francesco Maria del Monte (Lippiano) su questioni e interessi di famiglia, fatte rilegare, come le lettere degli altri volumi di corrispondenza a lui pertinenti (da 1704 gennaio 5 a 1704 dicembre 27).
Tra i temi affrontati: i rapporti con il Vicario, l'erezione di conventi nel Marchesato,i rapporti con la famiglia Guidelli affinche' si ristabilisca nel Marchesato, l'appalto del tabacco, la presenza di un medico nel Marchesato, la vita di esponenti della comunita' ebraica, l'introduzione di nuove devozioni,la richiesta del "nuovo diploma imperiale" (di rinnovo dell'investitura) e I relativi colloqui in Roma con l'"Ambasciatore Cesareo", il "Camerlingato di Citerna", l'"aprire" un'"Abondanza" nel "nostro Feudo", il mobilio a disposizione per risiedere in Roma, trasmissione di documenti processuali e l'esercizio della giustizia nel Marchesato, I rapporti con l'"Auditore Fiscale di Firenze", il commercio dell'olio, il Governatore di Ovieto, la causa Galli, I rapporti con la famiglia Giolli, le permute di terreni.
Box 37, Folder 1

"Corrispondenza. Tomo VI" 1705 gennaio 3 - 1705 settembre 9

Physical Description: 123 ff. 1 registro.Registro pergamenaceo.

Scope and Content

Registro pergamenaceo di corrispondenza (121 ff. e 2 ff. sciolti, con numerazione originale 1 - 118 per le lettere). Lettere ricevute da Francesco Maria del Monte (Lippiano) da parte di Giovanni [Maria? Mattia?] del Monte (Citta' di Castello) su questioni e interessi di famiglia, fatte rilegare, come le lettere degli altri volumi di corrispondenza a lui pertinenti (da 1705 gennaio 3 a 1705 settembre 9).
Tra i temi affrontati: i rapporti con la famiglia Giolli, il commercio del tabacco, il rapporto con i Bufalini, il "Camerlingo" del Marchesato, il rapporto con i principi (?) di Carpegna, il rapporto con Giuseppe Ansidei, il rapporto con Annibale Albani, la scelta di un medico perche' si stabilisca nel Marchesato, l'auspicato "congresso" tra tutti gli esponenti della famiglia, la causa con i Giolli, I rapporti con l'abate Galli.
Box 36, Folder 1

"Correspondance de M[onsieur] Pierre Bourbon M[arqui]s del Monte Consul de Belgique a' Ancone a' partir du premier janvier 1839" 1839 gennaio 1 - 1864 novembre 21

Physical Description: 1 registro e 190 ff. sciolti.

Scope and Content

Registro relativo alla corrispondenza del Console e lettere (ff. sciolti), specie con corrispondenti di Roma e Bruxelles.
Si segnala un inventario dei beni della Cancelleria del Console, comprendente I testi a disposizione.
Box 36, Folder 2

Corrispondenza: "Lippiano [.] 1689 - 1700". "Dal 1689 al 1700[.] Spettano al Marchese Fran[ces]co Maria" Bourbon del Monte 1689 - 1700

Physical Description: 358 ff. 1 fascicolo.

Presente la seguente scritta: "Dal 1689 al 1700[.]

Spettano al Marchese Fran[ces]co Maria[.] Posti per ordine di tempo".

Scope and Content

Corrispondenza e relazioni (in rapporto a Bartolomeo Felice da Montacuto, sulla morte del marchese Cerbone, su attriti familiari) relative al marchese Francesco Maria Bourbon del Monte (Lippiano).
Box 23, Folder 4

Corrispondenza tra Virginia Manciforte e Pietro Bourbon del Monte. 1753 - 1762

Physical Description: 85 ff.Registro cartaceo.

Scope and Content

Corrispondenza. Si tratta di "Articoli di lettere scritte dalla sig[no]ra M[arches]a Virginia Mancinforte (sic) del Monte al M[arches]e Pietro suo figliuolo, o' sieno zeppe adoprate a dagli la leva da Vienna, overo bastoni armati di punte per piccarlo, e farlo correre, saltare ed uscire da d[ett]a citta'prima che vi giungessero da Pisa le Scritture della di lui Causa, arrivate poi li 17 Feb[bra]ro 1755 o' piu' tosto mezzi da sollevargli la bile, e mettergli in moto, sottigliarli, e depurargli il sangue, per conservargli la salute". Estratti di lettere del 1753 al 1762, sia della marchesa al figlio che del figlio a lei. (55 ff.)
Registro di ff. apparentemente disposti per una rilegatura cui non si e' proceduto.
Box 45, Folder 1

Corrispondenza del Principe Massimo e di Pietro Bourbon del Monte 1833 - 1863

Physical Description: 56 ff.

Scope and Content

La documentazione e' costituita da un insieme di lettere indirizzate al principe Massimo e di documenti di suo interesse e di lettere indirizzate a Pietro Bourbon del Monte e di documenti di suo interesse, conservati in un involucro di tessuto.
Le lettere sono indirizzate al Marchese Pietro Bourbon del Monte (dal 1861) in quanto Console Generale del Belgio in Ancona (4 lettere, tra il 1849 e il 1861)o in quanto "deputato dell'Orfanotrofio Comunale" di Ancona (3 atti); "biglietti[i] di stabilimento" (5) per accordi finanziari risalenti al 1854, note contabili (2), relazione al Ministro dell'Interno (1852 dicembre 17) in cui il "marchese Bourbon del Monte" (Carlo) con altri viene indicato quale "consultore" e se ne discute la nomina, lettera di partecipazione della nomina, lettera a Pietro Marchese del Monte in quanto amministratore dell'eredita' Bertola (1853 ottobre 24), lettera (1863 settembre 28) al "Principe Pietro Bourbon del Monte" in Ancona, una sorta di inventario di beni di cucina (1833 dicembre 27) disposto dal "Caval. Borbon del Monte Santa Maria" a Benedetto [Vi]nappe, diploma di autenticita' di reliquie (1865)
I documenti sono: Testamento di Elizabeth de Saxe duchesse [Douairiere] d'Esclignac (1849 luglio 12) ("Elisabetta nata principessa di Sassonia vedova del Duca d'Esclignac") (2 copie), qui conservato probabilmente per i riferimenti alla principessa Altieri e al Principe "Pierre Massimo", rispettivamente sorella e nipote della duchessa; lettera (1849 luglio 23) relativa allo stesso testamento, lettera al principe "Victor Massimo" (1849 luglio 23) (con commento a matita: legato () dello stuccio portastecchini"), lettera del "cugino" "C. Altieri" al "Principe Massimo" (1850 febbraio 11) a proposito di una procura; atto (1850) relativo, ancora, al testamento di "Elisabetta nata principessa di Sassonia vedova del Duca d'Esclignac"), diploma (1851 agosto 6) a Pietro Bourbon del Monte quale membro dell'Accademia Ernica ("eretta in Alatri").
Si segnala una supplica non datata, al Pontefice, non del "marchese Pietro Borbone del Monte del ramo di Ancona". Si scrive che in Monte Baroccio (diocesi di Pesaro), gia' feudo familiare, in una cappella del Sodalizio di sant'Antonio abate di patrocinio domestico, si trovava "un quadro di celebre autore esprimente il santo stesso", che ora egli vuole comprare nell'ambito dei beni ecclesiastici sequestrati senza incorrere nelle usuali scomuniche.
Box 46, Folder 4

"F[rancesc]o Montino Marchese Del Monte. Opuscoli" 1764 - 1800

Physical Description: 152 ff. e 144 pp. 1 fasc. comprendente 7 sottofasc.Etichetta in alto: "F[rancesc]o Montino Marchese Del Monte. Opuscoli".

Etichetta in basso: "Manoscritti". A matita: importante. Ancona".

Il fasc. contiene 7 sottofasc.

Scope and Content

"F[rancesc]o Montino Marchese Del Monte. Opuscoli".
Il fasc. contiene 7 sottofasc.:
 

"Lettere amichevoli del Sig[no]r Abb[a]te Michele Denis Ces[are]o Reg[i]o Consig[lie]re e primo Custode della Imp[eria]le Bibliot[e]ca di Vien[n]a, al suo amico Cav. Fran[ces]co Montino, de' M[arche]si Del Monte S[ant]a M[ari]a, dal 10 magg. 1772 al p[ri]mo Genn[aio] 1800", con traduzione. Acclusi atti a stampa sull'"Acade'mie Imperiale Royale du Ge'nie a' Vienne" e sul Collegio Teresiano dei Nobili (1764) (con decori al dorso) e sull'"Academie de Savoye". (85 ff. e 7 pp. a stampa). 1.

 

"Regium Theresianum Collegium Nobilium" (1767) (elenco allievi, a stampa). (12 pp.). 2.

 

"Materia tentaminis publici quod ex anni hujus scholastici, praelectionibus in Collegio Regio Theresiano subibit illustrissimus dominus Franciscus marchio Borbonio Del Monte, philosophiae in secundum annum auditor. Anno MDCCLXVII" (a stampa). (36 pp.).

Copertina decorata.
3.

 

"Materia examinis publici quod in Collegio Regio Theresiano ex scholasticis anni labentis explanationibus subibunt illustrissimi poeseos auditores (). MDCCLXIV" (a stampa), e, uniti a questo, opuscoli del 1765 e del 1766 e, nuovamente, "Materia tentaminis publici quod ex anni hujus scholastici, praelectionibus in Collegio Regio Theresiano subibit illustrissimus dominus Franciscus marchio Borbonio Del Monte, philosophiae in secundum annum auditor. Anno MDCCLXVII" (a stampa). (77 pp.). 4.

 

"Regium Theresianum Collegium Nobilium" (1771) (elenco allievi, a stampa). (12 pp.). 5.

 

"Regium Theresianum Collegium Nobilium" (1766) (elenco allievi, a stampa) (12 pp.). 6.

 

"Equitis Francisci Montini, Petri F[rancisc]I, e S. R. I. Marchionibus Montis Sanctae Mariae Regii Theresiani Vindobonensis Conlegii alumni Iuvenilia quae supersunt. Autographum". Prove scolastiche: composizioni ed esercizi di traduzione. (67 pp.). 7.

 

11. Catasti (Land registers)

Scope and Content

Stime catastali e descrizioni delle proprietà famigliari; atti relativi a cause legali, inventari e disegni di proprietà.
Cadastral surveys and descriptions of family properties; documents for lawsuits, inventories and drawings of properties.
Box 14, Folder 1

"Catasto terratico del Marchesato nell'anno 1796" 1796

Physical Description: 372 ff. 1 fasc.Registro cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Catasto terratico del Marchesato nell'anno 1796"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "S". A matita: "[Terre] Lippiano".

Scope and Content

Documentazione relativa a un catasto del 1796: "1796. Copia del Catastro terratico del M[arche]sato del M[on]te S[anta] [Maria] com'era a detta epoca, esclusi tutti li beni de' Marchesi". A f. [1r] una piu' precisa definizione: "Copia del Catastro publico del M[arche]sato, e Feudo Imp[eria]le di Monte S[anta] M[ari]a esclusi tutti li beni de' Marchesi, fatta l'anno 1796" e la precisazione: "Fino a 40 la stima e' a scudi. Poi, a fiorini". Va accluso, in f. sciolto, un "Estratto delle somme catastrali delle rispettive parrocchie della curia e territorio del secondo la copia del 1796, escluse le pertinenze dei M[arche]si". (ff. numerati 1 - 370 e 2 ff. di indice acclusi)
Box 28, Folder 1

"Descrizione e stime de' fondi e case" dell'"Azienda" di Lippiano" 1780 - 1830

Physical Description: 221 ff., 3 piante. 1 fasc. comprendente 3 registri.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux.

Etichetta in basso: "Copie numero 4 e una pianta a occhio de' singoli poderi". Scritta a matita: "() antichi".

Etichetta in alto: "Casa del Monte. Lippiano. Descrizione e stime de' fondi e case di quell'Azienda".

In camicia bordeaux. All'interno, la scritta "A". Il fasc. contiene 3 registri cartacei.

Scope and Content

Documentazione relativa alla descrizione dei beni posseduti dalla famiglia in Lippiano.
Il fasc. contiene 3 registri cartacei:
 

"Catastro de' Beni nel Marchesato del Monte Santa Maria app[ar]t[ene]nti alli [Signori] [Marche]si d[e]l Monte di Ancona dell'anno 1780", (59 ff., con numerazione originale parziale 1-48)con indice dei poderi censiti, degli affitti, dei censi e dei legati, ma con note del 1806, del 1795, 1827, 1788, per il periodo 1774 1782, 1817. Allegato "Calcolo e riduzzione di pesi, e misure" ("1779") (22 ff.). 1.

 

Registro di stime di beni "per uso proprio, senza stima", censi, legati pii, iuspatronati, nomine, devozioni usuali, con note del 1830, 1806, 1795, 1827, 1788, 1817, 1786, 1805, 1805. (65 ff., ma con numerazione originale 1-68) Vanno uniti un incartamento di "Estratti di Catastro Piano de' Beni di Casa del Monte di Ancona" (6 ff.) e una "(...) Copia di tutti i terreni di Lippiano colla rispettiva loro misura" (14 ff.) e una lettera (1787 maggio 7) (2 ff.) forse ad uno dei marchesi, con, al verso, probabilmente nota di indicazioni da dare ai propri servitori e collaboratori da parte di uno dei marchesi. 2.

 

Registro, parzialmente rilegato con pergamena, di rilievi catastali relativi ai poderi di proprieta' della famiglia ("Memoria. [Otto]bre 1802 Sopra I beni situati nel Monterchiese" ()), con indice iniziale (1779). (53 ff., con numerazione originale parziale 1-40) Vanno uniti tre disegni: (a) "1807. Pianta del Castello murato di Lippiano", (b) "1812. Casetta del Macellino", (c) ("1807") pianta relativa a edifici di Lippiano (con, al verso, misure del "Sepolcro di S[an] Sebastiano").

Per ragioni di conservazione questo registro e' ora conservato nel box 22 (collocazione: box 22, 2).
3.

Box 29, Folder 2

"Casa del Monte. Lippiano. Inventarj di Case e terre. Estratti Catastali" e "Lite per il dazio a Monterchi" 1650 - 1823

Physical Description: 332 ff e 2 pp. a stampa. 1 fasc. comprendente 6 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia verde oliva.

Etichetta in basso: "Lite per il dazio a Monterchi". A matita: "Lippiano".

Etichetta in alto: "Casa del Monte. Lippiano. Inventarj di Case e terre. Estratti Catastali".

Il fasc. contiene 6 sottofasc.

Scope and Content

Fasc. cartaceo contenente documentazione relativa a proprieta' della famiglia in Lippiano e alla loro valutazione anche a fini catastali. Il fasc. contiene 6 sottofasc.:
 

"Lippiano. 1831. Nuovo catasto rustico ed urbano" (in camicia del catasto toscano).

La documentazione contenuta e' relativa ai rilievi finalizzati al pagamento delle tasse del 1834 da parte dei membri della comunita' di Monte di Santa Maria al "Granducale Governo Toscano", con indicazione di quanto dovuto da Carlo di Francesco Bourbon del Monte e corrispondenza, specie di don Luigi [Berchielli], agente del marchese. Va unito un testo a stampa per la stipula di contratti di locazione (s. d., ma relativo agli anni Venti dell'Ottocento) in Toscana. Sono inoltre presenti un "Catastino de' beni del Marche[se] Carlo del Monte a Citta' di Castello per il nuovo censimento" ("1833"), una tabella relativa a beni (verosimilmente con busta originale) e, infine, le lettere inviate al marchese Carlo Bourbon del Monte (Ancona) da Ludovico [Sterani?], suo "fattore e agente" in Lippiano, nel 1831, con "Spoglio di un decennio, e confronto colle stime" per le rendite della fattoria di Lippiano dal 1821 al 1830.
1.

 

"Estratti Catastali de' Beni de' Marchesi del Monte di Ancona", di "Citta' di Castello (venduti)", di "Monterchi", infine di "Lippiano".

La documentazione contenuta e' costituita da fedi e volture catastali, copie di particelle catastali, stime di beni, in originale e in copia, per il periodo 1706 - 1823
2.

 

"Lippiano. Inventarii dal 1738 al 1768. Item Inv[entari]o g[e]nerale de 1753. Item dal 1792 al 1808". La documentazione e' rappresentata da:

- Censimento relativo alle botti nelle cantine, censimento dei mobili del Palazzo di Lippiano

- "Inventario delli Mobili esistenti nel Palazzo post[o] in Lippiano di Sua Ecc[ellen]za il Sig[no]r M[arche]se [Signor] Pietro Borbon del Monte 25 Feb[braio] 1742") (in due copie, lievemente diverse l'una dall'altra)

- "Nota delli Legnami esistenti fuori di Palazzo" spettanti a Pietro Bourbon del Monte (1747)

- "Inventario delle cantine di Palazzo", inventario di quento contenuto "nella Sala sop[r]a l'Appartamento Buono" (1752 ottobre 22)

- Inventario di quanto contenuto "nella Sala dell'Appartam[en]to Buono" (ma: anche in altre stanze dell'edificio) (1752 ottobre 22)

- "Inventario delle robbe che esistono nell'appartamento che rimane a uso del Ministro, cioe' Due Camere a Terreno e Loggia di Sop[r]a con tre Stanze Ordinarie" (il "ministro" era Giambattista Giogli) (1752 ottobre 22), con inventario di quanto contenuto "Nella camera appresso o sia Caminata"

- Seconda copia lievemente difforme di inventario di quanto contenuto nelle stanze in uso al "Ministro", di eguale data, con sottoscrizione del Giogli

- "Inventario di Cucina, Stanza e Loggia" (1752 ottobre 22)

- "Inventario della Dispensa, con sottoscrizione del Giogli (1752 ottobre 22)

- "Inventario della Cantina di Palazzo" (1752 ottobre 22)

- Inventario realizzato al "Ritorno del Marchese Pietro da Vienna a Lippiano" riguardo alla "mobiglia mancante" (erroneamente composto agli altri ff.) (1767 dicembre 10), nel Palazzo della Torre in Lippiano

- "Inventario delle armi nelle casse di noce fatto dal Nomi"

- Altro inventario del 1767, forse di beni presenti in botteghe appartenenti alla famiglia

- "Inventario di Mobili et Imbiancheria e Vasi di Cantina esistenti nel Palazzo del Torrione di attenenza di Sua Ecc[ellenz]a il sig[no]r Marchese Giovanni Bourbon del Monte" (s. d.)

- Inventario di armi del 1767

- Inventario di beni nell'"Osteria n. 47" (1768 novembre 25)

- "Nota dell'imbiancheria lasciata in mano al Pieralli da S[ua] E[ccellenza] Sig[no]re M[arche]se Pietro nella sua partenza che segui' del 1768 la quale richiede per lettera scritta al sudetto sotto il di' 13 ottobre 1777" (anche con inventario di cucina e dispensa)

- "Inventario delle armi il 10 giugno 1783 fatto da Luca Pieralli" con "altri inventari del 1793"

- "Roba che porto in Ancona il di 27 aprile 1795" (definita anche come "Nota di tele del Feudo portate qui")

- "Tabella dell'Arsennale" (1767)

- "Inventario del Palazzo di Sua Ecc[ellen]za Sig[no]r M[arche]se Pietro Borbon del Monte in Lippiano 1753", in f. sciolto inventario di una "Bottega"

- "Inventarii dal 1792 al 1808" ("Lippiano") (incartamento).
3.

 

"Interessi fra' il M[arche]se Pierfran[ces]co, e suo Fratello Gio[vanni] Battista per le divisioni de' Beni seguite in Lippiano, di quelli beni, l'anno 41.44.50 51.52.53 colle loro stime, e pesi", con indice iniziale.

La documentazione contenuta e' relativa a un accordo cui addivengono, negli anni Quaranta del Settecento (con atto conclusivo: 1744 ottobre 21), gli eredi di Montino Bourbon del Monte, per lodo di Giovanni Potenziani Governatore di Castello, con approvazione del Cardinale F. Borghese "nostro Padrone", con indice iniziale.
4.

 

"Lippiano. Dal 16 al 1679. Censi del M[arche]se Fran[ces]co di Fabio. Item dal 1650 al 1714. Terreni e case del suddetto colle loro perizie, stime, e pesi".

La documentazione contenuta e' relativa a valutazioni di beni e loro amministrazione. "Dal 16" sia [1649].
5.

 

"Lippiano. Dal 1655 al 1778. Affare del Dazio al Com[u]ne di Monterchi".

La documentazione contenuta (corrispondenza, relazioni, fedi di agrimensori, nota dei beni in estimo a Monterchi) e' relativa a una nuova valutazione catastale domandata da Francesco Bourbon del Monte dei beni da lui posseduti in Monterchi, al fine di contenere i pesi fiscali di cui e' gravato. Coinvolta la magistratura dei Nove di Firenze. Va unito in f. sciolto un Regolamento a stampa di Pietro Leopoldo Granduca di Toscana sull'ordinamento delle magistrature comunitative locali, specie in ordine all'andamento del prelievo fiscale (1776 giugno 25) (ora, per ragioni di conservazione, conservato nel box. 56).
6.

 

12. Amministrazione e Contabilita' (Administration and Accounting)

Scope and Content

Atti di amministrazione dei beni della famiglia e corrispondenza con gli agenti contabili, fino alla revisione dei conti.
Documents concerning the administration of the family property and correspondence with agents responsible for accounting, including audits.
Box 11, Folder 1

"Carte di archivio dal 1750 in poi Vol[ume] III" 1745 novembre 13 - 1807 gennaio 26

Physical Description: 295 ff. e 6 atti a stampa. 1 fasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un testo non identificato. Etichetta in alto: "Carte di archivio dal 1750 in poi Vol[ume] III". Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "N". Sulla camicia che contiene il sottofascicolo, la scritta "Carte economiche.dal 1750 in poi per ordine di tempi. 3" e, all'interno, la scritta "Giurisdizione feudale" e, in costa, la scritta "Testamenti, Istrom[ent]i [&] Tom. VI Par. I".

Scope and Content

Documentazione sull'amministrazione dei territori e sui rapporti all'interno della famiglia. Si tratta di lettere, copie di parti di lettere, parti di testimonianze, in originale e in copia.
Presenti, a stampa:
  • - copia di un Sonetto (Citta' di Castello, 1752) per le "Dimostrazioni di pubblica contentezza, in occasione, che l'Eccellenza del Signor Marchese Monaldo Borbon del Monte prende possesso della Reggenza del Sudetto Marchesato"
  • - un bando del Marchese Antonio Ottone Botta Adorno "Commissario Plenipotenziario Cesareo in Italia" (1754 ottobre 30) (relativo alle nuove disposizioni dell'Imperatore circa il modo in cui, a proposito dell'amministrazione della giustizia, si devono redigere e presentare "suppliche", "memoriali", "ricordi", "atti")
  • - diploma di costituzione di Carlo Stampa a Plenipotenziario per l'Italia da parte dell'Imperatore Francesco (1745 novembre 13)
  • - "Nota" a stampa (s. d., post marzo 1805) di Mario Bourbon del Monte ai marchesi Giovanni Battista, Giuseppe, Francesco Montino e Cosimo capi di altri rami, per l'esecuzione di una sentenza che lo coinvolge
  • - dello stesso, nota "esibita nella Cancelleria del Magistrato Supremo della Citta' di Firenze" (1807 gennaio 26)
Box 23, Folder 2

"Casa del Monte. Lippiano. Carte volanti. Diverse" 1816 - 1824

Physical Description: 132 ff. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia verde oliva.

Etichetta in alto: "Casa del Monte. Lippiano. Carte volanti. Diverse"

Etichetta in basso: "Id[em] sull'amm[inistrazio]ne del fatt[or]e Casini".

In alto, la scritta "A 4".

Scope and Content

Documentazione relativa all'amministrazione delle proprieta' ("fattoria") in Lippiano.
Il fasc. contiene due sottofasc.:
 

Amministrazione delle proprieta' di Lippiano da parte di Giuseppe Casini. (65 ff.).

La documentazione pare relativa agli anni 1816-1824 e alla fattoria di Lippiano, amministrata dal Casini in nome del marchese Francesco Montino Bourbon del Monte. Comprende accordi sulla gestione della fattoria (due versioni), indicazione dei modi in cui coltivare i terreni (con tabelle), elenchi di opere pie che il Fattore di Lippiano dovra' soddisfare annualmente, "atti ed istromenti" relativi all'operato del Casini ("agenzia"), relazioni, ricongnizione di "credito ipotecario". Contiene un atto risalente al 1813 relativo alla rescissione di un contratto d'affitto relativo a un mulino e annotazioni finanziarie provenienti dai libri dei conti.

Nell'insieme delle carte "riguardanti l'amministrazione di Lippiano in mano del Fattore Giuseppe Casini" si segnala, riguardo al "Taglio da eseguirsi sull'Aggia in Lippiano", una "Pianta di Lippiano, e delle case d'affitto del cavalier Montino numerate come al libro de' conti del 1807" e una seconda Pianta, di analogo argomento, posta in conclusione della "Perizia occorrente per il nuovo taglio delineato nella qui annessa pianta".
1.

 

Atti amministrativi. (67 ff.)

Atti relativi all'amministrazione dei beni posseduti in Lippiano dalla famiglia, estratti a fine di conoscenza contabile da altri punti dell'archivio. Si tratta di una tabella di confronto tra le unita' di misura in uso in Ancona e quelle in uso in Lippiano, di una copia dell'editto a stampa di Napoleone (1807 gennaio 12) imponente la denuncia dei beni feudali a fini fiscali, del "Catalogo di quelli che hanno servito da Agenti in Casa di S[ua] E[ccellen]za signor Marchese Pietro Bourbon del Monte in Lippiano, e da Fattori di Campagna de' beni del med[esim]o, posti nel Marchesato del Monte Santa Maria dall'anno 1731 che il pred[ett]o S[ignor] M[arche]se venne da Ancona in detta terra di Lippiano", atti relative a cause giudiziarie (1792) inerenti alcune proprieta', affitti, atti relativi alla denuncia dei beni posseduti, a fini fiscali, dopo l'editto napoleonico. Molta parte della documentazione si raccoglie sotto le seguenti denominazioni: "1809. Atti per la denuncia del feudo di Monte Santa Maria ordinati dalla legge napoleonica de' 12 gennaio 1807" e "Carte antiquate dell'amministrazione di Lippiano. Da ritenersi perche' possono servire di memoria", solo parzialmente corrispondenti alla natura miscellanea della raccolta di carte. Si segnala uno "Spoglio de' testamenti de' Sig[no]ri Del Monte di Ancona per conoscerne li Legati pii".
2.

Box 25, Folder 1

"Casa del Monte. Lippiano. Module d'affitto di que' beni" 1814, con atti s. d.

Physical Description: 176 ff., 23 pp. a stampa. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.Camicia verde oliva. Etichetta in alto: "Casa del Monte. Lippiano. Module d'affitto di que' beni".

Scope and Content

Documenti d'affitto delle proprieta', soprattutto di Lippiano. Il fasc. contiene due sottofasc.:
 

"Module diverse per l'affittanza de' beni di Lippiano e progetti di prenderli in affitto da diversi". (143 ff. e 23 pp. a stampa).

Contratti, lettere, estratti di accordi, ms. Presente una copia, a stampa, dei "Capitoli Generali per l'affittamento dei fondi rustici appartenenti al Demanio dello Stato nei Dipartimenti del Metauro, e del Musone" (Macerata, 1814 dicembre 12 per la stampa).
1.

 

"Modelli di polizze d'affitto di terreni". (33 ff.).

Paiono accordi e copie di parti di accordi d'affitto, ripresi per individuare una sorta di modello utile per la redazione degli atti d'affitto.
2.

Box 33, Folder 1

Atti di amministrazione e contabilita' 1828 settembre - 1896 dicembre 27

Physical Description: 393 ff. 1 fasc. comprendente 3 registri e due incartamentiIl fasc. contiene 5 registri e due incartamenti. In copertina cartacea del fasc., la scritta "Lippiano".

Scope and Content

Il fasc. contiene 3 registri di amministrazione e due incartamenti di analogo tema:
 

Amministrazione di "F[ilippo] Ricardini di C[itta'] di Castello a cominciare dal 1 Mag[gi]o 1830 a t[ut]t[o] Ap[ri]le 1834" (con indice).(registro con num. 1 - 69; utilizzati i ff. 1 - 63). 1.

 

Amministrazione di "F[ilippo] Ricardini di C[itta'] di Castello", "dal 1 Mag[gi]o 1838 a t[ut]t[o] Ap[ri]le" (con registrazioni fino a 1843 aprile 30). (registro di 68 ff., con num. 1 - 67 per i ff. utilizzati. Vanno uniti 25 ff. sciolti, relativi al periodo dal 1839 a 1848 luglio 23). 2.

 

Amministrazione di "F[ilippo] Ricardini di C[itta'] di Castello", "dal 1 Mag[gi]o 1834 a t[ut]t[o] 1838". (con indice). (registro con num. 1 - 69). 3.

 

"Amministrazione del Patrimonio d'Ancona del Sig[nor] Filippo Riccardini di Citta' di Castello a cominciare dall'agosto 1828" (con indici). (registro con num. 1 - 10 e ulteriori 7 ff. utilizzati) (il registro con num. 1 - 10 per il periodo da settembre 1828 a tutto agosto 1830 e gli ulteriori 7 ff. utilizzati per il periodo da settembre 1828 a tutto agosto 1830). 4.

 

Insieme di lettere: "Falconara. Lettere interessanti e da conservarsi de' Sig[no]ri Filippo Padre e Figlio Riccardini e relativi mandati di procura". (15 ff.)(dal 1829 luglio 7 a 1842 maggio 22). 5.

 

Incartamento di contratti (tra i quali, procura di vendita di una casa dei del Monte in Ancona, tabelle contabili, attestazioni di patrimoni (per I Riccardini), minute di contratti, pareri legali (130 ff.) (per il periodo 1842 aprile 26 1896 dicembre 27). 6.

Box 34, Folder 1

"Eredi Palmucci. Az[ienda] Filottrano. Carteggio di que' Ministri anni 1817 al 1823" 1816 - 1823

Physical Description: 514 ff. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.Fasc. cartaceo contenente 2 sottofasc. Camicia bordeaux.

Etichetta in basso: "Carteggio con Mando' Giuseppe dal 1819 al 22[,] Polloncini Dom[enic]o 1822 e 23[,] Filippo Borsini e Trillini Angelo 1817 al 21".

Etichetta in alto: "Eredi Palmucci. Az[ienda] Filottrano. Carteggio di que' Ministri anni 1817 al 1823".

All'interno, la scritta "C".

Scope and Content

Documentazione relativa alla revisione dei conti di amministrazione dell'"Azienda di Filottrano" riguardo a diversi possedimenti familiari, anche per Macerata.
Il fasc. contiene 2 sottofasc:
 

Carteggio con diversi fattori (302 ff. complessivamente): "Filottrano. 1819.20.21.22. Carteggio di Giuseppe Mando' Fatt[ore]" (1817 - 1823) (221 ff.), "Filottrano 1817 al 1821. Carteggio co' Sotto Fattori () Filippo Borsini [e] Angelo Trillini" (16 ff.), "Filottrano 1822 e 1823. Carteggio con Domenico Polloncini Fattore" (65 ff.). 1.

 

"1816. 1817.1818 e 1819 al 1823. Carteggio di Sante Mando', Fattore di Casa del Monte a Macerata" (dal 1816 maggio 8 al 1822 dicembre 23) (212 ff.). 2.

Box 39, Folder 1

"Eredi Palmucci". Revisioni contabili relative all'"Azienda di Filottrano" 1817 - 1821

Physical Description: 209 ff. 1 fasc. comprendente 4 sottofasc.Fasc. cartaceo contenente 4 sottofasc. Camicia bordeaux.

Etichetta in basso: "Revisioni Vaudier dal 1817 al 18(...)".

Etichetta in alto: "Eredi Palmucci. Azienda di Filottrano. Revisioni".

All'interno, la scritta "C".

Nell' etichetta in alto ("Eredi Palmucci. Azienda di Filottrano. Revisioni"), cassate le parole che seguivano: "mensili. Carteggi".

Nell' etichetta in basso ("Revisioni Vaudier dal 1817 al 18(...)"), cassate le parole che seguivano: "mensili dal 1817 al 1821. Carteggi con l'Ingeg. Caprara, e Balducci".

Scope and Content

Documentazione relativa alla revisione dei conti di amministrazione dell'"Azienda di Filottrano" riguardo a diversi possedimenti familiari. Il fasc. cartaceo, contenente 4 sottofasc., va accompagnato da un indice che riconduce il materiale contenuto nei sottofasc. Al titolo "Filottrano":
 

"Revisione Vaudier dal 10 Maggio 1817 a tutto Aprile 1818".

Si tratta di: "Filottrano. Amministrazione unita delle Aziende S[anta] Margher[i]ta e S[an] Giul[ia]no. Conti fatti dal Sig. Gius[eppe] Vaudier a Gius[eppe] Mando' dal 1 Magg[io] 1817 a t[u]tto ap[ri]le 1818".
1.

 

"Mensile Giuseppe Mando' da 1o Luglio 1817 a tutto Aprile 1818" (annotazioni contabili mensili e note). 2.

 

"Detto di Febbraio e Marzo 1820" (ma: "1819 al 1820. Febbrajo, e marzo"). 3.

 

"Detto da 1o Marzo 1820 a t[u]tto Aprile 1821" (ma: "dal 1o Mag[gio] 1820 a tutto Ap[ri]le 1821". 4.

Box 47, Folder 2

"Lippiano. Affari economici e ecclesiastici" 1750 - 1850

Physical Description: 195 ff., 95 pp., 4 tra piante e disegni. 1 fasc. comprendente 3 sottofasc.

Scope and Content

La documentazione e' relativa all'amministrazione dei territori legati alla famiglia.
Il fasc. contiene tre sottofascicoli:
 

Presenti (in avvio, in 2 ff. sciolti) due disegni dei Palazzi posseduti dalla famiglia (branca di Ancona) in Lippiano e (in chiusura) una "Pianta di Lippiano, e Case d'affitto del Cav. Montino, numerate, come al Libro de' Conti. 1807", descrizioni non datate di beni immobili posseduti in Lippiano, elenchi di raccolti (del 1829), lettere al marchese Carlo Bourbon del Monte in Ancona (1839 e 1850), note su affitti e scambi commerciali, descrizioni di terreni acquistati dal marchese Montino Bourbon del Monte, elenco di poderi e case posseduti con relative rendite (con indice), note di censi, osservazioni di origine catastale. (27 ff. sciolti, ff. cartulati 1 - 66, 6 ff. uniti al testo)

Si noti il riferimento, in una lettera, al "libro di amministrazione" di una fattoria "dal 1789 al 1791". Ancora, si segnala il riferimento alla Compagnia del Santissimo Sacramento di Lippiano.

Camicia decorata.
1.

 

"Dal 1840 al 1849. Citta' di Castello. Sulla questione di servitu' introdotte da quella Communita' al podere del Perugino" per questioni d'acque e di corso di torrenti (46 ff., 1 disegno). La questione fu portata anche davanti alla Sacra Congregazione dei Vescovi e Regolari in Roma, a quel che sembra: si conservano atti a cio' relativi. Si segnala un disegno relativo alla "strada Citernese" e ai "risarcimenti" ad essa necessari (con, appunto, attenzione al locale sistema delle acque) e un altro relativo al "Beneficio della Madonna delle Grazie in Lippiano". 2.

 

Lettere, relazioni, atti contabili. (pp. con num. 3 - 15, altre 18 pp. a stampa, 116 ff.)

"Leggi per il regolamento della nobilta' e cittadinanza pubblicata in Firenze" (1750, a stampa), atti di causa portata dal marchese Ottavio Gabuccini davanti a una Congregazione romana (1766), "Stime dei poderi del Marchese Montino" (1798), "Stime del patrimonio che forma la Capella della Madonna S[antis]s[i]ma delle Grazie eretta in Lippiano della quale e' patrone Sua Eccellenza Marchese Carlo Bourbon del Monte residente in Ancona ()" (1835), relazione sulle entrate della Compagnia della Madonna dell'Ospedale di Lippiano (1792-1793), relazione sulla cappella della Madonna del Carmine in Lippiano, relazione dedicata ai "Beni acquistati nel M[archesat]o Del Monte S[ant]a M][ari]a dalla Casa Del Monte, di Ancona. Dal 1775 in poi,. Indicazioni delli Istromenti", atti di compravendita ed estinzione di censi, atti sulla gestione finanziaria della Cappellania della Beata Vergine del Carmine di Lippiano (1713 e 1786), "Ricordi diversi per il Fattore di Lippiano" (1836 gennaio 7) sui "restauri diversi del Palazzo", da compiersi, relativi al Palazzo e a diverse proprieta', con elenchi di beni pertinenti le diverse proprieta', note (1824 settembre 1) dei "Conti di spese fatte per cause pendenti alle quali devono intervenire pure I miei fratelli" (1824) (si tratta di questioni inerenti l'eredita' di Petronilla Castiglioni Valignani).
3.

 

13. Atti e Contratti (Deeds and Contracts)

Scope and Content

Atti e contratti relativi a beni di esponenti della famiglia (specie del ramo di Ancona), raccolti per lo più in occasione di eredità e cause.
Deeds and contracts regarding property belonging to members of the family (especially of the Ancona branch), largely gathered for the purpose of bequests and lawsuits.
Box 21, Folder 2

"Eredi Palmucci. Duplicati di atti e contratti" 1775 giugno 20 - 1812 aprile 4

Physical Description: 143 ff. 1 fasc, 17 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, recante la scritta "A 2". Etichetta in alto: "Cause contro Clementi e Mengarelli" Etichetta in basso: "Import[anti] (?)".

Scope and Content

Il fasc. contiene atti relativi ai beni dei Palmucci (o "Palmucci de' Pellicani", come talvolta compaiono indicati), in particolare all'eredita' lasciata da Volunnia Palmucci sposata del Monte.
Box 23, Folder 3

"Duplicato di atti e contratti civili ed ecclesiastici" 1597 - 1793 (per lo piu' con sottoscrizioni del XVIII secolo)

Physical Description: 283 ff. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un libro, in cui si distingue la scritta "Dizionario universale di arti e mestieri (...) economia industriale e commerciante". All'interno, camicia piu' antica, recante la scritta "Duplicati Civili, ed Ecclesiast[i]ci" e, in costa, la scritta "Tom. I Par. V. Qui si ritrova parte delle scritture del num[er] o 7".

Etichetta in alto: "Duplicato di atti e contratti civili ed ecclesiastici". A matita: "Poco importanti".

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore scritta: "A 3"

Scope and Content

Documentazione relativa ad aspetti di ordine religioso (patronato familiare, in particolare) e alla vita di famiglia, apparentemente riuniti in relazione alla natura di atti giuridici e contratti.
Il fasc. contiene due sottofasc.:
 

"Duplicati di Atti e Contratti concernenti cose ecclesiastiche" con, appunto in copia, atti relativi al periodo 1637 settembre 1 1793 agosto 24. Si tratta di estratti di lettere relativi all'amministrazioni di beni e cappelle di patronato domestico 1.

 

Copie di lettere e documenti. Si tratta di copie di lettere variamente interessanti la famiglia (accordi matrimoniali, partecipazioni di morte) certamente non solo, o non direttamente, di carattere ecclesiastico. Pur trattandosi di copie, e talvolta solo di parti, il sottofasc. va considerato un'importante fonte relativa alla vita familiare per il periodo coperto, che va dal 1517 al 1745. In uno degli atti, la scritta "Memoria concernente al feudo. C"; in un altro, "Diplomi e patenti" (in verita', un solo doc. Presente), a indicare forse un fasc. che si voleva costituire e non fu costituito. Frequenti sottoscrizioni del notaio Nomi (1745 ca.). 2.

Box 26, Folder 2

"Atti e contratti dal 1500 al 1600 da Guidascanio di Montino fino alla morte di Francesco di Montino Vol. II. Ramo di Ancona" 1535 novembre 6 - 1697 febbraio 1 (numerose copie Settecentesche)

Physical Description: 237 ff. e 54 schede. 1 fasc. cartaceo.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux internamente rinforzata con carta relativa a un volume non riconosciuto. All'interno, camicia piu' antica (recante la corda originaria per avvolgere le carte) e f. sciolto recante una sorta di indice.

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Etichetta in alto: "Atti e contratti dal 1500 al 1600 da Guidascanio di Montino fino alla morte di Francesco di Montino Vol. II. Ramo di Ancona".

Scope and Content

Documentazione relativa ad atti e contratti stipulati da diversi membri della famiglia per l’arco cronologico in questione, posti in ordine cronologico (1535 novembre 6 – 1697 febbraio 1). Presente un f. sciolto recante una sorta di indice relativo alla documentazione presente in questo fasc. e in quello precedente, che per il suo interesse si riporta:
  • - “Io Tomo: Contratti, da Montino p[ri]mo fino allo stabilimento in Ancona di Fabio Camillo; la sola linea primogenita”
  • - “IIo Tomo. Contratti da Guidascanio fino alla morte di Fran[ces]co del 1710. Linea secondogenita”
  • - “IIIo Tomo. Contratti dal 1710 in poi delle due suddette linee riunite per matrimonio”.
Seguono queste “Indicazioni”:
  • “Il p[ri]mo Tomo richiama le indicazioni gia’ fatte di Lippiano, e quelle che si caveranno dal mazzo delli Contratti; il secondo richiama quelle fatte di Ancona e Falconara, e quelle che si stanno cavando dalli contratti originali che formano il 2° Tomo. Il terzo richiama quelle “ (il testo si interrompe).
Si tratta di schede di lettura di documenti (estratti di rogiti notarili), donazioni, compravendite, censi, quietanze, procure, impegni di beni dotali, concordie, accordi coinvolgenti membri della famiglia e beni da loro posseduti, anche per quel che riguarda la definizione degli assetti feudali. Sotto la denominazione di cui al titolo, dunque, vanno documenti che, post 1710, sono stati estrapolati dal complessivo insieme documentario.
Si segnalano:
  • - “Copia della donazione fatta dal Ill[ustrissi]mo S[igno]r Vincenzo dal Monte al Ill[ustrissi]mo S[igno]r Montino suo fratello” (1620 gennaio 13)
  • - “Instr[umen]to di Concordia fra li [Signori] Mar[che]se Montino, e Vincenzo del Monte, et altri interessi del [Signori] Mar[che]se Montino (1631 dicembre 2)
  • - “Nota dei pagamenti fatti sotto rogiti del Cornacchini (“Pagamenti del Marchese Montino di Guidascanio Del Monte Santa Maria per l’annua risposta di sua parte sui Beni di Falconara”) (dal 1624 a tutto 1638)
  • - “Scrittura venuta di Fiorenza nel’accordo tra il sig[no]re Vincenzo del Monte et Abbate Carlo per opera del Padre R[everendissi]mo Centurione (1641 luglio 23)
  • - “Inventario fatto dal signor [Todorini] per la morte della B. M. del Sig[nor] Mar[chese] Montino del Monte” (1641 agosto 16).
Si segnala inoltre un piccolo plico di schede di lettura (54) e regesti di documenti: “Indicazioni di questo Tomo (?) (che e’ della Linea di Guidascanio del Monte) dal 1535 al 1710 morte del M[arche]se Fran[ces]co di Montino”.
Box 27, Folder 1

"Atti e contratti da Montino I fino alla morte di Fran[ces]co M[ari]a di Francesco Vol. I Ramo di Lippiano" 1387 agosto 13 - 1774 aprile 22

Physical Description: 405 ff. 1 fasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

"Autuno". All'interno, camicia piu' antica (recante la corda originaria per avvolgere le carte) e f. sciolto recante la scritta "T. I. Atti, e Contratti da Montino p[ri]mo, fino alla morte di Francesco Maria di Francesco. Ramo di Lippiano".

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". A matita: "Lippiano".

Etichetta in alto: "Atti e contratti da Montino I fino alla morte di Fran[ces]co M[ari]a di Francesco Vol. I Ramo di Lippiano".

Scope and Content

Documentazione per lo piu' originale relativa ad atti e contratti stipulati da diversi membri della famiglia per l'arco cronologico in questione, posti in ordine cronologico (1387 agosto 13 1774 aprile 22). Si tratta di compravendite, affitti, censi, affitti, atti di procura, rare copie di testamenti, quietanze, suddivisioni di rendite, accordi coinvolgenti membri della famiglia e beni da loro posseduti, anche per quel che riguarda la definizione degli assetti feudali. Sotto la denominazione di cui al titolo, dunque, vanno documenti che, post 1774, sono stati estrapolati dal complessivo insieme documentario.
Si segnalano:
  • - "Quietanza che fanno li Fratelli al M[arche]se Montino di Ranieri, per l'amministrazione de' loro beni" (1560 novembre 12)
  • - "Istromento di divisione tra I [Signori] M[arche]si Montino e Rainerio Borbon del Monte per li atti di Cristofaro Mattei" (1576 febbraio 4)
  • - "Affitto" del 1736 ("In Citta' di castello. Per gl'atti di Giuseppe Buratti Not[a]ro affitto di tutti I beni & del M[arche]sato, e Contorni, che fa' il M[arche]se Pietro per la sua 3a, e il M[arche]se Andrea per le sue 2/3e al Domenichini. Cogl'inventari inserti in calce" relativi ai beni di cui alla transazione (1736 aprile 25)
  • - "Procura del M[arche]se Gio[vanni] Batt[ist]a Bourbon del Monte d'Ancona in Persona del M[arche]se Pietro suo fratello, a domandare in Vienna l'Investitura separata del Feudo" (copia del notaio de Nomis) (1744 ottobre 10)
  • - Trasferimento dell'usufrutto di (1774 aprile 22) da parte di Pierfrancesco di Montino Bourbon del Monte al figlio secondogenito Montino di un terzo dei beni posti nel Marchesato del Monte. Per ragioni di conservazione una parte della documentazione (gli ultimi 136 ff.) e' conservata a parte.
 

14. Atti Civili e Criminali (Civil and Criminal Trials)

Scope and Content

Processi relativi ai sudditi del Marchesato in quanto sottoposti alla giurisdizione dei Marchesi e documenti relativi ad atti criminali di cui erano accusati esponenti della famiglia marchionale.
Trials concerning subjects of the Marquisate (given that the Marquises had jurisdiction over their subjects), and documents regarding crimes of which members of the Marquis’ family were accused.
Box 14, Folder 2

"Atti civili de' Sudditi avanti il Tribunale del Marchesato" ca. 1500 - ca. 1700

Physical Description: 312 ff. 1 fasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un volume, di cui si distinguono, per quel che riguarda l'identificazione, le parole "Dizionario universale di arti e mestieri e della economia industriale e commerciante", (...) "Prima Traduzione Italiana". All'interno, camicia piu' antica, recante la scritta "Atti civili avanti il Tribunale Feudale spettanti alli Sudditi, e non alli M[arche]si" e, all'interno, in costa, la scritta cassata "Duplicati de' Processi (...)" e, non cassata, la scritta "Tom. V". Presente anche la seguente annotazione: "Cose che quasi niente, e che indirettamente hanno correlazione alla Casa del Monte. Queste carte quasi niente toccano la Casa del M[on]te, ma' piuttosto servono a qualche notizia istorica del Marchesato, come de' nomi de' Vicari, Luoghi del Feudo, moneta, usi correnti, e simili. Vi sono simili carte antiche da ordinarsi".

Etichetta in alto: "Atti civili de' Sudditi avanti il Tribunale del Marchesato"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio". Ulteriore etichetta: "T". A matita: "Lippiano".

Scope and Content

Documentazione relativa a cause inerenti i sudditi dei Marchesi del Monte. Cosi' lo indicano gia' alcune descrizioni presenti: "Atti civili avanti il Tribunale Feudale spettanti alli Sudditi, e non alli M[arche]si" e "Duplicati de' Processi (...)". Si osserva, tuttavia, anche la presenza di contratti coinvolgenti i Marchesi del Monte. In almeno un caso, inventario di beni: inventario relativo ai beni di un esponente della comunita' ebraica (1624). Presente anche la seguente annotazione: "Cose che quasi niente, e che indirettamente hanno correlazione alla Casa del Monte. Queste carte quasi niente toccano la Casa del M[on]te, ma' piuttosto servono a qualche notizia istorica del Marchesato, come de' nomi de' Vicari, Luoghi del Feudo, moneta, usi correnti, e simili. Vi sono simili carte antiche da ordinarsi", che segnala un riordinamento archivistico e ne indica prospettive e finalita'.
Box 15, Folder 1

"Rappresaglie, e fatti criminali" ca. 1700 - ca. 1800

Physical Description: 161 ff., 3 alberi genealogici, 34 pp. a stampa. 1 fasc., 3 alberi genealogici, 34 pp. a stampa.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Rappresaglie, e fatti criminali"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "U". A matita: "Lippiano". In chiusura del fasc., incartamento originariamente avvolto nello spago.

Scope and Content

Documentazione relativa all'amministrazione della giustizia e a fatti criminali inerenti la Comunita'. La documentazione pare estrapolata da altri contesti meramente per ragioni tematiche. Si hanno dunque "Bravure Montesche" (atti relativi a crimini commessi da membri della famiglia e seguenti disposizioni giudiziarie, disposti su un albero genealogico), disposizioni dei Marchesi nell'esercizio delle loro giurisdizioni feudali, storie di famiglie redatte per illustrare la storia e l'entita' della giurisdizione feudale detenuta, atti di cause (a stampa), suppliche e lettere.
Si segnalano atti del 1753 relativi alla costituzione di un ghetto ebraico in Lippiano e, ancora, lettere indirizzate a Montino Bourbon del Monte da Vincenzo e Giuseppe Bourbon del Monte, figli di Lugi, detenuti a Macerata nel 1799, in relazione agli eventi di origine rivoluzionaria.
 

15. Cause (Lawsuits)

Scope and Content

Atti e perizie legali relativi a cause coinvolgenti esponenti di diversi rami della famiglia in lite tra loro e con altri, specie per ragioni di eredità; documenti relativi alla causa vertente sui legami genealogici tra i Bourbon del Monte Santa Maria e i marchesi di Petrella.
Documents and witness statements for lawsuits involving members of the family, including litigations both within the family and with outsiders, especially regarding inheritances; documents regarding a lawsuit concerning the kinship ties between the Bourbon del Monte Santa Maria and the Marquises of Petrella.
Box 1, Folder 3

Pareri legali 1532 - 1748

Physical Description: 66 ff. 1 fasc. comprendente 6 sottofasc.Fasc. cartaceo.

Presente una cartulazione originale parziale.

Scope and Content

Pareri legali relativi a cause inerenti Montino Bourbon del Monte. Il fasc. comprende 6 sottofasc. di pareri legali, i primi cinque dei quali con numerazione originaria:
 

("9") "Consultazione legale del Sig[no]r Domenico Bonsi Per il M[arche]se signor Montino" (1532?) (8 ff.) 1.

 

("10") "Consultazione del Sig[no]r Pietro Conti A' favore dell'Ill[ustrissi]mo Sig[no]r Montino" (s. d.) (12 ff.) 2.

 

("11") "Scioglimenti di dubbi nella causa dell'Ill[ustrissi]mo Signor Montini" (sic). "Allegazioni del signor Pietro Conti" (s. d.)con, in ff. sciolti, fede di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi (1748 settembre 22) sul contenuto di un atto del 1532. (Complessivamente, dunque, 6 ff. e 2 ff. sciolti) 3.

 

("12") "Consultazione del Sig[no]r Bartolomeo Ricasoli Per l'Ill[ustrissi]mo Signor Montino" (s. d.) (10 ff.) 4.

 

("13") "Consultazione legale del Sig[no]r Niccolo' Salarini Per l'Ill[ustr]e Sig[no]r Montino" (s. d.) (12 ff.) 5.

 

Transunto di un antico atto legale elaborato da Giuseppe di Pier Francesco Nomi (o de' Nomi) di Anghiari sul sistema di successione nell'investitura feudale (s. d.) (18 ff.) 6.

Box 17, Folder 1

"1587 e 1588. Processo criminale, e assolutoria contro Carlo, e Gio[vanni] Batt[ist]a di Montino di Girolamo" 1587 - 1588

Physical Description: 1 - 342 ff., 103 ff. sciolti. 1 reg. perg. con un 103 ff. sciolti.Registro pergamenaceo con acclusi alcuni ff. sciolti. Etichetta in alto: "1587 e 1588. Processo criminale, e assolutoria contro Carlo, e Gio[vanni] Batt[ist]a di Montino di Girolamo" Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "B B". A matita: "Lippiano" In camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un libro (al riguardo, si riconoscono, in particolare, le parole "Paolo Baroni", autore di un saggio relativo a "la difficilissima estrazione di un feto maturo").

Scope and Content

Documentazione relativa alla causa in oggetto. Si tratta di un registro pergamenaceo recante in copertina la scritta "1587 e 1588. Processo criminale contro li Sig[no]ri Carlo, e Gio[vanni] Batt[ist]a, Fratelli, e Figli del Sig[no]r Montino di Girolamo de' M[arche]si Del Monte S[anta] M[ari]a. Sentenza assolutoria d'entrambi". All'interno, la scritta: "A' 17 Feb[brar]o 1587, al 17 agosto 1588 in Firenze. Processo criminale contro li Sig[no]ri Carlo e Don Gio[vanni] Batt[ist]a Fr[ate]lli germani e Figli del M[arche]se Montino di Girolamo Del Monte S[anta] M[ari]a per pretesa resistenza alla Giustizia &c. con Sentenza assolutoria d'entrambi". Si precisa: "da carte 1 a 342 inclusive; e sei bianche", e alcuni ff. sciolti.
Si osservi che in alcuni atti, probabilmente relativi ai rapporto con lo stato Toscano e non alla sola causa in questione, vengono ricordati i privilegi di cui la famiglia gode nei rapporti con Firenze in virtu' delle antiche accomandigie. Ancora, compaiono il Governatore della Fortezza di Monterchi e I "banditi di Lipiano". Presenti relazioni legali, elenchi di testimoni, testimonianze. A segno di lettura, anche all'interno e' presente, a matita, l'annotazione "Sentenza assolutoria".
Box 21, Folder 1

"Cause contro Clementi e Mengarelli" 1804 settembre 10 - 1828 marzo 27

Physical Description: 220 ff. 1 fasc.Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, recante la scritta

"A 1".

Etichetta in alto: "Cause contro Clementi e Mengarelli"

Etichetta in basso: "Import[anti] (?)".

Scope and Content

Documentazione legale (corrispondenza e relazioni) relativa alle cause di cui al titolo.
Il fasc. contiene un sottofasc.: "Causa contro Clementi e Mencarelli rinnovata da essi il 13 febbraio 1826", con atti inerenti tali cause. Si segnala l'annotazione secondo la quale il "4 agosto 1838" una parte di documenti ("carte che erano afferenti a questa posizione") venne consegnata a un Carlo [Martelli]. In un punto, dunque, gli atti vengono considerati relativi ad una sola causa. I documenti sono relazioni relative alla causa e corrispondenza. Erano coinvolti Virginia e Carlo Bourbon del Monte contro Michele Clementi e Vittorio Mencarelli.
Presenti:

- un memoriale a stampa del 1827 relativo alla causa in Ancona

- una "Pianta di una Possessione situata nel terr[itori]o di Castelfidardo Contrada Pescara rilevata dal Sott[oscritt]o Ing[egner]e per ordine del Tribu[nal]e Pret.e d'Ancona li 15 e 16 Novembre 1825"
Box 28, Folder 2

"Processo de Sig[no]ri Marchesi del Monte" Santa Maria con i Marchesi di Petrella 1298 - 1651, bulk 1647 - 1651

Physical Description: 305 ff. e 43 pp. a stampa. 1 fasc.Fasc. cartaceo costituito rilegando documentazione legale e giustapponendovi un fasc. di "Genealogia" (a stampa). Presente sigillo (Cosimo IIII di Toscana); presenti alcuni ff. sciolti.

Al primo f., a matita l'annotazione "Importante".

Scope and Content

Fasc. cartaceo contenente documentazione relativa a una causa che contrappose i Marchesi del Monte Santa Maria ai Marchesi di Petrella (Ranieri, Ugolino e Camillo, questi ultimi) e Cortona:
"Processo, e Scritture a[...] March[e]si del Monte et i sig[no]ri March[e]si di Petrello (sic) di Cortona, e sentenzia (sic) favorevole a' primi sudd[et]ti sig[no]ri del Monte data dal Mag.to Ill.mo de' Consig.ri a' Relazione di Cinque Giudici di Ruota l'Anno 1651, e Motivo di Essa fatto dal sig[no]r Audit[o]re Federigo Mariani, e sottoscritta da tutti gl'altri", "Da consegnarsi all'Ill[ustrissi]mo Sig[no]r Marchese Francesco del Ill[ustrissi]mo Sig[no]r Marchese Virginio del Monte". Presente un indice iniziale delle carte ("Repertorio delle Scritture che si servono i Sig[no]ri Marchesi del Monte; informatione del facto [recolta?]" e "Secondo Repertorio dell'altra parte del processo continente la maggior parte delle scritture prodotte da' Sig[no]ri Marchesi di Petrella".
La causa verteva sui legami genealogici che i Marchesi di Petrella assumevano che unissero le due famiglie e i conseguenti titoli ed emblemi che entrambe avrebbe potuto vantare: legami di cui i Bourbon del Monte Santa Maria, promotori della causa, negavano l'esistenza. L'occasione era stata data dal fatto che, come si legge in una relazione, "() il Sig[nor] Cavaliere Passerini di Cortona, per giustificare I quarti per la parte delle Donne, mediante le quali discendeva da' Sig[nori] Marchesi di Petrella, dette fuora la medesima Arme, e si fece della medesima Famiglia de' Borboni". Discussa in Firenze dal 1647, la causa si concluse nel 1651 (1651 luglio 16). Fu determinato "() non costare detti Signori Marchesi di Petrella, Cammillo, Ranieri, et Ugolino, et altri della medesima famiglia, essere descendenti da quell'Arimberto Principe della Baronia di Borbonia, ne' meno sia lecito a' detti Signori di Petrella essere di detti descendenti, ne' havere potuto, ne' potere usare il Cognome de' Borboni, ne' anco il segno de' Gigli, con I quali hanno usato I Signori Marchesi del Monte S[anta] Maria ()". Cio' spiega la cospicua quantita' di allegazioni genealogiche conservate e la presenza di alberi genealogici: due uniti alla memoria a stampa "Per gl'illustrissimi signori Marchesi del Monte contro gl'illustrissimi Marchesi di Petrella" ("Copia d'una parte dell'arbore, che asseriscono fatto dall'illustre sig. Francesco Del Monte, per quanto importa a questa causa" e "Copia dell'arbore capitolato da' Sig[nori] Marchesi di Petrella, dal quale si vede l'attacco preso per la similitudine de' Nomi").
Si segnalano, allegati, atti precedenti:

- Fedi (in copia, risalenti fino al 1298 maggio 29), rappresentazione delle "Arme esistente nel Palazzo de' Cav[alieri] di Pisa" dei Marchesi di Petrella e Cortona (1590)

- Copia di Privilegio dell'imperatore Carlo IV del 1355 (con rappresentazione di sigillo (?))

- Atto di Cosimo di Toscana "Cosmus II () Magnus Dux Etruriae IIII. Florentiae, et Senarum DUX V. Pitiliani Comes, Portusferrarij in Ilua Insula, Castilionis Piscariae atque Igilij Insulae Dominus, Sacrae Militiae Sancti Stephani Magnus Magister, &" (1615 settembre 21) in favore di Francesco Maria di Ranieri del Monte Santa Maria (sui capitoli concessi nel tempo dai Medici ai Marchesi del Monte) (con sigillo)

- Copia delle "Provanze del Sig[no]r Onorio del Sig[no]r Lancillotto Marchese di Pratella" con rappresentazione dell'albero genealogico, pergamena (1413 agosto 31) relativa a () figlio di Ugolino: probabilmente Arrigo figlio di Ugolino Gherardi marchese di Petrizzolo cui si riferiscono la pergamena seguente (1430 maggio 6) (con trascrizione acclusa) e quella seguente ancora, di ardua lettura (recante una rappresentazione genealogica dei Ghini, a margine)

- Pergamena relativa a Guido (di Uguccione?) marchese di Civitella del contado di Castello, forse relativa ai marchesi di Petrella, s. d.

- Estratto degli Estimi "della Comunita' della Citta' di Cortona" del 1569 con elenco di beni posseduti da Uguccione figlio di Ancillotto dei Marchesi di Petrella (copia del 1650 maggio 6)

- (f. 73r) Lettera di Volunnio Bandinelli a Cerbone del Monte (1650 marzo 24) in cui comunica di trasmettergli albero genealogico relativo alla sua famiglia elaborato da Celso Cittadini, con allegato albero genealogico recante la seguente scritta: "Estratta la presente copia d'Albero dal suo originale esistente nella Cancelleria del Magistrato Ill[ustrissi]mo, e prodotto da M. Eugenio Fucini, come Procuratore delli Sig[no]ri Marchesi del Monte S[anta] Maria nella causa contro li s[ignori] Marchesi di Petrella con una scrittura di capitoli esibita in di 14 d'Ap[ri]le 1651 concernenti tali capitoli la recognizione di d[ett]o albero, che sia stato fatto e sia di mano del s[ignor] Celso Cittadini di Siena, sopra quali Capitoli sono stati esaminati piu' Testimoni per la recognizione di d[ett]a mano di d[ett]o s[ignor] Celso, come in atti appare di d[ett]a esamine alla quale, et il medesimo albero riscontrato diligentemente con d[ett]o suo originale concorda in ogni sua parte salvo [&] et in fede [&]. Matteo Nerone Canc[elliere]" (con relazione di ricognizione per l'autenticita' dell'albero genealogico attribuito a Celso Cittadini, 1651 aprile 14 e ulteriore esame di testimoni per valutarne l'autenticita'), corrispondenza, raffigurazione degli emblemi usati dai marchesi di Sorbello e dai Del Monte (ff. 100r) unita a lettera (f. 101rv) (1565 [gennaio?] 17)

- Fede relativa all'emblema presente nella Camera Fiscale di Firenze in "Libri" del 1343 in relazione a Giovanni Marchese di Monte Santa Maria (1651 maggio 17) (f. 102r)naloga fede, alla stessa data, relativa ad emblema di Camillo marchese del Monte Santa Maria presente nel Palazzo dei Cavalieri di Santo Stefano in Pisa

- Albero genealogico dei Marchesi di Petriolo di Colle (?) (altrove: "Petriolo seu Petrella") (f. 15r), estratti di atti, testimonianze.
Box 32, Folder 1

"1655. Processo civile di varj interessi fra Guidascanio di Vincenzo e Fran[ces]co di Montino Vol. I" 1650 - 1655

Physical Description: 593 ff. 1 fasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno".

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio Gentilizio".

Etichetta in alto: "1665. Processo civile di varj interessi fra Guidascanio di Vincenzo e Fran[ces]co di Montino Vol. I". A matita: "Lippiano". All'interno: "sino a carte 535"; "D".

Scope and Content

Fasc. rilegato di atti processuali (529 ff., con numerazione originale 1 - 535), con allegato (in ff. sciolti) il "Ristretto" del processo (34 ff.), un "Processo anzi Copia di esso o Lite civile pendente da una parte il S[ignor] Mar[che]se Franc[esco] del Monte e dall'altra il S[ignor] Mar[che]se Vincenzo del Monte dell'anno 1650" (26 ff.) e, in fine, "Index actorum" (2 ff. non num.) Si indica, in camicia interna, che il processo e' "in due Volumi" (si veda, al riguado, l'unita' che segue).
Box 30, Folder 1

"1655. Processo civile di varj interessi fra Guidascanio di Vincenzo e Fran[ces]co di Montino Vol. II" 1650 - 1655

Physical Description: 538 ff. 1 fasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario: "Autuno".

Etichetta in basso: "Marchesi del Monte. Archivio Gentilizio".

Etichetta in alto: "1655. Processo civile di varj interessi fra Guidascanio di Vincenzo e Fran[ces]co di Montino V. II".

Scope and Content

Fasc. rilegato di atti processuali con, in fine, indice di atti (538 ff., con numerazione 536 - 1049).
Si indica, in camicia interna, che il presente e', del processo, il "Tomo II ed ultimo". Si tratta del "Processo Civile di varii interessi fra' il M[arche]se Guidascanio di Vincenzo da una; ed il M[arche]se Francesco di Montino dall'altra, Cugini fratelli. 1655".
Box 31, Folder 1

"Cause sospese". Biagetti, Galeazzi, Streglia 1795 ottobre 24 - 1838 ottobre 10

Physical Description: 362 ff. 1 fasc. comprendente 5 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux.

Etichetta in basso, vuota.

Etichetta in alto: "Cause sospese. 1 Biagetti. 2 Galeazzi. 3 Streglia".

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

All'interno, la scritta "A".

Il fasc. contiene 5 sottofasc.

Scope and Content

Documentazione relativa a cause legali.
Il fasc. contiene 5 sottofasc.:
 

"Causa Censo Biagietti. Memorie, informazioni, pareri legali" (...). (96 ff.). (1813 novembre 9 - 1818 agosto 9). Atti legati alla causa che il "Sig[nor] Cav[alier]e Francesco Montino del Monte" (in quanto erede dello zio Francesco Maria), "Creditore graduato del Patrimonio Biaggetti" aveva "contro il Sig[nor] Giuseppe Maddalena Curatore del Patrimonio suddetto". Era in questione un censo istituito riguardo a un edificio in Macerata coinvolto in un fallimento. Del Monte cito' il curatore Maddalena (che aveva assunto l'incarico il 21 ottobre 1811) il 5 agosto 1815. Al curatore venne intimato di procedere alla vendita dell'edificio per soddisfare i creditori. Presente una raffigurazione dell'asse ereditario Biagetti e una dell'edificio in questione. 1.

 

"Causa Censo Biagietti. Atti giudiziali". (19 ff.) (1812 giugno 23 - 1818 gennaio 14, con riferimenti ad atti precedenti e cospicua documentazione s. d.). 2.

 

"Patrimonio Biagietti. Causa del Rendiconto, e piu' conti del Maddalena amministratore. Conteggi per memoria e Perizie e Stime de' Periti". (41 ff.) (atti per lo piu' non datati relativi al periodo 1810 - 1818). 3.

 

"Carteggio col Procuratore D[otto]r Casari nelle cause attive Streglia per Galeazzi e Maddalena per Biagetti", con "Copia pubblica d'instromento di vendita" (1854 ottobre 30) con cui "Il March[ese] Carlo Bourbon del Monte compra dai [Padri] Conventuali di Foligno un censo in sorte di [scudi] 1033 con tutti i frutti arretrati, e tutte le di loro ragioni contro Biagetti". (108 ff.)(1816 aprile 23 - 1818 dicembre 16, con atto del 1854 ottobre 30). 4.

 

"Carteggio coll'Avvocato Buratti di Macerata nelle cause attive Streglia per Galeazzi e Maddalena per Biagetti" (98 ff.) (1795 ottobre 24 - 1820 aprile 10, con copia di atti 1786 agosto 14 e, atto del 1838 ottobre 10 e rendiconto di amministrazione per il periodo 1811 novembre 19 - 1817 aprile 23). 5.

 

"Causa contro Massucci Franc[esc]o sotto nome di Simboli Luigi". (384 ff. e 84 pp. a stampa). (1819 marzo - 1828 marzo 12). La causa coinvolgeva beni di proprieta' di Virginia Guglielmi Bourbon del Monte. Si trattava di un terreno pignorato, che vedeva i Clementi e i Mencarelli di Osimo contrapposti alla famiglia Bourbon del Monte. 1.

 

"Causa contro Simboli Luigi[.] Duplicati" (). (36 pp. a stampa) (1825). Questo sottofasc. per ragioni di conservazione e' conservato separatamente dal precedente. 2.

Box 31, Folder 2

“Causa contro Simboli Luigi ossia Massucci Francesco” 1819-1828

Physical Description: 384 ff. e 120 pp. a stampa.

1 fasc. comprendente 3 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux.

Etichetta in basso: “Carteggio col Ministro”.

Etichetta in alto: “Causa contro Simboli Luigi ossia Massucci Francesco”.

All’interno, la scritta “A”.

Il fasc. contiene 2 sottofasc.

Scope and Content

Documentazione relativa a cause legali; in particolare, carteggio relativo alla causa Masucci.
Il fasc. contiene 2 sottofasc.:
Box 29, Folder 1

"Causa Conventati". "Recapiti di Contribuzioni". Causa Del Monte - Palmucci - Conventati 1823 febbraio 12 - 1834 agosto 27

Physical Description: 39 ff. 1 fasc.

Fasc. cartaceo contenuto entro un primitivo registro, quest'ultimo privo delle carte, la cui copertina viene a costituire la camicia del fascicolo in questione.

Etichetta in copertina: "Recapiti di Contribuzioni".

Al dorso, la scritta "Causa Conventati".

Scope and Content

Documentazione costituita da carte legali relative alla causa cosi' definita: "[27 ottobre 1827. [Birba] vertenza che si produce da Monsignor Conventati che nega l'adempimento de' patti portati dall'Istromento di transazione 1 settembre 1808 fra' i fratelli Marchesi del Monte", Pietro e Giovanni, "Eredi Palmucci ed i fratelli Conventati da S[ant']Elpidio."
Box 40, Folder 2

Cause relative all'eredita' Palmucci 1769 - 1808

Physical Description: 441 ff. e 192 pp. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.

Camicia bordeaux. All'interno, scritta "A".

Etichetta in alto: "Eredi Palmucci. Causa con

Conventati. 1806 e 1807"

Etichetta in basso: "Cause con Accorretti dal 1769 al 1774". A matita, "concluse".

Il fasc. contiene 2 sottofasc.

Scope and Content

Il fasc. contiene 2 sottofasc.:
 

"1769, [17]70, [17]71, [17]72, [17]73, [17]74. Stampe in causa Acoretti contro Palmucci sulla successione ne' beni di Giovanni Palmucci" (4 ff. e 148 pp.).

Si tratta di atti a stampa relativi alla causa, comprendenti anche alberi genealogici dei Palmucci, compaginati insieme a pochi testi ms. Dello stesso ambito.

Nastri in seta a unire I testi.
1.

 

"Cause Conventati 1806 al 1807". (437 ff. e 4 pp.).

Si tratta di atti in gran parte ms. Relativi alle vertenze tra le famiglie, tra loro imparentate. Si segnalano alcuni alberi genealogici funzionali alle descrizioni cui si accompagnano, indici di atti, testimonianze, lettere (fino al 1803, qualche anno prima degli estremi indicati). Si segnalano un "Estratto di testamento di Alessandro Palmucci dell'anno 1658 ()", due copie del testamento in questione, un "Estratto del testamento di Annibale Palmucci aperto li 1 aprile 1671 ()" e atti relativi alle disposizioni testamentarie di rinuncia in seno alla famiglia. Una supplica al pontefice Pio VII da parte di Costanza Lavini vedova Palmucci (1808, febbraio 9) ci informa del fatto che la causa maceratese era stata portata davanti alla Rota romana. Infine, le "Cause Conventati" sono documentate da cospicuo carteggio "dal maggio 1806 a t[u]tto il 1807" tra membri delle famiglie, avvocati, curiali.
2.

 

16. Frammentazione del Feudo (XVIII secolo) (Fragmentation of the Fief, 18th c.)

Scope and Content

Atti relativi ai rapporti tra i diversi rami della famiglia e ai rapporti dei marchesi con l’autorità Imperiale in relazione a un tentativo di divisione del Marchesato stesso (XVIII secolo) mediante “separata investitura” del ramo di Ancona, da parte dell’Imperatore, quanto al territorio di Lippiano.
Documents on the relations between different branches of the family, and between the marquises and the Imperial authorities, regarding the attempted division of the Marquisate in the 18th c., when the Emperor “separately invested” the branch of Ancona with the territory of Lippiano.
Box 8, Folder 1

"Carte di archivio dal 1740 al 1750 Vol. II" 1573 - 1750

Physical Description: 359 ff. Fasc. cartaceo composto di 4 sottofasc.

Fasc. cartaceo. In camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

"Autuno" [1871?].

Sulla camicia che contiene il sottofascicolo, la scritta "Carte d'archivio dal 1740 al 1750. II".

Etichetta in alto: "Carte di archivio dal 1740 al 1750 Vol. II".

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "J".

Al fine di imprimere un ordine alla documentazione, la si e' distinta in 4 sottofasc.

I sottofasc. 3 e 4 per ragioni di conservazione sono conservati separatamente dai primi due.

Scope and Content

Gli atti sono relativi ai rapporti con le autorita' Imperiali, alla vita interna al Marchesato (con particolare attenzione ad una causa Settecentesca tesa alla divisione del Marchesato, come di seguito si dice), a transazioni finanziarie, ad aspetti della vita sociale legati in particolare alla presenza ebraica. Al fine di imprimere un ordine alla documentazione, la si e' distinta nei 4 sottofasc. che seguono. Si avverte il lettore della necessita' di tener conto dei labili confini che separano talvolta i diversi nuclei tematici. Il fasc. contiene 4 sottofasc.:
 

Atti relativi ai rapporti interni al Marchesato e ai rapporti con Vienna, in particolare al reggimento marchionale (corrispondenza del Reggente, cui si rivolgono diversi membri della famiglia). (235 ff.) (1740 dicembre 17 - 1750. Numerose sottoscrizioni del 1747 e del 1748, usualmente del notaio Giuseppe di Pierfrancesco Nomi). Contiene, in forma di corrispondenza, cospicua documentazione relativa agli anni Quaranta del Settecento, in cui la successione alla Reggenza venne controversa e la famiglia ebbe notevoli attriti interni. Il marchese Francesco Andrea Bourbon del Monte, Reggente, aveva indicato quale proprio successore il nipote Pier Francesco del Monte e quest'ipotesi di successione aveva generato tensioni non essendo stata accettata dall'intera famiglia. Si osservi che, in questo caso, sono presenti maggiori attestazioni di rapporti con Vienna che con Firenze. Per le difficolta' familiari settecentesche sia quanto alla Reggenza sia quanto, complessivamente, alla tenuta del sistema con cui I Bourbon del Monte si erano governati per secoli, si vedano ad esempio, e in particolare qui, gli "Atti, avanti il Plenipotenziario Conte Stampa seguiti in Pisa nel 1749 e 1750 fra li M[arche]si del Monte Agnati da una; ed il M[arche]se Pietro Del Monte, di Ancona, dall'altra in punto= Richiesta da questo separata Investitura, e divisione di Lippiano dal resto del Marchesato" 1.

 

Documentazione di ordine finanziario. (78 ff.) (1684 - 1751 febbraio 11, con, in numero modesto, copie di atti che si ritengono del XVI secolo. Presenti sottoscrizioni notarili degli anni Quaranta del Settecento, dei notai Giuseppe di Pierfrancesco Nomi e Felice Bucci).

Contiene atti riconducibili a questioni di ordine finanziario:

1) atti inerenti il ricorso di "alcuni di Citta' di Castello" al Pontefice (1741 settembre 15) contro il Privilegio del 1573 che concedeva autorita' ai Marchesi Del Monte "in ordine alle gabelle, Dazi &".

2) attestazione relativa ad eventi correlati alla Fiera di Lippiano (1743 giugno 16).

3) "1743. Ruolo de' Patentati di Casa del Monte, di Ancona, Registrati a' Ruoli delli Sig[nor]I Otto di Balia della Citta' di Firenze".

4) "Ruolo dal 1684 al 1733".

5) "1731. Formole di Patenti, Benserviti, Passaporti, Bollette, Licenze, Familiarita' &".

6) Relazione "Dei Marchesi del Monte col Regio Fisco", ("pare del 1740") redatta dai "Marchesi Bourbon del Monte, e di Sorbello" "per la manutenzione de' privilegi concordati nelle accomandigie de M[arche]si del Monte colla Toscana".

7) Patente di "familiare" concessa da Pier Francesco Maria Bourbon del Monte (1747 luglio 17) a Francesco Saccardi "lavoratore delle pescare".

8) Patente per viaggio per sudditi del Marchesato che lasciassero Lippiano (non utilizzata).
2.

 

Atti vari. (38 ff.) (1741 settembre 16 - 1747 lunedi' 18)

Contiene atti relativi a eventi di carattere criminale e a scontri per motivi commerciali.
3.

 

Documentazione legata alla presenza Ebraica (8 ff.) (1742 giugno 3 - 1747 luglio 4).

Contiene atti relativi a eventi coinvolgenti esponenti della comunita' ebraica presente nel Marchesato.
4.

Box 12, Folder 1

"Patti di famiglia. Atti per la divisione del Feudo, e sommario. 1751" ca. 1600 - ca. 1700

General Physical Description note: 90 ff., 216 pp. 1 fasc. composto di 3 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

"Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Patti di famiglia. Atti per la divisione del Feudo, e sommario. 1751"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "Q". A matita: "Stampati.

Lippiano. Import[anti]". Il fasc. contiene tre sottofasc.

Scope and Content

Documentazione relativa a un'importante vertenza familiare Settecentesca sorta intorno ad un tentativo di modificazione dell'unita' territoriale del Marchesato (mediante separazione di una parte) e di variazione dell'integrita' feudale mediante "separata investitura".
Il fasc. contiene tre sottofasc.:
 

"A. Causa della divisione del feudo. Duplicato mancante solo della 2a Appendice", "Per gli Agnati. Contro il Marchese Pietro" (d'Ancona). (8 ff., pp. 3-15, 3-60, 3- 15, 3-134). Registro cartaceo che riunisce materiale manoscritto e a stampa relativo alla "Lite fra il Marchese Pierfrancesco di Montino, del Ramo di Ancona; e li Agnati degli altri tre' Rami della Famiglia de' Marchesi del Monte S[ant]a M[ari]a in punto, domandata dal primo, separata Investitura della Terra di Lippiano e sue dipendenze, a favore del prorio Ramo, all'esclusione delli altri". (3 ff., pp. 1-148). 1.

 

"1751. Som[m]ario del Libello A (duplicato) a' favore de' Marchesi del Monte Agnati contro il M[arche]se Pietro (di Ancona) punto Divisione del Feudo". Registro cartaceo che riunisce materiale a stampa, con idice degli "Atti portati in causa". 2.

 

"Patti di Famiglia de' M[arches]I Del Monte S[ant]a M[ari]a. Tomo II.". (pp. 1-79). Registro pergamenaceo in cui sono riprodotti Capitolazioni e Statuti degli anni 1694, 1695, 1699, 1739. s. d. 3.

Box 13, Folder 1

"Atti per la divisione del feudo dal 1743 al 1779" 1743 - 1779

Physical Description: 692 ff.

1 fasc. comprendente 10 sottofasc.

Indicazione esterna: "Atti per la divisione del feudo dal 1743 al 1779".

Indicazione interna: "Atti per la divisione del feudo dal 1743 al 1779 attore il M[arche]se Pier Franc[es]co di Montino d'Ancona".

"R".

Scope and Content

Il fascicolo, che presenta l'indicazione esterna "Atti per la divisione del feudo dal 1743 al 1779" e l'indicazione interna "Atti per la divisione del feudo dal 1743 al 1779 attore il M[arche]se Pier Franc[es]co di Montino d'Ancona" , che ne compendia il contenuto, contiene 10 sottofasc.:
 

"Libello latino, e volgare intorno al feudo 1769. C": presenti 4 incartamenti non cartulati, identificabili per data (1769, 22 ff.; 1769. Ragioni per la nuova scrittura, 4 ff.; 1769, 21 ff.; 1769, 92 ff.). La causa in questione e' relativa alla definizione dei rapporti con la Toscana. Si ripercorrono aspetti del governo del Marchesato, in ordine alla sua natura di feudo imperiale e alle sue consuetudini giuridiche. Si segnala la presenza di un elenco di successione nel Marchesato. 1.

 

"Scrittura in iure fatta dal Sig[no]re Agente Suffici in Procur[ator]e nel Consiglio Imperiale Aulico in Vienna" (s. d.) (20 ff.). 2.

 

"Manifesto sulla divisione del Feudo che pare la Parte [Prima]". (s. d). (ff. numerati 1 - 108). 3.

 

"Atti avanti l'Imperiale Consiglio Aulico di Vienna tanto per la rinnovazione dell'Investitura dell'Imp[eria]l Feudo Del Monte Santa Maria presso li Imp[erato]ri Carlo VII e Fran[ces]co I quanto per la separata Investitura di Lippiano domandata da Pierfran[ces]co di Montino. Dal 1742 al 1760". (30 ff.) (una parte s. d., una parte 1740). Con relazione (1747). (23 ff.). 4.

 

"Seconda scrittura col suo Sommario fatta ottenere la separazione del Castello di Lippiano dagl'altri del feudo del Monte S[ant]a Maria dal Regnante Imperatore Francesco I". (11 ff.). (Presente un tentativo di rappresentazione genealogica). 5.

 

"Raggiro fatto dal M[arche]se Andrea del Monte di Firenze al M[arche]se Pietro del Monte d'Ancona per far comparir, e credere il Sig[no]r M[arche]se Pompeo del Monte piu' vecchio del Sig[no]r M[arche]se Francesco Andrea del Monte d'Ancona, e togliergli la Succession della Reg[gen]za del feudo loro, che non si pote' riescire. Parte prima del fatto col Suo Sommario occorso in tal occasione". (26 ff.). (1742, ma con sottoscrizioni del 1747 di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi, da originali presso il marchese Pier Francesco Mario Bourbon del Monte di Lippiano). 6.

 

"Interne dissensioni e discordie della Famiglia Montesca, a cominciare dal secolo decimoquarto fino al fine della giurisdizione feudale del 1815". (1739 novembre 30) (52 ff.). 7.

 

"Pro memoria sulla lite della separata investitura, che e' la parte [seconda] del Manifesto. (s. d.) (40 ff.). 8.

 

"Sommario del manifesto, che e' la parte p[ri]ma". (76 ff.) (numerosi atti s. d., alcuno con sottoscrizioni 1745, 1747, 1748 di Giuseppe di Pierfrancesco Nomi). Per ragioni di conservazione, questo sottofasc. E' conservato separatamente dai precedenti e dai seguenti. 9.

 

"Altri documenti (per lo piu' lettere) che forse servono al Sommario del manifesto, o sia della parte Prima". (Atti spesso settecenteschi, con sottoscrizioni degli anni Quaranta e Cinquanta del Settecento, dei Notai Giuseppe di Pierfrancesco Nomi, fino al 1752, Felice Bucci - notaio riminese -, di Domenico Bartolomeo del fu Giovanni de Franceschi). (167 ff.). 10.

 

17. Perdita del Feudo (XIX secolo) (Loss of the Fief, 19th c.)

Scope and Content

Documentazione legale, memorialistica (copie di atti imperiali, giornali, relazioni) e amministrativa relativa alla perdita del feudo marchionale da parte della famiglia (1815) e all’aggregazione alla Toscana dei territori che avevano costituito il Marchesato del Monte Santa Maria.
Legal and administrative documents and historical records (copies of imperial acts, newspapers, accounts) connected to the loss of the family fief (1815) and Tuscany’s annexation of the lands that had constituted the Marquisate of Monte Santa Maria.
Box 11, Folder 2

"Atti e ricorsi per la perduta giurisdizione Feudale nel 1809 e dal 1815 in poi" 1803 - 1848

Physical Description: 246 ff., 20 doc. A stampa, 2 fascicoletti. Un fasc. composto di 4 sottofasc.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

"Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Atti e ricorsi per la perduta giurisdizione Feudale nel 1809 e dal 1815 in poi"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "O" e a matita: "import[ante] Lippiano".

Il fasc. contiene 4 sottofasc.

Scope and Content

Documentazione relativa alla perdita del potere feudale da parte della famiglia, all'unione dei territori familiari con quelli toscani, alle vertenze legali sorte in relazione a questi avvenimenti.
Il fasc. contiene 4 sottofasc.:
 

"Dall'agosto 1809 al settembre 1815. Cessazione del Dominio Feudale del Monte S[ant]a M[ari]a ed annessi, ed Incorporazione del Feudo negli Stati Toscani": lettere, relazioni, notificazioni, in originale e in copia. (19 atti a stampa, 2 fascicoletti a stampa, 74 ff.) (1809 agosto - 1820 luglio 10).

A stampa le disposizioni imperiali del 1809 e il Motuproprio (Firenze, 1800) dell'Imperatore Ferdinando (Vienna, 1800 febbraio 10) rivolta agli Stati toscani sollevatosi contro i Francesi; un indulto di Lodovico "Re dell'Etruria" agli insorti toscani (Firenze, 1801 agosto 12) (stampa s. d.); una copia del "Trattato di pace conchiuso fra la Repubblica Francese e S[ua] M[aesta'] l'Imperatore" del 17 ottobre 1797; una copia del "Trattato di pace fra Sua Maesta' l'Imperatore Re di Ungheria, e di Boemia, ed il Primo Console della Repubblica Francese, a nome del Popolo Francese", del 9 febbraio 1801 (stampa s. d.), "Per i quattro rami della famiglia Bourbon del Monte S[anta] Maria concessionarj, e donatarj perpetui del Feudo, e Marchesato del Monte S[anta] Maria e suoi annessi e connessi. Memoria ragionata", "Ancona, nella Stamperia Sartori. 1815" (2 copie); "Avviso al publico" della Pace di Amiens" del 25 marzo 1802 (stampa s. d.); "Estratto del Corriere Milanese in data dei 15 Ottobre 1801", stampa s. d.; copie de "Il Corriere Milanese" di: "giovedi' 5 maggio 1814", "mercoledi' 11 maggio 1814" (con relativo "Supplimento", "martedi' 25 ottobre 1814", "martedi' 15 novembre 1814", "giovedi' 17 novembre 1814", "mercoledi' 16 agosto 1815", "mercoledi' 13 settembre 1815"; una copia della "Gazzetta di Bologna" di "lunedi' 24 agosto 1818"; una copia delle "Notizie del Mondo" di "mercoledi' 23 febbraro 1803"; una copia del "Trattato di pace concluso tra le Potenze Alleate, e il Re di Francia" del 30 maggio 1814.
1.

 

"Carteggio del Comm[endato]re Montino Del Monte col suo Agente in Vienna Sig[no]r Giuseppe de Dieffenbach per la domanda a S[ua] M[aesta'] I[mperiale] [e] R[eale] di un Compenso per il perduto Feudo del Monte S[ant]a M[ari]a a nome della Famiglia", "dal 29 maggio 1820 in poi". (69 ff.) (1820 maggio 29) (1823 gennaio 20). 2.

 

"Carteggio col Marchese Andrea del Monte del Ramo di Firenze", "anni dal 1803 al 1823" con accluso bando a stampa di "Francesco IV (...) Duca di Modena, Reggio, Mirandola ec. ec. ec. Arciduca d'Austria, Principe Reale d'Ungheria e Boemia" (Modena, 1825 ottobre 3) qualificato come "Legge del Duca di Modena sul compenso accordato agl'antichi Feudatari del suo Stato". (5 ff., 1 doc. A stampa) 3.

 

Atti relativi alla perdita del Marchesato e alle sue conseguenze quanto agli assetti familiari: atti amministrativi, corrispondenza, relazioni, tabelle. (98 ff.) (1806 - 1848 ottobre 10, con numerosi atti non datati). 4.

Box 12, Folder 2

"Esemplari di scritture per la riunione del Feudo alla Toscana nel 1815" 1814 - 1826

Physical Description: Si aggiunga al computo una p. a stampa in box 50. 41 fascicoletti a stampa, 1 f.

Fasc. cartaceo. Camicia bordeaux, internamente rinforzata con carta relativa a un calendario:

"Autuno" [1871?].

Etichetta in alto: "Esemplari di scritture per la riunione del Feudo alla Toscana nel 1815"

Etichetta in basso: " Marchesi del Monte. Archivio gentilizio".

Ulteriore etichetta: "P".

Il fasc. contiene tre sottofasc.

Scope and Content

Documentazione (allegazioni dei diritti familiari relativi al Marchesato) relativa all'"aggregazione del M[arche]sato del Monte alla Toscana" (1815 ottobre 8) e alla ripresa di possesso del feudo da parte della famiglia nel 1814.
Il fasc. contiene tre sottofasc.:
 

"Per i quattro rami della famiglia Bourbon del Monte S[anta] Maria concessionarj, e donatarj perpetui del Feudo, e Marchesato del Monte S[anta] Maria e suoi annessi e connessi. Memoria ragionata", "Ancona, nella Stamperia Sartori. 1815" (6 copie a stampa, comprensive delle relative sei parti, a stampa, inerenti l'Investitura). 1.

 

"Per i quattro rami della famiglia Bourbon del Monte S[anta] Maria concessionarj, e donatarj perpetui del Feudo, e Marchesato del Monte S[anta] Maria e suoi annessi e connessi. Memoria ragionata", "Ancona, nella Stamperia Sartori. 1815" (6 copie a stampa, rilegate). 2.

 

"Stampe esibite al Ministero toscano in occasione dell'aggregazione del M[arche]sato del Monte alla Toscana" (1815 ottobre 8). Contiene 21 copie dell'Investitura (a stampa), 2 copie della "Nuova Capitolazione, o sia Statuto da osservarsi nel Marchesato del Monte S[anta] Maria, a rogito del Sig. Dottore Domenico Giuseppe Zavagli Not[aio] pub[lico] Fiorentino degli 11 Settembre 1807" (a stampa, 2 copie), "Indicazione di alcuni Rogiti Di contratti fatti a moneta del Marchesato del Monte Santa Maria" (a stampa, 4 copie), Fede di Francesco Antonio Mondelli, Vescovo di Citta' di Castello (1815 novembre 1) (30 copie, a stampa) relativa alla ripresa di possesso del feudo da parte della famiglia nel 1814.

La documentazione e' contenuta entro un "Editto sul Giubileo", a stampa, del Vescovo di Ancona Cesare Nembrini Pironi Gonzaga (1826 gennaio 19).
3.

 

18. Pergamene (Parchments)

Scope and Content

Atti in pergamena: per lo più investiture di beni, rinnovi d’infeudazione dei territori del Marchesato, atti di assegnazione di cariche (patenti) a membri della famiglia, documenti di Confraternite, bolle e brevi papali, accomandigie con i Granduchi di Toscana.
Acts on parchment: mostly investitures of properties, renewals of the enfeoffment of the lands of the Marquisate, acts appointing family members to office (“patenti”), documents concerning Confraternities, bulls and papal briefs, accords with Grand Duchy of Tuscany (“accomandigie”).
Box 49, Folder 4

Atto relativo a un Papa Clemente (…) s. d. ("Roma quartodecimo kal. Martii…")

Physical Description: 1 doc.

“Magnis”, “d”, al verso del documento.

Scope and Content

Atto di difficile lettura. Si ricorda un papa Clemente, forse un [Iacobi de (…)] e si menziona uno scambio di denaro.
Box 49, Folder 2

Patente di “Ioannes Bembo (…) Dux Venetiar[um]” per Cosimo del Monte che viene accolto al servizio della Repubblica di Venezia (…) dicembre 30

Physical Description: 1 doc.

Dorate in apertura le parole “Ioannes Bembo (…) Dux Venetiar[um]”.

“VIIIa”, “4”. “b”, al verso del documento.

Scope and Content

Venezia (“in nostro Ducali Palatio”).
Patente a nome di “Ioannes Bembo (…) Dux Venetiar[um]” con cui si partecipa alle magistrature Veneziane che Cosimo del Monte e’ stato accolto dal Senato al servizio della Repubblica Veneziana “per anni cinque di fermo, et dui di rispetto” a motivo delle sue esperienze militari.
Sottoscrizione di “And[rea] Su[r]iano Seg[reta]rio”.
Box 55, Folder 6

Custodia di sigillo forse riferibile a Guidobaldo II della Rovere [1514 - 1574?]

Physical Description: 1 custodia.

Si esamini lo stato di conservazione della custodia di sigillo.

Scope and Content

Custodia di sigillo forse riferibile a Guidobaldo II della Rovere duca di Urbino (1514 - 1574).
Box 49, Folder 10

"Investitura della Terra di Mon[te]baroccio data dal Duca d’Urbino al M[arche]se Ranieri di Girolamo de’ M[arche]si Del Monte S[anta] M[aria]. 4 ap[ri]le 1552. Aggregazione della Casa Del Monte alla Ducale d’Urbimo" 1543 settembre 5, 1552 aprile 4

Physical Description: 10 ff.

1 fasc.

Iniziali decorate, emblema di famiglia, dorato e in oro e verde la parte iniziale del primo atto e in oro la parte iniziale del secondo.

“l” e “1543 5 settembre. Investitura della Terra di Mon[te]baroccio data dal Duca d’Urbino al M[arche]se Ranieri di Girolamo de’ M[arche]si Del Monte S[anta] M[aria]. 4 ap[ri]le 1552. Aggregazione della Casa Del Monte alla Ducale d’Urbimo, collo Stemma”, al verso del documento.

Scope and Content

Urbino (1543 settembre 5) e Pesaro (1552 aprile 4).
Fasc. ms. di 10 ff. uniti mediante filo di seta contenente:

-l’atto con cui Guidobaldo della Rovere II duca d’Urbino e IV conte del Montefeltro conferisce a Ranieri di Girolamo del Monte Santa Maria, conte di Monte Baroccio, un rinnovo dell’investitura per questo territorio, situato presso Pesaro, per lui e per i suoi discendenti (1543 settembre 5);

-l’atto con cui Guidobaldo della Rovere II duca d’Urbino e IV duca di Pesaro e Senigallia e Governatore Generale per la Repubblica di Venezia rinnova, par di capire, a Ranieri dei marchesi di Monte Santa Maria conte di Monte Baroccio i diritti e i privilegi di cui all’atto precedente (forse trasformandolo da sub infeudazione in infeudazione (?)) e concede a Ranieri e alla sua famiglia il diritto di definirsi (“denominari appellari et describi”) parte della casa e della famiglia della Rovere (“de nostra domo et familia de Ruvere”) (1552 aprile 4).
Box 50, Folder 1

"29 ottobre 1559. Procura (...) Badia di Marzana Conferita dal Cardinale Vitellozzo Vescovo di C[itta'] di Castello al M[arche]se Anton Maria de' Marchesi del Monte ()" 1559 ottobre 29

Physical Description: 1 doc.

Atto in pergamena. Presente custodia e parziale sigillo. Dorato il nome del cardinale, in avvio del testo.

"r" e "29 ottobre 1559. Procura (...) Badia di Marzana Conferita dal Cardinale Vitellozzo Vescovo di C[itta'] di Castello al M[arche]se Anton Maria de' Marchesi del Monte come iuspatronato de' Marchesi del Monte Signori di Marzana, con la clausola del Quatenus (...)", al verso del documento.

Scope and Content

Atto con cui Vitellozzo Vitelli, vescovo di Citta' di Castello, nomina forse Anton Maria del Monte rettore della chiesa abbaziale di San Giovanni Evangelista di "Mazzano" (Marzana). Testo fortemente lacunoso.
Box 49, Folder 7

Assegnazione della chiesa di San Giovanni Evangelista (“terre de Mazzano”) ad Anton Maria di Girolamo del Monte Santa Maria da parte di Alfonso Carafa 1559 novembre 23

Physical Description: 1 doc.

“2”, “g”, “1560 10 gennaro. A favore di Ant[oni]o M[ari]a di Girolamo. Decreto di manutenzione nel possesso della Badia di Marzana”, al verso del documento.

Scope and Content

Atto del cardinale Alfonso Carafa con cui indirizzandosi al Vescovo di Citta’ di Castello assegna la chiesa di San Giovanni Evangelista (“terre de Mazzano”) ad Anton Maria di Girolamo dei marchesi di Monte Santa Maria.
Box 52, Folder 8

Bolla di Pio IV con cui si assegna a Girolamo del Monte l’Abbazia di Marzana 1560 gennaio 9

Physical Description: 1 doc.

Decorate le lettere d’avvio e parzialmente i margini del testo.

“v” e “R. P. D. G. Paleotus Auditor Civitatis Castelli monasterii Abbatiae [nuncupati] Sancti Ioannis de Marzano. Bulla commendae dicti monesterii abbatiae nuncupatae in favorem Ill.is Hieronimus de marchionibus ei pro eodem concessae per (...)”, al verso del documento.

Presente un sigillo.

Scope and Content

Roma.
Bolla di Pio IV con cui si assegna a Girolamo di Montino di Girolamo del Monte, in qualita' di abate, l’Abbazia di Marzana.
Box 50, Folder 3

Patente di “Hieronymus Priolus (…) Dux Venetiar[um]” per “Montino delli Marchesi del Monte” che viene accolto al servizio della Repubblica di Venezia 1565 dicembre 21

Physical Description: 1 doc.

Atto in pergamena. Dorate in apertura le parole “Hieronymus Priolus (...) Dux Venetiar[um] &C” e presenti emblemi legati alla vita della repubblica.

“Ms do.”, “n”., “Patente di colonnello a favore di Montino di Girol[a]mo”, al verso del documento.

Scope and Content

Venezia (“in nostro Ducali Palatio”).
Patente a nome di “Hieronymus Priolus (...) Dux Venetiar[um]” con cui si partecipa alle magistrature Veneziane che “Montino delli Marchesi del Monte” per i meriti personali e della sua casa (si ricorda in particolare Pietro dal Monte, zio di Montino, morto al servizio della Repubblica Veneta) viene accolto al servizio della Repubblica dal Senato veneto.
Box 55, Folder 2

Breve di Gregorio XIII con cui il pontefice annulla le sentenze relative a tal Francesco di Citta' di Castello 1580 maggio 4

Physical Description: 1 doc.

“D” “I”, “a”, al verso del documento.

Scope and Content

Breve di papa Gregorio XIII con cui il pontefice annulla le sentenze fino ad allora date e rimette la pena conseguente, condiscendendo a una supplica di un Francesco, forse di Citta’ di Castello, che in eta’ minorile aveva ucciso un uomo e aveva subito la condanna alla pena capitale e alla confisca dei beni da parte del Governatore di Citta’ di Castello. Il giovane, contumace, aveva frattanto raggiunta la maggiore eta’ e ottenuto il perdono dei familiari del defunto.
Box 52, Folder 5

Diploma di laurea di Lodovico Palmucci 1585 novembre 23

Physical Description: 1 doc.

Presente custodia di sigillo. Pergamena dorata e decorata.

“s” e “Laurea dottorale del nobile Lodovico Palmucci di Macerata, del 23 novembre 1585, a forma dell’istromento del 1580, firmato cosi’ Alexander Treggius, Fulginas, Not[ariu]s et Cancell[ariu]s rogatus. Esist all’archiv. Comm[una]le di Macerata”, al verso del documento.

Scope and Content

Diploma di laurea di Lodovico Palmucci (23 novembre 1585).
Box 49, Folder 14

“Bolle della Badia di Marzana in persona di (…) Gio[vanni] Bat[tist]a del Mo[n]te" 1588 ottobre 15

Physical Description: 1 doc.

“p” e “Bolle della Badia di Marzana in persona di me Gio[vanni] Bat[tist]a del Mo[n]te, figlio di Montino di Girolamo. 15 ottobre 1588” al verso del documento.

Scope and Content

Roma.
Sisto V assegna a Giovanni Battista dei Marchesi di Monte Santa Maria rettore della chiesa e cappella di Sant’Agostino nel territorio di Citta’ di Castello la commenda del Monastero benedettino di San Giovanni Evangelista di Marzana (in precedenza tenuta da Giovanni Paolo Pazzi) e le relative rendite e, par di capire, la cura e le rendite della cappella (?) di Santa Maria Maddalena “de Ruicchio” nella chiesa di San Lorenzo di Spello in diocesi di Spoleto.
Box 53, Folder 3

Patente di “Paschalis Ciconia (...) Dux Venetiar[um]” per “Guido Ascanio di Marchesi dal Monte” che viene accolto al servizio della Repubblica di Venezia 1589 novembre 23

Physical Description: 1 doc.

Dorate in apertura le parole “Paschalis Ciconia (...) Dux Venetiar[um] &C” e parzialmente i margini dell’atto. Acclusa parte della custodia del sigillo perso.

“c”, “23 novembre 1589 a fav[o]re del Cav[alie]r Guidascanio di Montino Patente di Condotta d’Arme al servizio della Rep[ubblic]a Veneta”, al verso del documento.

Scope and Content

Patente a nome di “Paschalis Ciconia (...) Dux Venetiar[um]” con cui si partecipa alle magistrature Veneziane che “Guido Ascanio di Marchesi dal Monte” il precedente 27 giugno e’ stato accolto al servizio della Repubblica dal Senato veneto “per anni cinque di fermo, et due di rispetto”.
Sottoscrizione di “Camillo Zilioll secrettario”.
Box 49, Folder 8

Istituzione della Confraternita intitolata al Nome di Dio in Monte Santa Maria 1595 aprile 19

Physical Description: 1 doc.

Presente custodia di sigillo, perduto. Atto decorato, con immagini in buono stato di conservazione. “X”, “h” , al verso del documento.

Scope and Content

Roma, Convento Domenicano di Santa Maria Sopra Minerva.
Atto con cui Ippolito Maria Beccaria, Maestro Generale dei Domenicani, ricordata l’istituzione in diversi luoghi di confraternite intitolate al Nome di Dio a seguito di provvedimenti di Pio IV, Pio V e Gregorio XIII, approva l’erezione di una Confraternita di questo nome nella terra di Monte Santa Maria in diocesi di Citta’ di Castello. In particolare, la Confraternita avra’ sede in Monte Santa Maria nella Chiesa della Pieve, nella cappella del Santissimo Crocifisso. Si ricorda che l’istituzione fa seguito alla predicazione di Cosimo “Taurusii” priore di San Domenico di Citta’ di Castello. Inoltre, i nomi dei membri della Confraternita verranno segnati in un “libro” della locale comunita’ Domenicana.
“Iacobus Squillius Florentinus” si attribuisce la paternita’ delle immagini che decorano l’atto e della sua stesura.
Box 49, Folder 3

Permuta (?) inerente la pieve di Santa Maria e la cappella di San Faustino, forse coinvolgente Guidascanio di Montino del Monte 1603 febbraio 20

Physical Description: 1 doc.

“XIV”, “c”, al verso del documento.

Scope and Content

Atto forse relativo a una permuta, inerente la pieve di Santa Maria e la cappella di San Faustino, forse coinvolgente Guidascanio di Montino.
Box 49, Folder 6

Assegnazione della chiesa di San Lorenzo di [Rancolungo] (in pieve di Falsano) ad Alessandro di Cattarinelli di San Lorenzo da parte di Luca Sempronio Vescovo di Citta' di Castello [1612] dicembre 10

Physical Description: 1 doc.

Presente custodia di sigillo, perduto.

“f”, al verso del documento.

Scope and Content

[Citta’ di Castello].
Atto di Luca Sempronio di Rimini, Vescovo di Citta’ di Castello, indirizzato ad Alessandro di Cattarinelli di San Lorenzo (territorio sito nella sua diocesi), con cui gli assegna la cura della chiesa parrocchiale di San Lorenzo di [Rancolungo] sita in pieve di Falsano, di patronato dei marchesi Vitelli.
Box 54, Folder 2

Patente di “Ioannes Cornelio (...) Dux Venetiar[um]” per Gio[vanni] Paolo del Monte che viene accolto al servizio della Repubblica di Venezia 1625 settembre 11

Physical Description: 1 doc.

Presente filo di sigillo perso.

“IX” “b”, “10”, al verso del documento.

Scope and Content

Venezia (“in nostro Ducali Palatio”).
Patente a nome di “Ioannes Cornelio (...) Dux Venetiar[um]” con cui si partecipa alle magistrature Veneziane che Gio[vanni] Paolo del Monte e’ stato accolto dal Senato al servizio della Repubblica Veneziana “per anni cinque di fermo, et dui di rispetto” a motivo delle sue esperienze militari in posizioni di comando.
Sottoscrizione di “Aless[andro] Busenello Se[reta]rio”. Dorate in apertura le parole “Ioannes Cornelio (...) Dux Venetiar[um]”.
Box 54, Folder 1

"1627. 11 settembre. Bolle della Badia di S[an] Gio[vanni] Evang[elis]ta di Marzana: per il M[arche]se Abb[a]te Carlo di Fabio di Carlo" 1627 [?]

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di due custodie di sigilli, perduti, relativi, si annota, a "Carafa 10 gennaio 1560" e "Spinola 2 maggio 1612".

"G" e "1627. 11 settembre. Bolle della Badia di S[an] Gio[vanni] Evang[elis]ta di Marzana: per il

M[arche]se Abb[a]te Carlo di Fabio di Carlo", al verso del documento.

Scope and Content

Roma.
Atto in cattivo stato di conservazione e di ardua lettura relativo, par di capire, agli edifici, agli abati e all'amministrazione della chiesa e del monastero di Marzana.
Box 56, Folder 1

Unione dell'Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso eretta nella Chiesa di Monte Santa Maria in diocesi di Citta' di Castello all'omonima Arciconfraternita romana 1627 dicembre 17

General Physical Description note: 1 doc.

"XI", "d", al verso del documento.

Scope and Content

Roma.
Atto con cui il Cardinale Infante Ferdinando, Amministratore Apostolico e Protettore dell'Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso incardinata nella Chiesa di San Marcello in Roma e Pietro Maria Borghese Cardinale di San Giorgio Comprotettore della stessa Arciconfraternita, con Teodoro Trivulzio Protonotario Apostolico, Marc'Antonio Borghese, Bernardino Savelli e Crescenzio Crescenzi comunicano all'Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso eretta nella Chiesa di Monte Santa Maria in diocesi di Citta' di Castello l'aggregazione all'Arciconfraternita romana, partecipandone i benefici e gli usi, riprendendo i contenuti di un breve papale del 28 febbraio 1608 e del 7 dicembre 1604.
Box 49, Folder 5

Atto di Urbano VIII indirizzato forse a Virgilio del Monte Santa Maria 1640 [ottobre 6]

Physical Description: 1 doc.

“XIII”, “e” al verso del documento.

Scope and Content

Atto di Urbano VIII indirizzato forse a Virgilio (Virginio) dei marchesi del Monte Santa Maria, par di capire rettore della chiesa o cappella della Beatissima Maria Assunta nel Castello di Lippiano, diocesi di Citta’ di Castello. Nell’atto si ricorda forse la chiesa di San Lorenzo nel territorio di Spoleto, forse per assegnarne la cura all’uomo.
Box 49, Folder 9

Legittimazione di Ciriaco di Montino del Monte 1644 agosto 17

Physical Description: 1 doc.

“i” e “Instr[ument]o di legittimazione d[e]l sig[no]r Ciriaco del fu’ s[igno]r Montino del Monte Anconitano. 1644 17 agosto”, al verso del documento.

Scope and Content

Il “Collegium Scriptorum Archivii Romanae Curiae”, nella persona di uno degli Scrittori, il notaio e scrittore “Thomas (...)”, per consenso papale e autorita’ di Gerolamo (Hieronymi) Lanuvio Referendario di Segnatura e di Carl’Antonio Caisotti “Scrittore” dell’Archivio legittima Ciriaco di Montino del Monte, sollevandolo cosi’ dai problemi che sarebbero potuti intervenire per “difetto di natali”. Presente atto analogo del 1644 luglio 14.
Box 49, Folder 12

Atto di Innocenzo X con cui si permette a Ciriaco di Montino del Monte di prendere gli ordini sacri. 1648 giugno 12 [o 18]

Physical Description: 1 doc.

Presente sigillo.

“n” e “1648 12 giugno. A favore del M[arche]se Abb[a]te Ciriaco, di Montino M[arche]se del Monte fig[li]o nat[ura]le, dispensa di Papa Inn[ocen]zo Xo di potere vestire l’abito chiericale”, al verso del documento.

Scope and Content

Roma.
Atto dato a nome di Innocenzo X con cui a Ciriaco del Monte, venuto meno l’impedimento del “difetto dei natali” grazie all’avvenuta legittimazione, viene data la facolta’ di prendere gli ordini sacri.
Box 55, Folder 4

Rinnovo dell'infeudazione della comunita' di San Martino ai Bourbon del Monte Santa Maria da parte di Ferdinando II Granduca di Toscana 1650 novembre 6

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo di piombo. “Ferdinandus II”, dorate le lettere.

“I. 9”, al verso del documento.

Scope and Content

Siena (“in nostro palatio”).
Ferdinando II Granduca di Toscana (Ferdinando II Medici, Ferdinandus II dux Etruriae) rinnova l’infeudazione (“in feudum nobile”) della comunita’ (“comune, sive comunellum”) di San Martino (oggi San Martino sul Fiora), appartenente al suo dominio e situata in territorio senese e piu’ esattamente “sub capitaneatu civitatis Soanae”, ai Bourbon del Monte Santa Maria (“nobilem gentem ac prosapiam de Borboniis Marchionibus Montis S. Mariae”), nella persona di Pier Francesco di Curzio, per lui e per I suoi successori.
Gli succedera’, in assenza di figli maschi, la figlia Giovanna, moglie di Giovanni Battista Bourbon del Monte Santa Maria. Qualora poi la coppia non abbia eredi, succederanno Cerbone Bourbon del Monte Santa Maria e la sua linea di discendenza. In mancanza, anche in questo caso, di una linea di successione legittima, il feudo andra’ al marchese Virginio Bourbon del Monte Santa Maria e ai suoi eredi. Qualora nessuna di tali linee di successione sia esperibile, si proceda a trasmettere il feudo alle figlie della marchesa Giovanna e, dopo di loro, ai loro eredi maschi.
Tutto questo, fatta salva la soggezione ai magistrati Toscani specie in ordine al Fisco.
Box 49, Folder 1

Rinnovo dell'infeudazione della comunita' di San Martino ai Bourbon del Monte Santa Maria, nella persona di Giovanna, da parte di Cosimo III Granduca di Toscana 1671 aprile 12

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo. "Cosmus III dux Etruriae", dorate le lettere; decoro; dorata l'iniziale per "Cosmus".

"III" "a" "8", al verso del documento.

Scope and Content

Pisa ("in nostro palatio apud ecclesiam Sancti Nicolai").
Cosimo III Granduca di Toscana (Cosmus III dux Etruriae) rinnova l'infeudazione ("in feudum nobile") della comunita' ("comune, sive comunellum") di San Martino (oggi San Martino sul Fiora), appartenente al suo dominio e situata in territorio senese e piu' esattamente "sub capitaneatu civitatis Soanae", ai Bourbon del Monte Santa Maria nella persona di Giovanna, figlia di Pier Francesco e moglie di Giovanni Battista Bourbon del Monte Santa Maria.
Box 52, Folder 7

Rinnovo delle accomandigie tra Cosimo III Granduca di Toscana e Francesco di Fabio del Monte Santa Maria 1671 novembre 29

Physical Description: 14 ff.

1 libretto

Dorata la lettera di avvio del testo e il cartiglio.

“u” e “1671. 29 novembre. Accomand[igi]a col G[ran] D[uca] Cosimo Terzo, del M[arche]se Francesco di Fabio di Carlo”, “richiama quella del 1495”, al verso del documento.

Scope and Content

Firenze (“in Nostro Maiori Palatio”).
Libretto manoscritto di ff. 14 contenente il rinnovo delle accomandigie della famiglia con la Toscana, nelle persone di Cosimo III Granduca di Toscana e Francesco di Fabio dei Marchesi di Monte Santa Maria.
Box 56, Folder 2

Rinnovo dell'infeudazione della comunita' di San Martino ai Bourbon del Monte Santa Maria da parte di Cosimo III Granduca di Toscana 1682 gennaio 10

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo di piombo. Decoro aureo, specie della lettera iniziale del documento e al cartiglio.

“II”, “B”, “6”, al verso del documento.

Scope and Content

Pisa (“in nostro palatio apud Ecclesiam sancti Nicolai”).
Cosimo Granduca di Toscana (Cosimo III Medici, Granduca di Toscana) (Cosmus III magnus dux Etruriae) rinnova (“renovamus in feudum nobile”) l’infeudazione della comunita’ (“comune, sive comunellum”) di San Martino (“Sancti Martini”, oggi San Martino sul Fiora), appartenente al suo dominio e situata in territorio senese e piu’ esattamente “sub capitaneatu civitatis Soane”, nei pressi di “Soana”, ai Bourbon del Monte Santa Maria (“nobilem gentem, ac prosapiam”), nella persona di Francesco Bourbon del Monte Santa Maria, per lui e per i suoi successori.
Questa la linea di successione ricordata fino all’atto che si emana: in assenza di figli maschi, Giovanna, figlia di Pier Francesco e moglie di Giovanni Battista Bourbon del Monte Santa Maria. In assenza di loro eredi, Cerbone Bourbon del Monte Santa Maria. In mancanza, anche in questo caso, di una linea di successione legittima, il marchese Virginio Bourbon del Monte Santa Maria e i suoi eredi, da cui il presente Francesco. Tutto questo, fatta salva la soggezione ai magistrati Toscani, specie a quelli senesi in ordine al Fisco.
Si ricordano le precedenti, analoghe concessioni, coinvolgenti Ferdinando II di Toscana e le linee di successione sopra indicate.
Box 53, Folder 3

"Accomandigia con Cosimo III del Marchese Fran[ces]co di Montino di Guidascanio” 1689 novembre 27

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo di piombo. Decoro aureo, specie della lettera iniziale del documento. Dorato il nome del sovrano.

“Q”, “N. 5” e “ 1689 27 novembre. Accomandigia con Cosimo III del Marchese Fran[ces]co di Montino di Guidascanio”, al verso del documento.

Scope and Content

Firenze ("in nostro maiori Palatio").
Atto di Cosimo III Granduca di Toscana (Cosimo de’ Medici, Granduca di Toscana) (Cosmus Tertius) con cui rinnova le accomandigie con i Marchesi del Monte Santa Maria in persona di Cosimo di Francesco dei Marchesi del Monte Santa Maria.
Box 49, Folder 13

Atto di Carlo Bichi, Protonotario Apostolico, riguardo a una causa coinvolgente Cosimo Bourbon del Monte 1689 dicembre 14

Physical Description: 1 doc.

Presente una parte di sigillo, sollevata dal documento.

“F” e “o”, al verso del documento.

Scope and Content

Roma.
Atto, di cui non e’ risultata agevole la lettura, di Carlo Bichi Protonotario Apostolico, in cui ci si riferisce a una causa che ha contrapposto Cosimo Bourbon del Monte e Geronimo Brozzio in relazione, par di capire, a un convento situato in Citta’ di Castello, in un luogo detto “Il Colle”. Nella parte finale dell’atto pare ci si riferisca ad un comportamento inadempiente del marchese.
Box 55, Folder 3

Rinnovo dell'infeudazione della comunita' di San Martino ai Bourbon del Monte Santa Maria da parte di Cosimo III Granduca di Toscana 1691 aprile 1

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo di piombo. Decoro aureo, specie della lettera iniziale del documento.

“D”, al verso del documento.

Scope and Content

Firenze (“in nostro maiori palatio”).
Cosimo Duca di Toscana (Cosimo III Medici, Granduca di Toscana) (Cosmus dux Etruriae) rinnova (“renovamus in feudum nobile”) l’infeudazione della comunita’ (“comune, sive comunellum”) di San Martino (oggi San Martino sul Fiora), appartenente al suo dominio e situata in territorio senese e piu’ esattamente “sub capitaneatu civitatis Soane”, e, par di capire, del “comunellum” “La Fiora”, a “Soana”, ai Bourbon del Monte Santa Maria, nella persona di Cosimo Bourbon del Monte Santa Maria, per lui e per i suoi successori.
Si ricordano le precedenti, analoghe concessioni, coinvolgenti Ferdinando II di Toscana e, per il “nobile genus ac prosapiam de Borboniis Marchionib[us] Montis Sanctae Mariae”, Pier Francesco di Curzio, poi sua figlia Giovanna moglie di Giovanni Battista Bourbon del Monte Santa Maria, poi Cerbone, poi Pierfrancesco di Virginio, fino al presente Cosimo.
Come d’uso si dispone di procedere al giuramento indicante fedelta’ e soggezione; si ricorda come il territorio rimanga, e debba in futuro rimanere, fiscalmente soggetto agli “officiali e magistrati” senesi e ai rappresentanti del potere mediceo in Soana.
 

"Accomandigia col G[ran] D[uca] Cosimo III di Fabio Camillo di Francesco di Fabio” 1712 gennaio 26

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo di piombo. Decoro aureo, specie della lettera iniziale del documento. Dorato il nome del sovrano.

“m”, “26 gennaio 1712. Accomandigia col G[ran] D[uca] Cosimo III di Fabio Camillo di Francesco di Fabio” al verso del documento.

Scope and Content

Firenze (“in nostro maiori palatio”).
Atto di Cosimo III Granduca di Toscana (Cosimo III Medici, Granduca di Toscana) (Cosmus III) con cui rinnova le accomandigie con i Marchesi del Monte Santa Maria in persona di Fabio Camillo di Francesco dei Marchesi del Monte Santa Maria.
Box 52, Folder 2

Patente di nomina di Francesco Maria del Monte a Gentiluomo di Camera di Vittorio Amedeo di Sardegna 1715 maggio 24

Physical Description: 1 doc.

"c c", "24 maggio 1715. Patente del re di sardegna

Vitt[o]rio Amedeo di Suo Ciambellano att.te al M[arche]se Fran[ces]co M[ari]a di Fran[ces]co Del Monte".

Scope and Content

Torino.
Patente con cui Vittorio Amedeo di Sardegna nomina Francesco Maria di Francesco del Monte suo Gentiluomo di Camera.
Box 55, Folder 1

Rinnovo dell'infeudazione della comunita' di San Martino ai Bourbon del Monte Santa Maria da parte di Giangastone Medici Granduca di Toscana 1726 agosto 17

General Physical Description note: 1 doc.Atto munito di sigillo di piombo. Decoro aureo, specie della lettera iniziale del documento. "C", al verso del documento.

Scope and Content

Firenze ("in nostro maiori palatio").
Giangastone Duca di Toscana (Giangastone Medici, Granduca di Toscana) (Io. Gasto) rinnova l'infeudazione della comunita' di San Martino (oggi San Martino sul Fiora), appartenente al suo dominio e situata in territorio senese presso Sovana (Soane) ai Bourbon del Monte Santa Maria.
Si ricordando le precedenti, analoghe concessioni, convolgenti Ferdinando II di Toscana e. per il "genus ac prosapiam de Borboniis Marchionib[us] Montis Sanctae Mariae", Pier Francesco, poi sua figlia Giovanna moglie di Giovanni Battista Bourbon del Monte Santa Maria, poi Cerbone, poi Pierfrancesco, poi Cosimo.
Box 50, Folder 2

Patente di familiarita’ concessa da “Francesco Andrea de Borbon Marchese del Monte S[anta] Maria a Francesco Tabacco d’Ancona 1730 marzo 19

Physical Description: 1 doc.

Decoro aureo, specie all’avvio dell’atto e alla lettera iniziale del documento; decoro in verde e rosso ai margini.

“p” al verso del documento.

Scope and Content

Patente di familiarita’ concessa da “Francesco Andrea de Borbon Marchese del Monte S[anta] Maria, “Castellano e Governatore della cittadella di Ferrara” a Francesco Tabacco d’Ancona.
Atto sottoscritto da “Girolamo Denatelli Seg[reta]rio.
Box 53, Folder 1

Rinnovo delle accomandigie tra Cosimo Bourbon del Monte Santa Maria e Giangastone dei Medici Granduca di Toscana 1731 marzo 24

Physical Description: 1 doc.

Atto munito di sigillo di piombo. Decoro aureo, specie della lettera iniziale del documento. Dorato il nome del sovrano.

"A" "l", al verso del documento.

Scope and Content

Firenze.
Atto di Giangastone Granduca di Toscana (Giangastone Medici, Granduca di Toscana) (Ioannes Gasto) con cui rinnova le accomandigie con i Marchesi del Monte Santa Maria in persona di Cosimo di Francesco dei Marchesi del Monte Santa Maria.
Box 53, Folder 4

Rinnovo di infeudazione ai Marchesi di Monte Santa Maria 1738 luglio 7

Physical Description: 1 doc.

Presente sigillo conservato in custodia lignea. Decoro aureo e azzurro della lettera iniziale del documento. Dorato il nome del sovrano.

“VII” e “z” al verso del documento.

Scope and Content

Firenze (“in nostro maiori palatio”).
Francesco III Granduca di Toscana (“Franciscus Tertius”) rinnova l’infeudazione del “comune sive comunellum” di San Martino (oggi San Martino sul Fiora) ai marchesi di Monte Santa Maria, in persona di Cosimo, fatti salvi i diritti delle magistrature senesi e la comune soggezione al potere mediceo.
Box 55, Folder 5

Ottavio Gasparini Vescovo di Citta’ di Castello nomina Sebastiano Fabbri cappellano della Cappellania all’altare di San Francesco della Chiesa di Monte Santa Maria 1740 o 1741

Physical Description: 1 doc,

“B”, “H”.

Scope and Content

Citta’ di Castello.
Atto con cui Ottavio Gasparini Vescovo di Citta’ di Castello nomina Sebastiano Fabbri cappellano della Cappellania all’altare di San Francesco della Chiesa di Monte Santa Maria, cappellania il cui iuspatronato spetta, come si ricorda, ai Bourbon del Monte Santa Maria.
Box 50, Folder 4

Patente di Pietro Leopoldo di Toscana con cui Montino Francesco Bourbon viene ammesso all’Ordine di Santo Stefano 1778 ottobre 16

Physical Description: 1 doc.

Atto originariamente munito di sigillo di piombo, perduto. Testo a stampa con parti di testo manoscritte.

“o” e “S. Cav[alie]r March[es]e Montino Franc[es]co Bourbon [d]el Monte” al verso del documento.

Scope and Content

Firenze.
Patente di Pietro Leopoldo Granduca di Toscana (Pietro Leopoldo Medici, Granduca di Toscana) (Petrus Leopoldus I) con cui Montino Francesco Bourbon, qualificato come nobile anconetano, viene ammesso all’Ordine di Santo Stefano.
Box 50, Folder 5

Prospetto relativo alle “Prove di nobilta’ per l’Ordine di Malta esibite dal postulante, Borbon del Monte Pier Francesco” 1817

Physical Description: Prospetto su carta.

“a a”, al verso del documento.

Scope and Content

“Prove di nobilta’ per l’Ordine di Malta esibite dal postulante, Borbon del Monte Pier Francesco”: prospetto relativo ai “Marchesi Borboni del Monte S[anta] M[aria] di Ancona”, ai “Marchesi Castiglione, di Citta’ di Penne”, “Signori Palmucci, del primario Patriziato di Macerata” e “Signori Conti Lavini di S[an] Severino”.
Presenti raffigurazioni degli stemmi familiari.
Box 54, Folder 4

Patente concessa da Carlo Felice re di Sardegna a "Virginio Lorenzo Gaspare Bourbon del Monte Santa Maria", di appartenenza all'Ordine dei santi Maurizio e Lazzaro 1827 giugno 30

Physical Description: 1 doc.

Atto in pergamena e carta. Presente custodia di sigillo perso.

“1827 F n. 2”, al verso del documento.

Scope and Content

Atto di Carlo Felice re di Sardegna: “Patenti di collazione d’Abito, e Croce di grazia della Sacra Religione, ed Ordine Militare dei Santi Maurizio e Lazzaro, a favore del Marchese Virginio Lorenzo Gaspare Bourbon del Monte Santa Maria, nato nella Citta’ di Castello, Cameriere segreto di S[ua] S[antita’]”.
 

19. Atti Miscellanei e Documenti (Miscellaneous Material)

Scope and Content

Fotografia, matrice lignea di emblemi famigliari, estratto manoscritto di un testo, sonetti d’occasione su supporti non cartacei, lettere, attestazioni amministrative, testi poetici per matrimoni o morti e atti inerenti edifici, complessivamente riuniti in serie miscellanea in ragione della particolarità ed eterogeneità dei supporti (legno, seta) o per la peculiare natura documentaria (disegni).
Photographs, a wooden matrix with family emblems, a manuscript excerpt from a text, sonnets composed for particular occasions written on non-paper media, letters, administrative announcements, poetic compositions for weddings or deaths, and documents related to buildings. These items are collected in a miscellaneous series either because of the particular or heterogeneous nature of their media (wood, silk), or because of their particular documentary character (drawings).
Box 46, Folder 3

Matrice lignea con diversi emblemi familiari s. d.

Physical Description: Matrice lignea.

Scope and Content

Matrice lignea con diversi emblemi familiari, relativi a personaggi della famiglia Del Monte legati a Lippiano. Si distingue l'emblema relativo al marchese Francesco.
Box 52, Folder 4

Fotografia s. d.

Physical Description: 1 fotografia.

Presente questa indicazione relativa al fotografo: "Roma. H. Le Lieure fotografo delle L[oro] M[aesta']": verosimilmente Henri Le Lieure (1831 - 1914).
Box 45, Folder 2

"Raccolta di alcune cose notabili" dal "Cristiano istruito del P[ad]re Paolo Segneri seniore estratta da Fran[ces]co Maria de Borbon del Monte" s. d., post 1690

General Physical Description note: 9 ff. non cartulati e ff. 1 - 725 con num. orig.

Registro pergamenaceo di 726 ff. Con catulazione originale e ulteriori ulteriori 5 ff. non cartulati. Emblemi di Francesco Maria Bourbon del Monte. Parti in seta.

Scope and Content

"Raccolta di alcune cose notabili, con gl'avvenimenti in fine, che si ritrovano nel Cristiano istruito del P[ad]re Paolo Segneri seniore estratta da Fran[ces]co Maria de Borbon del Monte, e dedicata alla Regina de Martiri Maria" e prefazione ai propri "amatissimi nipoti", con "Indice per capitoli" e ulteriore indice in conclusione. Deve ritenersi posteriore al 1690, data di pubblicazione del testo cui si riferisce.
Box 51, Folder 2

Sonetti, necrologia, rime, lettere, attestazioni amministrative. 1712-1920

Physical Description: Un volumetto a stampa, un volumetto manoscritto, 7 ff., 1 atto in pergamena con sigilli.

“h h”.

Scope and Content

Atti miscellanei riuniti per ragioni di conservazione:
 

Necrologia relativa a Francesco Bourbon del Monte santa Maria (morto nel novembre 1879) composta di ritaglio di giornale incollato su carta, sulla quale sono presenti sigilli di famiglia.

 

“Sonetto crostico” dedicato a Fabio Camillo e Francesco Maria Bourbon del Monte in occasione del battesimo della giovane Porzia Modigliani, di origini ebraiche, convertita al cattolicesimo, ora “Maria Contessa del Monte” (“in Fuligno, per Nicolo’ Campitelli Stampat[or]e Cam[eral]e e [Vescovile]”, “1712”.

 

Volumetto a stampa di 17 pp.: “Rime di Sebastiano Massi Staffiere dell’Illustriss[imo] Sig[nor] Marchese Francesco Bourbon del Monte dedicate all’Illustris[simo] Sig[nor] March[ese] Andrea di lui figlio”, “in Firenze da Anton Maria Albizzini. 1734”.

 

Volumetto manoscritto di 28 ff., rilegato in pergamena e “Sentenze e detti cavati da diversi autori da me Borbone de Marchesi del Monte per mio particolar gusto”, con incollata descrizione a stampa del testo probabilmente legata a una vendita antiquaria di volumi, annotata: “written at Lipiano Castello del nostro Marchesato”. In copertina presenti due emblemi familiari.

 

“A”. Attestazione manoscritta di un funzionario dell’Archivio Generale del Vicariato di Roma (30 ottobre 1920) relativa al fatto che nella posizione matrimoniale inerente Ranieri Bourbon del Monte di Santa Maria Principe di San Faustino e Maria Francesca Massimo e’ compresa la supplica per matrimonio, con attestazione dello stato libero dello sposo e della sua lunga residenza in Roma.

 

“B”. Attestazione manoscritta di un funzionario dell’Ufficio di Stato Civile e Anagrafe” del “Municipio di Ancona” relativa al fatto che Montino Ranieri Bourbon del Monte non risulti essere stato iscritto nelle liste di leva della citta’ e non risultasse residente al censimento del 1861.

 

Lettera manoscritta, in francese, a “Monsieur le Marquis del Monte”, con cui l’autore (?) comunica di doversi recare a Roma per una settimana e lo incarica di sorvegliare e sbrigare la “correspondance politique”. E’ possibile pensare che si tratti di una missiva indirizzata a Pietro Bourbon del Monte per le sue funzioni di Console Belga.

Box 40, Folder 1

"Per le felicissime nozze di madama la signora marchesa Francesca di Biorbon del Monte &c. Col nobile signor Pier Marino Barnabo' patrizio di Foligno" 1714

Physical Description: 26 ff.

Registro pergamenaceo con nastri in seta e decorazioni nella carta che rafforza la copertina pergamenacea.

Scope and Content

Registro di sonetti per le nozze di Francesca Bourbon del Monte e Marino Barnabo'. Il registro pergamenaceo raccoglie, riuniti a stampa (Foligno, 1714), sonetti dedicati agli sposi, Francesca Bourbon del Monte Santa Maria e di Lippiano e Marino Barnabo'.
A f. [1r]: "Per le felicissime nozze di madama la signora marchesa Francesca di Borbon del Monte &c. Col nobile signor Pier Marino Barnabo' patrizio di Foligno".
Box 51, Folder 1

"Maggio. Da cantarsi nella terra di Lippiano () nell'anno 1775 in onore della Santissima Vergine delle Grazie ()" 1775

Physical Description: 1 drappo di seta, un testo a stampa, un nastro.

1 drappo di seta, un testo a stampa, un nastro di seta.

"g g".

Scope and Content

Lippiano.
Testo a stampa e drappo serico: "Maggio. Da cantarsi nella terra di Lippiano Feudo Imperiale dell'Eccellenze Signori Marchesi Bourbon Del Monte Santa Maria nell'anno 1775 in onore della Santissima Vergine delle Grazie Protettrice di detta Terra offerto al merito di Sua Eccellenza Signor Marchese Pietro Bourbon del Monte" da "Bartolomeo Stefani, e compagni", "Nel Seminario, e Collegio presso Ortensio Bersiani Stamp. Vesc. Pubbl. E del S. Off.", "1775".
Box 49, Folder 11

"Leggittimazione del M[arche]se Ciriaco di Montino di Guidascanio d[e]l Monte” 1644 luglio 14

Physical Description: 1 doc.

Presente custodia di sigillo, parzialmente perduto.

“m” e “1644 14 luglio. Leggittimazione del M[arche]se Ciriaco di Montino di Guidascanio d[e]l Monte”, al verso del documento.

Scope and Content

Roma “in Palatio Apostolico, et Camera dicti Archivii”
Il “Collegium Scriptorum Archivii Romanae Curiae”, nella persona di uno degli Scrittori, il notaio e scrittore “Thomas (...)”, per consenso papale e autorita’ di Gerolamo (Hieronymi) Lanuvio Referendario di Segnatura e di Giuseppe Ortensi de Rossi “Scrittore” dell’Archivio legittima Ciriaco di Montino del Monte, sollevandolo cosi’ dai problemi che sarebbero potuti intervenire per “difetto di natali”. Presente sottoscrizione di un “Thomas (...)”, verosimilmente il notaio e scrittore presente nell’atto analogo del 17 agosto 1644.
Box , Folder 3

Sonetti a stampa e drappi serici realizzati e donati in occasione delle nozze tra Carlo Arimberto e Virginia Guglielmi Balleani 1814

Physical Description: 9 drappi, 42 sonetti a stampa, 2 canzoni a stampa, 1 sibillone a stampa, 4 raccolte poetiche a stampa.

"f f".

Scope and Content

Ancona e Jesi.
Sonetti a stampa e drappi serici realizzati e donati in occasione delle nozze tra Carlo Arimberto e Virginia Guglielmi Balleani.
Drappi:

- drappo offerto da Marianna Meriggi e Pasqualina Bellelli

- drappo offerto dai coniugi Reppi; altro offerto da Antonio Passionei Camerata de Mazzoleni

- drappo offerto da Bianca Collalto e Antonio Passionei Camerata de Mazzoleni (2 esemplari)

- drappo offerto da don Antonio Chiarini

- drappo offerto da Giambattista de Malgrani (2 esemplari)

- drappo offerto da Giuseppe Roberti.
Sonetti e Canzoni:

- sonetto offerto da Marianna Meriggi e Pasqualina Bellelli (2 copie) (da cui il drappo)

- sonetto offerto da Guglielmo Guglielmi Balleani (2 copie)

- canzone offerta da Giuseppe Gubiani

- canzone offerta da Girolamo e Luigi Berarducci

- sonetto offerto da Tommaso Ghislieri

- sonetto offerto da don Antonio Chiarini

- sonetto offerto da Cintia Sampieri e Antonio Magagnini

- sonetto offerto da Giuseppe Penna

- sonetto offerto dalla famiglia Sturani

- sonetto offerto da Raimondo Ferretti

- sonetto offerto da Giuseppe Gregorio Conventati (2 versioni grafiche per lo stesso testo), altro offerto da Lorenzo Oliva

- sonetto offerto da Giuseppe Roberti

- sonetto offerto da Giuseppe Grandi - sonetto offerto da anonimo ("un pastore arcade")

- sonetto offerto da Raimondo e Maria Angela Ferretti

- sonetto offerto da Pietro Pichi

- sonetto offerto da Guglielmo Guglielmi Balleani

- sonetto offerto da Antonio Passionei Camerata de Mazzoleni

- sonetto offerto da Giovanni Franciolini

- sonetto offerto da Lucrezia Ferretti Marcelli Flori

- sonetto offerto da Giacomo Marcelli Flori e da Lucrezia Ferretti Marcelli Flori

- sonetto offerto da Alessandro Benvenuti - sonetto offerto dalla famiglia Pianetti

- sonetto offerto da Luigi Quagliardi

- sibillone offerto da Michele Margutti

- sibillone offerto dalla famiglia Reppi

- sibillone offerto da Margherita Mastai Mosconi

- sibillone offerto dalla famiglia Rocchi

- sibillone offerto da Giacomo Parenti

- sibillone offerto dall'abate Antonio Lenzi

- sibillone offerto da Pier Francesco e Giovan Francesco Bourbon del Monte

- sibillone offerto dalla famiglia Monti Colantoni (Giuseppe e Vittoria)

- sibillone offerto da Caterina Bonandrini Odoardi

- sibillone offerto dall'abate Giuseppe Mucci

- sibillone offerto da Domenico Monacelli

- sibillone offerto da Girolamo Bosdari e Camilla Ranuzzi

- sibillone offerto da anonimo ("un P. A.")

- sibillone offerto da Pietro Mando'

- sibillone offerto da Giulio Manciforte Sperelli

- sibillone offerto da Bianca Collalto e Antonio Passionei Camerata de Mazzoleni

- sibillone offerto da Raniero Roccetti

- sibillone offerto da un Viviani (?)
Raccolte poetiche a stampa:

un fascicoletto di 14 pp. "Per le nozze de' nobilissimi signori Marchese Carlo Bourbon del Monte S[anta] Maria e Contessa Virginia Guglielmi Balleani" (Ancona, Tipografia Sartori, MDCCCXIV);
un fascicoletto di 18 pp. "Versi epitalamici scritti dall'ab. Gaetano Baluffi per l'auspicatissimo connubio delli illustrissimi e nobilissimi signori marchese Carlo Bourbon del Monte Santa Maria e contessa Virginia Guglielmi Balleani e consacrato al merito distintissimo degli stessi da Giuseppe Gallucci e dall'autore sud. Pub. Prof. Di storia, eloquenza, e poesia in questa citta', e fra gli Arcadi Coralbo Telamonio", "Ancona, presso il Sartori 1814"; un fascicoletto di 15 pp. "Agli egregi coniugi signor marchese Carlo Bourbon del Monte Santa Maria e signora contessa Virginia Guglielmi Balleani in occasione del loro fausto imeneo Giuseppe Penna in attestato di sincera ossequiosa stima applaude con la seguente [Ode]", "Ancona presso il Sartori 1814";
"Il nodo conjugale Poemetto sacro dell'ab. Mariano Marinelli P. A. Dedicato dal canonico Giovanni Pichi agl'illustrissimi e nobilissimi signori marchese Carlo Bourbon Delmonte (sic) S[anta] Maria e contessa Virginia Guglielmi Balleani", "Ancona 1814", "presso la societa' Palmilli".
Box 47, Folder 1

Suppliche, memorie e documenti relative a cause; atti inerenti palazzo Peretti: "Palazzo Peretti (ex Sisto X). Memorie e documenti" ca. 1700 - 1872

Physical Description: 316 ff., 32 pp., 11 tra disegni e piante. 1 fasc. comprendente 2 sottofasc.

Si riutilizza, quale camicia, una camicia che conserva il seguente testo: 35. 1894. Amalia de Paolis in F[] C. Ditta Coen Cavicchi p[er] opposizione a sequestro [] 1 ottobre 1894. Studio legale A. []".

Scope and Content

Il testo che si legge sulla camicia, "Palazzo Peretti (ex Sisto X). Memorie e documenti", corrisponde a parte del contenuto dei due sottofasc.:
 

Suppliche di sudditi, sonetti di omaggio per l'offerta compiuta dai marchesi del Monte per l'erezione della statua di Maria in Piazza di Spagna a Roma, relazioni legali manoscritte e a stampa, suppliche all'Imperatore (talvolta recanti sommario), bando (1744) del Marchese Pompeo Bourbon del Monte verso Virginio e Luigi del Monte ("rei di lesa maesta'" per aver percosso il Vicario del Reggente) figli del Vice Reggente Francesco Bourbon del Monte Santa Maria, cause condotte in Vienna riguardo ai privilegi feudali del Marchesato, "Articoli" di lettere (1753 - 1764) della marchesa Virginia Manciforte Bourbon del Monte al figlio Pietro recatosi a Vienna, partecipazione al Marchese Francesco Bourbon del Monte di Ancona (1865) dell'essere stato insignito della commenda dell'ordine pontificio Piano istituito da Pio IX, editti marchionali per ragioni di giustizia (marchese Reggente Antonio Maria Borbone, 1751). Numerosi atti relativi a cause tra i diversi rami della famiglia, portate a Vienna negli anni Cinquanta dell'Ottocento (vi si fa memoria della causa che nel 1757 aveva contrapposto il marchese Pier Francesco Bourbon del Monte agli altri marchesi Bourbon del Monte), atti e ricorsi. La causa Settecentesca ricordata e' quella per la divisione del feudo, degli anni Cinquanta. Atti originale, in copie, in prime stesure. Va unito un "Editto sull'osservanza della Quaresima dell'anno 1856 ()". (146 ff., 17 pp.) 1.

 

Atti relativi a Palazzo Peretti: "Massimo. Palazzo Peretti. Portone, Mura, Scuderie, Vedute &". (132 ff., 15 pp., 10 tra disegni e piante). Il plico e' contenuto in una camicia costituita dal verso di una lettera indirizzata al Principe Massimo. Presenti prospetti dell'edificio, e pianta "della Villa Massimo alle Terme Dioclezianee" (del 1836). Gli atti relativi al palazzo sono del 1872 e sono rappresentati da descrizioni dell'edificio, disegni, abbozzi (anni Settanta del Settecento), "Descrizione delle Pitture del Palazzo Peretti nella Villa Massimo alle Terme Dioclezianee fattevi eseguire dal Card. Montalto poi Papa Sisto V dai migliori pittori del suo tempo, estratti dalle Notizie Storiche di d[etta] Villa, Roma 1836. Parte II Cap. VI, pag. 42, e seguenti, e relativa ad ogni ambiente del medesimo Palazzo indicato nell'annessa sua Pianta" (32 ff. cartulati e una "Veduta"); affitto (1872 gennaio 23) del "Palazzo Peretti nella Villa Massimo" da parte di "Camillo Principe Massimo" a "Francesco Bourbon del Monte" (4 ff.) per nove anni a partire dal 1872 (si noti che l'atto contiene una sorta di relazione degli accordi preliminari al contratto vero e proprio, in cui sono presenti cenni alla storia di Villa Montalto, con particolare riferimento alla "() caduta della sua parte anteriore" nella notte del 23 settembre 1868); lettere, relazioni, atti legali (questi ultimi, manoscritti e a stampa) relativi alle Scuderie del Palazzo (ipotesi di costruzione delle Scuderie); su alcuni documenti, annotazioni a matita - "non ebbe luogo", "non fu mandata" - a segno di riletture tardo ottocentesche o novecentesche inerenti anche questa parte dell'archivio. Presenti prospetto, pianta e disegni relativi alle nuove Scuderie. Atti legali relativi all'"espropriazione forzosa", come la definisce il principe Massimo, della "massima parte della () villa alle Terme Dioclezianee" a favore delle "Societa' concessionarie" per la costruzione "del nuovo quartiere dell'Esquilino". 2.

Box 48, Folder 1

Atti miscellanei ca. 1900

Physical Description: 1 fasc. comprendente 3 sottofasc.

Il fascicolo conserva, entro una sorta di carpetta riutilizzata allo scopo di contenere questi fogli sciolti, un opuscolo (1) e documenti (2). La carpetta reca la scritta "180sei Libri per [] a tutto aprile 1808" e, parimenti cassata, la scritta "Documenti o sia carte antiche, parte in originale e parte in copia, spettanti alli rami di casa del Monte di Ancona Dal 1500 al 1600". Nessuna delle due scritte corrisponde evidentemente al contenuto.

Scope and Content

Il fascicolo conserva, entro una sorta di carpetta riutilizzata allo scopo di contenere questi fogli sciolti, un opuscolo e due insiemi documentari, che paiono riuniti per la loro caratteristica di fogli sciolti dispersi e a stampa.
 

"Per i quattro rami della famiglia Bourbon del Monte S. Maria concessionarj, e donatarj perpetui del feudo, e marchesato del Monte S. Maria e suoi annessi e connessi Memoria ragionata" di Niccola Manari (Ancona, 1815)

Fasc. a stampa di 8 pp.

Relazione in cui si riepilogano le vicende storiche della famiglia dal punto di vista delle concessioni feudali.
1.

 

Una notificazione (s. d.) relativa alla sospensione della fiera di Pentecoste, un Sonetto alla Madonna dedicato al Vicereggente Virginio Bourbon del Monte (s. d.) in occasione della rituale consegna delle chiavi del feudo alla Vergine (2 copie), una sorta di manifesto relativo agli alunni del Collegio Gesuitico di Reggio eccellenti, nelle diverse materie, nell'anno 1832 (1832 agosto 12), un altro documento analogo non datato, un avviso a stampa di Gio[vanni] Batt[ista] Domenico Bourbon Del Monte, Reggente (Firenze, 1801 gennaio 5) (2 copie) in cui stabilisce quale Vice Reggente del feudo il marchese Virginio Bourbon del Monte, una patente per passaggio di dogana (s. d.) (5 copie) emanata da Girolamo Bourbon, patente di nobilta' (Firenze, 1757 marzo 11) rilasciata a Virgino Bourbon del Monte relativamente al patriziato della citta' di Arezzo, una notificazione (Citta' di Castello, 1800 ottobre 12) di Pietro Bourbon, imponente ai sudditi la "solita sperimentata subordinazione", un'immagine del "General Miollis" (s. d.), un documento relativo alle sovvenzioni per l'apertura di un nuovo teatro. 2.

 

Lettere: lettera a Virginio Bourbon del Monte Santa Maria (Torino, 1830 aprile 24) da parte del re di Sardegna Carlo Felice di Savoia, recante la concessione di indossare l'abito dell'Ordine dei santi Maurizio e Lazzaro; supplica di Pier Francesco Bourbon del Monte all'Imperatrice e Regina d'Ungheria, affinche' conceda a sua moglie Maria Teresa Castiglione baronessa di Appignano il diritto di portare la Croce stellata; lettera, priva di destinatario, in cui si avvisa della nascita (16 luglio 1866) di Carlo, primo figlio maschio di Maria Francesca Massimo Principessa di San Faustino, lettere diverse a Pietro Bourbon del Monte "Consul de France Ancne" (spesso s. d.; talvolta 1832), mittente " L. de Sainte Aulaire", per lo piu' in francese, normalmente inviate da Roma e contenute entro il plico "Correspondance de M.r le [M.se?] S. Auliaire attache' a l'Ambassade de France en Rome. 1832". Il mittente e' Louis de Beaupoil de Sainte Aulaire (1778 1854), uomo politico francese. Dopo aver operato nell'ambito del governo di Napoleone I, ebbe percorso prefettizio, ruolo in Camera dei Deputati (dal 1815 e fino alla fine degli anni Venti). Fu ambasciatore a Roma nei nostri anni (le lettere risalgono al 1832) presso la Santa Sede e piu' tardi a Vienna (dal dicembre del 1832 al 1841) e a Londra, per essere chiamato anche ad essere membro dell'Academie française.

Si segnala, in lettera di "sabbato 22" di L. de Sainte Aulaire a Pietro Bourbon del Monte, un giudizio caustico su "quel sciocco di Beyle", lo scrittore Stendhal (1783 1842), come si sa console francese a Civitavecchia dal 1831 alla morte. Si legge: "Vi basti sapere che voi fate meglio e starete piu' console in Ancona, che che lui in Civita Vecchia. Egli non capisce niente al suo impiego. Pero' scrivetegli sempre, rispondetegli sempre che egli ha ragione, e non fate mai quello che vi dira'". Similmente, in lettera del 9 luglio, Lasciate dire ancora Beyle, e concertate vi con La[]sse per tutto quello che tocca la contabilita' della Marina (e il consiglio a far passare le proprie lettere all'Ambasciata o al Consolato Generale di di Civitavecchia prima di trasmetterle al Ministero a Parigi, per non inimicarsi qualcuno in queste sedi diplomatiche). Il Del Monte pare aver richiesto (vi si allude in lettera s. d.) la Legion d'Onore.
3.